MERCURIO : IL dio della Lingua e della Parola il Messaggero del Canto del Gallo ! Se Basta una parola per Salvare il Mondo.

Ogni qualvolta viene fatta una citazione tratta dalla mitologia greca o da altra fonte antica, questa serve a ricordare dalla notte dei tempi con tanto d’iconografia, simbolografia e la stessa semantica ,i molti logos da portare galla(Agallasis vedi greco del Rocci).

Ovvero alla gloria della magnificenza dell’arte o del pantheon delle divinità che hanno trasmesso questa grande – Memoria dei Concetti- delle Idee e delle Teorie( psicologiche poi moderne)che altrimenti senza le note raffigurazioni antiche dalla geroglifica, plastica, dei rilievi e disegni di chiare immagini, sono i più potenti SEGNI =SEMAION per la nostra Memoria*.

(*MNOSINE & Erinnerungsvermögen-Non Oblio = A-Letheja. Aletheja = la Verità).

Esistono poi le astrazioni più sofisticate e complesse dei linguaggi, idiomi fonetici. Il patrimonio millenario degli ideogrammi cinesi nati da raffigurazioni naturali delle cose, sintetizzate con raffigurazioni e disegni singolari dei soggetti incisi su ossa, vasi, ed ogni materia possibile e durevoli nel tempo da rivelarsi capaci di evocare molte delle umane funzioni.

Nel bisogno di elencare le cose e sia il fare ogni cosa e conservarne la memoria Questo è il potere dell’immagine e dei segni che è stato l’elain -slancio al progr
essivo sviluppo della parola poi rappresentata iscritta ed abbinata alla fonetica, al suono…alla Voce Umana…al Verbo. Storia delle lingue ….che in esperide l’ occidente etrusco – greco -latino-celtico-gaelico-norreno con origini che vanno dal WOTHAN o il dio ODINO (delle Rune) o più magnificato Dio della Parola o della Lingua come LOGMIUS o MERCURIO – ERMETE(HERMES) e degli Egizi il dio PATH ( simboli IBLIS e la Scimmia) denominato nella tarda storia con l’ERMETE TRIMEGISTO. Il Maestro della Scrittura e degli Scribi.

Abbiamo proposto la simbologia di Mercurio e dell’animale ad esso intrinseco ,il Gallo quale funzione di annunciatore all’Alba del Sorgere del Sole all’Orizzonte del mondo.Ma questo include che è anche il Canto del Gallo o del Cantore dato che il latino CANERE, include il profetizzare mediante il VERBO, la potenza della musica vocale che ha nella PAROLA .

La comunicazione di ogni Quantum eco che sia il Segno scritto e trasmesso all’uditorio…all’umano anfiteatro – all’orecchio degli ascoltatori attenti otorini…..

Dunque il Gallo in molteplici civiltà e culture all’Est ed all’Ovest indica mitologicamente la Diana, la Sveglia, l’uscire dall’Ipnerotomachia del SONNO di tanta umanità nella sua sordida incosciente sonnolenza presa così all’amo nell’oceano del grande Inconscio ONIRICO.Il Grande Sonno Sommeil da cui deve uscire un Grande Leader ..predice una quartina futura di Nostradamus ! Ma non tutti i messaggi e proclami sono stati sempre considerati ovvero assimilati, compresi, ricordati e metabolizzati. Sono scritti e le Parole disperse ai quattro Venti…(“XX ?) 

Mille e più Mille Miller Mulini a vento sono gli struggimenti artificiosi e romanzeschi quelli tanto amati e auto divorati dagli occhi nelle ultime visioni dei movie-films o altri più alla mano, testi o book facili ad poi francamente e dementemente affascinare tutti , anche dall’infanzia e testi fiabeschi in primis e poi dai libri di natura leggendari , motori e riflesso e specchi di tanti onirici giochi scenici , scritti istruttivamente ad  arte e che bene trastullano, appassionano, mezzo mondo.

