M A S I N O – Castro sotto l’AURIGA ASTRO (di Renucio Boscolo)

Dal paese del Castello  o  CASTRO sotto l’AURIGA ASTRO .

Dalla galleria dei motti nel castello di Masino: KNULLA & NULLA di nuovo sotto il Sole ????P1000530

Ogni epoca ha la sua generazione  di sognatori ispirati da antiche rovine o imponenti roccaforti, teatro di amori, battaglie, dinastie e sogni imperiali. Tutto si trasfonde  nel regno dell’immaginario grazie al calamo dei poeti e degli storici, che hanno eternato le vicissitudini qui come in ogni terra e stirpe con templi, naos o temenos(luoghi sacri) e le loro dimore, sotto le Stelle. Dalla Genesi del mondo, le mani umane ,hanno inciso e tracciato  i segni dei tempi sulle rocce e sulla pietra per fissare eventi, soprattutto le luci del moto dei cieli e ogni ritmo delle stagioni, tutt’uno con il corso della vita così dominata dai tanti fenomeni di Madre Natura, da cui tutto dipendeva secondo lo concezione primordiale  dei nostri antenati. Molti sono i Misteri celesti e terrestri remoti narrati per bocca dei sapienti o dei poeti, scribi e sacerdoti e filosofi, detentori di arcani miti, tramandati ripetutamente dalla notte dei tempi. Dai Cicli ricorrenti o le apparizioni notturne delle luci celesti, gli astri divenuti l’alfabeto del Libro sconfinato dei Cieli, segni e fonti della dottrina siderale o zodiacale, nota ovunque  come la grammatica dei primi segni, divinizzati e catalogati per evocare o serbare o cum siderare –  con le stelle come insegnavano i Latini –

  • “ Et conservare modum, rebus sublimata secundis
  • –Hominum fati sortisque futurae.       Dottrina Sideralis – (Virgilio – aen.10-501-2)

Ma non con le sole parole e i versi dei poemi e favole degli Antichi(Astronomico di Igino ), che ci sono state tramandate le tante memorie che fanno capo a celebri Opere d’insigni autori greci ed arabi, come chi poi nel Rinascimento come il Boccaccio ha riveduto e trattato(Genealogia degli DEI)ampliamente. Labirinto di ogni logo e simbolo, disegno, rebus, icona, raffigurazione classica di dei e stelle e pianeti, da esserci stato un primo testo, papiro, pergamena, rotolo e infine libro, tutto riferito ai Cieli,  da prima scienza e dottrina che ha man mano attinto alla luce o fonte, quella a perdita d’occhio, dell’anfiteatro cosmico , la grande volta –  galleria affollata grazie all’immaginazione  da antropomorfi esseri così irraggiungibili e fantastici ed divenuti esseri siderali. Questo lo dobbiamo agli Antichi, che hanno concepito la prima mappa dei cieli alimentata da tutti miti che ogni civiltà ha man mano fornito ed animato  l’immenso Odeon – Teatro delle Stelle. Ed ogni popolo, città, stirpe ha da allora scelto la sua stella ,la sua luce altissima ,che dall’alto doveva propiziare  il corso della vita e fortuna.  Questa è la lezione del PROGETTO POLARIS alle falde del castello di Masino…sorto  avanti alla più grande conca morenica e con la Pera Cunca (masso erratico con i suoi segni  preteriti) non senza dare lustro ai suoi stessi promotori , architetti e cooperatori qui in concilio d ogni anno sotto la buona stella dell’Auriga simboleggiata dalla Capretta nei cataloghi astronomici, araldica palese qui nello scudo dei Valperga Masino..

