Quanto vale la nostra Vita minacciata dalla pandemia della Sangsue du MEDECINES ?

Siamo obbligati a riflettere quante polemiche e contestazioni sono rimontate onda dopo onda lungo questa undaquadraginta malefica peste e corna che avevamo da tempo messo sull’avviso. La sestina del grande forfeit-forfait che si voglia tradurre dal testo originale è stato letto in parallelo con l’Epitalame (lamento Lamia = la Morte)quale rimpianto, il lamento per l’EPITALIA = epiteto ITALIA + funebre (XIII°)? Segnale premonitore da non prendere sottogamba per altro scenario. Le delucidazioni date da tempo anzi anzi tempo il senso funebre è stato ignorato o cancellato nonostante che si è focalizzato bene a quanti ed a chi è riferito dall’Alto al Basso della nazione.Queste diciture delle SEICENTO (Sestine)sono sempre apparse coincise e + telegrafiche ammonizioni di scenari a vasta scala basta rileggere gli ultimi righi del filo che prediceva per :

(la Fille de l’Aure Asilo del Malsano….. Malasanità?)

Sarai in cattività due volte più di quattro... ( L’underquadraginta ????) 2….4 “24 ?

Di certo le stelle sono dunque avverse sul nostro Orizzonte Italico che anno dopo anno sfida l’abisso economico e poi almeno sarà di certo in finale la decifrazione di come la 605- riferita alla Capitale il Grande Seggio con i suoi Forfeit – et forfait alti e bassi di questa repubblica e democrazia frustrata-

La presa e ripresa sarà(avverrà) Soldati(militari)in campo giusto sinché il Freddo durante(inverno)

Poi apresso di seguito recommencera ( Commencera- il Commercio ?)

Scenario che ci autorizza ad pronosticare che dopo tutto questi eventi finalmente mostreranno l’altra faccia oscura indecigrabile della Fortuna e del destino, di una RIPRESA du COMMERCE!

L’economia dee galoppare nuovamente per uscire da questo stato di paralisi Blockdawn che ci ha investito con i peggiori colori della captivitale per più volte QUATTRO!.

Bisogna allora riconoscere che lo sforzo compito dai Vertici colpiti da questo forfait- forfeit… preventivato da tempo. Anzi dettagliatissimo nelle Lettere del Nostradamus sino a elencare tutte le sintomatologie respiratorio di tale soffocati morti(MORTUARI)! Scenario che nelle Lettere è commisto al Tempo del LUKASHENKO(Bielo Russia …) Du fatto perciò che già abbiamo postato bene in chiaro il testo originale della Lettera Farnese( 1559) in mio possesso da tempo , da essere la Documentazione en droit di diritto in mie mani resa inconfutabile – nonostante

perseveri il sistema dei ciechi e sordi che mettono il bavaglio au chien e censurano il Tutto.

La predilezione che Sigismondo Fanti ha per l’Italia (Venezia- a 360°del pianeta)che ci viene in soccorso con le sue varie quartine con cui da decadi, abbiamo elencato man mano lo sviluppo degli eventi – Ora ecco perciò quanto ne segue allora a fagiolo con il denominato FIGLIOLO, già citato in altre quartine.

(XIII- CX)

Che val la Vita e fiol(Figliol) a(l)larga faccia

Piooner (pioner-equipe)per servizio de Signori

Nulla non vaglio/vaglion che son tutti errori

Che suol (olfatto)solo-fatiche e qual (eguale)che vieti abbraccia(re).

COMMENTARIO: Per quello che vale la vita umana e Figlio FIGLIUOLO ,il Generale in campo .militari in campo al vertice ,il capo della lotta contro la Pandemia quanto allora “Vale “ la larga, vasta vasta operazione di fatto “faccia “ operativamente alla faccia di quanti negazionisti ancora ribelli. (No Wax = No FAX)

Il porre da pionieri l’equipe al servizio (sanitario) dei Signori ! Qui il Tutto ed il Nulla dell’azzardo rischioso senza vaglio, filtro,per quanto valgono e vogliono essere considerati questi tutti quanti Errori di vaglio,Giudizi contrastanti ovviamente che sono fonte e causa di fatiche,tribolazioni per quanto si vieti “chi” abbraccia….evitare di contagiarsi braccia a braccia.

IL rischio del contatto umano. Braccio a braccio(danze e discoteche).

Alla faccia dell’esegesi e delle facce di bronzo che negherebbero questa telegrafica esposizione del Fanti. UNico nel suo genere a scandire riga dopo riga la problematica che ancora si stena di afferrare la saggezza e la descriziione dei fatti.

Quanto pesa la riflessione sulla Vita umana e quanto ella valga agli occhi della nazione…che come l’Italia ha vissuto e ancora vive queste ondate d’infezione incluso l’effetto devastante psicologia inclusa di quanti se ne fregano della vita altrui e non vogliono vaccinarsi. Le contestazioni che appunto ora hanno il divieto per tutelare la salute pubblica con tutte le conseguenze che conosciamo per la classe medica e gli ospedali all’estremo.Questo Male comune va combattuto da tutti in concordia totale. Il male va parato senza vie di scampo.Basta uno spiraglio perchè quel microscopico grande male pestifero si rinforzi a nostro danno. Siamo obbligati a proteggere ora noi stessi, ma ogni mutazione che potrà come metamorfosi biologica rivelarsi il Male che dettagliatamente descritto nelle serie delle Sestine di Nostradamus da far stupire le MEDECINES !!!!E che non ha assolutamente breve corso. Sono anni quindi che assistiamo a questa farsa. Inutile fare la Faccia da Idiota o battipista + terra piattista , questa è una GUERRA/Polemica e fronte di rango ineguale posta in gioco la guerra ad oltranza sinché la sangsue del virus (pipistrello) vampiro karakul non sarà morto annientato. Purtroppo lo scenario che si censura ha ancora molte righe, versi, piedi per nulla astratti sul nostro futuro globale.Ogni intervista rilasciata è andata muta “ purtroppo…salvo che la verità sia portata oltre + ai quattro venti XX….!

