Papa Bergoglio contro l’ONDA dell’ORGOGLIO e del Pregiudizio.

turinea

Quante sono le tempeste che oggi si abbattono nelle acque del pianeta ? La liturgia di domenica pontificale – ha coinciso con la lettura dei Vangeli in cui al sollevarsi della tempesta, gli apostoli in ansia destano dal sonno il Maestro che con grande chalance ordina al vento di placarsi. Sbigottiti gli occupanti della barca si interrogano – Chi è dunque costui che opera tale prodigio ?

<l’enigmatica icona del Giubileo con il Salvator Pone TURINEA ?>

Oggi alle minacce delle tempeste nei mari e delle onde dei tsunami epocali , che si infrangono contro gli scogli, invece il Papa ha contrapposto qui a Torino e Piemonte …la rupe della razza piemontese dalla testa quadrata… secondo la poesia di Costa , che induce a pensare che possa fare scudo contro tutte le onde dell’orgoglio e pregiudizio dei razzismi, della senofobia, della diversità di culture e di religione.  Papa FRANCESCO  ci parla in modo semplice. Dice le cose in modo schietto e franco  a tal punto da ispirarsi a San Francesco stesso con la sua nuova enciclica per salvaguardare il pianeta Terra. E che il Sigismondo Fanti nella sua enciclopedia profetica rammenta l’ecologia :

L’Huomo dovrebbe per Natura così amare

come Colui chel tutto lie sempre al Presente

Ma la più parte son si fuor di mente

Che la moneta suol vol adorare.(cviii-viii).

Lezione secolare che dimostra che l’etica ed il rispetto della nostra madre terra è un valore che non si potrà mai confondere con la maggioranza “ merdereit –in olandese” dei folli fuori di mente che amano solo il denaro, il dinero che adorano pari a Satana ! E qui l’esempio del poverello d’Assisi ovvero san Francesco potrebbe davvero insegnare ancora moltissimo al mondo, come fa ora in questi frangenti , il papa Francesco.

Ma intanto  eccoci alla novella grande Generazione (Dor in ebraico) che  ha ascoltato in piazza Vittorio…. il Papa Francesco François…che affrancherà…emanciperà e  spalancherà la Porta (The Door ingl. )affinché sia  come dice il profeta  tanto straordinaria e non affatto PORTA(JANUA) CONFORME ai Romani (Giubilei).

Il Papa ha avuto il coraggio di accusare i despoti del mondo del tasso e dello strozzinaggio e dell’usura perpetrata contro i debitori. L’esempio del poverello d’Assisi resta immortale all’ombra del Tempio Ora che il papa ha cacciato via i mercanti dal Tempio. E si intona così con la preghiera cristiana che invoca da millenni che Dio –  Rimette i nostri debiti come noi li rimettiamo a i nostri debitori. E dacci il oggi il nostro pane (e lavoro) quotidianoURGET NOS !!!!. Tutto così si incrocia in tale ora cruciale  all’ombra della Croce sabauda di questa terra.

