THE MOON’S PARAMOUNT…Dopo 50 anni dalla LUNA o ben 605 Lunazioni cosa NOSTRADAMUS affida alla sua VISIONE et VISIONS!

Erano gli anni 1966 quando l’entusiasmo giovanile” fiatal” serpeggiava tra la cerchia dei miei compagni  a Torino con i nostri incontri e le memorabili serate e i sabati culturali tra il CLYPEUS e l’ARN WALD, la mia prima rivista d’Avanguardia da me ciclostilata (per la professione alla COPYTORINO e poi alla GESTENER). Sono stati gli anni precoci e davvero gli anni di vulcaniche rivolte e sogni etici e politici come sia di lungimiranze se già allora citavamo nei ciclostilati appunto le quartine di Nostradamus sulla Luna. Anzi sembravano apposta che esigessero la mia testa,perchè come poteva un altro capire che quel misterioso congegno descritto da Michel così eccellentemente dipinto o meglio formulato e descritto era concepito che dava l’immagine di una grande progetto(2-58).Ecco il misterioso ed intrigante oggetto….

Il senza Piede n’é mano(main- primaria)

il Dente Aguzzo ( aiguë)affusolato e forte sorte(lancio)

Per il Globo con Forza, dal porto-porco l’antico nato

Presso serpe del porta ali(portails) che illegale si trasporta

Selene Brilla,il piccolo e il grande (L)Emme-nato- condotto- guidato.

<Dent- et sorte forte sortita- lancio –Dente FUSS in tedesco…il Fuso fusoliera, affusolata>

Questa l’anticipazione che induceva a stimolare la forma e sia come da perfetta citazione  poetica  solo a suo tempo ovvero –  propriamente solo da quando la marina italiana aveva escogitato questa tecnologia , l’arma dalla marina da essere = The Main = Principale Mezzo di assalto impiegato come un DENTE “acquatico” il Maiale della Decima Mas per forzare i blocchi nei porti avversari .

I famosi Maiali – le torpedini guidate da uomini anfibi ed usati nei porti di Gibilterra, Malta ed Alessandria d’Egitto o nel’Alto Adriatico contro le flotte d’Austria. Nasce così oltre che il Siluro guidato che poi si evolve sino a diventare una forza e che ha la sorte,il destino poi persino di navigare per il GLOBO con Forza propulsiva proprio principiando dal primo progetto essere questa la primogenitura (l’aisné nay) di tali Porci, Maiali…. appressanti quanto una PRES-SERPe sinuosa poi accostante, avvicinanti corpi acquatici così alle grandi portails o grandi navi militari o di trasporto o trasbordo in maniera illegale…segreta, celata,mascherata.

Ecco i Mezzi subacquei che in maniera invisibile attaccano così le grandi navi ancorate nei moli e porti. Infine – at last… eccoci all’Aguzzo affusolato siluro – da congegno che starà alla Luna SELENE , che sebbene sia piccolo e diventi quel primo Sputnik russo e poi The LEM americano ,quello allunato della grand’Emissione. La Missione Lunare ! Allora diventano comprensibili le quartine che parlano di Flotte submarine, Falangi belliche aquilate che fanno tremare per il fragore i cieli….le metropoli che si espandono..

Ma chi ha conoscenza piena di quanto Michel ha enumerato dal piccolo al grande si capisce che non celerà afatto come da questi mezzi piccoli(petit) che sono i primi nati prototipi ovvero sfociati nei Missili titanici , necessari e usati poi nelle grandi lanci- emissioni orbitali. Missili dunque da mini a gigantesco come dei Lanci” nello spazio fuori il pianeta stesso.   Ovvero scenario di altra quartina. 

La grande paramount-montagna rotonda dai sete stadi che rollerà nei cieli e contrade abissali(degli spazi).Ma questo è stato esposto ormai da ben molte decadi o meglio persino da un Giubileo Lunare, ovvero contando ed enumerando secondo l’astronomia biblica esattamente SEICENTOCINQUE LUNE(605 cifra che è stampata Nero su Bianco da secoli come l’Era- ANNO, l’EGIRA del MALUM PUNICUM la FOY PUNIQUE !

NOMI, DATE. CIFRE. CALENDARI “KELET= DATAZIONI che oggi calzano a pennello a tale Punto del Giorno e chi vuole capire capisca cosa ancora sta alla Luna Selene o al Grande Crescente Lunare – l’emblema arabo/islamico.