Opera di Paola Crema , quale ispirata platsica simbologia della Vita imprigionata dal Virus letale ala Luce del Sole datore della Vita globale…..

Dei e i Colori del Paradiso.e della Luce che ispiri ogni Coscienza. (2 Puntata)

Colori e pietre o lapidari hanno una loro storia ancor più affascinante sin dall’antichità

L’Antique Urne – non allude forse anche alla Chiave di Volta ? La KEY STONE degli Architettori del Tempio che non l’hanno riconosciuta e gettata nei rifiuti, salvo ravvedersi ricredersi tardi e riportarla al suo endroit droit culmine della volta stessa del Tempio.Ma ben altre pietre preziose sfavillanti narrato con immagini technicolor sono il diadema in cui la Rivelazione di Giovanni veste la Gerusalemme Celeste.Ma ben prima la tradizione e traduzione ebraica vede i Sommi Sacerdoti portare sul Petto il RAZIONALE, ovvero quell’apparato su cui le ipotesi divinatrice si sono sprecate.il Pettorale. L’URIM e TUMMIM composto da dodici pietre preziose sfaccettate da comporre un quadrante che investito dalla Luce a seconda dalle sfavillio e rifrazione della Luce…favoriva ai Sommi Sacerdoti di trarne auspici e presagi.Qui nuovamente la sequenza dei colori e di ogni EBEN = pietra abbinata ad uno dei clan (le dodici tribù d’Israele)equivalente all’indizio su luoghi, personaggi di tale stirpe,fama nomea e ghematria (numerologia Kabbalah).Comparazione quindi che hanno dato vita ad una vasta conoscenza ed attribuzione dei colori e delle pietre stesse.

Con un salto di millenni giochiamo in casa nostra se il poco noto testo di Mastro Lionardo del 1503 pubblicato per il Duca Valentino(Borgia) è il testo in cui ben seicento pietre preziose hanno la loro fame + gli aneddoti, quelli che lo stesso Leonardo Da Vinci ne era collezionista di pietre preziose, questo grazie al fratellastro fiorentino che era commerciante intagliatore( cosa da considerare tanto singolare la comparazione con l’officina coi torni e le macchine per lucidare i cristalli da sfaccettare , cosa inevitabile + inducente il Iovane Leonardo alla sua attenta evoluzione meccanica passione . ma di fatto trascurata di tale ambiente fiorentino su cui non si è indagato e si tace ?)

Dato che posseggo questo testo che esperti del Da Vinci, mi fu consigliato di non pubblicare per non essere ancor più plagiato,una volta che la fonte fosse svelata. RIcerca mia e ringrazio di nuovo quanti hanno cooperato in questa RESEARCH rinascimentale! Dato che (i)tale testo figura nell’elenco dei libri del Da VINCI in Spagna (Madrid)dopo la Fuga del Borgia da Urbino. Molte cose dunque ancora sono ignote ai ricercatori che solo i solerti hanno scoperto tali testi – Non per quelli del gratis copia ed incolla e sparlano e prevaricano con cantonate la storia concreta.

Ecco quindi quanto vale dire portare alla Luce, scansione della Luce, scansione delle parole, pagina dopo pagina anche a costo di finire avvelenato per aver toccato pagine con ossidi letali e finire al pronto soccorso (Martini Nuovo) molti anni,del secolo passato. Ecco che davvero – Ne ho viste di tutti colori. Pure l’abisso infero di quel tetro o buio pesto che definirei un giorni infernale come imprigionato entro un cubo soffocante per ben tre volte con l’insidia di mollare, morire da fatica di Sisifo, a cui ho reagito ritornano alla vigile coscienza, ma smarrito il tempo e ritornato alla vita dopo un mese di cure.(17 Novembre 1971)Emerso nella coscienza nell’anno 1972– quello in cui a primavera vedevo l’ISSUE del mio testo su Nostradamus… a bella posta così’ approntato editorialmente scorretto, uscito dall’ospedale – imbavagliato da mani fasulle di giornalisti della Stampa che prima mi hanno da illustre sconosciuto pubblicizzato e in prima pagina…su tante testate e settimanali .Tempi di fama e di critiche da quanti lanciavano pretese di rivelazioni, La scoperta dell’iscrizione bruciava a troppi. E tra questi chi mi adulava e poi mi tradiva, copiava, pubblicava a sua violta rivelazione su Nostradamus. Ma il tempo passando fa maturare ogni frutto acrebo e ingrato dell’ìAlbero.Dimentichiamo quindi così per il corso del tempo …post Longtemp + lentamente dagli stessi disonorato, invidiato, criticato, polemizzato per il grande successo editoriale del 1972.(MEB di Torino)sino al mio primo Oscar Mondadori e gli altri che seguirono..best seller.

