LE MINCHIATE FIORENTINE DELL’ETRURIA uscite dall’URNA o dalle Carte da gioco della Sorte Italica.

OGGI a differenza del passato le icone o stemmi o simboli dei partiti sono mutati. E nuovi volti e d altre maschere sono apparse sulla scena… su cui ora si focalizzano i destini di questa nostra Italia. Oggi facce e nomi e visi chi volto a destra chi guarda a sinistra.Leggo in basco faccia a faccia=  DEM arr DEM democratici..o vedi in spagnolo Cara a Cara ! Face to Face  etc.

Il folto gruppo di quanti compongono l’anfiteatro – Dal Nord al Sud dall’Alto al Basso ….di questa nostra penisola per cui eccoci alla mobilitazione- o detto movimento “cinesi” in greco ! Cinofilo-canino ??Da  oggi nel clima così generale, visto che siamo sotto la sferza del Vento glaciale et raggelante, dell’Aquilone nordico Boreale o Buran che soffia infida influenza su cui poco si possa  sorpresi ? non tanto del grande competere e disputare , che ha la sua  origine nel grande Disputatore o Disputin o ZARPUTIN !Contro cui non è possibile oggi disputare !!!!Dopo l’esito elettorale oceanico russo.Ma andiamo a ritroso per cogliere  un esempio- riletture utilissime a soppesare quanto va ed andrà sempre rimeditato – riconsiderato quando la storia ha simili sorprese da Uovo di Pasqua o altra celeberrimo Uovo russo.

 

Del nostro  passato ancora caldo nonostante il gelo giunto – L’Evento è quindi eclatante se dopo tante lezioni ed esempi composti sempre in anticipo sui fatti stessi cominciando dal dicembre del 2012 (specifico file sul tema)sul Germano Reale e su Flora(il Fiorentino ancora da emergere ai vertici e allora sindaco di Flora-Firenze)- Ma allora quando alcuni brani vennero scritti nessuno conosceva il fiorentino in questione ma già nel 1997(Almanacco di Nostradamus scrivemmo anticipando i tempi con tale previsione su ):

Un posto singolare al Toscano che in campo avanti forza è del FLORA,il fiorentino toscano colui che come dice la profezia- Viso a Viso in campo si confronterà duramente con il Prode Romano da cui dovrà ben fuggire e guardarsi perchè la sua entrata in campo sarà dirompente rottura di Fedi !

Il Proverbio dice infatti: Tempo di FLORA-Fiori e Dolori ! Dopo a molti verranno fatte le scarpe…senza rispetto di sesso e chiesa !

Parole sante che indicano quanto in anticipo si possano dedurre gli scenari storici. Questo poi di “FLORA “ ed oltre ogni altro Fiore o sfioritura che fu preannunciata la salita dell’Uno e l’Uscita dell’altro…austres …usando parole cautissime Germano Reale ovvero per dire il PAPE…Papero ! In tedesco DUCK ! Oggi almeno chi ha imparato a leggere simultaneamente gli indizi che abbiamo da sempre messo sotto gli occhi e il naso e i vostri neuroni cerebrali. Perchè sempre poi accade che si nega di avere da tempo focalizzato il destino di alcuni protagonisti sula scena della storia dei paesi, dei popoli e della religione (chiesa)a cui seguiranno Quattro ICONE con la testa-cranio The SKULL tanto del Papa, The SKULL del Faraone Mubarak, e di seguito degli altri come la testa del magistrato Ingroia, la testa con i denti voraci del banchiere senese(Siena)ponendo l’interrogativo dell’evento finale che pendeva come spada di Nostradamocles sulle loro quattro teste. Mesi dopo nessuno ha detto un’acca di questo presagio sull’imminente 2012..

Ecco come quanto scritto spesso sfugge e così per tante altre anticipazioni,che  svaniscono nel dimenticatoio.

Allora constatiamo che ogni icona o Minchiata o ogni altra PIMINKIATA che si possa mostrare alla vista di tutti , poiché così che le postate immagini devono indicare meglio di mille parole e di ogni altro Mill o Miller ovvero Mulino o Mugnaio che così macina la farina per mettere sul piatto il cibo per la mente umana.Parole è immagini, ovvero icone moderne come le antiche Minchiate o tarocchi sono state usate alla moda e nell’intento di sollecitare ..illuminare come ogni visione con i simboli vedi Don Bosco, sono eloquenti elementi che tradotti secondo l’esegesi dell’arte che qui sempre abbiamo messo in prima sequenza sul (TE)Desco dello studio di ogni analisi iconografica che consideriamo elemento prioritario portante, se avete in mente le visioni e illustrazioni dell’apocalisse, sono le immagini potenziali a svelare gli accadimenti stessi.

