La Rivoluzione dell’Elettromagnetismo l’invenzione antica.

motorelettrico (2) paris tour Alla fine del XIX secolo il mondo si meravigliava di vedere durante l’esposizione mondiale avvenuta nella Ville Lumiere (Paris), l’elettricità e le sue spettacolari applicazioni tecnologiche incarnate dalla  Torre di D’Alessandre Gustave Eiffel. Il grande colosso d’acciaio venne studiato  ed elaborato nella terra  del crogiuolo, Le Creusot, nella regione du Saone et Loire, una terra della area di  Borgogna, in cui vennero realizzati minuziosamente tutti i pezzi che assemblati avrebbero dato origine alla più alta e bella merville del mondo.  Di questo impresa sono ancora visibili le gesta nel mortaio che celebra l’avvenimento all’ingresso della città  siderea. Chiunque passi ad osservare la superba mole di acciaio a Paris, troverà alla base dei pilatri l’insegna con la scritta “fabbricato a Le Creusot”. Un’ apoteosi di plinti, pontoni, scale, cavi  in aria dei conduttori elettrici, anche portatori di rischi micidiali. Mentre Edison passa per l’americano promosso inventore del fonografo e sia della lampadina  obliando il torinese Alessandro Cruto  e Tesla , gli altri geni che avevano in comune la scintilla che s’ accende come nell’allegorica lampadina. Dal tempo di Alessandro Volta ai seguaci del magnetismo e mesmerismo soprattutto in Francia alcuni affermavano di potere guarire ogni malanno a tal punto che una larga editoria sfornava manuali per essere Hypnotist o Iponitizzatori e magnetisti facheurs, per cui questo fenomeno dimostra quanto grande fosse l’impatto di una invenzione associata all’avanguardia della Tecnologia ed ai congegni misteriosi volani e sfere magnetiche , che facevano grande presa- suggestione …sulle masse, invece di spiegare e cercare di conciliare queste scoperte sull’elettromagnetismo con la fisica ereditata da Newton. baqtonmagnetiqueE chi poi è lo sconosciuto ai più, che ha anticipato dell’elettricità i congegni, i motori per gettare le prime perle della fantascienza. Libri purtroppo rimasti obliati, e dopo  tali pagine ci pare proprio di aver ritrovato l’acchiappa farfalle, quello della ricerca certosina e solitaria di passare al vaglio libri su libri, documenti storici e romanzi ante litteram. Un noto passato docente di matematica mi ha persino consigliato di lasciare alla polvere e alle ragnatele questi tomi. Ma la mia costanza va contro ogni tsunami di opinioni a priori, perché non ho affatto perso il ricordo della serie e numeri dei titoli quando ero un accanito lettore dei romanzi di URANIA e COSMO, di cui lungo è il conto dagli Anni Cinquanta . Alcuni di quei romanzi invece hanno persino ispirato scienziati a gettarsi a capofitto a creare nuove invenzioni.  Chi immaginava il minuto digitale telefonino in tasca con il visore ? Eppure questa invenzione o Curioso strumento non del dolce vivere – era già descritto dal Sigismondo Fanti ( 1526 consultare i file sul Fanti).O le visioni di Blake ci portano  per mano nella visione futura che spesso solo gli artisti sanno anticipare e su cui dietro tanti versi strani approfondiremo.. Newton-WilliamBlake L’Umanità non manca assolutamente di geni, ma sono rari come le perle … e così come Einstein, che a soli sedici anni si pose la domanda: che aspetto avrebbe un raggio di luce se lo raggiungessimo ?  