Chi guarda l’Eclisse della Luna Rossa…faccia a faccia con stelle,pianeti,asteroidi etc…..corpi nei tempi dei tempi.

Semmai potessimo dare un Volto, un Visage come in passato si è immaginato sulla branca della sabbiosa piana di Marte. E così mettendo così le Ali alla più arcaica fantasia sull’origine dei Mondi ed alla stessa Umanità. Ovvero tuffarci in quell’oceano senza limiti e rive che per ora ci consta essere solo la Luna o Marte i più prossimi approdi per la nostre lungimiranze , per quando la prima Donna AJSHJA o EVA e sia il Primo ADAMAH o YAMA= UOMO alla fine darà il via al Tempo in cui sarà messo – il Piede sul pianeta rosso rubino !.

Mentre nessuno ricorderà il mito che è narrato nella Drona Parva (testo sanscrito)in merito al pianeta Marte che fa lega con i miti celesti greci(Immanuel Velikovsky in Mondi in Collisione) Tantissimi EONI e Millenni ormai persi ovvero deleted alle nostre spalle il grande vuoto della MNOSINE, data la poca Memoria “cortissima” che si è cucita del puzzle della storia così con appena Cinquemila anni o Seimila biblici.

Questo se diamo Fede con la coda dell’occhio, l’accontentino alle mirabili storie bibliche o sumeri-babilonesi.  Contro i miti dell’epopea indiana che sono stati giudicati fantascientifici e non degni di essere considerati STORIA. I grandi vuoti sono quindi coperti o come fosse un rotolo affossato o da mistico e segreto. Il  puzzle così composto da brani sciolti e man mano ricuciti insieme dai miti e ricordi da una all’altra civiltà,tutto per avere e fare  un quadro. Il quadro generale della storia del pianeta. Così che da tempo riannodando quanto perso o disperso e ritrovato dall’antichità che ora dopo tante letture bene abbiamo sedimentato nella nostra coscienza di umani o terrestri , una confusa memoria da portare in chiaro o meglio far LUCE.

Sebbene secondo la visione del celebre divulgatore scientifico della NASA – Carl Edward Sagan astronomo, divulgatore scientifico e autore di fantascienza statunitense Uno dei più famosi astronomi, astrofisici, astrobiologi che l’uomo ora nell’affacciarsi fuori del sistema solare, la tecnologia ha postato nella celebre piastra dorata del Voyager , dotata di dati e suoni, mappe stellari così composta da cifre e raffigurazioni umane e il sistema solare, ha pure fatto incidere un messaggio in antico sumero!.Grande speranza di essere letti ?

Tempo antico o futuro che come un Ourobos Cosmico si morde la coda . Teorie del tempo perenne –  se il tempo perdesse la definizione e distinzione di passato,futuro e presente , ma ora ci siamo lanciati al di là del tempo e milioni di milioni di kilometri nell’abisso YAMA Cosmico.

Lanciati così abroad – fuori dai bordi,limiti stessi del sistema e dei pianeti spiando ancor prima con Hubble con i suoi specchi digitali che bene ha svolta la ricerca nell’Oceano, mare cosmico o mondi, pianeti, spazio denominato “COSMOI AMARTIA “ ( logos giovanneo greco antico) verso l’Oltre da scandagliare man mano tutto quanto esiste la FUORI. Ed ora portare a frutto la ricerca ovvero quel Dono stellare o mappa da catalogare i quintilioni di stelle o pianeti scoperti bene….senza sosta.

Ormai è davvero uscita la Caravella di Colombo dai limiti del nostro sistema. Mostriamo la nostra Faccia di pulcini umani nell’uscire dall’Uovo di questa madre terra. Pulcini quindi inconsapevoli di quanto ancora dietro le tenebre di tanti siderali abissi e mondi si possa svelare ed annidare. Ormai certo una fila di mondi sconfinati che compenseranno la nostra fame di Urano o altro Dio- Archetipo virtuale, che non siamo più capaci di distinguere tra l’Assoluto Cosmo e l’Assoluto infinito che meschini concepiamo come fosse un Dio. Certi anche di batoste e azzardi rischiosissimi nel lanciarsi montare & paramount negli ABISMANT SPACES come dice Nostradamus. Gli spazi oltre sia possibile allora posare sonde ed il treppiede o davvero il Piede terrestre e dare il Via alla Grande Fondazione o Colonie Umane su altri mondi e nuove contrade celesti….nelle tappe future dell’espansione umana!

Saranno le esplorazioni future anche non lisce me l’olio se diamo o rileggiamo alcuni squarci nel tempo, descritti da menti antiche di cui non possiamo assolutamente calcolare gli EONI o il ZEPI TE(M)PI – il Primo Tempo( mito egizio) se tali sono le certezze o divinazioni o pure narrazioni dei cieli o di quale altra materia e COSA ? Sino ieri solo Paradossi sin troppi per noi a dirsi ed immaginare , ma che acquistano sensi più coerenti . Nozioni e descrizioni – che hanno invece un motivo di essere considerati e qui posti delucidati, sviscerati. Messi sotto il naso o davanti alla nostra bella FACCIA. Costi quello che costi.