Ecco la FILOSOFIA intrinseca delle STELLE, che ha  mosso i passi per designare le grandezze ,gli onori, annunciare  i segni della regalità, della morte o della guerra. Teoria che ha affascinato e stregato ogni civiltà…non senza spiriti contrari che vedevano i cieli come una grande macchina in cui la terra era rP1000531inchiusa. Teorie e filosofie e teologie hanno fatto del cielo il loro pulpito da cui dogmi e dottrine sono state sostenute, alimentate, confutate e perseguitate. E la strada della ragione ha mosso i suoi passi con l’ago di una bussola che è andata man mano verso il giusto polo dei moti terrestri , solari e siderali. Ma il mito ,le leggende degli Antichi, sono trascese nel nostro inconscio, entrate nella dimensione  onirica a scatenare una battaglia HYPNEROTOMACHIA di  Francesco Colonna(1499 Venezia) quanto secondo l’Amore, Eros e Passione di una arcana velata(filo)Polia o Amata Filosofia sollecitata da due poli di ogni antitesi e contrapposta teoria e scienza che non conosce la MORTE TANATOS da abbinare così con l’Eros che incarnare secondo i poeti ed i vaticini sia la Fenice  o il carro del Sole (Helios)che come appare nello stesso Castello di Masino, trionfa unico su tutto(Unus cuncta mihi)perché come risorge l’astro sempre ciclicamente ogni giorno dalle sue stesse fiamme ardenti e dalle ceneri per ASCENDERE come nel mito egizio da Falco Horus  o Horapollo (Apollo = il Sole) quale UCCELLO o il CARRO di Fuoco, verso le Stelle !Ma tutto è impossibile se non c’i fosse l’Auriga del mito sotto questo arco celeste che è la lettura così da scoperta o rivelazione, merito di più studiosi del cielo. Da mito perso o mistificato o glorificato secondo ogni tradizione si muta da rompicapo o puzzle del Mosaico celeste quello disseminato nel grande labirinto siderale della storia del cosmo umano. Altro che Antenna o Filo di Arianna (Arinnail Sole che è femmina nella più accadica e sumera e poi araba reminiscenza) o Raggio di luce che fa da guida come lo fu per gli Antichi, che qui hanno lasciato le mappe ,le circonferenze, o i Crop Circle paradossalmente – ante litteram sulla Pera Cunca. Quei Cerchi sulla pietra o linee – raggi intersecanti le geometrie e gli orizzonti alle apparizioni cicliche, quali prime deduzioni astronomiche, visti quando gli Astri erano verticali o quasi sulle loro teste…o sopra i banchi (mono)lithos ….di pietra marcati dai  segni, incisioni o cerchi dal remoto Tempo che si CONTA- C U N C T A evidentemente da un orizzonte all’altro di ogni anno e rivoluzione e giorno e notte. L’eterno ciclo dell’esistenza che mette in conto così tanto l’essere più piccolo come l’essere più grande che ha il suo peso o Antitesi in questo polare Pluriuniverso…che di dice rinato dalle  sue stesse ceneri …come la FENICE ?lafenice_0001

Ora promettente finale Teoria astrofisica che  dal Principio dei tempi alla fine dei tempi, che pone fine, scopo, causa che chiude il cerchio o Anello dell’INFINITIO = EN SOF calcolato in 13 miliardi di anni luce da 13 miliardi di anni .Quanto ha infine posto nella mente dell’uomo primordiale un Dio(  con la sua dimora siderale, o sopra la vetta di un Olimpo (Mons Jovis) in lungo e largo di questo grande bacino aurifero dell’antichità che ci lascia perplessi se tradurre con AURIGA  quale pilota  del Carro o il trasportatore  dell’Oro : ” Aquilifero Auro”  che è l’astro HORUS carro del Sole in questo firmamento che come un Pastore porta sulle spalle il Capretto , fortissimo richiamo all’infanzia del sommo dio celeste che spodesterà il Padre Crono , a cui verrà dato da divorare come era suo uso , succube di un profezia , la pietra avvolta nei panni, invece del nuovo nato, Giove che appunto poi lo detronizzerà. Allora quel pargolo divino che si rivelerà maestro di metamorfosi animali – così scampato ed affidato alle cure ed all’allattamento della Capra Amalthea,

Enigma quanto quello della Sfinge che assume il ruolo di metafora ed allegorie e simbologie secondo le chiavi dei Miti classici, quello dell’Abbondanza, del Corno(Kern- Raggio Razzo) della Fortuna, che trabocca di Ori e Copia opulente ricchezza così sino ai nostri giorni ha la sua imitazione nel cornetto di corallo . Ma tanta fortuna come Ruota della Fortuna è abbinato al Carro che guida l’Auriga…nei sentieri celesti sa evocare nell’arco di questi cieli  i miti di divinità senza confini Agni, Varuna, Fetonte , il figlio del Sole che per avere guidato inesperto – l’ARMA = il Carro del Sole, finisce di precipitare allora nella foga e velocità ,proprio sulle sponde padane dell’Eridano.