C’è una cosa che ancora devo amaro o dolce che sia in quel full immersion bene capire, qunato sia statat riconoscere la FEDE e il suo Colore ?

Colori estremi tra il Vizio e Virtù cge si sono contrapposti , carrefour delle strade in cui il mio piede umano scivolato senza pudore. Che iu cielo perdoni le mie distrazioni –

Tutto si attribuisce alla giovinezza e allora ero davvero l’esegeta nudo e disarmato ancora non nella mia o Mezzo del cammin di nostra vita….già entrato nella SELVA OSCURA dei ramaiges profetici delle centinaia di Quartine che pubblicavo inerenti tanto campanalisticamente sull’Italia. Perchè mai Lui ,il Nostro calamitava così gli scenari dell’Italia ? Coi suoi tre Colori che il giornalista DE ROLANDIS mi informava essere il suo Avo ad aver sventolato storia ala mano il TRICOLORE a PARMA contro gli Asburgo e nei moti rivoluzionari di quel secolo.

Tutto è dunque nel grande calderone della Storia.Anzi diremmo più con…determinando Natione DeterniNation e popoli sotto ogni Colore e Bandiera..e “ “…COLORI INSIDIATION VENICE !….”

Oggi è facile riandare ai ricordi dopo tanti sventoli d’emblemi,parate, bandiera rossa trionferà ! Persino evocando il mio padrino di Sarmato(paese con questo nome perchè dalla prima guerra mondiale era un campo di lavoro di prigionieri russi).Da Rossa zona anche sotto l’ombra del suo castello da cui diffondere di Nostradamus la sua profezia del Crollo dell’Impero Barbaro di Attila e ZERPHAS – Ovvero dei SERVI=SLAVI era come farsi fucilare in pieno petto.Non diversamente avvenne quando nell’anno della piena del PO a Parma invitato a tenere una conferenza che preannunciai la Defenestrazione di Gorbaciov l’uomo della macchia in Fronte (della specifica quartina dei Nostro) mi polemizzarono scettici ad oltranza –

All’evento collimato.anche poi preso per uno strinato re… Ma che Dio li perdoni !Proprio in Parma , la terra dei Farnese ovvero dei miei antenati. Mia nonna si sarà rivoltata nella Tomba.

Lasciamo in pace i DIS MANIBUS affini a quell’ANUBIS signore degli INFERI e del più vetro piombato tetro colore dell’ADES o RESTAU.

il Razionale,pettorale del sommo Sacerdote Ebraico.URIM & TUMMIN

C’è bisogno di Luce, LUX o quelle. La Source. La Fonte VRAYE che non è sotto o sopra bensì sta semplicemente lassù da ove promana la Luce tanto in aklto di chi vive al nord come al sud della sfera della terra – siamo tutti psservatore da quanto perviene dal cielo, dall’ALTISSIMO, HELION, o meglio in greco HELIOS,il SOLE, FEBO, APOLLO . HORUS etc.

Così come faceva il Nostro sono seminate indicazioni buone per chi saprà coglierne il senso da concatenare…per Atena Pallade Minerva !

Allora come sappiano cogliere l’esempio da Madre Natura ogni percettibile sfumature tanto del linguaggio(il Logos era Dio)sublime dall’inizio della genesi sino alla fine del mondo del Kosmo stesso(data la sua eternità…mentre noi saremo già polvere di stelle).Quel Fiat Lux diventa il binomio + poi scala e suoni, fonetica della Lingua Divina,il Verbo che gli Ierofanti e sommi sacerdoti o starosh hanno trasfuso nella Dottrina Siderale o Teologia del TEOSDEOS che è un verbo greco la cui significazione si è persa che neppure i Padri della Chiesa primitiva traducendo sospettavano cosa significare viaggio e viaggiatore Voyager ????In Star Spazio tempo). Dunque non c’è scienza del LOGOS senza la Scienza Sacra nelle Vesti : coi manifesti suoi Colori che il Divino mediante la stessa Settemplice Luce manifesta nella Visione. Percezione concreta o chiara Manifestazione per l’Occhio “AYN” dell’umana mente. Quell’Occhio che Tiresia il Cieco o Omero stesso ha partorito nella sua mente, i versi e gli inni della storia antica e altri quella del corso avvenire…quali veggenti.Bastava l’aprire un testo dell’opera ed a caso posta la domanda interiore a costoro con l’appoggiare il dito su un solo verso e poi leggervi il mistero e la rivelazione del destino soggettivo inerente all’interrogativo formulato.

(Rabelais contemporaneo del Nostro e compagno di studi + ne ha fatto un ottimo esempio nel suo Pantagruel e Gargantua. E sia persino riportando la Profezia del Mago Merlino ovvero HEMRIS (britannico di Hermes ).Cielo-stelle-astri ecco che il grande magister immortale del mito images con il suo appuntito cappuccio stellato AZZURRO!

L’Azzurro acquista la simbologia immutabile dell’Eternità celeste- divina.

I cieli ne sono la fascia e la veste avvolgente periblemenos della madre terra coronata dalle dodici stelle avvolta dal Sole. Concezione che ha negli stessi Dei o la Divinità Suprema, esempio cristiano dello Spirito Santo che discende dalla volta Azzurra del cielo e dell’aria( a forma di colomba paloma bianca ).