E’ invece necessario questo lavoro di lenta penetrazione dell’Omen stesso parola dopo parola e a volte anche di letture palindromi , un esempio verrà dato prossimamente sul mistero della SINDONE . Occorre quindi la costante traduzione e processi mnemonici che alimentano l’apprendimento, ricorrendo ad ogni fonte che comporti patrimonio di fecondi simboli e di detti e delle parole come il Boschius (1600)SYMBOLOGRAPHIAE di cui ovvio apprender e cogliere ogni altro sano sviluppo metalinguistico,chi possa  solo bene operando la traslazione in più idiomi, Un lavoro ed impegni che appare scabroso e spesso anche detestato da chi non allarga i suoi orizzonti, privo di conoscenze linguistiche. Ma lavoriamo affinché in ogni li tua chi legge la profezia possa ricavarne un senso locale.

Così che abbiamo sviscerato da cinquanta anni nel giusto e correggibile che sia stato necessario – così man mano esposto, quanto ancora oggi lo studio per alcuni stenta ad entrare nella testolina. Sopratutto dei molti arraffoni che vorrebbero tutto bello pronto, servito e così spiegato e gratis senza alcuno sforzo e considerazioni e riflessione mentale.Obbligo la ponderazione saggia e prudente, non essere acerbi o dilettanti, la profezia è impegno senza limiti di tempo.

Quello che è peggio è che ad ogni quartina che si pone sul desco delle analisi, o chi ama a zonzo  cercare a caso ad infilare altre quartine, quelle poi da incollare a quella sotto esame più adattabile, invece di focalizzare ogni serio  dettaglio e + specifiche coincidenze.- Dico mai e giammai –  si devono sommare quartine che hanno spazio-tempo diverso ! Abbiamo insegnato che una riga della quartina da inizio allo scorre del tempo e della storia che man mano vine a galla riga dopo riga. Non si possono fare salti dii scene temporali. Idem insegnano le icone per cui se ci sono due Lupi sotto la Luna Crescente Araba,  da ANUBIS mortale o Karonte o divoratori e sciacalli e sciaccallaggi  quali sono questi Due Rapaci Lupi mannari che depredano e sterminano il gregge dei popoli e abitanti di città martoriate.

 

Contrapposizioni sotto la Mezzaluna che combaciano con lo scenario tra le Torri BURG AL ARAB dei grattacieli o Pinnacoli e i Minareti Maomettani…tra un lago di velenoso petrolio e lo scorpione CORP SPYONS  dei corpi di assalto, denominazione dei corpi militari e le macchinazioni e sia le trame e le stragi velenose e chimiche da weapons tecnologie d’essere qui incluse. Leggi l’Apocalisse i carri di guerra d’assalto sono appunto chiamati Scorpioni Aqrab-Arab !Carapaci-testuggini con le code velenose e sia sputa-fuoco – cannoni).

L’Icona XVIII del TARIK ovvero TAROCCO è quindi eloquente quanto basta, a sollecitare l’immaginazione e la visione umana sullo scenario del LUPO = SHIRAN in arabo, SIRIANO ovvero Chiaro più di così sì muore!Chi con le sue Chele da scorpione  armato con le sue taglienti braccia accerchia e strozza e  uccide ed avvelena (Morte=MOUT in arabo- moutons – agnelli o montoni dei capri espiatori !)

Davvero un tempo di Lupi senza evocare la VOLUPSA veggente nordica , che preannuncia il Lupo del DOOMDAY UNIVERSALE.

Mentre qui restiamo in casa nostra nel proporre le Icone o Minchiate toscane, dell’antica terra Etruria TOSCA o Etrusca interruzione di toschi- veleni, piatti amati e conti salati – scenario sul Tuscus iniquus  ed Lege-Egelidam UNDANS- di fatto coincidente nel tempo odierno-   Ma tutto  essendo stato preventivato

( dal 1980) da decenni …deducendo bene dalla storia stessa di innalzare images, figure simulacri – quali erano stati i maestri degli Omen,Etruschi da Aruspici e Presagi che hanno insegnato questa Arte da cui si ricavano bene dai segni. Quelli che ci porta la madre terra e sia il cielo e da ogni cosa in natura animale. Anche dietro rituali ovvero mediante sacrifici alle divinità, come facevano nel tempio immolando dei tori i sacerdoti biblici. Nulla di diverso quindi ai rituali pagani come le Offerte= Corban che facevano le altre religioni e ai loro dei o al loro dio UNICO…..che ancora in modo apparente ed astratto oggi noi cristiani assistiamo ad ogni santa messa. C’è sempre un capro espiatorio ad ogni UNICA SCELTA dall’ALTO al BASSO – facendo o FAISSANT (Facente )Issante Santo .. o XANTO ? Giallo in greco ! Rossi e Gialli allora erano i russi e gialli cinesi.La lettura attuale invece ecco la sorpresa della marea gialla e allora cosa deduciamo ?

Chi sovviene o viene dunque consacrato-

Unto e bisunto che sia a tale finale scopo ed elezione ?

Oggi i rituali sono cambiati, ma state certi chi viene eletto è come un Re pronto ad essere sacrificato.E chi vuole essere sacrificato alla ragione di stato ? E qui che il ritornello anticipo ci viene riproposto recitato – semmai la storia a volte così si ripete come un atto tragico quello sul teatro…o anfiteatro romano ?.Chi non ricorda le IDI di Marzo ? Chi sale e chi scende …dall’Alto al Basso – come gira appunto la ruota del destino per ogni leader passato il suo tempo e chi sogno di scalare il Potere come  l’Albero della cuccagna.