3manverticale

Il Giubileo è appunto il ciclico ricorso alla cancellazione dei debiti remoti. Ma manca il coraggio di farlo !  Questo secondo solo dopo trascorsi i biblici 49 anni, perché al pentecostale fuoco illuminatore fosse vero che al CINQUANTESIMO venisse ora come allora che venivano rimesse le colpe, i debiti e sia perdonate, condonate, cancellate per sempre. Il Principio di tale soluzione così sgraverebbe ì debiti insoluti che oggi stonano secondo la mentalità moderna del profitto a tutti costi dei Trusts sanguisuga delle esose  sfere bancarie carie, fatte pagare agli altri . Un  paradosso, eppure questo non è un semplice mito, ma l’Affrancamento , appunto la Liberazione dai tali ceppi o catene inclusa Atene (?) dalla schiavitù di tali pesanti Oneri(Dineri). Agli Occhi di Dio sarebbe il rispetto della Parola di Dio di antica ricorrenza biblica(giubileo) per cui giustamente si solennizzava con così tanta partecipazione popolare la GIOIA e GIUBILO. Allora potremmo affermare che davvero la GIUSTIZIA Divina abita sulla Terra. Ma soffia il Vento ed Venti <2020> delle Onde (in arabo Mutakalleb)dell’Orgoglio e Pregiudizio anticristiano ed anti occidentale, per cui ci chiudiamo a riccio presi dai turbamenti oscuri e angosciosi di tale minacciosa babilonia contro la pace economica e sociale. Non siamo indenni dalla tempesta della Crisi che ha toccato tutti quanti. Ma quante colpe hanno i Potenti ? Degli incuranti Signori del mondo ovvero i Despoti che con le loro leur ed euro strategie, vendita di armi minacciano l’etica propugnata dal Pontefice, perché così è scritto:

 

Tutti i signor  che sanguinosa ria(corsa)

Ministreranno Giustizia, il Sommo Sole

Non vederanno (ciechi) per che Dio non vole

Che in terra(roma)morta la Giustizia sia !( XCVIII-VIII)

 Tutti i Potenti Despoti della sanguinaria ria(rivolta)corsa (politica economica)

amministreranno la Giustizia , che il Sommo Sole (della Fede*) non osserveranno quali ciechi,

Perché sebbene Dio non voglia  che sulla Terra la Giustizia sia morta !

La citazione va unita alla quartina del  Sommo Sole della Vera Fede  all’Ombra della superba Mole che qui pose il VOLTO (Visage-Monviso)Altero(Sindone), quanto bene abbiamo ANTICIPATO sin dal 2004 riferito al papato con il simbolo del Sole e dell’Eucarestia, della Compagnia di Gesù…JB – Bergoglio.

Da allora l’analisi ulteriore oggi conferma quanto stanno in opposizione quella parte dei Potenti Deposti del pianeta, nella loro corsa, ria sanguinaria- bellica guerrafondaia, condannata dal Papa Francesco. E quanti amministrano la Giustizia, le leggi , gli stati e le legislazioni dei costumi sociali. Ma costoro non osservano affatto il Sommo Sole della Fede, ciechi, sordi e muti come le tre scimmiette  o la scimmia che il papa stesso ha citato nel discorso de La plata(argento-dinero)e la Scimmia !!! Logo che non nego, possa intrecciarsi con la scimmia del prossimo ciclo cinese (2016)Di chi Scimmiotta Dio(il Demonio) o peggio la stessa Giustizia sulla faccia della terra.  Ma questo Dio non lo permetterà che si giunga  a tal punto che la GIUSTIZIA sia  in terra(Roma)morta !

cityeticale

Ma poiché restano i ciechi o le tre animalesche monkeys o Scimmie , che non credono nel Sole di Giustizia o peggio , la pletora babilonica degli anticristi e violenti   miscredenti, attori atei e infedeli che non danno peso alla profezia che invece cela quella TEMIS (in greco GIUSTIZIA) JUS JURIS ovvero anche chiamata NEMESI DIVINA che quando meno lo aspettiamo si manifesta, peggio di ogni tempesta che con le sue onde possiamo paragonare al Diluvio, a quel APRES MOI le DELUGE di antica regale monarchia finita con il Sedicesimo di cattivina infausta Semantica XVI° bene latina del dissesto corso della storia  all’angolo – E che allora al  bisogno fatale “Anankè” ci sia davvero che contro l’Onda dell’Orgoglio e del fanatismo , faccia fronte la RUPE incrollabile della razza dalla testa quadrata all’ombra della Mole…e del Monviso …sulle cui rive molta acqua è passata sotto i ponti e altri sono i pontefici che onda dopo onda, come quella del tempo e della profezia la cui fonte è Torino , perché qui bene ricordiamo l’icona a memoria dei posteri che è sempre visibile nel quadro posto nella Basilica di Don Bosco e  della Ausiliatrice  che da gran tempo ci ha ispirato con la Colonna del Sole ed Eucarestia che pone il papa ad oltrepassare tutte le tempeste sulla nave di Pietro. La famosa visione di Don Bosco delle Due Colonne che ancora riserva mistero sul destino del papato stesso.

