Mamma li Turchi – Le minacce contro la Cristianità.

19Ci sono macchie indelebili del passato che oscurano e non si scordano nonostante i secoli . Non c’è  amnesia che possa seppellire le violenze perpetrate contro la gente in balia di eventi bellici e rivoluzionari. Rinnegare da parte di despoti orientali  l’olocausto o il genocidio ebraico ad opera dei nazisti e come negare lo sterminio cristiano dei  popolo armeno  da parte dei nazionalisti turchi nel 1915.Così  oggi a distanza esatta di cento anni tra questi due estremi che hanno nel numero “15” qui il fonema ed INDICE  come gli attribuisce la cabbala popolare del tarocco, il XV : il Diavolo, il Demonio, Satana, Shaytan, Iblis , il Diabolo Categorico (in greco) l’Accusatore = κατήγορος, in questo clima di ACCUSE tra il Papa e le autorità Turche. Ma nei libri di storia bisogna attingere come bisogna essere veneziani per non scordare l’esodo dei cristiani  Armeni rifugiati da tempo in un’isola della Serenissima e quanto nella Marciana biblioteca veneziana siano bene conservati i loro sacri testi e incunaboli, come quelli portati da Bisanzio dal cardinale Basilio Bessarione, prima della caduta di Costantinopoli,  dopo cui avvenne la caduta e la presa da parte del grande Saladino……(1452) e che preservò sfuggendo agli islamici e importando così il patrimonio della cultura araba-greca in una Italia ove il seme partorì di li a breve  la cerchia che porterà all’Accademia Platonica il nostro Rinascimento. In quel Rinascimento – durante cui Leonardo da Vinci comporrà di suo pugno una relazione per alcuni fantastica o immaginaria di un suo viaggio oltre Costantinopoli sino in Arminia terra…un testo in cui Lui va descrivendone i picchi delle montagne e sino all’Ararat ove stava l’Arca sepolta (vedi file su Leonardo) concernete la descrizione o  relazione testimoniale del o dal Diluvio biblico e remoto o quello che LUI bene descrive o immagina avvenire con tanta furia e violenza catastrofica.   E sia incluso pure un grande terremoto, che la storia constata realmente avvenuto in quegli anni (Bagdad)Sono le ipotesi e teorie che hanno parentela con la memoria ferrea o dell’umano cervello ogni Amnesia o  detto alla greca l’OBLIO umano che facilmente tutto smemoratamente perde o cosi perde e cancella Deleted- totally removed…per strada. E’ lo stesso LOGOS usato da Platone Oblio (de)Lete che lava come il fiume infero via i ricordi delle Anime Immorali  e che compone il logo greco ALETHEJA …η αλήθεια – Aledeja che con tale  “άλφα – Alfa privativa equivale a dire senza l’Oblio – senza dimenticare appunto che perdura il RICORDO, la Memoria delle cose nel tempo, che è appunto la REALTA’, la VERITA’ – η Aλήθεια !  Mentre in greco dire ciò che è vero –o chi riconosce la Verità in latino =

2014-06-10_222VErenu(ncs)cio…ovvero -Chi ha -…..

Chi ha credito Donum dei  ,,,ricominciando dal SEICENTO SESCENISESCENTORUM che abbiamo esposto da decenni e che trova realmente collimazione con i tempi che viviamo. 

E che è la lettera greca del  X –  CHI che abbiano già spiegato, l’iniziale di CRISTO ! e anche il segno della STAUROS = la CROCE CRISTIANA !, – Purtroppo la storia viene sempre manipolata e ricorretta e riscritta secondo i giudizi e le testimonianze del proprio punto di vista.  Abbiamo sufficiente esperienza per aver letto e riletto pareri discordi sugli stessi eventi accorsi in queste ultimo secolo passato ,perché’ esistono sempre delle frange di pensatori che distorcono  i fatti sino  a giungere a negare che l’uomo sia o abbia messo i piedi sulla LUNA ( Luglio 1969), cosa che oltretutto oltre gli scenari spaziali del Nostro quella della Luna , è una quartina inconfutabile che vede questo momento immortale in cui l’uomo osserva dalla Luna l’orizzonte sull’ Mondo(la Terra)e che tutto è opera di un solo grande SOPHE Softer- software Cerveau – Cervello(Computer)! E la messa a fuoco a le mani (Allemani= Wernher von Braun!).Previsione anticipata  già anni prima su ARN WALD , una rivista di avanguardia.