Sedicenne avevo incrociato Gustavo Roll, o meglio messo piede in casa sua, in via Silvio Pellico a Torino. In quegli anni osavo porre domande singolari all’uomo avvolto da una aura di magia e quando  all’occasione si discuteva e ci si interrogava sulle insolite luci che avevano fatto passaggio sul cielo della nostra città . Esplose allora il fenomeno UFO . Sollecitazioni, queste, che non potevano finire sotto la polvere di un tappeto, ma urgevano risposte al pane quotidiano delle news, che la stampa cittadina era ingorda, avida nel riempire il tabloid e il plateau,  piatto o Disco dell’Insolito, tema di opinioni e analisi con Sergio Olivetti, un compagno di scuola del celebre personaggio di San Secondo (Pinerolo). Il Tutto si mescolavano con il collezionismo dell’argenteria piemontese e l’antiquariato dei galleristi che esponevano la pletora  dei pittori che componevano l’anfiteatro torinese. E sede d’Arte e libri, conferenze erano il piatto forte di tante serate sulla magia e sul mistero. La prima libreria d’arte – galleria- fu il TORCHIO accanto alla Grande Madre . Ci mancava solo anche Albert Einstein, che fu di casa a detta di Roll, che conosceva il tedesco ed altri illustri poeti dell’Alemagna. Ricordo benissimo , perchè mi evocava i loro versi e induceva allo studio, così da bene potere ascoltare un ospite tedesco, uno scienziato giunto qui a Torino per mostrare a Gianni Settimo- l’editor di CLYPEUS (rivista Ufologica e Clypeologica), gli insoliti piani disegni o progetti del primo disco volante tedesco, in fase di realizzazione alla fine della seconda guerra mondiale . Cosa che farebbe spasimare FOCUS con i suoi tanti cortometraggi sugli Alieni o ambigue favole sugli extraterrestri. Altro che elettricità o colpo di fulmine (= αστραπή in greco) astratto o reale, all’occhio umano senza la trave sull’occhio o la pagliuzza che rende ciechi in ogni senso metaforico. La Luce o l’elettricità nei cieli ed i lampi , bene insegnava Socrate (ai tempi di Platone, testimone dei dialoghi) che i fenomeni naturali, pioggia, nuvole, gravide , tempeste e tuoni e lampi,  nulla avevano a che fare con gli dei o il Sommo Zeus , re dell’Olimpo. Questo circa 500 anni prima di Cristo. L’osservazione naturale era la vera scienza di Socrate, e per questo suo escludere gli Dei , fu considerato e giudicato empio e condannato a morte. Quindi spiegare l’Elettricità o il Magnetismo stesso o l’Electron, che attira o respinge (elettrostatica), era già nota a qualche genio, segretamene sperimentata in Alessandria di Egitto, la cosmopoli più avanzata dell’antichità nella scienza. Mescolare i fenomeni della natura (Fisica – in greco natura = φύση Phise) con gli Dei dell’Olimpo era cosa da evitare: un vero tabù. Non sappiamo quanto a lungo questa cosa dell’elettricità, lampi, fulmini, barq e baraq (in arabo-ebraico), sono logos che lungo la storia umana hanno assunto la significazione che il fulmine e i fulminati, era toccato dagli Dei e se non incenerito e sopravviveva, veniva considerato Benedetto ( in arabo Barak o Mubarak ! ). Blessed in inglese!  Numa Pompilio , re di Roma come racconta la tradizione latina , era un profondo conoscitore di questa tecnica di usare i Fulmini per scopi rituali. Ma se tali segreti, come quello della lingua degli Etruschi,  si sono persi, così non è stato, lungo i millenni per la curiosità dell’uomo di capire cosa fosse il magnetismo e l’elettricità. Non citiamo quanto testi siano stati stilati da isolati ricercatori , persino agli ordini del Papa, non contrari a simili indagini, a cui dedicheremo a suo tempo l’elenco galenico magnetizzante. Prendiamo un esempio documentato, più prossimo alle nostre epoche storiche, ovvero sempre in anticipo su Alessandro Volta. Volt era il mostro elettrico che girava per le campagne latine secondo la leggenda legata ai tempi di Numa Pompilio. Questi sono i paradossi che corrono sul filo elettrizzante della luce e della corrente di milioni di elettroni. Sono enigmi che non basterà un Einstein a spiegare il mistero del logos, se cerchi dentro le parole come elettromagnetismo , ci gioca pura la Electra nave e l’elett-romagna- romagne-tismo che è il sito (der stelle) che ha  dato i natali al grande –Magno – Guglielmo Marconi, inventore della modulazione del fenomeno elettromagnetico e le onde Radio che alla velocità della luce, irradiano le emissioni radiofoniche  nel