LE MINCHIATE FIORENTINE DELL’ETRURIA uscite dall’URNA o dalle Carte da gioco della Sorte Italica.

OGGI a differenza del passato le icone o stemmi o simboli dei partiti sono mutati. E nuovi volti e d altre maschere sono apparse sulla scena… su cui ora si focalizzano i destini di questa nostra Italia. Oggi facce e nomi e visi chi volto a destra chi guarda a sinistra.Leggo in basco faccia a faccia=  DEM arr DEM democratici..o vedi in spagnolo Cara a Cara ! Face to Face  etc.

Il folto gruppo di quanti compongono l’anfiteatro – Dal Nord al Sud dall’Alto al Basso ….di questa nostra penisola per cui eccoci alla mobilitazione- o detto movimento “cinesi” in greco ! Cinofilo-canino ??Da  oggi nel clima così generale, visto che siamo sotto la sferza del Vento glaciale et raggelante, dell’Aquilone nordico Boreale o Buran che soffia infida influenza su cui poco si possa  sorpresi ? non tanto del grande competere e disputare , che ha la sua  origine nel grande Disputatore o Disputin o ZARPUTIN !Contro cui non è possibile oggi disputare !!!!Dopo l’esito elettorale oceanico russo.Ma andiamo a ritroso per cogliere  un esempio- riletture utilissime a soppesare quanto va ed andrà sempre rimeditato – riconsiderato quando la storia ha simili sorprese da Uovo di Pasqua o altra celeberrimo Uovo russo.

 

Del nostro  passato ancora caldo nonostante il gelo giunto – L’Evento è quindi eclatante se dopo tante lezioni ed esempi composti sempre in anticipo sui fatti stessi cominciando dal dicembre del 2012 (specifico file sul tema)sul Germano Reale e su Flora(il Fiorentino ancora da emergere ai vertici e allora sindaco di Flora-Firenze)- Ma allora quando alcuni brani vennero scritti nessuno conosceva il fiorentino in questione ma già nel 1997(Almanacco di Nostradamus scrivemmo anticipando i tempi con tale previsione su ):

Un posto singolare al Toscano che in campo avanti forza è del FLORA,il fiorentino toscano colui che come dice la profezia- Viso a Viso in campo si confronterà duramente con il Prode Romano da cui dovrà ben fuggire e guardarsi perchè la sua entrata in campo sarà dirompente rottura di Fedi !

Il Proverbio dice infatti: Tempo di FLORA-Fiori e Dolori ! Dopo a molti verranno fatte le scarpe…senza rispetto di sesso e chiesa !

Parole sante che indicano quanto in anticipo si possano dedurre gli scenari storici. Questo poi di “FLORA “ ed oltre ogni altro Fiore o sfioritura che fu preannunciata la salita dell’Uno e l’Uscita dell’altro…austres …usando parole cautissime Germano Reale ovvero per dire il PAPE…Papero ! In tedesco DUCK ! Oggi almeno chi ha imparato a leggere simultaneamente gli indizi che abbiamo da sempre messo sotto gli occhi e il naso e i vostri neuroni cerebrali. Perchè sempre poi accade che si nega di avere da tempo focalizzato il destino di alcuni protagonisti sula scena della storia dei paesi, dei popoli e della religione (chiesa)a cui seguiranno Quattro ICONE con la testa-cranio The SKULL tanto del Papa, The SKULL del Faraone Mubarak, e di seguito degli altri come la testa del magistrato Ingroia, la testa con i denti voraci del banchiere senese(Siena)ponendo l’interrogativo dell’evento finale che pendeva come spada di Nostradamocles sulle loro quattro teste. Mesi dopo nessuno ha detto un’acca di questo presagio sull’imminente 2012..

Ecco come quanto scritto spesso sfugge e così per tante altre anticipazioni,che  svaniscono nel dimenticatoio.