E sconfinando con la lingua di Von Braun che in tedesco Erinnerrung – è appunto la MEMORIA , quanto si pone nel sacco –  keepsake – il sapere sachant  sapendo come sapiente ! Ma la fonetica dal greco al latino ci induce a ricordare quanto è della memoria stessa  chi siano le ERRINNI, le dee della discordia civile , dei conflitti  che nella mitologia greca erano le divinità infernali figlie dell’Averno  che punivano i colpevoli dei delitti di sangue  – Nella mitologia romana erano identificate con le Furie e avevano il nome di Palestinae ( da Gli Anni Futuri 1976 pag. 124 nota : “ Le Ire, le furie in greco  Palestinae analogia dea della  Vendetta, Alecton (Alyssa) “ poi a pag.98 : Erasmo da Rotterdam nel suo testo l’Elogio della Follia<Morai> spiega  Vi sono due generi di follia, una che monta dall’Averno, le Furie vendicatrici, ogni volta he suscitano nel petto dei mortali il furore della guerra “.(cap. XXXVIII°) Ma dopo tutte queste stragi = slaugther  avvenute prima e dopo la Milliades o Killiades (Milliyet in turco = nazionalità e ben altro di Millicent – Millecento indizi qui posti) e chi non ricorda i conflitti dei Palestinesi ?Quanti sono i caduti  Maroniti e Armeni il cui conto conferma soltanto che tale Great Slaugther ha così  mattanza marchiato tempi dell’Auge di tanta carneficina razziale quando soffia il furore della guerra… che ha persino reminiscenze da cavallo di troia e di Ilio la sua Chilliades omerica o l’ america Slaugther del World Centre(New Jork) coincisa all’alba del nuovo millennio e preannunciato l’evento del Nagy Zeru o Grande Zero -Ground Zero ! Si è fatto orecchio da mercante. Non è possibile che si perseveri ,errare è umano, perseverare è diabolico , mai come questo anno sotto la caprina demoniaca semantica del qui indice quindici : 1+2+3+4+5= 15 Shu’umcinku! è in hausa PRESAGIO =L’Omen Nomen come insegna il greco tragos( il capro)che al termine di ogni teatrale tragedia veniva sacrificato per l’uso drammatico dell’effetto con il sangue. Da cui eccoci presi dalla suspense di un clima tragico del 2015 che così rivive  realmente grazie alla memoria di quanto appena avvenuto sul teatro del mondo mediterraneo e non solo quanto ancora il furore della  jihad  della Verde Mezzaluna  non solo contro gli Armeni nel passato e cristiani oggi colpiti  e perseguitati in ogni parte del mondo. Perchè mai dovrebbe tacere il Papa? E’ il mondo che deve ammutolire ….per tanto orrore che si perpetra e domani ancor peggio avverrò secondo le quartine prossime che evitiamo di reclamizzare dalla tanta inflazione di facili subdoli interpreti che suonano le trombe dell’Apocalisse. Non sanno i cristiani quello che è scritto nella Rivelazione ? Nell’APOCALISSE che è bene non OBLIARE , da ora in poi…. former La Donna Scarlatta “Kokkina < Cokaina ?>  ovvero “La grande Prostituta di Babilonia  che siede sul dorso del drago rosso, e che tiene in mano la coppa ,la fiala di tutte le abominazioni e colma del sangue dei martiri(kamikaze)…. Chi dunque perseguita la comunità dei credenti ? Da  quanti anni abbiamo spiegato che tale perse- persecuzione orientale contro i cristiani contro ogni sede e chiesa di culto era preannunciata. Non abbiamo scritto e spiegato per puro gioco. Ecco un esempio di vecchia data dalla pagina 133 degli Anni Futuri(1976):  Dalla riflessione della Luna .- dalla Mezza Luna terra Araba, saliranno contro l’Occidente Cristiano, gli avversari del Grande Crescente Islamico, sino alla Città Eterna, come i vaticini quanto mai numerosi avvertono. Dall’Oriente la minaccia verrà a battere sino a Roma, mentre il Gallo canterà , annuncerà un nuovo tradimento come Pietro per primo fece disconoscendo il suo Maestro. E un eletto al seggio, un cardinale francese non sarà riconosciuto, separando la chiesa francese e da queste prime divisioni che la faziosità invece di ridursi crescerà indebolendo la Chiesa che finirà con l’essere “ conculcata dagli Infedeli “. Sono le righe scritte da lungo tempo e che allora dovranno essere bene considerate.