Presso gli Indù AGNI, l’Ariete con le corna (la Luna?) e così come Giove Ammone egizio è azzurro con le corna Rosse. L’agnello Celeste è la seconda persona della nostra trinità cristiana ma che con il logo azur acquista nelle lingue orientali il significato di Fuoco….che sta al Creatore che è sempre di colore azzurro e così pure in Egitto la divinità creatrice suprema dell’Universo era KNEF, l’Azzurro.

Quando e come la cristianità abbia assunto dalle passate divinità,l’azzurro manto, che avvolge la Grande Madre,incarnazione della madre terra che è la salvatrice ricreante la futura umanità.

C’è il richiamo all’Oriente che ha Krishna,rappresentato con il corpo intero azzurro.-

E poi a ritroso nella più antica civiltà suprema egizia,secondo Eusebio,il Dio Ammon veniva rappresentato nelle pitture infatti con il colore Azzurro. La colorazione di ogni accurata e singola divinità e così di estrema importanza nel pantheon egizio , che qui citiamo dalla soglia del Bianco a Nero pesto. Il colore associato agli abissi ed alla profondità inesplorata come il Baratro o voragine , fossa senza fine.

Buio pesto in nulla è più visibile. Il Colore dell’annichilimento e della cecità. La Luce sta all’Occhio che vede, simbolo biblico tanto dell’Occhio Divino noto entro il Triangolo…ma simbolo dell’Occhio molto anteriore della civiltà egizia. L’Occhio del Sole. L’Occhio della Luna per la specifica divinità venerata. Dell’Occhio rubato e poi ripreso(HORUS).

Molto in materia lo rintracciamo nelle pagine dei kabbalismi filosofici ad opera dei vari Maestri della Torah nello ZOHAR = lo Splendore: testo in antitesi all’ignoranza e ai Figli della Tenebra(Qumran-Esseni).

Inevitabilmente eccoci a riscontrare quante sono le combinazioni e + speculazioni passate sotto la lente della saggezza che ha magnificato teorie ed esegesi nel cavo intelletto umano.Teorie che per gli antichi invece erano memorie del Cuore,il cervello non aveva ancora il suo riconoscimento come organo della Coscienza.Salvo i Latini che già sapevano della Pineale e congetturavano sia denominandola Caput Rosae o considerazione che aveva portato a Tonsura e al Rito dell’unzione del Capo per la consacrazione religiosa.

Ma sopratutto per i defunti he si è scoperto che nelle tombe egizie ci sono sempre una quantità di statuette di ridotte dimensioni raffiguranti operai, servo, lavoratori etc.. tutti in azzurro, sia come in Cina il colore dei Morti, e il simbolo include le anime trapassate, ma importanza acquista invece il Rosso(sangue) simboleggia il colore dei Vivi,,,che tradotto in albanese incredibilmente Vivente = Gjalle…giallo? Carrefours che mettono a dura prova la razionalità nell’interpretare la funzione degli spiriti che devono devono se risorti o immortali..secondo gli adeguati Rituali della Rinascita celeste…alle origini riservate solo ai Faraoni, Figli del cielo.

Questo dimostra che penetrare il senso dei colori è un vero giallo.

Invece per una indagine poliziesca o nera quanto l’horror di ogni morte o di una situazione macabra o atroce. Che diamo per scontato con una etichetta o cover che tale veste della NERA…sempre appare come il piatto quotidiano su ogni quotidiano. Fa notizia , novella da leggere avidamente in primis … poiché KAINOS in greco è la Novità, la News UPDATE l’appena sentita. Ma la cui origine nefasta di vedere nero, il peggio dell’inspiegabile evento, fatale per conseguenze umane ha origine lontane Ricordo mortificante da Abele a Caino.

Ecco perchè bisogna aver un OCCHIO di riguardo discriminatore nell’0analizzare e classificare le sublimali significazioni tanto del corso passato della storia umana, ancora oscura e le nuove NEWS che si propagandano sotto le vari etichette, colori moderni…lampi di agenzia sommati al technicolor dei paparazzi

E come uno schermo oscuro ottenebrato, spento acceso all’improvviso (la tv) led acceso e sia la Luce che la scienza umana ha dal fuoco della lente, o p4rimsma o altra sofisticata invenzione, chi con tanti di occhiali, binocoli, telescopi, proiettori, ologrammi che di certo non mancheranno di magnificare,ingigantire sugli schermi o gli odeon avveniristici la MERAVIGLIA a più COLORI. Tempo di progressi della sofisticata tecnologia ottica e digitale e quanto altro ancora si inventar...secondo Dante .

Ma il grande balzo, slancio , salto a mirare e vedere le stelle è ormai cosa nota. Occhi sofisticati che enumerano le galassie, ammassi siderali secondo stime così lontani essendo invisibili all’Occhio umano, ma non a quello della Macchina Astrofisica.

Il cielo, p + cieli che non sono più solo azzurri, ma riflettono tutte le bande del colore visibile e invisibile(all’Occhio indagatore cosmico) Cattura così ogni radiazione a cui dare al cotesto, origine, componenti elementi .Il nuovo corso e senso ordinatore cosmico delle differenze di mille e più tonalità , la gamma di una cifra che va oltre la matematica che così calcola. Fa la mappa e fissa le images dei cieli così raggiunte . Ora niente altro di cui non possiamo che stupirci perchè ormai non ci sono più limite all’Intellighenzia Fanta Mind o alle kainos ….novità.