 

Annunci

Informazioni su Renucio Boscolo

Renucio Boscolo nato a Sottomarina (Venezia) il 25-04-1945 quasi allo scoccare della mezzanotte alla coincidenza del Giorno di san Marco ( 25 Aprile 1945)e ricorrenza festiva del Leone della Serenissima e anche storica Giornata della Liberazione così alla Fine della II° Guerra mondiale, che sulla spinta degli eventi, poi è trasferito coatto a Torino e a Aosta. L’inizio scolastico bilingue (italiano francese)quasi voluto dalla sua Grand Mere, della famiglia Novelli Farnese, che scelse il nome di Renucio (degli antenati Farnese) e che avrà peso quel patois-francese per tutti i suoi futuri studi sommati alle reminescenze dalla viva voce della Nonna che gli recitava singolari presagi del libro precocemente inculcato che anticipava il Futuro. Una premessa singolare che è la predestinazione dall’infanzia a tuffarsi in letture storiche e sino dal quattordicesimo anno aveva già in tasca la tessera della Biblioteca Civica(Torino) divenuto Topo da biblioteca con il divorare i testi più inerenti alla sua passione così istillata da far emergere la vena interiore e come un verde pollone crescere sino ad albero (Bois-Bosco), che lo ha portato diventare da illustre conosciuto a studioso, poi emerso prepotente sulla scena dell’editoria e della carta stampa alla fine degli anni Sessanta ,principio Settanta (Seventy). Torino allora il cuore della del gruppo CLYPEUS e Giornale in cui si affrontavano le tematiche dell’INSOLITO , spazio, tempo, astrofisica, astrologia, archeologia archeostoria, di tutte le civiltà e culture e i loro enigmi che fanno scattare nella mente umana i più grandi interrogativi sulla vita e sul destino dell’Uomo. Prodromi di quel filone d’incontri e conferenze librarie che hanno dato il via a Torino Città Magica lungo le sponde dell’Eridano padano ad opera di svariati scrittori e fantaesoterici dell’una all’altra sponda, credenti o bastian countrari. Dagli inizi degli anni Settanta galoppa il filone editoriale con la MEB(Torino) che ha pubblicato Kolosimo e il primo libro di Renucio Boscolo: Nostradamus –Centurie e Presagi - (1972). Tempi magici all’ombra della Mole ed indovinate stelle che da allora la fama di Nostradamus ha navigato anche con una pletora di emulatori e facili simulatori, alla ricerca del segreto per anticipare il domani. Nessun editore ha mancato in questa sfida , che si è rivelata mondiale chi a favore e chi contro. Ma solo in Torino che la storia consta dell’elemento unico ed inequivocabile dell’Epigrafe secolare (1556)che anticipava che ICI - Qui Chi avrebbe onorato Nostradamus e chi qui chi lo avrebbe denigrato. Ad ognuno la sua mercè. A chi Gloria e Vittoria ed agli altri la Rovina Totale. La Sentenza sibillina che da secoli pesa come una Spada di Nostradamocle ….sul capo dei suoi detrattori. Perchè così è scritto nell’epigrafe : Nostra damus aloge ici & Ici EGO(la) SUM d’ART(e)SON ! L’indizio telegrafico che porterà Boscolo a concepire l’Arte –tecnica del suono, così sommato con le supputazioni fonetiche o Anfibologia che ha in ogni lingua e verbo-suono la parola reca come Semantica, Significazione ulteriore che porterà alla Cronosemantica applicata così a tutti gli scritti del Nostro. Il Messaggio ha con Boscolo una decifrazione e analisi che porta ad altre scoperte , sino a toccare con mano e vedere la pietra di marmo su cui fu incisa la sentenza originale collocata non a caso in Torino dal 1556 e custodita da una antica famiglia sino a giunger a Boscolo che ha fatto i primi passi e lungo i decenni le ulteriori scoperte e composto nuovi testi per diffondere e far conoscere il Verbo di Nostradamus secondo eventi mondiali clamorosi che confermano le anticipazioni delle quartine. E’stato negli ani Settanta, invitato a Salon (Provenza dall’allora sindaco della città, dimora di Nostradamus)ove anticipa lo scenario della Rosa in Pugno, presagio lieto dell’Avvento dei Socialisti di Mitterrand sin dal 1972-1976, questo Scenario è inconfutabilmente esposto nel suo: NOSTRADAMUS - Gli anni Futuri (1976) che gli editori francese hanno gabbato o dissentito da Boscolo preferendo chi l’ha emulato e plagiato. Invece la storia clamorosamente assiste alla Vittoria della Rosa ,al fiorire della Rosa. Al nome della Rosa(Eco)al Guns of Rosis. …e quanto di più violento ad esso nome Rosa (sanscrito = violenza)si abbatte sino contro il Papato secondo la quartina nota in tutto il mondo ( 2.97). Boscolo dimostra e prova la sua