Il Presidente della Res Publica o XII° Esagramma dei Ching d’infausta numerologia e logo planetare.

IconabiserpenteDopo il RETROMANO presidenziale di teste e più mani in accordo con la tredicesima carta analizzata in merito a quanti cadono falcidiati, secondo l’iconografia eloquentissima mostrata per il  2013 anno e legata alla famosa COMPANY di svariate parti e gruppi, o sette  che da ora nuovamente le carte e le cifre si stanno rimescolando così con nuove figure o protagonisti ansiosi di salire sul Colle, Quirinale e Campidoglio- E che così riportiamo la quartina del Fanti – in merito a quanto sta avvenendo sotto gli occhi di tutti e che richiama appunto chiaramente necessario di avere gli occhi accorti, come specifica la quartina:   Roma(no) perché non è il tuo popolo Voto(fedele).Già mai  (May Day ? italiano ?) dei inganni e tradimenti(vedi lat. traditore)e Torti che Patirai(rai) temo habbi  pure gli Occhi Accorti il tradimento, diluvio et terremoti ( politici, economici, edili, etici, morali, sociali etc..).

Cifre alla mano quanto ci costerà questo sconquasso generale se pure il destino ci carca così sinistramente all’ombra della sinistra di questa tredicesima carta tutta dominata dalla Falce Saturnia non a caso se questa nostra Italia era chiamata dai latini Saturnia Tellus, memore di antichi tempi aurei che se leggiamo le sibille ancora devono ritornare, e questa quartina va sotto il nome di Sybilla Troiana(tavola 1-72 )ulteriore vaticinio di un Equino -Ippico Cavallo di Troia fatto passare con l’inganno…rammentando che il 2014 sarà l’anno del Cavallo o Bilancia, secondo la millenaria astrologia cinese  confrontata con quella ciclica per cinquanta anni. Tutto secondo cifre ed annate retroattive o retromane (anno del cavallo 1966-1978-90-2002-2014!) Allora vale davvero memorizzare come le cifre contano quando tutto è dominato da tale rakam ricamato disegno d’Enumerazione(Enumericale fase di cambiamento politico) che ormai classifica ogni idiota(vedi in greco) o individuo con il suo nome su questa terra. Dall’avvento del Codice fiscale ricavato dal nome e cognome e data di nascita, il codice infernale escogitato dato elettronico a tutti imposto ed imposta ed impostura, perché nulla più sfugga al grande Sistema che ci ha fatto diventare tutti Numeri. Non una moda ma un ordine assoluto in cui tutto è contato (Cuncta-Tutto in latino) ed a cui nulla sfugge ? Dal primo cittadino di questa repubblica sino all’ultimo più che in alto mare egli sia che parafrasando quel verso dantesco della Nave in balia delle onde –  in grande tempesta (procella) ma questa situazione non è solitaria perché oggi accomuna tutti quanti in questa Crisi globale che ha raggiunto NUMERI da PAURA, che minacciano la nostra esistenza futura e ogni tribolazione che così inaudita, già paventa remore pari  all’angoscia apocalittica della Fine dei Tempi , di reiterata reclamizzata millenaria profezia, quella che  vorremmo il più lontano  possibile. Ma non è possibile dopo  l’amarezza e constatazione di quanto  anticipato da decenni a cui tutti hanno fatto orecchi da mercante (testi inconfutabili qui nel sito elencati hanno esposto anzitempo tale caduta del lavoro e fiat tronca , ma nessuno ha creduto ,peggio del profeta Giona prigioniero nel ventre della Balena !) Non è possibile continuare a fare gli struzzi e metter la testa nel buco nero, per non guardare dritto la realtà austera che ormai tocca, secondo quartina dopo quartina  che incide, ferisce ogni anima, corpo e tasca. Stanchi già dal 2012 da tutte le americanate maya che si è voluto stradipingere quale scenario da fantapolitica, messianico o babele di mille esegeti ,solo capaci di alimentare ed  ingigantire lugubri scenari sciolti come neve al Sole ,che non risultavano da nessuna parte ma invece datazione su datazione  quartine e sestine ora inclusa la VI Cento che racchiudono ora una dopo l’altra i prodromi e segnali e scenari più che manifesti e prodromi e palesi lettere, lettre cifre che sposano le cifre S.P.Q.R. della Città dei Sette Colli e del Colle, che abbiamo bene  da decenni messo a nudo e perfezionato e sia sintetizzato e che oggi tuonano come avvisaglie ,  contro tutti coloro che hanno solo giocato al futuro o meglio preso per gioco come fosse  salire in sella a darsi all’ippica – galoppando con  tale ridondante technicolor multimediale planetare anfiteatro freetime  tecnologico , grande visione  sfrenata, che alimenta ed ingigantisce l’immaginazione, e avvelena con tale grande mistake – la grande balla esposta nel film o n ei films affini eccitanti movie per nutrire il cupo nichilismo dovuto ai  padri profeti d’oltre oceano che nell’ Horror sono caposcuola quando periodicamente – preannunciano la fine del mondo ad ogni mal di pancia e così mai pagano queste bufale. Ma di fatto non basta un presidente per mutare la rotta della Nave Italia. Su cui pesa tale XII° Esaqramma , l’Ostruzione (PI- Pis = Peggiore Serpente biscione ? chi divora il Neonato nell’emblema di Milano ) L’Impiccato o il Blocco – lo Stallo, l’Embargo, la Paralisi – L’immobilità. Il Nodo scorsoio (cravattari inclusi) il Nodo Gordiano della – the Rope, la Corda o Kappio che ci strozza dell’EUROPA come dell’EURO questo nodo , chi sarà capace di tagliarlo ….da novello Alessandro ? Quindi prezioso è questo tempo per imparare a tempo a consultare I CHING come facevano gli antichi, sempre vanno esaminate lettere numeri dei vari nomi, Allora capirete l’Omen Nomen, quella  eterna filosofia universale, la dottrina unica fonte di indizi preziosi , da cui ricavare significazioni, lo insegna il Biblos incominciando dal memorabile esempio di Daniele, in terra Mesopotamica , quando sul Grande Muro apparve la misteriosa scritta :  Tekel & Mane  & Phares …e che il saggio unico decifrò secondo le sue intuizioni semantiche come  l’inesorabile giudizio e rovina per i Potenti di Babilonia. Tutto ricavato da queste TRE PAROLE- VERBA fonte del Giudizio(Saturno in Bilancia astronomicamente ora) Profetico ricavato dal Logo o NOME- Verbo  come di chi bene si possa dedurre emergerà quale Omen Nomen  nefasto  dodicesimo – sopra le onde di questa Era Acquariana che corre come un fiume in piena , il fiume che finisce nel Grande Mare o nel ventre-stomaco …della grande piazza del Grande  Nettuno. E  solo chi sa barcamenarsi si salverà sopra tutte le onde avverse, mentre chi non ha alcuna nozione di mare o di Religione dei Mari sarà alquanto difficile diventare tutto ad un colpo cibernauti o nauti adatti ad affrontare tempeste o battaglie future sulle nostre rive o in pieno transatlantico in cui urterà la Compagnia della Stella.

Annunci