Singolare è grande fascinazione ha il colore giallo che come suddetto Gjalle( in alb. Vivente) è la fonte della Vita e di ogni essere vivente come di fatto il nostro Sole GIALLO che è una delle tante stelle del nostro paesaggio cosmico,composto da stelle bianche,rosse, azzurre,vedi e nere. Possiamo dire allora che la LUCE ha la SUA culla nella Tenebra sconfinata…a cui non potremo mai dare dimensione e misura perchè insondabile resterà sempre come sia questo Transfinito assoluto universo o plus-universo differenziante semmai d’altre dimensionali- spazi-tempi, tutti dominati dalle Luce ed dalle Ombre (YING e YANG)delle forme non assolutamente fatte a stampino, ma una dopo l’altra con la sua diversità senza fine.

Inclusa l’eventuale presenza della Vita (VIVENTI) sotto un altro Sole Giallo come dice il Fanti dovitia dovizia sotto l’Horus edORO (the GOLD)che è giallo, elemento incorruttibile , dagli egizi detto le Ossa degli Dei – visto che incredibilmente poi la semantica ci illumina (in albanese) si traduce in verdhe, colore lussureggiante delle foreste, savane, amazzoniche(esempio maggiore).Occhio che VERDAMMER cela in altra glossa the danger, il pericolo insito nel Verde stesso naturale la cui mancanza e colore diventa disgrazia, rovina…per la nostra Terra.

La Nostra terra finche avrà questo manto lussureggiante smeraldo(foreste) cementa la Speranza (Elpides in greco) che il polmone vitale dello scambio anidrite carbonica e ossigeno siano processi riequilibranti del Soffio (ossigeno) vitale di questo pianeta. Che senza cui l’aria – addio ala vita stessa. Dunque eccoci all’0ebigna cosmico che ancora un GIALLO cosmico che la scienza con le sue esplorazioni deve confrontarsi con altri mondi o chissà anche un nuovo Paradiso Terrestre….(Che gli arabi chiamano URKALJA planeta accanto al nostro sole. Ma a quale distanza ?,

La terra affine alla nostra, ma una diversa temporalità o età antidiluviana come ai passati arcaici di milioni di anni (evolutivi)il tempo dei dinosauri?Già cosa dice il Fanti a proposito ? Intanto il buio fitto pesto domina incontrastato negli abissi spaziali che cela forse una terra Gemella alla Terra(ipotesi antichissima di una terra parallela)ma prima occorre risolvere il quantum della materia oscura che ci circonda , come ogni sistema dello spazio siderale.Enigma impercorribile con le nostre macchine stellari inadeguate data la velocità che limita di troppi killiades di anni, e non ancora capaci di infrangere il limite + sub limite della velocità della Luce, altrimenti viaggiare nello spazio -tempo così istantaneamente non è concepibile, salvo rivoluzionarie teorie lampanti oltre la Luce davvero “divine” se tali saremmo come umani capaci di tanto.

Il Grande Balzo diremmo..secondo la migliori mega giga equazioni che possano davvero portare questa Speranza…intesa bene , che il Fanti nel suo Trionfo di Fortuna, dettaglia a nostra soddisfazione l’imprese delle castella stellari con tanto di datazione o quadrante astrofisico- astrologico ?.

Ci soffermiamo con tutte le ipotesi degli Antichi ,ovvero ritorniamo a quelle divinità celesti,primordiali come Osiride che rinasce on il Volto VERDE ad ogni ciclo-stagione in cui pari allo stelo che germoglia(geroglifico per comporre il nome dello stelo.giungo e dell’ape=L’ Egitto) sulle sponde del Nilo,che i greci paragonavano all’Aquario Eridano celeste.

Il Colore affascina tanto per mode et fashion così vistoso ed imperituro mantiene la contrapposizione che SETH,il Rosso, è minaccioso Lui come rivale -già esposto che complotta contro il divino Osiride e lo fa a pezzi lo lo disperde lungo e largo per l’intero Egitto. Motivo di tanta fatica per Iside a ricomporre le dodici parti anatomiche dello sposa da cui post mortem dall’albero itifallico, per cui idolki itifallici abbondano nel mito egizio.La madre Iside sarà pregna del figlio,ovvero HORUS.

Il dio figlio divino è parte di quell’Albero o Dendrologia che sono state innalzate poi le Colonne dei Templi – Così che è l’Albero e le Colonne che nel mito così si feconda. Il geroglifo infine o fallo procreatore che si associa alla Chiave della Vita(ANK) e sia all’Albero centrale (ermetismo images) dell’Uomo che come Adamo…diventa padre di tutte le creature.

Naif così Perfetta KAMIL orientale è l’innocentissima favola per le menti di quel tempo e sopratutto della creatività e comandamento di prolificare

Oggi quanto ci offre riscontro semantico è quel ROSSO colore che combina tanto ADAMAH ed ADAMO primordiale, poiché in ebraico dice UOMO e ROSSO, l’uomo della terra precisamente = ROSSA!, Il Rosso da epoche lontane è appunto il colore di Marte(Erra dei Babilonesi-Sumeri)quindi se SETH veste rubino, il violento acceso sta agli astronomi sacerdoti al simbolo di una funzione che si apparenta con il Sangue (DAM in ebraico).Sicuramente stando alla Stella solare,l’Oro è il giallo come le Ossa degli DEI o le Mummie dei Faraoni così dovevano esser vestite per ascendere ai cieli.<Orione In Star >.E’ appunto dal colore caldo del cielo che ci auguriamo che l’aspettazione che nuova progenie dal ciel discenda e nuova Giustizia...(Dante)e secolo nuovo….così si illuminano sotto le stelle e i molti colori la frontiera dell’avventura umana che innalzerà così nuovi stemmi sulle fiancate (djelle = Sole in albanese) delle navi solari interstellari.Ben oltre ogni immaginazione, che la realtà si manifesterà con i suoi multicolori Arco sfere(Nostradamus) che apparirrano agli Umani tanto da superare lo stesso Sole(sestina).