priorità interpretativa ed l’esegesi corretta. Pubblica altri titoli e sbarca in USA per pubblicare il suo Key to the Future(Abbot Press, California). Pubblica nel 1984 ritornato dagli USA per Musumeci (Aosta) Nostradamus la Chiave di Lettura persino mensili scientifici pubblicano i versi della quartina di Nostradamus optando la decifrazione con il Computer mediante i primi programmi di traduzione plurilinguistica suggeriti da Boscolo con la Cronosemantica che vede allora battezzare il sistema Try of Wood , la prova del Bosco ! La Chiave per decodificare i versi che svelano sensi inquietanti nonostante i solo cinquanta milioni di memorie e non miliardi necessari al Sistema Cronosemantico, che riesce a fare l’an plein, compreso solo molto tempo dopo , traducendo il fiorire della rosa con Goulistan = il Giardino delle Rose(in persiano)che nessuno si capaciterà di intuire poi il luogo geografico ove nel futuro: “Quando fiorirà la Violenza- la Rosa “ …Goulistan = l’Afganistan ! Ma tutto questo è già esposto nel testo del 1984 Key to the Future in relazione alle cronosemantica ed ai sirti del globo in cui si manifesterà il fiorire della Violenza specificatamente indicato il logo latino di Gedrosia (Afganistan)e Battriana dei greci ! Ma come sempre del senno di poi sono piene le fosse a causa della violenza che fiorisce in luogo come i bastian countrari che negano tutto e chiudono gli occhi per non vedere la luce del Sole. Sono pubblicati negli Oscar Mondadori dal 1979 con il titolo di : Centurie e Centurie e Presagi, a cui segue : Nostradamus L’Enigma Risolto - 1988.(Il manuale di interpretazione di un secolo di storia 1900-2000) e il successivo Così Parlò Nostradamus (1998) libro attualissimo perché è il più vasto scenario della storia passata,presente futura sino al 4000 Millennio contenente prepotenti scenari e datazioni inconfutabili confermate dagli eventi planetari. Ed a cui sono seguiti titoli più che emulatori ed millantatori. Ma Torino: famosa metropoli con il Museo Egizio, secondo al mondo, polo di un fascino che accomuna Nostradamus a Boscolo che dedica un’altra sua scoperta o Stargate , la porta sulle Stelle è del 1985 la prima stesura della traduzione del papiro e geroglifici di Unas (Quarta dinastia) che avvalora la teoria di Temple(il segreto di Orione) sull’ascesa nei Cieli del Faraone con la descrizione ricca di dettagli spaziali e busters spaziali antelitterram oltre al Varco Celeste ed al tuffo nell’abisso dei mondi stellari(Orione). La grande epopea della suggestione poi sugli schermi e movies e tv. Prosegue negli Oscar Mondadori con : Il fato, la fortuna, il futuro con le Rune (1990).Segue nel 1991 : LUCIFERO Incubo Terrestre. Dai miti egizi,ebraici,babilonesi,greci,latini, cristiani, arabi ecc…all’Anticristo. Poi con Gribaudo Editore (1990)NOSTRADAMUS. La chiave e la spada del profeta. Il successivo : I Destini d’’Italia (1991) Scenario sulla politica italiana,dalla Lega ai Balcani. Sempre periodicamente,anno dopo anno,dal 1980 in poi esce nelle edicole italiane L’Almanacco Nostradamus che fa il punto della situazione italiana e sia la mondiale sotto le allegorie astrali,occidentali e del celeste impero(astrologia cinese). Il segreto di tante allegorie va rinvenuto grazie alla ricerca che prosegue secondo l’indicazione della celebre D.M. ovvero l’Epigrafe di Torino che nomina Par Ma Documenti in modo specifico nell’altro testo del Nostro nella sua pagina finale dei : I Geroglifici di Horapollos, testo del cinquecento in cui molti vogliono decifrare seguendo una fonte greca, i geroglifici egiziani. Epopea di scoperte e bufale per arrivare a dare un significato ai molti papiri scritti ritrovati nelle tombe , che è un testo sin troppo ignorato di Nostradamus che vi dedica l’attenzione come per altri testi greci di Medicina(Galeno)e così amplifica e indica la via maestra anticipando Champollion nella questione egizia ,bene specificando che nelle Cartouches-Cerchio sono racchiusi i nomi dei Faraoni oltre alle altre fonetiche di geroglifici e informazioni astronomiche sino alla stella Sothis (Sirio!)ed al mistero di Orione , informazioni presenti nel testo. E questo testo curato dal Boscolo è stato rifiutato da una fondazione bancaria che finanziava il museo egizio di Torino. Le informazioni che dopo millenni e secoli sono corrispondenti al vero oltre a svariati temi e chiavi inerenti alle enigmatiche allegorie delle Centurie. Una Intuizione condivisa anche da altri studiosi impegnati anch’essi alla ricerca della misteriosa D. M.