Un Mondo d’evasione virtuale – in cui tutti ci si è tuffati perché chi giammai non ama giusto evadere ? Fantasticare ?.Sognare ?

(Ultima udienza generale del Papa-ha detto : Non avere paura di sognare, sogna ..! Che Perfetta coincidenza !)

La NATURA stessa ci ha dato il potere di sognare a piacimento ! Ma a tal punto da scambiare i mondi irreali e tuffarsi nel filone dei maghi della scrittura che compongono libri su libri per i loro infatuati ammiratori. Saghe su saghe con nomi altisonanti che vendono milioni di copie. Codici di nera e codici di enigmi intrisi di terrori. Il Trionfo è ben questo in cui l’ARTE della Parola e della narrazione o meglio del regno della Fiaba ( the realm of fairy tales ) supera qualsiasi Biblos o Biblioteca di Babele !O Paese delle Meraviglie( FarYTALES…ITALES). A tündérmesék = le Fiabe come sapevano raccontare dal tempo delle nonne!

Prima del cine o di altra magia spettacolare , erano le parole dei narratori ad accendere i…. Fuochi di artificio da Fulmini a ciel sereno, Thunderbolt al mese , Flash o lampi sfolgoranti concepiti e narrati quando poi usciti dalle mani prodigiose di gioviali scrivani o descrittori quali maghi incantatori, che oggi sfornano mondi su mondi irreali, sapientemente descritti. Gli invitanti reami, meglio di Alice nel paese delle meraviglie abilmente ricamati con fiumi di parole. Composti dalle tante incredibili figure quanto mai magiche come nei vecchi poetici incantesimi , che sicuramente allora catturano ed affascinano il lettore, lo siedono in gabbia dorata o sulla confortevole poltrona o su un trono privé . Catturati e solitari assorti più che man mano non avranno sfogliato l’ultima pagina. Clima di soggettivo struggente coinvolgimento interiore ,che pompa l’anima e così feconda la propria ipnerotomachia immaginaria iperfantasticazione.

Ma poi se chiuso il Libro , finite le pagine,tutto si dissolve nella disintegrazione virtuale del tutto.Montagne di libri che invecchiano o vanno al macero o finiscono come carta riciclata….salvo rari collezionisti che amano riporre e collezionare titolo dopo titolo nella loro insana mania bibliofila.

Vale la pena di sognare …tragedie oniriche o fiction storiche, di nera o di gialli o archeosofie ed archeologie archeografie fiction …e quanto altro la mente umana possa con il vento in poppa mettere in campo, in cielo, in terra, in mare, nei cieli, nei cuori e nello spazio tempo.

Vulcani umani dell’Immaginazioni che si accendono come si spengono come strumenti o led con i lettori – testimoni ipnotizzati dall’abile bacchetta di un geniale direttore di orchestra di sogni e giochi scenici senza frontiere.

Questo è il potere del LIBRO – LIVRE – the BOOK sia piccolo o grande, le cui pagine bianche così intinte,non più immacolate dai milioni di caratteri impressi che da secoli bene narrano una Storia Infinita e Futura .  Quella Vera e quella solo frutto della pura immaginazione che ha solo le ali di Pindaro perchè mai metterà piedi sulla Terra. Realtà ed Irrealtà,(Irre = matta follia in tedesco) ecco le due sconfinate linee astratte che sono la nostra latitudine e sia i meridiani della nostra sfera e coscienza umana…in bilico tra il Vero ed il Falso.Ci sono troppi Maestri di Illusioni che così prevaricano il vero senso della realtà naturale dell’andamento di tutte le cose.

Facile innalzare il Velo che offusca altera, maschera distorce la visione Right,Giusta ,quella corretta della Vita stessa. Il mondo ha bisogno di esempi concreti istruttivi i cui semi e idee diventino i muscoli nella mente di un etica pura e perfetta. Ci sono troppi eroi di cartapesta o Superman astratti che distolgono dalla dura realtà , quella a cui nessuno potrà mai sfuggire.