BEAUCOUP – che molto è ancora da esplorare prima nella cavea della nostra mente se occorre discendere nel pozzo infero della nostra anima. Der stelle di quell’ universo ove le idee si fondono ed emergono le ispirazioni dall’infero inconscio per balzare all’0rizzonte del tempo reale,e fare il balzo a rivedere le stelle.

Progenie nuova discenderà dalle stelle ! (Dante)

I COLORI DEL PARADISO, INFERNO, PURGATORIO DIETRO LA STORIA DELL’UMANITA’

Ogni stagione della vita,nella gioia, nella gloria ,nei trionfi, nell’austerità, nella mortificazione o costernazione. Nella gramaglia e nella sconfitta o rovina inclusa la morte o alla fine di ogni umana vicissitudine….ci si veste di colore.

La scala dei colori la osserviamo nel tempio della fede che ha le sue immagini con maggior testimonianza all’occhio umano, la percezione degli eventi testamentari, grazie ai maestri del Colore ed ai colori stessi a cui si è attribuito ogni sfumatura,tonalità, la nomea Shem,nome legato alla propria significazione. Nel cuore di quello che è stato considerato un impero barbaro(anticristiano, marxista passato)la Santa Madre Russia, Il religioso Pavel Florenskij fu mandato nel Gulag a morire ci ha lasciato una summa.La Colonna e il Fondamento della Verità. Tutta l’analisi sulle ione russe e i pittori spesso dei starosh conventi e i colori adottati scrupolosamente per ogni immagine sacra.Tecnica e segreti oltre la maestria di una approfondita semantica a noi familiare processo nella ricerca della Verità(Ortodossia & Ortodossa ?).

Molti saggia hanno dedicato(poeti filosofi) in questo campo del kroma/colore in greco), cosa che altrimenti sarebbe il mondo se tutto fosse solo bianco e nero. Invece quanto importanti sono gli effetti e paradisea(parada)manifestazione della Luce e dei suoi colori, la cui analisi si perdono nella notte dei tempi epici,ricordo dai greci ad Archimede. E chi anche insinua con i mito di Atlantide, gli allora empi arcaici, in cui la conoscenza dellaLuce e segreto del Fuoco, che non era quello domestico, bensì la conoscenza di manipolare il Fuoco della Luce come allude il mito di Prometeo che lo rapinò agli Dei. Non fu certo – kertos quello fiamma di fuoco, ma di carpire il sommo “ fuoco celeste = ouranos” appunto catturato ai cieli che stimolò l’uomo primigenio a farne poi una di colore…illuminato dal genio e dall’artificio che alla luce della fisica(natura)fece scoccare la scintilla interiore, quella divina(div = luce)che ha fatto fare all’umanità il grande balzo nell’arte- TEKNE(in greco), nella tecnologia, che l’ingegneristica,l’architettura, scultura fusione dei metalli. Regina la Pittura e l’alchimia dei colori la cui ricerca è sopratutto e composizione come fosse farmacologia richiede singolari ricerche alambicchi e mortai e raffinazione (esempio l’Azzurro dal lapislazzuli prezioso e costoso) per cui è frutto dell’handycraft – del fatto a mano che la genialità umana ha portato alla luce, con il solo escogitare in segreto ogni composto dei pigmenti dell’opera – capolavoro ….alla Luce del Sole. Dalla notte dei tempi quindi l’idea degli Specchi per riflettere la Luce, convergere i raggi del sole ha scatenato menti e inventori per dare corpo e congegno con la meccanica, quella che ha in Leonardo da Vinci nel suo trattato della Pittura la lezione magistrale.

Il Colore sta a pari passo con la concezione divina,celeste del Dio e mirando il Sole, (fotoni) di ogni Luce, che secondo la percezione visiva-ottica e quindi impressione dovuta ai sensi(teoria=visione) tutto corre sul binario di emanazioni che colpiscono l’Occhio.Mala teoria della Luce e dei Colori , quella dell’ottica, e delle sue sfumature ovvero dei COLORI della Luce permangono avvolte da un velo e poi confuse.Chi dice che i greci abbiano formulato la teoria esatta tanto da evocare Omero che già nel suo poema massimo afferma che APOLLO, la Luce ruota attorno al mondo,m la terra sferica ben sette volte ! ( qui si deduce che la stessa velocità della Luce sia stata dedotta ? Non osiamo andare oltre….ma l’ipotesi che sulla teoria della Luce stessa ancora dai testi antichi è rimasto incompreso o trascurato. Questo già al tempo di Platone gli studenti si divertivano con il cristallo di rocca o (lenti ) a bruciare le tavolette-pagine dei testi compiti dei loro compagni accanto. La storia dell’applicazione dell’uso del cristallo di rocca levigato e lisciato per usi che aprirono promettenti traguardi alla scoperta dei fenomeni oftalmici – ottici in tempi remoti. Poiché dato il raro ritrovamento di lenti – ci fa sospettare l’uso remoto sin dall’epoca dei Sumeri e Babilonesi, noti valenti astronomi e osservatori delle distanze celesti. Più nel mondo microscopico c’è infatti sulla punta del naso, ci resta l’inspiegabile abilità degli artisti greci a fare i coni o stampi negativi della monetazioni greca , giudicata di insuperabile bellezza…agli occhi dei collezionisti . Sono infatti i dettagli e le incisioni…insuperate. Basta confrontarsi con un collezionista di antichità o anche dopo avere ammirato un capolavoro dal tempo lontano come quelli usciti dalle mani prodigiose dei nostri Von Malern !