Annunci

GIUBILEO : LE PROFEZIE all’ombra della MOLE.

GIUBILEO:profezie da Nostradamus a Sigismondo Fanti lastampato   giubileo1 Nulla è avvenuto di inatteso dopo quanto ha deliberato l’attuale terzo pontefice di questo inizio  Terzo Millennio, quello che secondo la profezia dell’Abate Gioacchino da Fiore deve esser considerato il Tempo dell’Avvento dello Spirito Santo.   Viviamo in questa era di grande crisi etica e di esasperate tribolazioni, dovuti agli sconquassi dei sistemi imperanti, con effetti deleteri   che si ripercuotono su ogni cittadino e nazione (vedi la Grecia). L’esose imposizioni fiscali sono lontane   dal superare l’antica decima dovuta allo stato o alla chiesa, che oggi, da Moloch o Vampiro, oltrepassa l’imposta e diventa impostura e sanguisuga irrefrenabile. Il nostro Debito pubblico   è dovuto al grande sperpero passato, ed alle mani bucate dei corrotti i cui scandali sono senza fine. Quanto ci costa pro capite ? Non c’è genio che sappia chiudere le vene di tale dissanguamento dei risparmi   e agire contro l’imposto cambio dell’Euro che ci ha defraudato da cui   nessuna cura da cavallo potrà salvarci…salvo un Miracolo !. Il Prodigio o il Miracolo potrebbe profilarsi in concomitanza dell’annunciato GIUBILEO della MISERICORDIA, improvvisamente proclamato come Grandissima Novella al mondo intero, che fa fulcro sulle Opere della Perdonanza, della rimessione dei debiti e delle colpe. Così dobbiamo ricordare come era di fatto concepito biblicamente  ad ogni compimento dei 50 anni, secondo il calcolo del calendario lunare biblico che contava   SEICENTOCINQUE LUNAZIONI .  Calcolo delle lunazioni che portava a conteggiare il 49° e il 50° anno, e celebrare la Festa con l’intera partecipazione  del Popolo Eletto, tra tanto giubilo solenne. Agli uomini condannati a pagare debiti mediante contratti di servizio coatto,   una servitù, schiavitù volontaria, serviva a   pagare i contratti o debiti remoti consentendo loro di ritornare ad esere uomini liberi. Dopo Cinquanta anni che le terre erano state sfruttate,   venivano così restituite agli originali padroni. Preparandosi a tale grande Festa annunciata con il suono del  Sophar, fatto con il Corno dell’ARIETE-Montone, di cui deriva il logo ebraico JOBEL = l’ARIETE. Un’altra assonanza fonetica ci riporta ad ARIEL, nome poetico utilizzo per solennizzare biblicamente Gerusalemme, la città della pace  e di Davide. Gli Ebrei fanno questa festa sia per celebrare la liberazione dalla schiavitù dall’Egitto che dalla schiavitù di Babilonia dopo la distruzione del Tempio di Salomone nel 605 a. c. Tale cifra, a ritroso ed in avanti, ci ha fatto scoprire dei cicli storici in cui le grandi religioni, Templi, Mosche, Sinagoghe  dall’un all’altra sponda hanno sommato un conto di vittime e olocausti, come dimostra la storia ogni Seicento anni (ciclo che abbiamo svelato grazie a Nostradamus: 622 Maometto, e poi al 1200/300 le Crociate, ecc.). Persecuzioni che sono proseguite contro ebrei e cristiani  e viceversa, sino ai pogrom  e gulag russi contro gli Ebrei, la Shoah  ebraica dei forni crematori,  quando il fumo del popolo eletto è passato per ciminiere (ESSE) dei campi di concentramento d’ESSE = chimney -Kamin, Schornstein, Schlot, Zylinder e Krupp! Tempo di Fourneron e forni ed ESSE & ESSE.   