Tutti vogliono la Luna ? O meglio credono che la Luna porta FORTUNA? Tutti vogliono mettere le MANI sulla Luna ed anche i DENTI in una corsa marcata da un avidità planetaria quasi come fossero spinta dalla fame di un maiale o di un porco.(Altra è la coincidenza vuole che questo sia l’anno del Maiale dei cinesi che at last alla fine ha la coda del maiale che finisce agli inizi del 2020 tutto secondo il KELET Calendario cinese da cui ha lo start dell’anno del TOPO)!

Sarà fame di stelle o di Luna se così riparte la conquista del nostro magico satellite che fa gola a tutti.C’è l’Acqua ai Poli.Ci sono le cavità Lunari(la Luna è vuota ?)che Michel ha scritto che sotto le concavità Lunari ci saranno metropoli abitate...Detto questo per i millenni avvenire…perchè molto Lui si è esteso nel corso del tempo futuro, a dispetto di quanto amano il ritornello della fine del mondo. Ci sono varie quartine sulla Congiunzione Lunare o con i nuovi Shuttle che verranno a render profitti minerari etc ed altre applicazioni tecnologiche che lasciano tradurre agli esegeti del domani.

A noi quanto abbiamo vissuto ci basta perchè apparteniamo alla generazione che si è nutrita dei primi Romanzi d’Urania diretti da Giuseppe Lippi, amico caro che ha già raggiunto le dimensioni cosmiche ben arricchito di tanta patrimonio o singolare collezione dei testi da lui esaminati e letti della nostra planetaria fiction e sia pure delle visioni di Michel Nostradamus che non ho mancato di narrare,far conoscere.

Ma l’attimo tanto celebrato da essere un Momento ed omento immortale nella storia dell’Umanità vagheggiato dal tempo dei greci come da Luciano da Samosata e campo  di gesta che l’eroe cavaliere alato – che affronta spazi e su cavalli magici allora arriverà a porre il PIEDE sulla Luna e donde così ritrovare la Memoria perduta.

Una nuova visione questa dalla Luna alla Terra – che concilia tutta l’anima della scienza o Psicologia che ad essa chiamata da chi Prenderà DIANA per suo giorno e riposo  dal soprannome profetico …predice altra quartina sino a SELENE,DIANA, NADIA, CHANDRA, KAMRAH , MOON o MOND da essere il satellite divinizzato e poeticizzato che da FONTE millenaria alimenta e sia anche così chiamata la Calamita su tutte la Acque dei mari.

Lagune e degli Oceani come del petit umano Cerebro …accendendo i viaggi fantastici dei Sogni di ogni IPNEROTOMACHIA e motore ipnotico che ha fatto intingere il Calamo dei poeti e profeti per stilare poemi e canti, formule magiche evocatorie, rituali e liturgie e le divinazioni e orazioni dalla Terra al Cielo.Qui si gioca tutto con il Cervello (CERVEAU-CEREBRO e quindi il COMPUTER da Pomo-frutto dell’Albero tecnologico).Tutto sta a capire quale era il Cervello qui nominato – Qui si gioca o si mette in gioco il cervello, la Mente Umana , proprio come è già avvenuto cinquanta anni fa.Una Prova-PROYE di grande intellighenzia o intellighentia dell’EST e dell’OVEST.

(Proye- radice filologica di proiettile,propulsione= dal greco proiexo,proietto ,il proiettare,lanciare, dal latino, missile.)

Ma tutto questo è racchiuso in questa caleidoscopica quartina meditata anzitempo che si arrivasse ormai presto sulla Luna come bene anticipavamo dalla lettura delle Centurie.Mai immagine è stata di straordinaria freschezza e poesia se vi è chi sia competente in tale arte narratoria, con cui vine racchiuso così della gigantesca mole a sette stadi o lo set di stadi multipli – Ecco l’assordante rombo ed il fremito vibrante ed il rollare della partenza(To start) del viaggio verso gli abissi cosmici, verso le contrade(ade…infere,abissali) inesplorate dell’universo nostrano interplanetare. Debitamente elencato con altre successive quartine oltre Apparoissant = così sia nascosta Venere più a Giove perchè avvolti dalle nubi invece della Luna sino alle rive sabbiose di Marte e alla alla plenitudine, alla bianchezza – candore blancheur di Nettuno (4-33)!

Ma è proprio la Luna così prossima alla nostra sfera che diventa protagonista da un insolito punto di osservazione ed orizzonte selenita.Come infatti Michel così ci sintetizza tutto dentro un flash o quadrante astrale orizzonte lunare.

(4-31)

La Lune au plain de nuit sur le haut mont

Le nouveau sophe d’un seul cerveau l’a veu

Parses disciples estre immortel se mond(mond)

Yeux au midy, en sens mains corps au feu .