Ma questo non turba affatto chi pretende di sconfinare nell’immaginazione che artefici antichi invece erano detentori di conoscenze e mestiere di un’ARTE, detta TEKNICA di tutto rispetto.

Ma oltre i grandi maestri del Colore ma ai nostri occhi di ricercatore SEARCH ben altri sono i quadranti celesti siderali e the pictures e images ed iconografie che ci inducono a considerare ogni mito e orizzonte e panorama globale. Ritorniamo alla Luce ed al Colore dei primordi.

Το ΧΡΩΜΑ του Φωτός

To CHROMA tou Fotós(lux)

(in greco caratteri)

Misterion della SETTEMPLICE CHROMA come se tutte le strade portassero a ROMA( 6-10) o persino azzardare che Roma è divenuta la Luce del Mondo. Ma su questo punto della Grande Luce oltre il Mare di Galilea …che alcuni hanno detto essere il cristianesimo, ma lo scenario biblico di tale Illuminazione richiede ancora eventi che non sono contemplati dalla attuale intellighenzia ) Mentre altra complessa è la quartina di Nostradamus :

SEICENTODIECI del Tempo-Tempio delle Ideologie secondo la gamma dei Colori(di + The flag-bandiere) dal Bianco al Nero…l’escalation dei segni per le fazioni che hanno indossato divise ed emblemi…

Tempo delle croci tempio e ideologie….incroci e vesti immacolate di bianco, ma oltrebene tanto + il Nero, Rosso, Giallo etc…Paludamenti e vessilli al vento da emblemante manifesto più che millenario dei tanti emblemi con i colori dell’arcobaleno. Tutto ha il suo inizio dalla più arcaica concezione che vede nel Sole il Dio. La Fonte/Source della Luce,faro illuminate da dominatore del Giorno ciclico nei cieli opposto alla NOTTE,il BUIO, l’oscurità fonte di ansie,terrori, paure,freddo e mancanza di calore.

Quanto che il cielo effonde sull’umanità in ogni parte del globo o terre incognite, Il Sole la maggiore sfera celeste,dagli antichi inevitabilmente considerata la dimora dell’Altissimo. Helion in ebraico così affine ad HELIOS greco, appunto il SOLE(SOLEIL- The Sun o Sonne etc. )

Ma la squadra o la concezione d’altri divini della famiglia celeste(Olimpo) si è allargata ed ogni popolo ha il suo Pantheon(Cassa di tutti gli DEI) . Per quante siano riesumabili le tradizioni mitiche c’è l’incontrovertibile Antitesi. Alla Luce la TENEBRA , L’opposto incarnato dall’angelo della Luce,il portatore della Luce LUCIFERO essere la negazione del polo divino,. IL Maligno, capo della fazione ribelle, gli anghelos della tenebra,che hanno dimora abissale o infera oscurità (Drago Apopi per gli Egizi).

Concezione inchiodata all’Ingenuità naif che scivola dalla Luce alla Tenebra delle spire dell’OUROBOUS ?. Popolazione di schiere che hanno il mutaforme angelo della luce che ha assunto per gli antichi la forma “morphe emphaistes”- forma di drago, il serpente degli abissi dell’infinita distesa della rovina dei mondi ( papiro egizio)desolazione del NERO pesto (Dio dell’oltretomba ANUBIS Nero)

Poiché così è il Nostro appunto il pianta azzurro , visibile a grande distanza come immortalato dalle navicelle e lanci orbitali. Dai cieli oltre la Terra. Dato che impera questo colore,l’azzurro o turchino che si smorza nel buio dello spazio, ma ch per noi umani simboleggia l’aria e la presenza della divinità nel mondo mediante la dinamica (DINOS Turbine, vortex) creativa ed ogni sua forma di emanazione o energia lampi o radiazioni ignote che analizzate grazie alla rifrazione dello spettro del colore, sino al colore sublime che ci ammaestra mediante le icone sacre diffuse in ogni epoca che si attengono infatti ad un preciso schema tradizionale(tecniche dell’Arte).

Dall’Iconografie della VERGINE- il Manto della Vergine è AZZURRO come lo erano le vesti sacerdotali azzurre (tekhelet)= blu celeste o giacinto del Sommo Sacerdote.Lo narra Giuseppe Flavio appunto illustrando i colori del Santo dei Santi e le vesti allo scopo indossate dai Gerofanti, così di giacinto era anche la Tiara sul capo..Il colore del cielo dei Kadhoshem,i Santi che vedono in questo colore la contemplazione delle cose celesti…essendo il cielo dimora dell’Eterno.Il cielo reale sopra le teste dei popoli e della nostra terra.Il mito della Torre di Babele venne narrata come la sfida orgogliosa dell’umanità di toccare i cieli, la casa di Dio.Da cui la punizione del caos linguistico. Divieto di osare scalare i cieli ?