(in Torino)Diis Manibus …Anubis ! Logos eclatante con il nome del dio dell’Oltretomba o Infero come è spiegato nel testo dei Geroglifici del Nostro con tre geroglifici una Faccia + Due occhi fuori della testa. Segni eloquenti con una traduzione secondo i geroglifici e che gli esperti invece snobbano per non accreditare Nostradamus che così bene dimostra l’altro campo di esplorazione e ricerca che ci riporta al fascino ed alla passione che accomuna molti per l’antico Egitto ovvero il paese dell’Ape del Giunco (Alto e Basso Egitto)la terra dei Faraoni. Altro scibile che vede Boscolo impegnato a illustrare un filone che diverrà ridondante ad opera di celebri scrittori francesi. Pubblica sulla civiltà Maya Aztechi per il Torchio Edizioni (Milano 1996) Gli Dei,l’acqua,il vento,il fuoco Gli animali del più fantastico oroscopo Maya Azteco. Indicando il ciclo del 2012 come poi altri testi ampliamente ne faranno scoop e argomento editoriale. La profezia Maya che come uno Tzumani editoriale si diffonderà nel mondo mentre resterà questa fonte invece ignorata sebbene diffusa via WEB con i dettagli in parte ora bene riscontrati. La dimensione dell’Internet spalanca la nuova finestra ma non è la sola con cui Boscolo comunica perché si inaugura o meglio nasce la Babele in Internet con tante ripetute inaudite …bufale. E poco servono le raccomandazioni fatte da decenni in svariate presenze televisive RAI o Mediaset e soprattutto al Costanzo Show, ma questo è visibile a tutti per chi sa ciattare o su WW. EDICOLA.WEB.IT…… Le Prove delle anticipazioni sono sempre corredate dai testi pubblicati nei libri e le pagine diffuse via WEB. oltre ad varie interviste tv su argomenti specifici e sempre datati. Quanto è stato ripetutamente pubblicato sugli Almanacchi di Nostradamus che così informava, anno dopo anno le scoperte e le suggestioni di scenari incombenti(Vedi 1998 descritto l’attacco dal cielo con un 747 su New York da parte Islamica) e soprattutto alla fine del Millennio la scoperta della Lettera Farnese (Parma )diretta al capo della Curia Romana, Cardinale Alessandro Farnese, una comprova dei suoi intrecci con la Chiesa e dei carteggi che ancora non sono stati svelati. La Lettera Farnese ( o Parma documenti) si inserisce perfettamente nel percorso della ricerca perché comporta indicazioni astronomiche esatte degli anni in cui si verificano eventi clamorosi per la Chiesa (1605 anno dei tre papi) e ogni ripetizione e scenario dettagliato. Il testo fu consultato da Pio IX . Descrive una grande Eclisse sull’Europa e sui Balcani e lo scenario di un conflitto che oltre Belgrado, riguarda Pristina e Pale (Kossovo) e la minaccia piramidale delle ali dal cielo con operazioni belliche…. sino alla peste bovina e a luoghi esposti a radiazioni nocive,mortali. E una rovina per il mese di settembre “ più USA(Usama)Amaro America che del Fiele e dell’Aloes (Sheol in ebraico l’inferno) ! Questo testo è stato purtroppo censurato nonostante le tante conferenze e relazioni ai Lyons, Rotary,Kivanis, oltre a scuole, istituti ecc… incluse le interviste a cui sono stato invitato o ho rilasciato allora alle maggiori testate. A dire il vero ho avuto la bocca chiusa! E quanto scoperto è tutt’ora censurato ed il testo stesso in attesa di un editore contro corrente che abbia coraggio di pubblicare l’intero testo della Lettera che riguarda i prossimi XX anni del XXI ° secolo. Ma i contenuti di tale Lettera sono appunto persino sin troppo singolari e personali se indica nel nome l’interprete o il Nuncio che deve svolgere tale compito con tutto quanto di ingrato e poi accaduto nei dettagli che sono elementi determinanti per arrivare ad un’altra scoperta o grand soupe o scoop ? Circostanze davvero inquietanti se un raro testo del Rinascimento Italiano stampato proprio a Venezia ,ove sono nato, composto da 1628 quartina astrologiche come quelle di Nostradamus ma invece, scritte e stampate 29 anni prima delle famose Centurie, a Lione come all’ombra del leone di san Marco. Dopo 500 Anni …come la Fenice che rinasce dalle ceneri (pure la Fenice di Venezia)evocando il mito Egizio che consta della analogia dei Cinquecento anni tutte accavallate giusto nel 2003! Annata che vede più pubblicazioni celebrare questi Cinquecento anni 1503-2003 dalla nascita del Nostro ed il conio di una moneta d’oro e francobolli con la sua l’effige. Una Giostra incredibile di opinioni sulla