Qui riporto il vecchio commento tratto dall’Enigma Risolto del’Oscar Mondadori, il testo che espone le molte quartine di questo secolo passato dal 1900 al 2000.

(per chi non conosce le pagine dell’Enigma Risolto:)

Ma restiamo sul semplice poiché altre quartine tracciano l’epopea dela tecnologia spaziale, sopratutto quanto ha lasciato scritto nel 1526 così Sigismondo Fanti il cui ruolo storico nel Rinascimento ferrarese e veneziano è un tena che ci sta tanto a cuore (by heart )qui come abbiamo da anni messo in evidenza.Quanto ancora sempre con la Luna richiede che il Cavaliere eroica giunga lassù per ricuperare la MEMORIA, sopratutto da Ferrara la città dalla Fede rara come ama dire il Fanti….sino a discoprire la grande macchia rossa su Giove ! Il Grande tema che ha la Luna in primis diventare davvero la dea che ispira poeti e fantastici viaggi precursori che anticipano lo scibile umano. L’ARTE (in greco) la TEKNE suprema che fa fare all’uomo questi grandi passi o lanci tra i cieli.Dai primi sogni di Icaro di volare sino a Leonardo ecco come il profeta sembra condividere l’esperienza irripetibile dei primi astronauti, la luna violata, senza più misteri e così la pianura sotto i loro piedi. Le orme famose e la polvere sollevata , la suspense resa mirabilmente in bianco e nero mentre automaticamente fervono le operazioni che mettono a fuoco gli obiettivi delle telecamere così piazziate.  Il Fervore che ha tutti gli occhi del Mondo assistere all’evento immortale.Pellicole allora macinate a diversità del digitale ultimo.

Nastri quindi sicché il termine francese usato Spohe ? Può valere l’ambivalenza con l’inglese spot: il tipico faretto allo iodo usato per le riprese dei filmati(per mettere a fuoco, per fare luce nella ripresa diretta )e sia spool– ovvero la bobina su cui si avvolgono le pellicole…ottiche ! Quaggiù gli osservatori sulla terra con i loro telescopi che scrutano lassù come dallo Zenith del cielo del Mezzogiorno ….verso il sito lunare.La conquista degli spazi andrà ben oltre perchè è narrato che l’uomo scenderà su Marte come primo obiettivo del sistema solare.Ma allora la saga racchiusa nelle Centurie e oltre al Fanti diverranno attualità per tutto il Mondo . Ma questa è una narrazione a cui rimando ora alla Summa Prophetica e al Settimo Cielo poi tempo permettendo editoriale……avvenire.

Annunci

Ogni Essere ha il suo colore della LUCE e della Pelle…ma chi vede quello dell’Anima Umana e della sua Stella o della Orma Cosmica ?

La tavolozza dei Colori solo in mano all’artista può magnificare la sua capacità ,talento,indole di vedere e duplicare secondo la sua visione …sino a che punto possa la sua NOUS-Mente fare quanto avviene nello Specchio . images più che vera ed ammirabile che ha nel tempo la tecnica poi perfezionato l’images stessa. Oggi ormai fattasi perfetta copia, una imitazione della realtà che in certe condizioni è difficile anche per gli occhi umano…distinguere. Stupore è quello d’oggi per la mano e la tavolozza dei colori naifs alchemicamente composti dagli artisti nei secoli è così che alle spalle pere molti secoli l’iconografia ha raggiunto traguardi con la realizzata camera oscura e dall’occhio prima di cristallo(lente) e poi della camera digitale che indubbiamente in questo XX secolo -così celebra il suo trionfo della perfezione a tale livello iper tecnologico.

COR CORDIS – KER COEUR, KER , la Sorte,cuore destino in greco.

Ma a questo foto finish che inchioda, fissa l’attimo in tempi sbalorditivi coglie solo l’apparenza, la pelle della natura che riflette grazie alla Luce del solo grande astro solare HELIOS et HELIONTAS , quale fonte di irraggiamento vitale.