Indossare l’Azzurro è quindi schermare se stessi al pare del divino e avere maggiore risonanza visiva con Dio stesso…che poi s’aggiunga la castità e la purezza di chi così si testifica in questa veste onde salire al Settimo Cielo.Quasi in conformità ai papiri egizi che per salire,ascendere ai cieli, bisogna aver indossato la VESTE rituale.Gli astronauti non sono indenni da tale scrupoloso compito.Ma che risponde a ben altre assolute regole di volo e sopravvivenza.

San Girolamo attesta che le vesti di giacinto del Sommo Pontefice simboleggiavano(Anabasi) allora l’ELEVAZIONE del Cuore (lev in ebraico) al di sopra delle questioni umane cose umana.Il Cuore ha dunque posto di rilevanza dagli Egizi al mondo ebraico,e scrigno di ogni pensiero posto sulla Bilancia(Giustizia-Giustificazione-Verità) del destino.E così anche il cuore ha la sua veste ed il suo Colore. Che nel mito egizio è il ROSSO, opposto all’AZZURRO, maligna antitesi che sfugge alla logica e viene usato per indicare SETH,il fratello di HORUS,per antonomasia incarna così Satana(SETH)o LUCIFERO stesso. C’è un sovvertimento nel colore stesso che occorre dipanare forse con un tratto di pennello, ma il pittore in questione deve essere solo un grade sapiente.

Abbiamo quindi con il Rosso,il fuoco dell’ADE o RESTAU(oltretomba), della rabbia e il focoso risentimento, il rancore,l’odio etc + ogni altra semantica Iraqundia(Ira,rabbia violenza in sanscrito Rosa con le note implicazioni storiche che abbiamo esplorato ad josa sino a Bara= in giapponese).

ANUBIS o regbo dei Morti ?DIS MANIBUS ?

DISS MANIBUS—SETH il rosso – con l’inganno inchioda Osiride,il Padre del futuro Horus che nascerà da Iside poi alla ricerca del corpo divino smenbrato(fecondata postuma dal fallo del dio).Il dio posto dentro una Bara(Sarcofago)cheverrà ridotto in dodici pezzi -Disperso il corpo con questo tranello omicida.Ma oltre al mito della guerra tra divinità egizie -volgiamo al colore della sublimata gioia e della beatitudine dell’altra a vita superna. Mito sacrosanto se ancora avremo le Falangi vestite di azzurro e vermeil a conquistare sino all’osso l’Africa(quartina di una grande impresa ed avventura occidentale)proprio su questa terra e prima di assalire i cieli.Grandi imprese grandi meraviglie sotto l’emblema dei cieli(celeste – urano). In Italia in Santa Maria Maggiore(Firenze)nell’affresco di Simone Memmi,le sette figure che rappresentano le sette Scienze Celesti,unicamente contemplative è la Teologia vestita d’AZZURRO. Anzi vi è persino la distinzione d’essere VERDE la Teologia pratica,La Teologia Mistica n Bianco velo.La Teologia Polemica e il Diritto Civile in ROSSO.Il Diritto Canonico in Bianco pure dorato. Nella stessa Chiesa un altro esempio manifesto,presente nel dipinto di Giotto, mostra Francesco d’Assisi quando rinunciala mondo,mostra il padre irato vestito di ROSSO. Invece il Mantello del Vescovo che abbraccia e accoglie ed avvolge il corpo nudo del santo è di colore AZZURRO….allusione alla sfera cerule celeste.

Azzurro in arabo = Azraq . Zacharia. Zahara = Fiore .

Giotto si rivela quindi quale maggiore maestro dei simboli del colore determinante nell’Arte nell’uso della tavolozza simbolica della tradizione profondamente radicata non solo inOccidente.

E’ l’Azzurro che sta al primo posto per ogni ricco ventaglio di sfumature che acquistano più denominazioni dal Blu di Prussia al Blu o celeste veneziano(dal latino azzurro – venetus che era la divisa- colore dei corsieri delle bighe nell’anfiteatro a Roma.

Nulla è mutato sotto il Sole, ogni fazione, company, squadra porta i suoi colori. Poi quanti dicono che nelle loro vene scorre il sangue Blu. Stemma (araldico)la Bandiera o emblema per auto celebrarsi e gloriarsi a ricordare dicendo per antonomasia d’essere stirpi nobili che arrivarono a deificare se stessi e stimare di discendere dal cielo(Urano)dagli Dei.

Da cui le prete dei Re di avere il diritto di vita e di morte su tutti gli altri sudditi “ mortali”, Diritti travolti e finiti a pezzi- con le prime doppie gemelle rivoluzioni,inglese, francese,russa.

Immancabilmente dei Diritti che hanno accesso la rivolte si sono visti sostituire il corso delle legittime aspirazioni non più dei Re, ma bensì dei tiranni e despoti rei di immani tenebrosi lager o gulag con massacri.

(Prima puntata: a cui seguiranno le altre significazioni mitiche dei Colori dello Spettro).

(Eccovi l’occasione di esplorare i miti dei colori e postare significazioni e miti singolari).