mondo. L’Elettricità e il magnetismo vanno oltre i Mondi e i pianeti, infatti sorprendentemente ecco cosa scriveva già ………… motorelettrico Edizione originale di questa celebre utopia scientifica. , un genere di fiction astronomica originale, che descrive l’arrivo sulla Terra di un abitante di un altro mondo con una macchina elettrica volante, di cui la descrizione è considerata come la primaria anticipazione della Dynamo(Cf dettagli tecnici quindi sottostimati o non considerati perché troppo in anticipo sui tempi- Duhem Museo dell’aereonautica) Questo stupefacente aerostato descritto e rappresentato nel frontespizio e così considerato come la prima macchina volante elettrica PER Mohler et Nicholson                                                           (in Essay contributes in Honor of Nicholson W.A. Neilson.1939). Ricordiamo che La Folie era CHIMISTE e autore di parecchie innovazioni in materia di vernici e tinture. Gli abitanti di Mercurio ( allegoria del messo o del messaggio interplanetario ), extraterrestri interplanetari,  offrono ai lettori numerose esplicazioni concernenti l’Alchimia (la Chimica avvenire), quindi l’elettricità, la gravitazione, la geologia terrestre , ect., rarissimo testo, così curioso come opera antesignana. Ma ci sono forse in altri testi indicazioni che possono allargare l’orizzonte in questo campo dell’elettricità o dei motori magnetici non senza dimenticare I Viaggi di Gulliver  ..romanzo in cui è descritta una nave magnetica e persino che Marte ha due satelliti. Paradossi ? O invece sono dei lapsus accidentali di chi narra e da misterioso viaggiatore del tempo o dello spazio? E chi potrebbe negare questa ipotesi non siamo mica struzzi  per mettere la testa sotto la sabbia. D’altronde il mito della Fenice che vola uscendo dalle vampe e dalle ceneri per spiccare il volo nei cieli cosa suggerisce alla immaginazione più spontanea …? Ovvero altro mito o paradosso che fa spuntare altro che le ali o il balzo verso i mondi, che prima che noi li sognassimo erano già nei racconti dei nostri antenati, come dimostrano questi documenti.

Annunci

Informazioni su Renucio Boscolo

Renucio Boscolo nato a Sottomarina (Venezia) il 25-04-1945 quasi allo scoccare della mezzanotte alla coincidenza del Giorno di san Marco ( 25 Aprile 1945)e ricorrenza festiva del Leone della Serenissima e anche storica Giornata della Liberazione così alla Fine della II° Guerra mondiale, che sulla spinta degli eventi, poi è trasferito coatto a Torino e a Aosta. L’inizio scolastico bilingue (italiano francese)quasi voluto dalla sua Grand Mere, della famiglia Novelli Farnese, che scelse il nome di Renucio (degli antenati Farnese) e che avrà peso quel patois-francese per tutti i suoi futuri studi sommati alle reminescenze dalla viva voce della Nonna che gli recitava singolari presagi del libro precocemente inculcato che anticipava il Futuro. Una premessa singolare che è la predestinazione dall’infanzia a tuffarsi in letture storiche e sino dal quattordicesimo anno aveva già in tasca la tessera della Biblioteca Civica(Torino) divenuto Topo da biblioteca con il divorare i testi più inerenti alla sua passione così istillata da far emergere la vena interiore e come un verde pollone crescere sino ad albero (Bois-Bosco), che lo ha portato diventare da illustre conosciuto a studioso, poi emerso prepotente sulla scena dell’editoria e della carta stampa alla fine degli anni Sessanta ,principio Settanta (Seventy). Torino allora il cuore della del gruppo CLYPEUS e Giornale in cui si affrontavano le tematiche dell’INSOLITO , spazio, tempo, astrofisica, astrologia, archeologia archeostoria, di tutte le civiltà e culture e i loro enigmi che fanno scattare nella mente umana i più grandi interrogativi sulla vita e sul destino dell’Uomo. Prodromi di quel filone d’incontri e conferenze librarie che hanno dato il