QUI l’ICONA Il Toro e l’Acquario fiume  accanto al Fetonte ignudo precipitato sulle sponde accanto ai Pioppi ovvero le sue sorelle piangenti, le cui lacrime diverranno l’ambra ricercatissima.

Miti robusti che hanno sotto questi cieli e pianure quasi essere riflessi o allegorie ove dall’era dei Romani , in queste piazzeforti e pianure vi erano i maggiori allevamenti di Cavalli e bovini(taurini)e le corporazioni che costruivano i grandi carriaggi o REDA(Carro lat.)veicoli da trasporto  o di ogni gamma… sino alle pianure Ungheresi, celebri quanto quelle  che uscivano da Eporedia (Ivrea)la  città di Ippona , la Dea dei Cavalli. Carri e Cavalli e quindi l’ Auriga o meglio quanto sia associato bene ai piloti ,ruote, carriaggi e motori  che avranno la loro chance infatti riflessa nello specchio dei Tempi o corso del tempo, perché su questa pianura Taurina sorgeranno i stabilimenti della Fiat….. la prima grande industria automobilistica !

Ne ha corso del tempo e quanta strada routiere  sia stata macinata sotto le stelle con i grandi Tours Automobilistici da Caproni o Caprotti o Baracca con le ali d’acciaio alla Ferrari   E’ impossibile  spezzare  i fili del mito che tessono ancora trame che corrono  così ancora in alto nei cieli. Vi è una terza, perfetta  triangolazione o trigonometria virtuale che semmai serve a misurare la grandezza delle galassie o delle stelle, se aggiungiamo a questo conto o Cuncta (latino=) il Tutto che ci sovrastralmente inclusi nella  grande sfera, cosmo o ruota della fortuna, reminiscenza arcaica che ci affascina , semmai un giorno lunghe queste pianure  o conche orografiche , prenderanno dimora nuove farms- stabilimenti  tecnologici  che assembleranno  i carri dei cieli, ovvero i veicoli spaziali, le navicelle , che già si approntano per sbarcare su Marte che come nel passato è consacrato il Cavallo …domani quello motore che riuscirà a fare il grande balzo tra i pianeti e poi anche verso le Stelle….con l’avvento delle Nuove Castella stellari – siderali!.

uraniaspace_0001

Ma tutto è da sperimentare, mettere alla prova, dimostrare o già dimostrato secondo per ,la Base con il motto PROBASTI  che ha la Fenice che spicca il Volo e l0’altra Fenice che è posata atterrata! Anabasi e Katabasi in greco Ascesa e Discesa !  di tale arcano “PRO-BASTI ” così  tradotto in latino ! Spazio tecnologico futuro ?per qui fare test su test spaziali come per Marte (Alenia Spazio)onde ascendere –  arrivare alla Dimostrazione se si vuole salire in PARADISO –PARADEIZA (in greco)DIMOSTRAZIONE celeste ! Siderale ?. Ossia mettere le ali al progetto tale quale fece Leonardo da Vinci con il CIGNO o chi dal monte Cecero prenderà il Grande VOLO ! Incluso l’industria aereonautica toscana di Giovanni Battista Caproni pioniere dell’aviazione.