Allora constatiamo che ogni icona o Minchiata o ogni altra PIMINKIATA che si possa mostrare alla vista di tutti , poiché così che le postate immagini devono indicare meglio di mille parole e di ogni altro Mill o Miller ovvero Mulino o Mugnaio che così macina la farina per mettere sul piatto il cibo per la mente umana.Parole è immagini, ovvero icone moderne come le antiche Minchiate o tarocchi sono state usate alla moda e nell’intento di sollecitare ..illuminare come ogni visione con i simboli vedi Don Bosco, sono eloquenti elementi che tradotti secondo l’esegesi dell’arte che qui sempre abbiamo messo in prima sequenza sul (TE)Desco dello studio di ogni analisi iconografica che consideriamo elemento prioritario portante, se avete in mente le visioni e illustrazioni dell’apocalisse, sono le immagini potenziali a svelare gli accadimenti stessi.

E’ invece necessario questo lavoro di lenta penetrazione dell’Omen stesso parola dopo parola e a volte anche di letture palindromi , un esempio verrà dato prossimamente sul mistero della SINDONE . Occorre quindi la costante traduzione e processi mnemonici che alimentano l’apprendimento, ricorrendo ad ogni fonte che comporti patrimonio di fecondi simboli e di detti e delle parole come il Boschius (1600)SYMBOLOGRAPHIAE di cui ovvio apprender e cogliere ogni altro sano sviluppo metalinguistico,chi possa  solo bene operando la traslazione in più idiomi, Un lavoro ed impegni che appare scabroso e spesso anche detestato da chi non allarga i suoi orizzonti, privo di conoscenze linguistiche. Ma lavoriamo affinché in ogni li tua chi legge la profezia possa ricavarne un senso locale.

Così che abbiamo sviscerato da cinquanta anni nel giusto e correggibile che sia stato necessario – così man mano esposto, quanto ancora oggi lo studio per alcuni stenta ad entrare nella testolina. Sopratutto dei molti arraffoni che vorrebbero tutto bello pronto, servito e così spiegato e gratis senza alcuno sforzo e considerazioni e riflessione mentale.Obbligo la ponderazione saggia e prudente, non essere acerbi o dilettanti, la profezia è impegno senza limiti di tempo.

Quello che è peggio è che ad ogni quartina che si pone sul desco delle analisi, o chi ama a zonzo  cercare a caso ad infilare altre quartine, quelle poi da incollare a quella sotto esame più adattabile, invece di focalizzare ogni serio  dettaglio e + specifiche coincidenze.- Dico mai e giammai –  si devono sommare quartine che hanno spazio-tempo diverso ! Abbiamo insegnato che una riga della quartina da inizio allo scorre del tempo e della storia che man mano vine a galla riga dopo riga. Non si possono fare salti dii scene temporali. Idem insegnano le icone per cui se ci sono due Lupi sotto la Luna Crescente Araba,  da ANUBIS mortale o Karonte o divoratori e sciacalli e sciaccallaggi  quali sono questi Due Rapaci Lupi mannari che depredano e sterminano il gregge dei popoli e abitanti di città martoriate.

 

Contrapposizioni sotto la Mezzaluna che combaciano con lo scenario tra le Torri BURG AL ARAB dei grattacieli o Pinnacoli e i Minareti Maomettani…tra un lago di velenoso petrolio e lo scorpione CORP SPYONS  dei corpi di assalto, denominazione dei corpi militari e le macchinazioni e sia le trame e le stragi velenose e chimiche da weapons tecnologie d’essere qui incluse. Leggi l’Apocalisse i carri di guerra d’assalto sono appunto chiamati Scorpioni Aqrab-Arab !Carapaci-testuggini con le code velenose e sia sputa-fuoco – cannoni).

L’Icona XVIII del TARIK ovvero TAROCCO è quindi eloquente quanto basta, a sollecitare l’immaginazione e la visione umana sullo scenario del LUPO = SHIRAN in arabo, SIRIANO ovvero Chiaro più di così sì muore!Chi con le sue Chele da scorpione  armato con le sue taglienti braccia accerchia e strozza e  uccide ed avvelena (Morte=MOUT in arabo- moutons – agnelli o montoni dei capri espiatori !)