Abbiamo milioni di anni a nostra disposizione a perdita di tempo-d’occhio…poiché già ci assicurano gli astrofisici che tra 10 miliardi di anni il Sole ed altre stelle diverranno palle di cristallo – e così data la lunghezza temporale, non possiamo guardare in esse come gli stregoni. E fare i veggenti – possiamo solo capacitarci interrogandoci invece come potevano gli Antichi Egizi o la Compagnia di HORUS – lasciare tali manuali incisi sulla Piramide del Faraone Unas (Quarta Dinastia) evocare le incisive sentenze che scuotono la nostra coscienza – poi senza deragliare dalla nostra constatazione astrofisica di narrare delle cose logiche – Tutto perciò bene dovuto e nominato – che là fuori tra mondi, asteroidi, corpi erranti planetes (in greco) le comete, spazi freddi e oscuri e catastrofi indietro di milioni di anni …avvenute, e chi c’era per ricordarle, a Noi Umani ?.Veglianti o istruzioni dell’ENNEADE Celeste dei NETHER scesi su questa terra dentro il BENBEN ad Heliopolis la Città della Fenice di Fuoco che rinasceva dalle sue ceneri per spiccare il volo verso i Cieli(Mitologia Egizia).

Possiamo storcere naso o girare la faccia da questo pungente ricordo ?Nonostante il muro di gomma eretto dai  Negazionisti o ciarlatani che pullulavano dal tempo delle Profezie delle Piramidi dimostratesi solo elucubrazioni frantumate, amavate in fumo ed i cenere dalla mai egizia di attribuire tanta sapere alla cultura egiziana , invece di studiare e considerare le teorie diverse sepolte e svelate su tanta sabbia del deserto e sia l’acqua che è passata lungo il Sacro Nilo a lambire il Terrore del deserto ovvero il scabroso segreto della Fenice Millenaria. E l’Araba Fenice che parente del mito di Heliopolis- città del Sole –  e sia della Sfinge Arrakis ...in attesa di essere calcolata e svelata con le Piramidi e le Stelle di Orione (Temple teoria) su cui sono stati versati fiumi di inchiostri . Ora il campo si è allargato infinitamente. Basta una scarica e lampo elettrico per dare alla luce come ci fosse un nuovo Tesla o discoperta ? Pesando bene quanto fu scritto= in arabo maktub e fatto passare per cosa ? Facile avere – liquidato il tutto così per una liturgia e il viaggio nel regno dei morti o oltre la morte , essere così + comunemente verso l’ALDILA’ Ultraterreno! CI sono troppe stelle in questione che marcano la tappa stellare. Perchè dunque questo abbia senso , o motivazione cosmica. Infatti definizione dell’Altro Mondo o dei Mondi stellari (Orione)verso cui si configurava il Viaggio verso le Stelle dell’anima Immortale del Faraone ? Viaggio quindi verso i Cieli. Cosa altro sia stato ritualizzato molto bene da essere formulato e

determinato in queste formule, da cui traspira e si anima dopo millenni in Noi Umani, il legittimo sospetto che ha una incredibile comparazione o somiglianza con quanto sappiano sula natura del cosmo,l’abisso degli spazi e la regione delle stelle. Questa reale ad astronomica perchè la descrizione non è virtuale o immaginaria – il cielo stellato è quello vero e in questo cielo che avviene il Viaggio-Viaggiatore ( DIOTHEUS in greco)Luminoso – celestiale ovvero “Divino”.

Il Galgal ,il Viaggio nei Cieli se giustificati, solo se riconosciuti, pesati e con il cuore light,puro si sale nei cieli. Regola queste che vale oggi,filtrando ogni credo e detto evangelico- solo i “GJ” Giusti brilleranno come stelle nei cieli. Dalla Terra al Cielo, dalle stalle , alle stelle(SBA in egizio ). Vinto il Male o APOPIS, il Dragone satanico. Nulla è mutato, cambiano solo i nomi, ma le Stelle così restano quali LUCI imperiture. Fari di milioni di anni negli spazi che attendono che l’Umanità smetta le vesti materiali delle barbarie per assumere dopo una catarsi- le vesti immacolate della saggezza e nova TEMIS, la Giustizia per montare nei cieli. Non è forse questo il succo finale di tanta religione o filosofia ? Poemi o bardi hanno raccontato del viaggio um,ano dall’Inferno al Purgatorio e Paradiso. Maestri o Profeti, tutti ci ripetono la stessa lezione con lingue, idiomi e libri diversi. Ma la tappa dei cieli è sotto e sopra la nostra sfera umana che richiede di aprire gli occhi all’Orizzonte del Tempo che racchiude questa grande rivelazione , la VERITA’ senza più pesi morti ai piedi, ma questo avverrà solo quando finalmente avremo scoperto grazie ad un novello genio, l’Antigravità’ (Gravitaviere = Pilota cibernauta)

Ecco il presagio stimolantissimo futuro….tecnologico et the WEAPON

Par Forte(Forty?) Vague Onda Acqua (Eau) gravitare aviere sarà ferro messo rame (fili)ramis& ramificazioni,intrecci fili di rame magnetici elettrici campi ?)

La sua Forma (scaforme) straordinaria-strana- soave e (torre)Orrifica allora per parma(scudo)navale- mare ai confini bene tosto*Ost (vedi lat .)Oster (Oriente)gli Ostili nemici !.

Rilettura di suggestioni clypeologiche discoperte degli anni Ottanta !

Da Oltre le stele di cristallo vediamo il FUTURO dell’AGOSTO  1988.

Annunci