Dopo il fiasco di Fetonte, figlio del Sole  e la caduta del Re Sole (Luigi XIV) sconfitto dai piemontesi(SAVOIA ) in queste terre, di certo secondo la Cronosemantica, ci sono altri enunciati imprigionati nella parabola dello specchio del Tempo,come Giona nel ventre di una balena cosmica che possa mutarsi in profezia , deduzione che viene da lontano(Platone)perché questa filosofia così sposa ogni teoria che sia coraggiosa spinta siderale per mai arrestarsi innanzi ad alcun giudizio o muro di gomma ottuso eretto a priori. Quanto  di (K)Nulla si sapeva in passato sul Cosmo o Mondo(in greco) o Kosmoi Amartias (Marte – il mondo dell’errore, della colpa, del fallo primigenio ? in greco se tradotto così dai padri della Chiesa !) mentre ben altro Mondo, ci suggerisce dal Cosmo planetario a noi più vicino, che tra decenni sarà presto tema di una rivelazione già sospetta sulle Stelle o Mondi in Collisione o Teorie in Collisione ?Da non dimenticare l’autore che coraggiosamente ha illuminato questi antichi miti astrali.  Quindi  occhio a  chi –  qui – l’Auriga che sovrastralmente questo cielo, sotto cui si respira e ci si nutre bene d’Amalthea e del suo Latte, galattico e gastronomico – astronomico cibo, nozioni e  conoscenza, non nebulosa come i Nefelim biblici dei Tempi di Enoch con i suoi viaggi nei cieli. Sono realissimi oggi Veicoli e Auriga, gli Astronauti già   all’Opera nelle missioni d’Anabasi e Catabasi, Salita e Discesa  tanto incoraggiata dal Fanti, discepolo o spala del grande genio di cui altre  sono le vere idee ancora restate sepolte sino a quando , semmai presto con possa ispirato dal genio luciferino ( simbologia caprina che osa scalare le cime …)di concepire quanto salga sino alle stelle ovvero inventare  apparecchi –  veicoli celesti idonei per la Base (pro basti) Anabasi così da Ascender ai Cieli. Ecco la vera ruota della fortuna, che giammai frenerei, anzi ancor più veloce della Luce, come scrivevano gli antichi EGIZI-EGYPT ( Aegy  Aigition = Capretta in greco!) per milioni di Anni (AEONI-TEMPI)per Ascendere al cielo d’Orione(Viaggio Celeste dello spirito del Faraone ). Miti che ancora e richiamano la Morte della Fenice e la sua Risurrezione tra vampe fiamme, innalzandosi ai Cieli per ritornare alla dimora celeste o miraggi o Visioni ?  Tutte da dimostrare provare o PROBASTI- PRO BASTI della FENICE fiammeggiante  ha dimostrato (Probasti in Latino): Ambigue Chimere teologiche su Dei o HELOIM biblici che domani invece ribalteranno allegorie e metafore millenarie se assumeranno invece in chiave scientifica, ed onirica celeste o Voyager – viaggio nel RESTAU o il Volo verso SIRIO o ORIONE , la rotta astronomica dell’ascensione di veicoli negli abissi cosmici. La più grande Teoria celeste, che mai nessuno potrà smentire. L’Obiettivo Supremo  dell’intelligenza terrestre che assumerà con tale ruolo e metamorfosi da incarnare l’Uomo siderale AURIGA o CIBERNAUTA giù iscritto nel grande libro dei cieli che inutile  allora ignorare o semanticamente così Maktub, già scritto nelle stelle secondo gli Arabi.