    • Tutto questo in ragione di quelle Sesceni Sestine che tracciano il quadro di tali eventi mondiali dei prossini venti anni !!!
  • Ma quanto fu scritto evidenziava allora già la Minaccia della Mezzaluna(turca) contro il papato… sino al cuore della Città Eterna, quale anteprima dell’attentato conto Giovanni Paolo II°. Ora stiano lavorando ala stesura del prossimo GIUBILEO come abbiamo anticipato e che il Papa Francesco ha confermato, c’è stata la CONFIRMATION della CRESME della Profezia come è nella Sestina(605-696) quindi in careggiata di arrivo.
  • E anche confermato lacrime sangue della ella = ELLADE crisi di Filomena o File degli Omen(PRESAGI)che hanno preannunciato quanto sia alla Penelope Ellenica(GRECIA!) che ha tessuto la tela e che riceve soccorso (La Crisi ora manifesta !).
Annunci

4 pensieri su “Mamma li Turchi – Le minacce contro la Cristianità.

  1. Mi permetto di inviarle alcune considerazioni che Ella avrà già pensato visto il riferimento illuminante che fa alla sestina di Filomela:
    Philomela figlia del re di Atene (Grecia come Lei suggerisce ), il tiranno Tereo (la cinica UE) , il figlio Iti (Euro).
    Tereo dopo aver violentato Filomela mangia involontariamente il figlio Iti propostogli proditoriamente come cibo da Filomela.
    Tereo viene punito con la castrazione la trasformazione in Upupa –
    Risposta- UPDATES – infatti è una vera tragedia greca…tragos appunto tragica annata da capra- montone oltre che se leggi in turco çapraz è en crois !!!Altro che in croce ed in crisi nera tanto la penelope Greca o Filomena o Filomelle-Mellon(Futuro in greco) Da ANFIBOLIA DI CHI IL FILO SIA DEGLI OMEN FILOMENA MENA CONDUCE ELLA DELL’ELLADE L’ISSUE = L’ELETTO !!! Cosa DA TEMPO PARTE DEL QUADRO ANTICIPATO sin dal lontano 1984! L’Antropofagia o Nemesi che grava sulla Grecia !

  2. INAMMISSIBILE l’ostinazione della Turchia, che dopo cento anni dal 1915, neghi ancora l’evidenza del genocidio armeno. Nessun dubbio che Papa Francesco abbia ragione, tutto il popolo cristiano del globo esalta il Suo coraggio che va avanti a parlare con la massima franchezza, il che ha portato a tutt’oggi i suoi frutti: nelle relazioni Cuba-Stati Uniti, crisi Ucraina e Russia, Iraq e Kurdistan, dure prese di posizione contro l’Isis in difesa dei cristiani perseguitati.
    Oltre 20 paesi al mondo hanno riconosciuto il genocidio armeno: nel 1965 Uruguay – 1994 la Russia e l’Olanda – nel 1996 la Grecia – nel 2001 la Francia e l’Italia – nel 2003 la Svizzera – nel 2004 il Canada – nel 2005 l’Argentina – nel 2010 la Svezia nel 2014 la Bolivia. Svizzera e Slovacchia, ne sanzionano anche la negazione. Nel 2013 la Corte Europea dei diritti umani ha stabilito che processare e condannare qualcuno per negare il genocidio armeno costituisce un attentato contro la libertà d’espressione.
    Si attende ora e prima del centenario del 24 aprile il riconoscimento del genocidio degli armeni, di Barach Obama, presidente degli Stati Uniti –

  3. La minaccia del fondamentalismo è reale, tuttavia la sua genesi non è poi così scontata:

    L’ex ambasciatore Usa in Siria, Robert Ford, ha pubblicato un articolo sulla rivista Foreign Policy in relazione al fallimento della politica degli Stati Uniti nei confronti della Siria e ha rivelato il ruolo dell’Arabia Saudita come fondatore dell’Isis nella regione per destabilizzare i governi di Siria e Iraq, due alleati dell’Iran.
    Ford ha spiegato che l’Isis è il risultato delle azioni della ex capo dell’intelligence saudita, il principe Bandar bin Sultan, aggiungendo che tale piano ha avuto il consenso degli Stati Uniti.
    Ford ha precisato che l’Isis è stato costituito al fine di unificare i vari gruppi estremisti e i resti del partito Baath in Iraq, fedeli a Saddam Hussein, definendo questa azione come un errore storico.
    L’ex Ambasciatore USA in Siria ha aggiunto che l’Arabia Saudita è stata negli ultimi tre decenni la fonte del terrorismo e dell’estremismo che si estendono in tutto il Medio Oriente e che hanno avuto gravi conseguenze non solo per la regione, ma anche per l’Europa.
    Infine, il diplomatico ha affermato che l’Arabia Saudita continua ancora oggi con la politica di sostegno al terrorismo armando Al Qaeda in Yemen per contrastare i sostenitori di Ansarulá e l’esercito yemenita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...