figura storica di Nostradamus per cui dedico su due testate, un vasto compendio Intanto prende spazio la scoperta prepotente dell’insolito libro che porta nella mia vita di colpo concetti e teorie sul tempo e la storia, la cui portata non è stata ancora considerata efficacemente per il mondo intero. Qui gioco forza avviene la comparazione tra Sigismondo Fanti e Nostradamus sino a comporre il Testo della SUMMA PROPHETICA ( Editore Priuli Verlucca 2006) per portare alla luce la scoperta e l’esegesi rivoluzionaria che offriva un panorama diverso sulla Scienza, la Matematica, l’Architettura,l’Astronomia, la Tecnologia qui mascherata e quanto più di un venale Gioco giocoso della Sorte,il libro TRIONFO di FORTUNA racchiudeva da ben cinque secoli. La lingua (linguaggio) leggiadria d’Adria (Venezia)del Rinascimento,capitale editoriale di allora, ha tenuto così molti distanti dal nocciolo di questa opera per cui non sono mancati i Soloni che hanno sparato dei giudizi inetti,ignari che la lingua di questo libro è quella mia di nascita. La scoperta di questo libro del Rinascimento contenente implicazioni che coinvolgono i grandi geni dell’epoca diventando l’ulteriore campo di indagine che meticolosamente ora possiamo mostrarne gli esiti nel nuovo libro scrupolosamente quartina dopo quartina l’architettura di nozioni nell’opera abilmente sparsa tra abili ingenuità erotiche o cavalleresche appetibili nei Giochi di Corte di allora. Dopo la scoperta con interviste(CHI)e pubblicazioni sia sul WEB sono apparsi quindi ulteriori elementi,soprattutto quelli a carattere economico politico e nomee di Leaders (Barak,Mubarak) con quartine specifiche su tali protagonisti e contrapposti destini di nazioni e popoli . Una scoperta che apre l’Orizzonte umano così dall’Alba del Terzo Millennio che di fatto assetato di indizi per il Futuro ha con questa rivelazione ben Tremila quartine,che proiettano dal passato al presente ed nel Futuro ulteriore, il testo con la più vasta gamma di protagonisti e scenari riferenti ad ogni tematica prossima date le Crisi dell’economia, del lavoro, dell’agricoltura(FAME) Sanità, Pandemie e le carestie cicliche. Tzunami, siccità e piogge, sismi ed quanto altro di natura caleidoscopica ed enciclopedica si rivelano oggi essere informazioni dalla vastità globale che è ancora impossibile elencare il tutto così nominato futuro salvo comporre un index o sinossi totale. Nessuna mente umana è idonea contenere tale fonte-oceano di dati da essere man mano assimilati e spiegati opportunamente memorizzati ed evidenziati da chi ha sia esegeta da oltre 40 anni. Per questo conferenze, meetings, lezioni universitarie e pubblicazioni seguiranno allo scopo finale di conoscere il più vasto panorama delle probabilità che possono essere anche circoscritte in alcuni specifici grandi transiti astronomici & astrologici. Teoria che deve trovare conferma più volte per essere determinata come bussola per tutti gli altri eventi futuri. Nel 1984 in California si è giunti alla Fondazione o Key Fondation per esaminare tutto quanto Nostradamus aveva lasciato ai posteri. Queste promesse sono risultate un impegno solo fumoso. Ma oggi nel Terzo Millennio fare i passi opportuni dopo il binomio Fanti & Nostradamus dopo adeguate pubblicazioni lavorare per una Fondazione o Accademia o scelta Museale in un specifico luogo ove tutto si incontri nel tempo presente e nel futuro per fare frutto delle conoscenze che man mano saranno rivelate e fatta raccolta di tutto quanto sia inerente alla Storia e al corso lungimirante contenuto nelle quartine astrologiche del Fanti e nelle Centurie del Nostradamus, oggi così si confermano gli scenari orientale quelli occidentali con datazioni e collimazioni sorprendenti,a cui i posteri dovranno rispondere come la lungimiranza umana abbia visto e anticipato singolari eventi documentati da files e sia da articoli su quotidiani inconfutabili che alcuni amano censurare per non contraddire le por teorie scientifiche,quanto dimostra che l'intelligenza umana possa davvero squarciare il velo del futuro, così come qui si è dimostrato e si persevera a metterà fuoco altri scenari delle decadi future della nostra civiltà quanto mai mirata ad allargarsi su altri mondi e stelle.. ********************************************************************************
Questa voce è stata pubblicata in LEONARDO, NOMEROLOCIPHER, NOSTRADAMUS, RENUCIO BOSCOLO, SIGISMONDO FANTI. Contrassegna il permalink.