Annunci

Informazioni su Renucio Boscolo

Renucio Boscolo nato a Sottomarina (Venezia) il 25-04-1945 quasi allo scoccare della mezzanotte alla coincidenza del Giorno di san Marco ( 25 Aprile 1945)e ricorrenza festiva del Leone della Serenissima e anche storica Giornata della Liberazione così alla Fine della II° Guerra mondiale, che sulla spinta degli eventi, poi è trasferito coatto a Torino e a Aosta. L’inizio scolastico bilingue (italiano francese)quasi voluto dalla sua Grand Mere, della famiglia Novelli Farnese, che scelse il nome di Renucio (degli antenati Farnese) e che avrà peso quel patois-francese per tutti i suoi futuri studi sommati alle reminescenze dalla viva voce della Nonna che gli recitava singolari presagi del libro precocemente inculcato che anticipava il Futuro. Una premessa singolare che è la predestinazione dall’infanzia a tuffarsi in letture storiche e sino dal quattordicesimo anno aveva già in tasca la tessera della Biblioteca Civica(Torino) divenuto Topo da biblioteca con il divorare i testi più inerenti alla sua passione così istillata da far emergere la vena interiore e come un verde pollone crescere sino ad albero (Bois-Bosco), che lo ha portato diventare da illustre conosciuto a studioso, poi emerso prepotente sulla scena dell’editoria e della carta stampa alla fine degli anni Sessanta ,principio Settanta (Seventy). Torino allora il cuore della del gruppo CLYPEUS e Giornale in cui si affrontavano le tematiche dell’INSOLITO , spazio, tempo, astrofisica, astrologia, archeologia archeostoria, di tutte le civiltà e culture e i loro enigmi che fanno scattare nella mente umana i più grandi interrogativi sulla vita e sul destino dell’Uomo. Prodromi di quel filone d’incontri e conferenze librarie che hanno dato il via a Torino Città Magica lungo le sponde dell’Eridano padano ad opera di svariati scrittori e fantaesoterici dell’una all’altra sponda, credenti o bastian countrari. Dagli inizi degli anni Settanta galoppa il filone editoriale con la MEB(Torino) che ha pubblicato Kolosimo e il primo libro di Renucio Boscolo: Nostradamus –Centurie e Presagi - (1972). Tempi magici all’ombra della Mole ed indovinate stelle che da allora la fama di Nostradamus ha navigato anche con una pletora di emulatori e facili simulatori, alla ricerca del segreto per anticipare il domani. Nessun editore ha mancato in questa sfida , che si è rivelata mondiale chi a favore e chi contro. Ma solo in Torino che la storia consta dell’elemento unico ed inequivocabile dell’Epigrafe secolare (1556)che anticipava che ICI - Qui Chi avrebbe onorato Nostradamus e chi qui chi lo avrebbe denigrato. Ad ognuno la sua mercè. A chi Gloria e Vittoria ed agli altri la Rovina Totale. La Sentenza sibillina che da secoli pesa come una Spada di Nostradamocle ….sul capo dei suoi detrattori. Perchè così è scritto nell’epigrafe : Nostra damus aloge ici & Ici EGO(la) SUM d’ART(e)SON ! L’indizio telegrafico che porterà Boscolo a concepire l’Arte –tecnica del suono, così sommato con le supputazioni fonetiche o Anfibologia che ha in ogni lingua e verbo-suono la parola reca come Semantica, Significazione ulteriore che porterà alla Cronosemantica applicata così a tutti gli scritti del Nostro. Il Messaggio ha con Boscolo una decifrazione e analisi che porta ad altre scoperte , sino a toccare con mano e vedere la pietra di marmo su cui fu incisa la sentenza originale collocata non a caso in Torino dal 1556 e custodita da una antica famiglia sino a giunger a Boscolo che ha fatto i primi passi e lungo i decenni le ulteriori scoperte e composto nuovi testi per diffondere e far conoscere il Verbo di Nostradamus secondo eventi mondiali clamorosi che confermano le anticipazioni delle quartine. E’stato negli ani Settanta, invitato a Salon (Provenza dall’allora sindaco della città, dimora di Nostradamus)ove anticipa lo scenario della Rosa in Pugno, presagio lieto dell’Avvento dei Socialisti di Mitterrand sin dal 1972-1976, questo Scenario è inconfutabilmente esposto nel suo: NOSTRADAMUS - Gli anni Futuri (1976) che gli editori francese hanno gabbato o dissentito da Boscolo preferendo chi l’ha emulato e plagiato. Invece la storia clamorosamente assiste alla Vittoria della Rosa ,al fiorire della Rosa. Al nome della Rosa(Eco)al Guns of Rosis. …e quanto di più violento