Fonetica mai capita, che segna il punto con cui arrivò il Nazismo delle “ESSE  & ESSE “ (SVASTIKA)! Ma il profeta resta ancora inascoltato o peggio le sue quartine censurate  dal peggiore ostracismo razionalista e scientista di chi nega tanto la Shoah ebraica e il genocidio degli Armeni. Allora cosa batte alla Porta SUBLIME (Turchia) ed alla Porta SANTA   “JANUA” nell’imminente JOBEL  che richiama il rito del capro espiatorio offerto durante le liturgie e celebrazioni al Tempio, ma che evoca così la storia con le sue ripetizioni?  Riletture che si affacciano ciclicamente con tali liturgie SESCENTORUM, a  mano o Imano d’isterici (d’HISTER – Dea MESOPOTAMICA), fanatici fondamentalisti, o peggio anticristi ed anticristiani che si sono affacciati sul palcoscenico della storia.  giubileo2 E’ bene capire il mito di chi, come agnello, non sia pura allegoria cristiana del rito che vede l’uomo-dio come l’agnello sacrificato, Immolato come un ostia Of(FERT)ferta e ferita  per i peccati e le colpe della nazione, dopo cui saremo liberati mediante la catarsi o purificazione dell’olocausto, a cui segue il Perdono divino. E’una correlazione che pesa su questi nostri tempi e la enunciamo con molta cautela e compassione sofferta. Ci auguriamo invece che dal remoto festeggiamento si possa   riacquistare il pieno valore del significato come prefigge lo stesso  Cristo, da Agnello o  JOBEL,  sacrificato    il cui sangue diventa la salvazione del mondo cristiano. Alziamo gli scudi contro ogni silenzio o tragedia che riproponga tale 605 ciclico che il profeta ci ha lasciato come posteri , con l’avviso storico di come   il Tempio o la arcana Maison de Dieu (XVI°) subisce l’attacco satanico. E’ la minaccia che soffia a causa PERI ANEMON a causa del Vento dell’Oriente contro la nostra Terra del Sole e oltre le rive e sponde del nostro Mare Nostrum. Minacce a cui non  bisogna chiudere gli occhi, le orecchi e l’intelletto come le scimmiette volgendoci domani all’anno della scimmia cinese  del 2017. Il PAPA Franco, Francesco,   (Omen Nomen ) manifesta tale Franchezza (la Liberà, in arabo :حرية Harryah) e ripropone la Misericordia, il Perdono , come concepito dal primo papa che ha istituito l’idea del Giubileo, la Perdonanza (Celestino V°), con  l’assoluzione dei peccati attraverso la liturgia dei riti celebrati in Roma. Poi Bonifacio VIII°,  nell’anno 1300, ha dato il battesimo al GIUBILEO con l’intercessione concessa ai fedeli, che si perpetrata lungo i secoli sino ai nostri giorni. Sono cambiati gli intervalli prima dopo ogni secolo, poi dopo 50 e 25 anni. L’ultimo secolo ha Assistito a GIUBILEI straordinari: il 1975, il 1983, e quello del 2000 all’alba del Terzo Millennio, 2000 anni dalla nascita di Gesù Cristo. Oggi sentiamo bene il peso immane delle catene, sia della povertà e dei debiti, delle colpe  che con le Orazioni ogni giorno ripetiamo senza capirne bene il senso. Padre nostro rimetti i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori ! Misericordia e Perdono che dovrebbe miracolosamente cancellare il debito di ogni nazione, o peggio, di chi non ha nessun quattrino? Viviamo il fallimento che sempre più si allarga a macchia d’Olio Demoniaco – d’Ulivo o Zaitun (in arabo) o Shaytan-desposta – che impera come manager su ogni  Trust dell’Economia o Daimonoce Economiades – Ades infernale. Ha