LA STORIA antica senza l’OBLIO. Il DELETED della VERITA’= A-LETHEJA. Da Cicerone, Cervantes, Borges e la dea SESHAT Egizia.


Ci sono modi di dire come ora si dimostra con questo testo di CERVANTES del  Don CHISCIOTTE come i pensieri altrui divisi dai secoli ma quasi frutto di un comune universale inconscio di dare un nome alle cose reali ed astratte.coincidessero, parola per parola e linea per linea con l’opera originale. Ma per bene comparare ovvero ecco come vedi il raffronto tra la pagina di Cervantes e quella di Menard è senz’altro rivelatore parallelo di una comparazione filosofica universale che mette in campo la madre delle Muse Mnemosine ed ogni branches o ramages del sapere umano disseminato in tanti libri ! .Immaginazione narrativa con romanzi che hanno tenuto il banco nei secoli 

Il primo, per esempio, scrisse (Don Chisciotte, parte I, capitolo IX): “… la Verità, la cui madre è la storia, emula del tempo, deposito delle azioni, testimone del passato, esempio e notizia del presente, avviso dell’avvenire“.  Scritta nel secolo XVII, scritta dall’ingenio lego Cervantes, quest’enumerazione è un mero elogio retorico della storia. Menard, per contro, scrive:

 ”…la verità, la cui madre è la storia, emula del tempo, deposito delle azioni, testimone del passato, esempio e notizia del presente, avviso dell’avvenire”.

Dal passato recente che ha alle spalle più secoli bene così rileggiamo: Don Chisciotte, Cervantes che definisce la storia, intendendo nello suo scrivere come la Storia, «madre della verità».(in Greco Klios è la Gloria e la Storia MUSA !) 

Testo originale

Quale VERITA’ , la vostra relativa perché dunque nessuno ricorda che questa espressione à dovuta invece a Cicerone ! Non ignorando Borges come bene qui si legga e componga una bella triade di Muse o scritti o quanto sia opportuno ” faire le tri”  in francese significante “ metter in ordine” l’ Or(d)inatore o il KOSMETOR o in latino che va a fondo  da submarine che sotto sotto così nel selezionare tutto questo grande esporre in merito ed per Amore della VERITA’.

Quindi chi tra i due o tre gode ?

Letto e rivisto da millenni come assai prima il concetto era già stato composto. Lo prova l” esatta Locuzione latina Historia magistra vitae- Che letteralmente, tradotta che significa La Storia [è] maestra di vita,

Definizione o sentenza che è tratta da una frase più ampia nell’opera De Oratore di Cicerone. A cui bene possiamo sommare l’altro saggio concetto . qui che ora aggiungo che il Tempo à Maestro The MASTER della Vita !

La frase completa è Historia vero testis temporum, lux veritatis, vita memoriae, magistra vitae, nuntia vetustatis (Cicerone, De Oratore, II, 9, 36). Quindi impariamo dall’originale pristineo – primario testo come :

La Storia in verità è testimone dei tempi,

luce della verità, vita della memoria,

la maestra di vita,

messaggera dell’antichità.

la dea SESHAT Egizia – la Storia !

L’immancabile MEMORIA (Errinerung in tedesco che non scateni alcuna Erinni discorde con teorie e priori empiriche ) non senza il bagaglio storico delle Nove MUSE dal passato, bene idealizzate e spiritualizzate. Il culmine dell’astrazione secondo la filosofia greca. La conoscenza del passato è possibile solo grazie alla memoria, quindi non all’OBLIO …che annichilisce i più cari ricordi della nostra esistenza.Di ogni comune mortale oltre che dalla minaccia ben nota – di certe malattie che colpiscono per senilità (Alzheimer)e incluso l’OBLIO che appunto in Greco insegna bene Platone – quanto cancella pagine e pagine della nostra storia…personale, rendendo pallidi ed eterei i ricordi confusi e scompaginati nel libro con le pagine sgualcite della nostra avventura e testimonianza umana. Ma semmai poi ci restano i ricordi , quelli indelebili come certi sogni e ispirazioni o straordinarie visioni che hanno deviato e indirizzato da allora misteriosamente la nostra vita.Visioni anche condivise da chi innocente ha assistito a tali carrefour di dimensioni a cui nessuno potrà dare una risposta sotto le volte di una dimora montana Martassina – la guardiana.

Visioni effimere o visioni in cui la verità non è mai totale ma solo frammentaria come ben ricordo avendo inanzi il grande Vate !  Oggi dico che la Verità è proprio quello di Ricordare e non OBLIARE le altrui promesse sia le tanto antiche propagandate nei Templi dei Muratori o Architetti che hanno perso la parola o la Memoria – da far pensare che l”Ex Antiquitate Renascor  della PHENICE & VENICE stenti dopo i cinquecento anni il risorgere e rinascere-renaistre  renaissance – per illustrare o  spiegare il Rebus di Leonardo da tempo qui spiegato ed esposto del lupo o torello di mare che con tanto du Bussola e Vela gonfia al ANEMOS Vento dell’Albero Maestro volge alla riva marina della AQUILA-FENICE ! rebus disegno, allegoria, metafora  profezia …da non dimenticare mai, gli inizi di scelte precoci e decisamente infantili, di una età ed infanzia in cui non potevo essere cerro avvelenato da preconcetti o ideologie fanatiche o misticismi imposti

Oggi mi ripeto che ALETHEJA sia in greco la VERITA’ che mai di deve DELETED ovvero con l’Alfa privativa che innanzi al logo che segue così cambia il significato della stessa parola : A–LETHEJA-LEDHEJA…ossia cancella infatti l’OBLIO o il deleted attuale quello – che fa tabula rasa di tanti entusiasmi, convincimenti, certezze, fede cieca nel Destino, come possiamo rileggere – questo quando eravamo ancora imberbi, nella verde età ed in erba et “ERBE” che ci bastava frequentare la biblioteca e molto leggere libri. Da essere rapiti ed ispirati dai sogni,dalle dimensioni oniriche, ma non in braccia a Morfeo, ma di Borges o di Howard Phillips Lovecraft che ha chiamato il terrore “Il nero montone della foresta delle mille pecore”, “l’oscuro Capro del bosco nero dalla prole innumerevole” e “la grande capretta della morte” …mescolando così la CHEVRES di ogni iattura umana malvagia , opposto all’AMALTHEA dei Miti aurei della Fortuna favorevole , minata dalla GRANDE BESTIA chiamato dal popolo Demonio, Satana, L’amara verità che oscura ogni Luce ed illuminazione che mira al futuro perché c’è nel nostro destino o un DADOKEOS, colui che porta la Fiaccola sopra il Colle o la Magdala ad illuminare coloro che sono nelle tenebre…salvo il L U C U S  L U C E R  E !(consulta e considera in  latino.).

Annunci