ad esso nome Rosa (sanscrito = violenza)si abbatte sino contro il Papato secondo la quartina nota in tutto il mondo ( 2.97). Boscolo dimostra e prova la sua priorità interpretativa ed l’esegesi corretta. Pubblica altri titoli e sbarca in USA per pubblicare il suo Key to the Future(Abbot Press, California). Pubblica nel 1984 ritornato dagli USA per Musumeci (Aosta) Nostradamus la Chiave di Lettura persino mensili scientifici pubblicano i versi della quartina di Nostradamus optando la decifrazione con il Computer mediante i primi programmi di traduzione plurilinguistica suggeriti da Boscolo con la Cronosemantica che vede allora battezzare il sistema Try of Wood , la prova del Bosco ! La Chiave per decodificare i versi che svelano sensi inquietanti nonostante i solo cinquanta milioni di memorie e non miliardi necessari al Sistema Cronosemantico, che riesce a fare l’an plein, compreso solo molto tempo dopo , traducendo il fiorire della rosa con Goulistan = il Giardino delle Rose(in persiano)che nessuno si capaciterà di intuire poi il luogo geografico ove nel futuro: “Quando fiorirà la Violenza- la Rosa “ …Goulistan = l’Afganistan ! Ma tutto questo è già esposto nel testo del 1984 Key to the Future in relazione alle cronosemantica ed ai sirti del globo in cui si manifesterà il fiorire della Violenza specificatamente indicato il logo latino di Gedrosia (Afganistan)e Battriana dei greci ! Ma come sempre del senno di poi sono piene le fosse a causa della violenza che fiorisce in luogo come i bastian countrari che negano tutto e chiudono gli occhi per non vedere la luce del Sole. Sono pubblicati negli Oscar Mondadori dal 1979 con il titolo di : Centurie e Centurie e Presagi, a cui segue : Nostradamus L’Enigma Risolto - 1988.(Il manuale di interpretazione di un secolo di storia 1900-2000) e il successivo Così Parlò Nostradamus (1998) libro attualissimo perché è il più vasto scenario della storia passata,presente futura sino al 4000 Millennio contenente prepotenti scenari e datazioni inconfutabili confermate dagli eventi planetari. Ed a cui sono seguiti titoli più che emulatori ed millantatori. Ma Torino: famosa metropoli con il Museo Egizio, secondo al mondo, polo di un fascino che accomuna Nostradamus a Boscolo che dedica un’altra sua scoperta o Stargate , la porta sulle Stelle è del 1985 la prima stesura della traduzione del papiro e geroglifici di Unas (Quarta dinastia) che avvalora la teoria di Temple(il segreto di Orione) sull’ascesa nei Cieli del Faraone con la descrizione ricca di dettagli spaziali e busters spaziali antelitterram oltre al Varco Celeste ed al tuffo nell’abisso dei mondi stellari(Orione). La grande epopea della suggestione poi sugli schermi e movies e tv. Prosegue negli Oscar Mondadori con : Il fato, la fortuna, il futuro con le Rune (1990).Segue nel 1991 : LUCIFERO Incubo Terrestre. Dai miti egizi,ebraici,babilonesi,greci,latini, cristiani, arabi ecc…all’Anticristo. Poi con Gribaudo Editore (1990)NOSTRADAMUS. La chiave e la spada del profeta. Il successivo : I Destini d’’Italia (1991) Scenario sulla politica italiana,dalla Lega ai Balcani. Sempre periodicamente,anno dopo anno,dal 1980 in poi esce nelle edicole italiane L’Almanacco Nostradamus che fa il punto della situazione italiana e sia la mondiale sotto le allegorie astrali,occidentali e del celeste impero(astrologia cinese). Il segreto di tante allegorie va rinvenuto grazie alla ricerca che prosegue secondo l’indicazione della celebre D.M. ovvero l’Epigrafe di Torino che nomina Par Ma Documenti in modo specifico nell’altro testo del Nostro nella sua pagina finale dei : I Geroglifici di Horapollos, testo del cinquecento in cui molti vogliono decifrare seguendo una fonte greca, i geroglifici egiziani. Epopea di scoperte e bufale per arrivare a dare un significato ai molti papiri scritti ritrovati nelle tombe , che è un testo sin troppo ignorato di Nostradamus che vi dedica l’attenzione come per altri testi greci di Medicina(Galeno)e così amplifica e indica la via maestra anticipando Champollion nella questione egizia ,bene specificando che nelle Cartouches-Cerchio sono racchiusi i nomi dei Faraoni oltre alle altre fonetiche di geroglifici e informazioni astronomiche sino alla stella Sothis (Sirio!)ed al mistero di Orione , informazioni presenti nel testo. E questo testo curato dal Boscolo è stato rifiutato da una fondazione bancaria che finanziava il museo egizio di Torino. Le informazioni che dopo millenni e secoli sono corrispondenti al vero oltre a svariati temi e chiavi inerenti alle enigmatiche allegorie delle Centurie. Una Intuizione condivisa anche da altri studiosi impegnati anch’essi alla ricerca della misteriosa D. M.