Ma la realtà come ci insegna la scienza dell’Ottica e della propagazione della Luce, va ben oltre la percezione umana, e l’occhio umano non vede , anzi è cieco di tutta l’altra gamma che compongono le onde della luce ! C’è persino il dubbio che ancora nella fisica stessa o del cosmo ci siano forze e onde di luce, lampi di energia che abbracciano istantaneamente le stelle come se le distanze galattiche vengano eluse o raggirate da vortex d’imbuti non percepiti pulsanti e ritmati che la mente umana ha immaginato e teorizzato già nella Biblioteca della Mega Fiction. Questo include che ben altre teorie (visioni in greco)abbiamo nominato campi evocando una prescienza( infantile )non affatto errata, ma inducente a allargare e fare un salto evolutivo nelle idee per dare senso ala macchina dell’Universo. Un piolo utile a tale escalation non solo teorica , ci viene e meglio trova riscontro nell’eredità lasciata ai posteri, quella FONTE che evoca la complessità della visione cosmica come è stata preconizzata. E sia ampliamente esposta da Nostradamus nelle sue Lettere. Esegesi già fatta da decenni e che nessuno si cura o si china a riflettere, esaminare e approfondire.Perchè non ci si aspetta che la sua lungimiranza sia la foriera teoria che sulla Luce, prima ancora di Max Planck, lo scienziato tedesco. Il Premio Nobel (1918)padre fondatore della fisica Quantistica e Radiazione elettromagnetica,abbia così in Nostradamus un anticipatore che si esprime dettagliatamente in questo modo:

(da pagina 181 di Così Parlò Nostradamus -Oscar Mondadori 1998)

Quali siano le similitudini celesti che si sappia sviscerare con quelli terrestri. Affinità reciproche che legano spiriti e intelligente( SUB NUOVOLA INTELLIGENTIA è scritto in altro contesto delle LETTERE).

Questa immensa Esaltazione intrinseca dell’Anima e della Mente (NOUS in greco) che deve entrare in contatto con questo energia,tutto resta incomprensibile ai molti.

(lo era intraducibile nel cinquecento, ed è ancora cosa ardua per la mente die semplici parlare di QUANTISTICA…oggi)

Questa Energia(fonte,lavoro) Potenza Vaticinatrice (o WATT CINESIS…?)si accosta al NOI(NOUS greco= MENTE) quanto il giungere a NOI(a NOUS) di radiazioni solari che pervengono emanando la loro influenza sui CORPI ELEMENTARI e non ELEMENTARI(composti molecolari)multipli)
Quanto -Quantum che Somma-

Che sommi siamo NOI in NOUS !

Ciò basta – Quanto possa far scattare o volare i nostri miliardi di neuroni dentro la nostra testa ovvero microscopica testa-mente in rapporto all’immensità senza limiti dell’UNIVERSO. Da Così parlò Nostradamus – Pagina 152-3.

Addestrarci in questo campo dello scibile non è facile a nessuno, mentre bene occorre(allora rileggere quanto abbiamo scritto e spiegato nel passato) molto talento che sappia (que sache …in francese allusione ad Andare au fin du Sac – ovvero A fondo del Sacco= Sache – congiuntivo del verbo “ Savoir “ Sapere…che è l’istruzione del Nostro al suo Nuncio nella epistola-lettera Farnese). Quale sarà mai la mente umana che arriverà a concepire si fatte cose e strutture invisibili che la Natura riserva nel suo più profondo limite.Eppure ci consta che le formulazioni di Nostradamus sono un indice singolare che ha preconizzato dei cieli(4-25):

viaggi nel cosmo mentali

I Corpi sublimi senza limiti all’occhio visibili

Che verranno a contraddire per questa ragione(razionalità)

I Corpi stellari, da fonti- fronti compressi senza capo -coda invisibili

(inglese=l‘Oscurità nera)DIM -diminuendo così le Sacre (Elab)ORAZIONI

Sono queste le telegrafiche parole su cui bisogna allora fare luce stellare senza limiti tanto quanto spaziali, temporali con tanto di teorie e concezioni oltre ogni funzione razionale. Perchè vi è senza forse una altra luce, ancora misteriosa che oltrepassa la stessa forma e struttura della materia. Ancora non conosciamo ancora la Luce che oltrepassa la forma e quale onda quantica – al bacio – penetra tutto l’Universo che si possa alfine dimostrare così quanto di più struggente sia denominato dall’Uomo ancora ispirato dall’intuito dal sangue illuminato come dicevano i saggi profeti biblici così attenti al Pentateuco al Pentagramma Orizzontale delle Chiavi dei Millenni alimentate dall’Anima o dallo Spirito. Lo Spirito che soffia come il Vento … dove ( Dove in inglese Colomba )Vuole-Vola come il VENTO !!!!- E che nessuno sinora possa imprigionare anche se oggi grazie il genio delle pale eoliche secondo l’arte e la tecnica si sappia farne energia dinamica…(dynamis in greco : dinos :Vortice !) tanto efficace nell’aria come tra le onde e maree, mulini ed eliche e turbine hanno fatto meraviglie bene anticipate da Leonardo Da Vinci che ha concepito turbine e ed eliche e quanto ancora doveva essere formulato come ingegneristica nei suoi Codici. (Images) Memorandum : Eolo nel mito greco il dio del Vento. Ideogramma di KAZE

in giapponese il noto – Kamikaze = il Vento Divino- VENTO = Riah in arabo ARRIAH ! >