via a Torino Città Magica lungo le sponde dell’Eridano padano ad opera di svariati scrittori e fantaesoterici dell’una all’altra sponda, credenti o bastian countrari. Dagli inizi degli anni Settanta galoppa il filone editoriale con la MEB(Torino) che ha pubblicato Kolosimo e il primo libro di Renucio Boscolo: Nostradamus –Centurie e Presagi - (1972). Tempi magici all’ombra della Mole ed indovinate stelle che da allora la fama di Nostradamus ha navigato anche con una pletora di emulatori e facili simulatori, alla ricerca del segreto per anticipare il domani. Nessun editore ha mancato in questa sfida , che si è rivelata mondiale chi a favore e chi contro. Ma solo in Torino che la storia consta dell’elemento unico ed inequivocabile dell’Epigrafe secolare (1556)che anticipava che ICI - Qui Chi avrebbe onorato Nostradamus e chi qui chi lo avrebbe denigrato. Ad ognuno la sua mercè. A chi Gloria e Vittoria ed agli altri la Rovina Totale. La Sentenza sibillina che da secoli pesa come una Spada di Nostradamocle ….sul capo dei suoi detrattori. Perchè così è scritto nell’epigrafe : Nostra damus aloge ici & Ici EGO(la) SUM d’ART(e)SON ! L’indizio telegrafico che porterà Boscolo a concepire l’Arte –tecnica del suono, così sommato con le supputazioni fonetiche o Anfibologia che ha in ogni lingua e verbo-suono la parola reca come Semantica, Significazione ulteriore che porterà alla Cronosemantica applicata così a tutti gli scritti del Nostro. Il Messaggio ha con Boscolo una decifrazione e analisi che porta ad altre scoperte , sino a toccare con mano e vedere la pietra di marmo su cui fu incisa la sentenza originale collocata non a caso in Torino dal 1556 e custodita da una antica famiglia sino a giunger a Boscolo che ha fatto i primi passi e lungo i decenni le ulteriori scoperte e composto nuovi testi per diffondere e far conoscere il Verbo di Nostradamus secondo eventi mondiali clamorosi che confermano le anticipazioni delle quartine. E’stato negli ani Settanta, invitato a Salon (Provenza dall’allora sindaco della città, dimora di Nostradamus)ove anticipa lo scenario della Rosa in Pugno, presagio lieto dell’Avvento dei Socialisti di Mitterrand sin dal 1972-1976, questo Scenario è inconfutabilmente esposto nel suo: NOSTRADAMUS - Gli anni Futuri (1976) che gli editori francese hanno gabbato o dissentito da Boscolo preferendo chi l’ha emulato e plagiato. Invece la storia clamorosamente assiste alla Vittoria della Rosa ,al fiorire della Rosa. Al nome della Rosa(Eco)al Guns of Rosis. …e quanto di più violento ad esso nome Rosa (sanscrito = violenza)si abbatte sino contro il Papato secondo la quartina nota in tutto il mondo ( 2.97). Boscolo dimostra e prova la sua priorità interpretativa ed l’esegesi corretta. Pubblica altri titoli e sbarca in USA per pubblicare il suo Key to the Future(Abbot Press, California). Pubblica nel 1984 ritornato dagli USA per Musumeci (Aosta) Nostradamus la Chiave di Lettura persino mensili scientifici pubblicano i versi della quartina di Nostradamus optando la decifrazione con il Computer mediante i primi programmi di traduzione plurilinguistica suggeriti da Boscolo con la Cronosemantica che vede allora battezzare il sistema Try of Wood , la prova del Bosco ! La Chiave per decodificare i versi che svelano sensi inquietanti nonostante i solo cinquanta milioni di memorie e non miliardi necessari al Sistema Cronosemantico, che riesce a fare l’an plein, compreso solo molto tempo dopo , traducendo il fiorire della rosa con Goulistan = il Giardino delle Rose(in persiano)che nessuno si capaciterà di intuire poi il luogo geografico ove nel futuro: “Quando fiorirà la Violenza- la Rosa “ …Goulistan = l’Afganistan ! Ma tutto questo è già esposto nel testo del 1984 Key to the Future in relazione alle cronosemantica ed ai sirti del globo in cui si manifesterà il fiorire della Violenza specificatamente indicato il logo latino di Gedrosia (Afganistan)e Battriana dei greci ! Ma come sempre del senno di poi sono piene le fosse a causa della violenza che fiorisce in luogo come i bastian countrari che negano tutto e chiudono gli occhi per non vedere la luce del Sole. Sono pubblicati negli Oscar Mondadori dal 1979 con il titolo di : Centurie e Centurie e Presagi, a cui segue : Nostradamus L’Enigma Risolto - 1988.