detto il Papa Francesco, che ha scelto il nome del fraticello della povertà d’ASSISI, che il  dinero-denaro è lo sterco del Diavolo, alludendo a quanto di misterioso si lega al destino della Chiesa (dopo gli scandali dello IOR). L’Ecclesia sta in mezzo a tanta povertà universale, ora da soccorre  ed elemosinare con Amore e Misericordia, pensando al grande buco insanabile da pagare agli investitori, acquirenti di tale Patto o nodo scorsoio Gordiano che impicca le nazioni con il Nodo di Giuda, salvo che un novello Alessandro Alexis giunga (secondo il mito greco) con un solo Colpo di Spada a spezzarlo. giubileo4                                                                                                                                                                                                             Chi potrà mai  assolvere le nazioni che hanno tanti debiti ? Come è possibile liberarci da tali cAtene (Atene ci prova nonostante tutto) della cattività e schiavitù del Diavolo? L’Idea che il GIUBILEO Biblico porta in auge è rivoluzionaria quanto antica.  Tale grande eVento, Vento del deserto, Khamsin in arabo, è pure l’allusione alla cifra CINQUANTA, riferita al GIUBILEO ebraico. E che il Nostro (damus), cronista del passato  Cinquecento ben edotto nelle tradizioni bibliche, ha lasciato ai posteri,  il modo di “qui indicare” questi Cicli delle SEICENTOCINQUE LUNE, attraverso l’Enigma risolto da decenn: passé :   15-21-39  E S IX Cens cinq  et Six e sept!   Qui indice, QUINDICE (XV), indicante……IXCENS,   Novecento cinque e sei =1956, il 1967. Anni di scenari medio orientali dei conflitti tra Arabi, Israeliani, il Coccodrillo, l’Egitto ect. Pagine ampie già pubblicate negli Oscar Mondadori. Pagine documentali inconfutabili, ribadite sul  tema del GIUBILEO del   2016. Calcolando le tolleranza dal 1956-1967 +  605 lune, ovvero i 49-50 anni, l’esatta datazione 2016 risulta giusta- genau- Janua – confermata , proclamata dal pontefice dalla grandissima notizia dell’anno santo . Ed eccoci all’Apertura della Porta “Janua”, Santa a partire dall’8 Dicembre del 2015. Già dall’anno ebraico 5774 avevamo scritto: “Occhio alla Porta”! Perché solo in ebraico AYN = OCCHIO = alla cifra 75 corrisponde la lettera Daleth = la PORTA, la quarta lettera ebraica. Questa sestina mi ha permesso di arrivare alla soluzione dei tempi del pontificati passati, passato il QUINDICI,  e poi con maggiore chiarezza di determinare &  deuterminare-  Deuter (interprete in tedesco) per  minare la profezia, o questo PRESAGIO, dopo il Passato “15”, -15= 6, Paolo Sesto che ha regnato tre lustri quindici anni ; e poi glia anni 21e 39 ! Considerando la SUMMA, SOMMA o SHU’UMCINKU (in hausa),  ovvero del Cinqo, Cinque = 1+2+3+4+5= QUINDICI passato, superato la cifra del QUINDICI, incluso QVINDICE VINDICE, qui indice del VINICE = VENEZIA ( Giovanni Paolo I°).  