Ma nelle Centurie – c’è un Altro Vento (in greco Aria = ύφος ) che ancora deve svelare la sua funzione tecnologica.Anche se in passato abbiamo già accostato il Veicolo con il calco dei precedenti esegeti che sia un mezzo che sfreccerà di fatto tanto da essere in dirittura così velocissimo (siller in fr.) o siderale ? .

Ma bisogna stare in guardia prima di sciogliere l’enigma, quasi come un boscaiolo spia nella fitta foresta dei boschi ogni segnale di presenza animali e sia qui come esista la gemella anfibologica combinazione greco- latina semantica , perchè Anemos- Nemos = il Vento e il Bosco si incrociano e cosa dunque porta a tale rotondo ruotare ovvero ricavare la natura di tale invenzione che non è la Mongolfiera come alcuni hanno supposto , ma qualcosa altro salto ….che l’immaginazione tecnologica partorirà ?.La quartina così ci anticipa 9-27 :

Du bois la garde che il Vento chiuso il ponte(sferico) farà-sarà (De)Hault le receu frappera le Dauphin

Il Vecchio teccon bois unis passo – passera

(Si )Passant plus outre du duc le droit confin.

(De)Haut le reçue frappera le Dauphin- Dall’Altezza(cima)ricevente colpirà il Delfino- il Vecchio(antiquato) stecco la foresta(bosco) unitamente passera

Così passant plus outre du duc le droit confin. Bene oltrepassando il rettilineo confine del conduttore !

Dall’altezza superiore ricezione che colpirà il Delfino

Il Vecchio garderail (stecco-barriera) boschi congiunti-uniti supererà

Oltrepassante (superante)oltre della Destra – il Diritto confine limite dal pilota(guida)?.******

Crono caleidoscopio
La Visione dell’Input divino

Alcuni oltre all’idea dei pneumatici rotondi, sferici e il ponte su cui si muove il veicolo stesso, hanno visto hovercraft con il cuscinetto d’aria (la spinta dell’aria o del Vento propulsivo) Che appunto dall’Alto impatta superiormente la superficie come un nuotante ballerino sia un Delfino sul pelo d’Acqua e sotto acqua.

Di nuovo VECCHIO = VIEUX ci riporta VETAR (in serbo) teccon – steccona-staccionata o garderail barriera che così si oltrepasserà ,non ci sarà quindi limite con tale passante che così si oltrepasserà ben oltre la stessa Destra(rettilineo- dirittura di corsa) ovvero non ci sarà più confine, limite che tenga per chi guida, il Duce, il pilota stesso.Quindi un veicolo che deve essere pilotato oltre ogni dirittura…

Oltre le antiquate rettilinee autostrade perchè verranno superate e saranno vecchie, antiquate !. Dunque avverrà l’era in cui questo Veicolo avrà la capacità di un simile andatura? Oltre che fulminea e right= giusta e dritta e sia guidata dal pilota oltre confini e limiti passati ormai superati! Tutto sta alla natura di questo VENTO…chiuso e sferico del Bosco la Guardia chi sta in guardia oculatamente così sorvegliando o vigile come il Forestale guardaboschi ?  Aria o vento da turbinoso “Enigma” ulteriore che è posto all’inizio del verso e che deve avere di certo sicura singolare importanza per chi possa ideare una simile tecnologia con tanto vento propizio, favorevole…semmai proprio negli anni coincidenti al vento+ vento o nel Venti + Venti….2020Qui vi voglio decifrare con ogni possibile fitto mistero che qui collega al Bosco che bene in Guardia da ogni altra ambiguità quando si giunga ad imprigionare il Vento.il Vortice stesso ….e la sua natura fisica da – Chi dunque lo metterà in gabbia nel ponte rotondo chiuso...il VETAR – VECCHIO VETERO VENTO ? Semmai sia sulla Terra pianeta come su Marte per cui si possa rivelare di fatto da Dino-girare-ruotare qual pala- ala-turbina dinamica fonte eolica + risorsa di grande energia anemos o nemos quanto l’albero stesso o l’albero polare magnetico del mondo come una foresta fitta sarà lo spazio di volo di tale veicolo astratto ma sino a quando ?.