(Il manuale di interpretazione di un secolo di storia 1900-2000) e il successivo Così Parlò Nostradamus (1998) libro attualissimo perché è il più vasto scenario della storia passata,presente futura sino al 4000 Millennio contenente prepotenti scenari e datazioni inconfutabili confermate dagli eventi planetari. Ed a cui sono seguiti titoli più che emulatori ed millantatori. Ma Torino: famosa metropoli con il Museo Egizio, secondo al mondo, polo di un fascino che accomuna Nostradamus a Boscolo che dedica un’altra sua scoperta o Stargate , la porta sulle Stelle è del 1985 la prima stesura della traduzione del papiro e geroglifici di Unas (Quarta dinastia) che avvalora la teoria di Temple(il segreto di Orione) sull’ascesa nei Cieli del Faraone con la descrizione ricca di dettagli spaziali e busters spaziali antelitterram oltre al Varco Celeste ed al tuffo nell’abisso dei mondi stellari(Orione). La grande epopea della suggestione poi sugli schermi e movies e tv. Prosegue negli Oscar Mondadori con : Il fato, la fortuna, il futuro con le Rune (1990).Segue nel 1991 : LUCIFERO Incubo Terrestre. Dai miti egizi,ebraici,babilonesi,greci,latini, cristiani, arabi ecc…all’Anticristo. Poi con Gribaudo Editore (1990)NOSTRADAMUS. La chiave e la spada del profeta. Il successivo : I Destini d’’Italia (1991) Scenario sulla politica italiana,dalla Lega ai Balcani. Sempre periodicamente,anno dopo anno,dal 1980 in poi esce nelle edicole italiane L’Almanacco Nostradamus che fa il punto della situazione italiana e sia la mondiale sotto le allegorie astrali,occidentali e del celeste impero(astrologia cinese). Il segreto di tante allegorie va rinvenuto grazie alla ricerca che prosegue secondo l’indicazione della celebre D.M. ovvero l’Epigrafe di Torino che nomina Par Ma Documenti in modo specifico nell’altro testo del Nostro nella sua pagina finale dei : I Geroglifici di Horapollos, testo del cinquecento in cui molti vogliono decifrare seguendo una fonte greca, i geroglifici egiziani. Epopea di scoperte e bufale per arrivare a dare un significato ai molti papiri scritti ritrovati nelle tombe , che è un testo sin troppo ignorato di Nostradamus che vi dedica l’attenzione come per altri testi greci di Medicina(Galeno)e così amplifica e indica la via maestra anticipando Champollion nella questione egizia ,bene specificando che nelle Cartouches-Cerchio sono racchiusi i nomi dei Faraoni oltre alle altre fonetiche di geroglifici e informazioni astronomiche sino alla stella Sothis (Sirio!)ed al mistero di Orione , informazioni presenti nel testo. E questo testo curato dal Boscolo è stato rifiutato da una fondazione bancaria che finanziava il museo egizio di Torino. Le informazioni che dopo millenni e secoli sono corrispondenti al vero oltre a svariati temi e chiavi inerenti alle enigmatiche allegorie delle Centurie. Una Intuizione condivisa anche da altri studiosi impegnati anch’essi alla ricerca della misteriosa D. M.