Il numero  diventò così indice Chiave   per la lettura del  percorso  di questo patriarca dagli anni SETTANTA, a partiore da Venezia, la sua dimora. Esaminando scrupolosamente il calendario Lunare  ebraico, quello giusto (IUSQUES), ora siamo nell’anno 5775= 2015, senza dimenticare che 1975 fu l’Anno del GIUBILEO di Paolo SESTO ( vedi 15+21 +39 = 75). La Profezia della sestina 11-53 acquista  doppia valenza,  sequinze= sequenza, del Quindici: Qui indice! Altro che calembour o rebus di una enumerazione (datazione di eventi) inerente  ai papi del passato. Il TRE entro il NOVE (TRENTE NERUF) è il  Nono Papa  del XX° secolo, ma sono corrispondono anche ai 27 anni del suo pontificato (3X 9=27), come denota il TERZO pontefice eletto nell’ Ottobre 1978, elezione  che coincise con il 5738-9 del calendario ebraico; poi ancora rimanda rimanda ai 39 anni, dal 1939 al 1978, del periodo considerato dalla celebre quartine che indicava CINQUE PAPI entro tale ciclo di revolu terme (39). Dimostrazione inconfutabile e lampante, che contiene anche la dicitura di Due Papi Viventi nello stesso tempo (2013) e da  qui è l’indice , nel quindicesimo anno (2015), per chi, scettico, ancora nega che nelle Centurie ci siano DATAZIONI: (11-53) come le SEICENTO CINQUE o 49 Lunazioni ovvero, (qui) indice biblico  del GIUBILEO! (11-53) Plusieurs mourront  avant(i)que Phoenix meure   Iusques SIX Cens et Septante (TEST EST)est sa demeure   Passé quinze ans,vingt et un trente neuf   Le primier est subiect  maladie   Et le seconde au fer, danger(anger) de vie   Au Feu à l’eau, est subiect trente neuf. Talesestina, ampliamente spiegata e datata nell’ENIGMA RISOLTO (Mondadori),  preannunciava che tale sequenza riguardava il futuro dei papati (15+21+39= “ 75 !!!). QUI, QUINDI, indice, è stato il TEST comprovato per il GIUBILEO, derivato dalla datazione ricavata dall’astronomia biblica delle  605 Lunazioni, o dalla serie denominata le SEICENTOCINQUE, esattamente come negli anni SETTANTA.  Così viviamo questa binaria o gemella datazione degli Anni SETTANTA (5775 ebraico calendario) come lo fu per il 1975 l’allora GIUBILEO. Allo Specchio del passato abbiamo elencato i papati e  i loro futuri papi, le minacce parallele incombenti nel Primo decimo (Pio XI°) che del secondo (Pio XII°), e  poi  nuovamente  sul Primo papa (Giovanni Paolo I°) e sul Secondo (tre entro il nove, 3×9) nei 27 anni di reggenza di Giovanni Paolo II°, rilevando quanto questa sequenza dal passato  possa ancora essere “l’indice”  oltre il XXI° anno del VENTUNESIMO o (2020?) prossimo. giubileo5 Riguardo all’ebraico Occhio (=70°,  è il valore della lettera  AYN) possiamo dire che ci ha messo in guardia sul contenuto del 5775, espresso dal calendario lunare e dalla sequenza SEICENTO e SETTANTA, che qui dimora,  obbligandoci a considerare quanto è riferito alle minacce  contro il papato da parte della Mezzaluna. Giubileo, o del Tempo di Giano (Janua =porta in latino). Nel mito latino la porta chiusa è simbolo di PACE. La Porta aperta del tempio di Giano = è simbolo della guerra, ovvero del pericolo del ferro ed acqua= guerra (dell’ultima riga). Quindi all’erta massima  da ora al GIUBILEO, testo  che mi accingo a completare nel prossimo episodio, con rivelazioni delle ulteriori  quartine del FANTI, le sestine del NOSTRADAMUS sul destino della “ X “CHIESA e del PAPATO,   i futuri scenari di grande soqquadro, incluso anche una futura AVIGNONE dei TORINESI. Ci basta esaminare le profezie di Don Bosco nel suo GIUBILEO  per far LUCE, CLARTE’, sul domani con  nuove ipotesi                                                                                                                                                                                                              coeurjanua