13 risposte a LE MINCHIATE FIORENTINE DELL’ETRURIA uscite dall’URNA o dalle Carte da gioco della Sorte Italica.

  1. Giano ha detto:

    La Minchiata Fiorentina che ha (calembour) R….8 e nonostante tutto vuole ancora fare la prima Donna è Renzi.

    Updates-C’è chi si arrampica sugli specchi e chi sul tronco della vecchia quercia-Ulivo ?

  2. MIRANDA ha detto:

    PROF. BOSCOLO, Lei è sempre BRAVISSIMO nella traduzione delle quartine scritte con anni e anni d’anticipo sui suoi libri, il guaio è che le malefatte che siamo costretti a subire, non si riescono a scansare, e il caso di dire: siamo nati per soffrire !!
    Professore, il testardo Renzi non si arrende, le batoste già incassate non sono ancora sufficienti: ha perso alla grande il referendum, alle amministrative ha perso Roma, Torino ed altre città sempre amministrate dalla sinistra, non ha neppure capito bene la lezione del 4 marzo, come se nulla fosse successo. Sembra pronto a ripartire con i suoi fedelissimi, per mantenere il controllo del partito e possibilmente sistemare Maria Elena Boschi alla presidenza della commissione di vigilanza sulla televisione pubblica e poter mettere le manine sull’organo di controllo di V.le Mazzini, che gli garantirebbe una presa sull’informazione e una continua visibilità. Si dice che la malerba non muore mai, e quindi per estirparlo serve ancora un’altra batosta ? Tutte le speranze sono ora riposte nell’imparzialità del presidente della Repubblica Mattarella, persona lucida e realista, trarre le conclusioni, perchè la situazione italiana è molto grave sul fronte economico, quindi consentire tempi lunghi sarebbe pericoloso. Ora Prof. Boscolo, devo calmare la rabbia e la tensione che mi assale quando penso quello che abbiamo subito in questi ultimi anni: perdita di migliaia di posti di lavoro, perdita dei risparmi di una vita con il fallimento delle banche, la scuola rivoltata come un calzino: trasferimento degli insegnanti dal sud al nord, quelli del nord al sud, per le insegnanti delle scuole materne adesso si chiede la laurea; per non parlare della sanità, che per potersi curare bisogna pagare prima lo specialista e poi anche le medicine. Mi fermo !
    Adesso aspetto con gioia la fioritura di primavera, ma già in questi giorni possiamo vedere i giardini abbelliti dall’erba fresca e dai primi colori della primavera con i fiori delle violette, margheritine, primule, narcisi e nontiscordardimè. Sono impaziente di assistere all’esplosione della nuova vita. Nell’attesa trattengo il respiro, perchè già si sa quel che accadrà: ci toccherà aspettare ancora un bel pò, per poi ricominciare con la solita siccità –

    • popy ha detto:

      Chiedo scusa ma il fatto che per le maestre della scuola dell’infanzia si chieda la laurea mi sembra il MINIMO, vista la delicatezza e l’importanza dell’età che va dai 3 ai 6 anni, per il futuro scolastico e non dei bambini; è l’età più importante sia per lo sviluppo fisico che per quello mentale: che le insegnanti non siano delle capre e abbiano un minimo di conoscenza dei processi di sviluppo, un minimo di competenze didattiche, piuttosto che essere delle lavandaie mi sembra semplicemente SCONTATO.

  3. gaeta6315@libero.it ha detto:

    Prof, bella, la scoperta semantica della “lege” (legge?!) che rappresenta l’ONDA GELIDA, undam EGELidam (al contrario). Ma quale legge, forse sempre la stessa legge demenziale (107/2015), 7+1=8, ma per caso fa venire tutto giù, 7 e 8? Grandioso l’antico scrivente con: “CHERRA L’ESCOLLE”. L’idioma galiziano subito identifica “scelta” con “elecciòn”, come se il linguaggio conoscesse già il futuro. La chiama “escolle”. Però “cherra”, viene giù, ma perché, sarà scelta sbagliata: CHE ERRA come la numerazione demenziale dell’algoritmo docenti che le ho denunciato molti mesi or sono, causa di un disastro sociale, che ha riportato un solo mezzo di informazione: TELENOSTRADAMUS, quasi 500 anni prima. L’ unica scelta possibile, ma con quale rapporto numerico a riguardo dell’esito elettorale. Ma cosa CHERA e perché il fuoco e la FIAMMA nel palazzo. Bonnie e Clyde, faccia a faccia con il Romano e “il tempio e il sesso”, una tresca da “Senatori”; Senatori non ci posso credere, povero “monaco”. Alla prossima

    > WordPress.com

  4. gaeta6315@libero.it ha detto:

    Popy, come mai le prof della scuola d’infanzia che, giustamente, devono avere tutte le competenze, la laurea e quant’altro non fanno lo stesso numero di ore settimanali e non hanno lo stesso stipendio degli altri prof ???? Forse lo stato non le considera alla stessa stregua delle altre laureate ?????

    > WordPress.com

    • Popy ha detto:

      A me risulta che stiano coi bambini lo stesso numero di ore di una maestra della scuola primaria, non di meno, infatti.
      Dovrebbero essere considerate allo stesso modo, così come la frequenza alla scuola dell’infanzia dovrebbe essere OBBLIGATORIA per i bambini mentre non lo è.
      UPdates- DIdasKalion..il mondo è fatto a scale o the Scale sui piatti della Bilancia cosa conta il peso di ogni competenza..,e compenso ? Enigma di tale(CH)Erra Escolle-colle- et maison soffocata ed impiccata dalle scelte ultime ?