(in Torino)Diis Manibus …Anubis ! Logos eclatante con il nome del dio dell’Oltretomba o Infero come è spiegato nel testo dei Geroglifici del Nostro con tre geroglifici una Faccia + Due occhi fuori della testa. Segni eloquenti con una traduzione secondo i geroglifici e che gli esperti invece snobbano per non accreditare Nostradamus che così bene dimostra l’altro campo di esplorazione e ricerca che ci riporta al fascino ed alla passione che accomuna molti per l’antico Egitto ovvero il paese dell’Ape del Giunco (Alto e Basso Egitto)la terra dei Faraoni. Altro scibile che vede Boscolo impegnato a illustrare un filone che diverrà ridondante ad opera di celebri scrittori francesi. Pubblica sulla civiltà Maya Aztechi per il Torchio Edizioni (Milano 1996) Gli Dei,l’acqua,il vento,il fuoco Gli animali del più fantastico oroscopo Maya Azteco. Indicando il ciclo del 2012 come poi altri testi ampliamente ne faranno scoop e argomento editoriale. La profezia Maya che come uno Tzumani editoriale si diffonderà nel mondo mentre resterà questa fonte invece ignorata sebbene diffusa via WEB con i dettagli in parte ora bene riscontrati. La dimensione dell’Internet spalanca la nuova finestra ma non è la sola con cui Boscolo comunica perché si inaugura o meglio nasce la Babele in Internet con tante ripetute inaudite …bufale. E poco servono le raccomandazioni fatte da decenni in svariate presenze televisive RAI o Mediaset e soprattutto al Costanzo Show, ma questo è visibile a tutti per chi sa ciattare o su WW. EDICOLA.WEB.IT…… Le Prove delle anticipazioni sono sempre corredate dai testi pubblicati nei libri e le pagine diffuse via WEB. oltre ad varie interviste tv su argomenti specifici e sempre datati. Quanto è stato ripetutamente pubblicato sugli Almanacchi di Nostradamus che così informava, anno dopo anno le scoperte e le suggestioni di scenari incombenti(Vedi 1998 descritto l’attacco dal cielo con un 747 su New York da parte Islamica) e soprattutto alla fine del Millennio la scoperta della Lettera Farnese (Parma )diretta al capo della Curia Romana, Cardinale Alessandro Farnese, una comprova dei suoi intrecci con la Chiesa e dei carteggi che ancora non sono stati svelati. La Lettera Farnese ( o Parma documenti) si inserisce perfettamente nel percorso della ricerca perché comporta indicazioni astronomiche esatte degli anni in cui si verificano eventi clamorosi per la Chiesa (1605 anno dei tre papi) e ogni ripetizione e scenario dettagliato. Il testo fu consultato da Pio IX . Descrive una grande Eclisse sull’Europa e sui Balcani e lo scenario di un conflitto che oltre Belgrado, riguarda Pristina e Pale (Kossovo) e la minaccia piramidale delle ali dal cielo con operazioni belliche…. sino alla peste bovina e a luoghi esposti a radiazioni nocive,mortali. E una rovina per il mese di settembre “ più USA(Usama)Amaro America che del Fiele e dell’Aloes (Sheol in ebraico l’inferno) ! Questo testo è stato purtroppo censurato nonostante le tante conferenze e relazioni ai Lyons, Rotary,Kivanis, oltre a scuole, istituti ecc… incluse le interviste a cui sono stato invitato o ho rilasciato allora alle maggiori testate. A dire il vero ho avuto la bocca chiusa! E quanto scoperto è tutt’ora censurato ed il testo stesso in attesa di un editore contro corrente che abbia coraggio di pubblicare l’intero testo della Lettera che riguarda i prossimi XX anni del XXI ° secolo. Ma i contenuti di tale Lettera sono appunto persino sin troppo singolari e personali se indica nel nome l’interprete o il Nuncio che deve svolgere tale compito con tutto quanto di ingrato e poi accaduto nei dettagli che sono elementi determinanti per arrivare ad un’altra scoperta o grand soupe o scoop ? Circostanze davvero inquietanti se un raro testo del Rinascimento Italiano stampato proprio a Venezia ,ove sono nato, composto da 1628 quartina astrologiche come quelle di Nostradamus ma invece, scritte e stampate 