Davvero un tempo di Lupi senza evocare la VOLUPSA veggente nordica , che preannuncia il Lupo del DOOMDAY UNIVERSALE.

Mentre qui restiamo in casa nostra nel proporre le Icone o Minchiate toscane, dell’antica terra Etruria TOSCA o Etrusca interruzione di toschi- veleni, piatti amati e conti salati – scenario sul Tuscus iniquus  ed Lege-Egelidam UNDANS- di fatto coincidente nel tempo odierno-   Ma tutto  essendo stato preventivato

( dal 1980) da decenni …deducendo bene dalla storia stessa di innalzare images, figure simulacri – quali erano stati i maestri degli Omen,Etruschi da Aruspici e Presagi che hanno insegnato questa Arte da cui si ricavano bene dai segni. Quelli che ci porta la madre terra e sia il cielo e da ogni cosa in natura animale. Anche dietro rituali ovvero mediante sacrifici alle divinità, come facevano nel tempio immolando dei tori i sacerdoti biblici. Nulla di diverso quindi ai rituali pagani come le Offerte= Corban che facevano le altre religioni e ai loro dei o al loro dio UNICO…..che ancora in modo apparente ed astratto oggi noi cristiani assistiamo ad ogni santa messa. C’è sempre un capro espiatorio ad ogni UNICA SCELTA dall’ALTO al BASSO – facendo o FAISSANT (Facente )Issante Santo .. o XANTO ? Giallo in greco ! Rossi e Gialli allora erano i russi e gialli cinesi.La lettura attuale invece ecco la sorpresa della marea gialla e allora cosa deduciamo ?

Chi sovviene o viene dunque consacrato-

Unto e bisunto che sia a tale finale scopo ed elezione ?

Oggi i rituali sono cambiati, ma state certi chi viene eletto è come un Re pronto ad essere sacrificato.E chi vuole essere sacrificato alla ragione di stato ? E qui che il ritornello anticipo ci viene riproposto recitato – semmai la storia a volte così si ripete come un atto tragico quello sul teatro…o anfiteatro romano ?.Chi non ricorda le IDI di Marzo ? Chi sale e chi scende …dall’Alto al Basso – come gira appunto la ruota del destino per ogni leader passato il suo tempo e chi sogno di scalare il Potere come  l’Albero della cuccagna.

 

Annunci

13 pensieri su “LE MINCHIATE FIORENTINE DELL’ETRURIA uscite dall’URNA o dalle Carte da gioco della Sorte Italica.

  1. La Minchiata Fiorentina che ha (calembour) R….8 e nonostante tutto vuole ancora fare la prima Donna è Renzi.

    Updates-C’è chi si arrampica sugli specchi e chi sul tronco della vecchia quercia-Ulivo ?

