Leggere e riflettere come ogni LETTERA nel tempo acquista semantica rivoluzionaria.E a sua volta sia RIVELAZIONE solo per chi non cade nella rete del ragno che imprigiona l’immaginazione di ogni ADAMO.

Era scritto nello ZOHAR….

Il grande misticismo giudaico dopo la chiusura del Tempio, ha subito una eclisse così prolungata giusto sino al XI° secolo.Dopo secolo la rilettura di questo testo come da una camera oscura ecco lo spiraglio che mostra teoria di spazio tempo che nessuno possa delimitare,imprigionare,prevaricare…secondo quel senso ancestrale che dentro di NOUS NOI stessi in quel  NOUS (mente in greco) dimora ed albeggia il Divino…indecifrabile motore ipnerotomachia che ci fa volare oltre ogni gravità che ci tiene inchiodati alla terra…perchè aspiriamo al cielo.Tanto è vero se tale mito è così remoto e nessuno potrà deleted salvo i rinnegatori che considerano noce o Elia un fantasia ed altri ipotizzano un segreto che sta all’ascendere ai Cieli.

La speculazione che si denomina la Kabbala pratica,discerne dipende dalla discesa della MERCABAH (definito senza peli sula lingua-  il Ghilgal ovvero il Carro Celeste – Yeridah Hamericabah—cosa centra l’America ?) che richiede una sorte di contemplazione che si va a perdere negli spazi celesti del cielo e dell’inferno(abisso).

La locuzione “ Entro i Paradisi -Pardes” nonni inchioda come semplice dire o fare allusione questa , secondo i quattro dotti del Talmud che desiderano iniziare ai grandi misteri, di cui noi parliamo e ricavato suggerimenti e sia poi per i nostri tempi e terzo millennio , dal presente cosa ci suggerisce una tale condotta e concepimento che sta alla Esaltazione mistica(MYSTICOS = segreto in greco), che richiede un regime perchè contrassegnata dalle astinenze(rigoroso regime preparatorio)come inciso richiede pure delle mortificazioni corporali(il famoso digiuno liturgico per purificarsi per accedere a luoghi divini, o al tempio)

( Dunque così che il fisico umano doveva bene severamente allenarsi, adeguarsi a tale compito-missione o auto preparazione , allenamento ? Per alimentare una liturgia sacrale , così severissima secondo i dettami antichi)

L’Uomo o l’Adamo o Nostro Adamo – che vuole penetrare i Misteri del Cielo e dell’Inferno, deve sforzarsi di digiunare lungo tempo(seguire una dieta alimentare scrupolosa)Deve restare immobili, la Faccia girata verso la TERRA(?)Annichilire ogni sogno e incubo, svuotare la mente, far il VUOTO.  

La sua Testa china allora entro i suoi ginocchi e salmodiare costantemente con una tono monotono dei canti e preghiere.Recitare formule…concentrazione ipnotica si direbbe.L’estraniarsi dalla realtà fisica circostante. Sarà solo stata una seduta o necessaria – Concentrazione di tale severa routine o anche per le operazioni scandite,regolate successive ?. E perchè Mai questa ossessione – E la forza di ripetere la Formula : Santo – Santo – Santo…Xantos ? Kadosh ?

Perchè vige allora il concetto astratto dell’Eterno che è Uno onde si giunge a annichilire stesso e la ragione sino a scivolare o entrando così uno stato di incoscienza. In quale sfera dimensionale si è mai affiorati ? Questo esercizio di cui ormai si era perso il vero graduale processo ….forse non è solo chiudersi in se stesso o sdutto sullo scranno di rame ed avvolto dalla sonora vibrazione dalla testa al corpo – bene scrisse Nostradamus) 

.-Non è una trance , allora cosa sarà mai stata ?- Singolarissimo stato di coscienza o super coscienza ?  Ecco così citata una esperienza che farebbe gola a ogni psicologi e psichiatra.

Ecco allora l’ Attimo che permette di traslare nello spazio-regioni superiori o inferiori. Non sarà stata solo percezione – Mistica o altro tipo di descrizione di un salto psicologico tra il cielo e l’inferno circostante .

Una tale descrizione ora diventa fonte paradossale , eppure così elencata come esperienza , al singolare. Umana esperienza, poi chiamata esperienza ascetica che si sviluppa nell’uomo stesso, più per quindi purificare la sua VISIONE che si spalanca dopo tale sensazione mentale che ha ha anche strane allusioni a riti Dionisiaci,agli Indù e ricorso allo Yoga e forse oltre la stessa Ipnosi.Uno stato d’ estasi suprema ? O forse un allenamento rigoroso che si impone a chi vuole entrare nell’arco celeste secondo la tecnologia e la palestra che è obbligata per chi vuole ascendere in Alto? Così si questo spiega quanto sia connesso alla MERKABAH o Carro celeste.

Poi quando si arriva alla sommità del cielo si percepisce così la SCHEKINA(Gloria Divina) portare pace e riposo(calma cosmica, spazio di assoluto silenzio).

Ed allora che occorre e si deve armare di tutte le formule, rituali di incantazione per disarmare gli angeli guardiani alle Porte dell’EDEN.

Il cielo si aprirà – spalancherà innanzi a Lui(Uomo) non che così monta, sale,ma raggiunge le Cose tanto nel suo cuore(memoria-computer) che lo fa entrare, vedere , avere la visione delle Cose Divine.

Quanto scritto così dimostra come ancora si possa o que Devbois o come si dovrebbe rileggere i testi antichi per cominciare a spogliarli dei veli e misteri nascosti mediante la grande HOCHMAH.

La Saggezza primaria che sebbene sia secondo i sapienti ancora disseminata tra le righe della Torah, della Torana o o della Colonna, TOROS base circolare del Tempio – di cui gli architetti hanno gettato alle ortiche la Chiave di Volta.ED da allora FAREWELL Addio ad un segreto tanto custodito …ma in quale Tempio ?