      • Popy ha detto:

        Certo! Ad ogni cosa va dato il giusto valore, ma non si possono chiedere compensi migliori a fronte di nessuna preparazione. Questo è stato il gioco dei sindacati che per anni hanno difeso l’indifendibile (insegnanti che correggono zebra mettendo 2b !!!) per proteggere posti di lavoro elargiti in maniera assistenziale e non cjiedendo il giusto riconoscimento di un MERITO mai esistito. Qui in Italia tutti rivendicano diritti e nessuno si ricorda dei propri doveri; ed è una delle ragioni per cui questo stato è allo sfascio infatti.

  5. gaeta6315@libero.it ha detto:

    Ciao Popy, ti rispondo sulle ore. Un docente di scuola dell’infanzia fa 25 ore di lavoro settimanali, quello di scuola primaria 24 e quello di scuola secondaria 18. La differenza, se la moltiplichi per le settimane di un mese, fa tanto. A questo bisogna aggiungere una differenza di stipendio e contributiva abbastanza marcata tra i diversi ordini scolastici. Chi fa meno ore prende più soldi: è come l’algoritmo, più punti hai, più lontano vai. Spero che non accada uguale per la nomina del premier. Se per caso questo è dovuto al fatto che i docenti di infanzia e primaria prima non erano laureati, allora sono d’accordo con te: che abbiano la laurea!!!, ma anche lo stesso stipendio!!!!, altrimenti abbiamo la SCALA del prof e dell’antico Scrivente. É meglio non andare oltre. Un altro ciao

    > WordPress.com

    • Popy ha detto:

      Ciao, adesso mi risulta che molte abbiano la laurea in ogni caso, perché da qualche anno è l’unico canale di ingresso per i nuovi e quindi bene che abbiano lo stesso stipendio, anche perché i prof dalle medie in poi mi sembra di competenza didattiche, non disciplinari, ne hanno poche o niente, se non quelle che si fanno sul campo e quindi all’infanzia mi sembra ne capiscano anche di più, per certi aspetti.

  6. enrico rossi ha detto:

    sembra ormai esaurito il ruolo del fiorentino sui destini d italia,e tutto sembra converger verso li mese di MAJO GIUGNO ANCHE PER IL CLERO I ROMANO

  7. gaeta6315@libero.it ha detto:

    Prof, in queste ore concitate e concentrate sulle SCELTE delle figure istituzionali c’è un altro idioma, tra i tanti, che insospettisce: il rumeno, che alla voce “scelta”, suggerisce ALES, indicato esattamente come “scelto”. E allora: “…cherrA L’EScolle…”, cade chi viene scelto e con lui anche l’artefice della scelta? Purtroppo prime scintille a destra, preamboli del presagio 123? Speriamo bene

    > WordPress.com
    .UPDATES- non dimenticare che con il comunismo…tutti sono uguali e così che siamo macinati dal pseudosocialismo dalla barbarie. Invece il genio dove lo mettiamo ? Ecco perchè innanzi a tante ingiustizie la gente si ribella, a ragione di tante inclinazioni che sono il ventaglio delle opportunità che ha la società, la comunità quale ricchezza e vena o pepita che mediante l’apprendimento, la scuola + diploma – questo deve diventare d’ogni alunno-classe – Progetto un onere dello stato sociale uguale per tutti, ma siamo molto lontani da tale idea del Padre Eterno che l’ha impartita e rimasta l’etera teorie morta e che ancora nessuno applica come regola aura di un dovere- I’istruzione. E’ lo Stato che deve sostenete l’individuo da scolaro in poi sino al rango opportuno: Nessuno deve essere abbandonato a se stesso…ma giusto così guidato sino al lavoro-occupazione-esercizio(nessuno deve restare con le mani in mano). Sogno o utopia che sia…possa l’opportunità essere il seme futuribile di una società ottimale.

  8. gaeta6315@libero.it ha detto:

    Prof, condivido estremamente quanto da lei scritto. Cade ALES, perché cadono gli “scudi” a difesa di una RES PUBLICA fondata sul nulla. Ed ecco la didascalia che parte dalla scuola e finisce sul Colle. Una repubblica bruciata dalla “fiamma a tre colori”, veicolo semantico perfetto (MIS) di un qualcosa che Nostradamus ha visto nella sua “palla di vetro”. Complimenti a lei ed all’antico scrivente.

    > WordPress.com
    UPDATES- Ovvero specchio ardente lattiginoso…o meglio uno superschermo piatto ? in chi scorrevano le images delle avventures et abominazioni umane lSeduto sullo scranno di metallo e il led si illumina e così tutto vibrava dalla testa limbo ai piedi! Anticipazione fantascientifica di quanto oggi presto in parte condividiamo senza viaggiare nel tempo. Ma lui di certo sì! Lasciamo stare la REPUBBLICA…(2-39)ben altro deve ancora maturare per arrivare a tale FRAPPE’ !

  9. gaeta6315@libero.it ha detto:

    Prof, il problema del tempo glielo sempre prospettato in passato come basilare: come faceva? o forse è meglio dire: come facevano? “…seul, reposè sur la selLE D’airain…” Guardava la TV. Difficile spiegarlo a qualcuno!!!

    > WordPress.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...