(in Torino)Diis Manibus …Anubis ! Logos eclatante con il nome del dio dell’Oltretomba o Infero come è spiegato nel testo dei Geroglifici del Nostro con tre geroglifici una Faccia + Due occhi fuori della testa. Segni eloquenti con una traduzione secondo i geroglifici e che gli esperti invece snobbano per non accreditare Nostradamus che così bene dimostra l’altro campo di esplorazione e ricerca che ci riporta al fascino ed alla passione che accomuna molti per l’antico Egitto ovvero il paese dell’Ape del Giunco (Alto e Basso Egitto)la terra dei Faraoni. Altro scibile che vede Boscolo impegnato a illustrare un filone che diverrà ridondante ad opera di celebri scrittori francesi. Pubblica sulla civiltà Maya Aztechi per il Torchio Edizioni (Milano 1996) Gli Dei,l’acqua,il vento,il fuoco Gli animali del più fantastico oroscopo Maya Azteco. Indicando il ciclo del 2012 come poi altri testi ampliamente ne faranno scoop e argomento editoriale. La profezia Maya che come uno Tzumani editoriale si diffonderà nel mondo mentre resterà questa fonte invece ignorata sebbene diffusa via WEB con i dettagli in parte ora bene riscontrati. La dimensione dell’Internet spalanca la nuova finestra ma non è la sola con cui Boscolo comunica perché si inaugura o meglio nasce la Babele in Internet con tante ripetute inaudite …bufale. E poco servono le raccomandazioni fatte da decenni in svariate presenze televisive RAI o Mediaset e soprattutto al Costanzo Show, ma questo è visibile a tutti per chi sa ciattare o su WW. EDICOLA.WEB.IT…… Le Prove delle anticipazioni sono sempre corredate dai testi pubblicati nei libri e le pagine diffuse via WEB. oltre ad varie interviste tv su argomenti specifici e sempre datati. Quanto è stato ripetutamente pubblicato sugli Almanacchi di Nostradamus che così informava, anno dopo anno le scoperte e le suggestioni di scenari incombenti(Vedi 1998 descritto l’attacco dal cielo con un 747 su New York da parte Islamica) e soprattutto alla fine del Millennio la scoperta della Lettera Farnese (Parma )diretta al capo della Curia Romana, Cardinale Alessandro Farnese, una comprova dei suoi intrecci con la Chiesa e dei carteggi che ancora non sono stati svelati. La Lettera Farnese ( o Parma documenti) si inserisce perfettamente nel percorso della ricerca perché comporta indicazioni astronomiche esatte degli anni in cui si verificano eventi clamorosi per la Chiesa (1605 anno dei tre papi) e ogni ripetizione e scenario dettagliato. Il testo fu consultato da Pio IX . Descrive una grande Eclisse sull’Europa e sui Balcani e lo scenario di un conflitto che oltre Belgrado, riguarda Pristina e Pale (Kossovo) e la minaccia piramidale delle ali dal cielo con operazioni belliche…. sino alla peste bovina e a luoghi esposti a radiazioni nocive,mortali. E una rovina per il mese di settembre “ più USA(Usama)Amaro America che del Fiele e dell’Aloes (Sheol in ebraico l’inferno) ! Questo testo è stato purtroppo censurato nonostante le tante conferenze e relazioni ai Lyons, Rotary,Kivanis, oltre a scuole, istituti ecc… incluse le interviste a cui sono stato invitato o ho rilasciato allora alle maggiori testate. A dire il vero ho avuto la bocca chiusa! E quanto scoperto è tutt’ora censurato ed il testo stesso in attesa di un editore contro corrente che abbia coraggio di pubblicare l’intero testo della Lettera che riguarda i prossimi XX anni del XXI ° secolo. Ma i contenuti di tale Lettera sono appunto persino sin troppo singolari e personali se indica nel nome l’interprete o il Nuncio che deve svolgere tale compito con tutto quanto di ingrato e poi accaduto nei dettagli che sono elementi determinanti per arrivare ad un’altra scoperta o grand soupe o scoop ? Circostanze davvero inquietanti se un raro testo del Rinascimento Italiano stampato proprio a Venezia ,ove sono nato, composto da 1628 quartina astrologiche come quelle di Nostradamus ma invece, scritte e stampate 29 anni prima delle famose Centurie, a Lione come all’ombra del leone di san Marco. Dopo 500 Anni …come la Fenice che rinasce dalle ceneri (pure la Fenice di Venezia)evocando il mito Egizio che consta della analogia dei Cinquecento anni tutte accavallate giusto nel 2003! Annata che vede più pubblicazioni celebrare questi Cinquecento anni 1503-2003 dalla nascita del Nostro ed il conio di una moneta d’oro e francobolli con la sua