C’è chi ama un Mastro Libro che racconti il Vero, che rifletta la realtà non le fantasie addolcite da seducenti racconti. Quanti sono i milioni di lettori ormai drogati a cui poco importa la tosta realtà o chi segue chi insegna che il mondo è scaturito improvvisamente dal BIG BEN quel (k)nulla, in cui sai scivola come in un Luna Park come in un Sogno – The dreams per navigare nei reami dei sogni-dreams. O dei reves(sogni in francese)da cui mai uscire o risvegliarsi ! Mentre all’alba inevitabilmente occorrerà guardare in faccia la realtà e così fare i conti con la routine della spietata realtà…non è possibile stare incatenati alle braccia di Morfeo e sempre sognare ad occhi aperti.IL Libro della Vita è composto da pagine bianche che attendono che l’ognuna penna si intinga nel quotidiano travaglio e nero sudore esistenziale, affinché il giorno dopo giorno, ciascuna pagina sarà la fotografia nero su bianco con il nostro diario destino.

L’Immacolato Lino o Lenzuolo bianco in cui sarà impressa la nostra orma e impronta. Segni e caratteri chiave ,spesso scritti con il sangue. Questa è la storia antica e quella che si compie – Ma questo capita solo ai grandi. Noi possiamo solo intingere nel calamo dell’inchiostro con la destra o la mancina che sia, allora voler scrivere se amiamo dare Memoria.Chi non lo ha fatto…si accontenti allora solo di impalpabili reminiscenze, quelle che svaniscono dopo tempo lungo la ruota del tempo dissociate e sconnesse , cortometraggi del remoto ieri di cui a volte rammentiamo e ci imbattiamo, prigionieri di misteriosi arcani che vengono a galla nel nostro inconscio oscuro che svelano quanto ben poco di noi stessi sappiamo.

Sfogliamo libri appunto per scoprire in altro der stele o sito o lucus sacro , cosa si cela tra le branche nervose del nostro cerebro di questa foresta incantata, le tante memorie e intuizioni che solitarie e improvvise emergono come scintille illuminatrici. Peschiamo nell’immaginazione altrui e facciano di tutto una Grande Souplesse.Latino JUS JURIS Giudizio e Cibo tanto all’anima che per il Corpo. Poi anche mancante ogni filtro e distinzione tra il Vero ed il Falso…piatto della Bilancia su cui pesare la Nutrizione del Pane (Lem)o dell’Ostia. Così ci nutriamo di cose sante come di mosto xantos ci inebriamo come di cose dolcissime alle labbra…ed altre anche poi amarissime come il Fiele per il nostro ventre.

Siamo cosa mangiamo.Siamo cosa ascoltiamo-Siamo cosa diciamo.

Quanto sta alla lingua e alle parole che pesano davvero sul nostro destino e come ci esprimiamo, e comunichiamo. Parole solo Parole, che molto contano come quelle che rien- knulla – nulla contano. Le tante parole che metabolizziamo quando così je bois, io bevo come tutti beviamo perchè entrano in noi come quelle che escono da noi.

Impari o dispari che siano le nostre tendenze a destra o sinistra,credenti o atei qual sarà la nostra personne, maschera che portiamo quotidianamente questa avrà un Nome, la Parola, Logos ovvero lo SHEM, il NOME che ognuno porta e cosa comporta secondo l’OMEN NOMEN di tanta nominata dottrina, oggi disseminata e dispersa in tante pagine di libri tosti o leggendari, segreti o fantastici, teologici o siderali, macabri o santificanti. Il Tutto consta e si conta come dipende dalle opere di ogni nostra azione e parola avrà effetto sulla pagina dell’inevitabile REALTA’ di ogni risvegliato-ridestato e Veglia Alma l’Anima e l’animazione umana di REALMENGYNIUS.

Se bastassero le Fiabe = die Marchen (in tedesco)  a salvare il Mondo?