29 anni prima delle famose Centurie, a Lione come all’ombra del leone di san Marco. Dopo 500 Anni …come la Fenice che rinasce dalle ceneri (pure la Fenice di Venezia)evocando il mito Egizio che consta della analogia dei Cinquecento anni tutte accavallate giusto nel 2003! Annata che vede più pubblicazioni celebrare questi Cinquecento anni 1503-2003 dalla nascita del Nostro ed il conio di una moneta d’oro e francobolli con la sua l’effige. Una Giostra incredibile di opinioni sulla figura storica di Nostradamus per cui dedico su due testate, un vasto compendio Intanto prende spazio la scoperta prepotente dell’insolito libro che porta nella mia vita di colpo concetti e teorie sul tempo e la storia, la cui portata non è stata ancora considerata efficacemente per il mondo intero. Qui gioco forza avviene la comparazione tra Sigismondo Fanti e Nostradamus sino a comporre il Testo della SUMMA PROPHETICA ( Editore Priuli Verlucca 2006) per portare alla luce la scoperta e l’esegesi rivoluzionaria che offriva un panorama diverso sulla Scienza, la Matematica, l’Architettura,l’Astronomia, la Tecnologia qui mascherata e quanto più di un venale Gioco giocoso della Sorte,il libro TRIONFO di FORTUNA racchiudeva da ben cinque secoli. La lingua (linguaggio) leggiadria d’Adria (Venezia)del Rinascimento,capitale editoriale di allora, ha tenuto così molti distanti dal nocciolo di questa opera per cui non sono mancati i Soloni che hanno sparato dei giudizi inetti,ignari che la lingua di questo libro è quella mia di nascita. La scoperta di questo libro del Rinascimento contenente implicazioni che coinvolgono i grandi geni dell’epoca diventando l’ulteriore campo di indagine che meticolosamente ora possiamo mostrarne gli esiti nel nuovo libro scrupolosamente quartina dopo quartina l’architettura di nozioni nell’opera abilmente sparsa tra abili ingenuità erotiche o cavalleresche appetibili nei Giochi di Corte di allora. Dopo la scoperta con interviste(CHI)e pubblicazioni sia sul WEB sono apparsi quindi ulteriori elementi,soprattutto quelli a carattere economico politico e nomee di Leaders (Barak,Mubarak) con quartine specifiche su tali protagonisti e contrapposti destini di nazioni e popoli . Una scoperta che apre l’Orizzonte umano così dall’Alba del Terzo Millennio che di fatto assetato di indizi per il Futuro ha con questa rivelazione ben Tremila quartine,che proiettano dal passato al presente ed nel Futuro ulteriore, il testo con la più vasta gamma di protagonisti e scenari riferenti ad ogni tematica prossima date le Crisi dell’economia, del lavoro, dell’agricoltura(FAME) Sanità, Pandemie e le carestie cicliche. Tzunami, siccità e piogge, sismi ed quanto altro di natura caleidoscopica ed enciclopedica si rivelano oggi essere informazioni dalla vastità globale che è ancora impossibile elencare il tutto così nominato futuro salvo comporre un index o sinossi totale. Nessuna mente umana è idonea contenere tale fonte-oceano di dati da essere man mano assimilati e spiegati opportunamente memorizzati ed evidenziati da chi ha sia esegeta da oltre 40 anni. Per questo conferenze, meetings, lezioni universitarie e pubblicazioni seguiranno allo scopo finale di conoscere il più vasto panorama delle probabilità che possono essere anche circoscritte in alcuni specifici grandi transiti astronomici & astrologici. Teoria che deve trovare conferma più volte per essere determinata come bussola per tutti gli altri eventi futuri. Nel 1984 in California si è giunti alla Fondazione o Key Fondation per esaminare tutto quanto Nostradamus aveva lasciato ai posteri. Queste promesse sono risultate un impegno solo fumoso. Ma oggi nel Terzo Millennio fare i passi opportuni dopo il binomio Fanti & Nostradamus dopo adeguate pubblicazioni lavorare per una Fondazione o Accademia o scelta Museale in un specifico luogo ove tutto si incontri nel tempo presente e nel futuro per fare frutto delle conoscenze che man mano saranno rivelate e fatta raccolta di tutto quanto sia inerente alla Storia e al corso lungimirante contenuto nelle quartine astrologiche del Fanti e nelle Centurie del Nostro. ********************************************************************************
Questa voce è stata pubblicata in RENUCIO BOSCOLO. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...