l’effige. Una Giostra incredibile di opinioni sulla figura storica di Nostradamus per cui dedico su due testate, un vasto compendio Intanto prende spazio la scoperta prepotente dell’insolito libro che porta nella mia vita di colpo concetti e teorie sul tempo e la storia, la cui portata non è stata ancora considerata efficacemente per il mondo intero. Qui gioco forza avviene la comparazione tra Sigismondo Fanti e Nostradamus sino a comporre il Testo della SUMMA PROPHETICA ( Editore Priuli Verlucca 2006) per portare alla luce la scoperta e l’esegesi rivoluzionaria che offriva un panorama diverso sulla Scienza, la Matematica, l’Architettura,l’Astronomia, la Tecnologia qui mascherata e quanto più di un venale Gioco giocoso della Sorte,il libro TRIONFO di FORTUNA racchiudeva da ben cinque secoli. La lingua (linguaggio) leggiadria d’Adria (Venezia)del Rinascimento,capitale editoriale di allora, ha tenuto così molti distanti dal nocciolo di questa opera per cui non sono mancati i Soloni che hanno sparato dei giudizi inetti,ignari che la lingua di questo libro è quella mia di nascita. La scoperta di questo libro del Rinascimento contenente implicazioni che coinvolgono i grandi geni dell’epoca diventando l’ulteriore campo di indagine che meticolosamente ora possiamo mostrarne gli esiti nel nuovo libro scrupolosamente quartina dopo quartina l’architettura di nozioni nell’opera abilmente sparsa tra abili ingenuità erotiche o cavalleresche appetibili nei Giochi di Corte di allora. Dopo la scoperta con interviste(CHI)e pubblicazioni sia sul WEB sono apparsi quindi ulteriori elementi,soprattutto quelli a carattere economico politico e nomee di Leaders (Barak,Mubarak) con quartine specifiche su tali protagonisti e contrapposti destini di nazioni e popoli . Una scoperta che apre l’Orizzonte umano così dall’Alba del Terzo Millennio che di fatto assetato di indizi per il Futuro ha con questa rivelazione ben Tremila quartine,che proiettano dal passato al presente ed nel Futuro ulteriore, il testo con la più vasta gamma di protagonisti e scenari riferenti ad ogni tematica prossima date le Crisi dell’economia, del lavoro, dell’agricoltura(FAME) Sanità, Pandemie e le carestie cicliche. Tzunami, siccità e piogge, sismi ed quanto altro di natura caleidoscopica ed enciclopedica si rivelano oggi essere informazioni dalla vastità globale che è ancora impossibile elencare il tutto così nominato futuro salvo comporre un index o sinossi totale. Nessuna mente umana è idonea contenere tale fonte-oceano di dati da essere man mano assimilati e spiegati opportunamente memorizzati ed evidenziati da chi ha sia esegeta da oltre 40 anni. Per questo conferenze, meetings, lezioni universitarie e pubblicazioni seguiranno allo scopo finale di conoscere il più vasto panorama delle probabilità che possono essere anche circoscritte in alcuni specifici grandi transiti astronomici & astrologici. Teoria che deve trovare conferma più volte per essere determinata come bussola per tutti gli altri eventi futuri. Nel 1984 in California si è giunti alla Fondazione o Key Fondation per esaminare tutto quanto Nostradamus aveva lasciato ai posteri. Queste promesse sono risultate un impegno solo fumoso. Ma oggi nel Terzo Millennio fare i passi opportuni dopo il binomio Fanti & Nostradamus dopo adeguate pubblicazioni lavorare per una Fondazione o Accademia o scelta Museale in un specifico luogo ove tutto si incontri nel tempo presente e nel futuro per fare frutto delle conoscenze che man mano saranno rivelate e fatta raccolta di tutto quanto sia inerente alla Storia e al corso lungimirante contenuto nelle quartine astrologiche del Fanti e nelle Centurie del Nostro. ********************************************************************************
Questa voce è stata pubblicata in RENUCIO BOSCOLO. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...