  2. PROF. BOSCOLO, Lei è sempre BRAVISSIMO nella traduzione delle quartine scritte con anni e anni d’anticipo sui suoi libri, il guaio è che le malefatte che siamo costretti a subire, non si riescono a scansare, e il caso di dire: siamo nati per soffrire !!
    Professore, il testardo Renzi non si arrende, le batoste già incassate non sono ancora sufficienti: ha perso alla grande il referendum, alle amministrative ha perso Roma, Torino ed altre città sempre amministrate dalla sinistra, non ha neppure capito bene la lezione del 4 marzo, come se nulla fosse successo. Sembra pronto a ripartire con i suoi fedelissimi, per mantenere il controllo del partito e possibilmente sistemare Maria Elena Boschi alla presidenza della commissione di vigilanza sulla televisione pubblica e poter mettere le manine sull’organo di controllo di V.le Mazzini, che gli garantirebbe una presa sull’informazione e una continua visibilità. Si dice che la malerba non muore mai, e quindi per estirparlo serve ancora un’altra batosta ? Tutte le speranze sono ora riposte nell’imparzialità del presidente della Repubblica Mattarella, persona lucida e realista, trarre le conclusioni, perchè la situazione italiana è molto grave sul fronte economico, quindi consentire tempi lunghi sarebbe pericoloso. Ora Prof. Boscolo, devo calmare la rabbia e la tensione che mi assale quando penso quello che abbiamo subito in questi ultimi anni: perdita di migliaia di posti di lavoro, perdita dei risparmi di una vita con il fallimento delle banche, la scuola rivoltata come un calzino: trasferimento degli insegnanti dal sud al nord, quelli del nord al sud, per le insegnanti delle scuole materne adesso si chiede la laurea; per non parlare della sanità, che per potersi curare bisogna pagare prima lo specialista e poi anche le medicine. Mi fermo !
    Adesso aspetto con gioia la fioritura di primavera, ma già in questi giorni possiamo vedere i giardini abbelliti dall’erba fresca e dai primi colori della primavera con i fiori delle violette, margheritine, primule, narcisi e nontiscordardimè. Sono impaziente di assistere all’esplosione della nuova vita. Nell’attesa trattengo il respiro, perchè già si sa quel che accadrà: ci toccherà aspettare ancora un bel pò, per poi ricominciare con la solita siccità –

    • Chiedo scusa ma il fatto che per le maestre della scuola dell’infanzia si chieda la laurea mi sembra il MINIMO, vista la delicatezza e l’importanza dell’età che va dai 3 ai 6 anni, per il futuro scolastico e non dei bambini; è l’età più importante sia per lo sviluppo fisico che per quello mentale: che le insegnanti non siano delle capre e abbiano un minimo di conoscenza dei processi di sviluppo, un minimo di competenze didattiche, piuttosto che essere delle lavandaie mi sembra semplicemente SCONTATO.

  3. Prof, bella, la scoperta semantica della “lege” (legge?!) che rappresenta l’ONDA GELIDA, undam EGELidam (al contrario). Ma quale legge, forse sempre la stessa legge demenziale (107/2015), 7+1=8, ma per caso fa venire tutto giù, 7 e 8? Grandioso l’antico scrivente con: “CHERRA L’ESCOLLE”. L’idioma galiziano subito identifica “scelta” con “elecciòn”, come se il linguaggio conoscesse già il futuro. La chiama “escolle”. Però “cherra”, viene giù, ma perché, sarà scelta sbagliata: CHE ERRA come la numerazione demenziale dell’algoritmo docenti che le ho denunciato molti mesi or sono, causa di un disastro sociale, che ha riportato un solo mezzo di informazione: TELENOSTRADAMUS, quasi 500 anni prima. L’ unica scelta possibile, ma con quale rapporto numerico a riguardo dell’esito elettorale. Ma cosa CHERA e perché il fuoco e la FIAMMA nel palazzo. Bonnie e Clyde, faccia a faccia con il Romano e “il tempio e il sesso”, una tresca da “Senatori”; Senatori non ci posso credere, povero “monaco”. Alla prossima

    > WordPress.com

  4. Popy, come mai le prof della scuola d’infanzia che, giustamente, devono avere tutte le competenze, la laurea e quant’altro non fanno lo stesso numero di ore settimanali e non hanno lo stesso stipendio degli altri prof ???? Forse lo stato non le considera alla stessa stregua delle altre laureate ?????

    > WordPress.com

    • A me risulta che stiano coi bambini lo stesso numero di ore di una maestra della scuola primaria, non di meno, infatti.
      Dovrebbero essere considerate allo stesso modo, così come la frequenza alla scuola dell’infanzia dovrebbe essere OBBLIGATORIA per i bambini mentre non lo è.
      UPdates- DIdasKalion..il mondo è fatto a scale o the Scale sui piatti della Bilancia cosa conta il peso di ogni competenza..,e compenso ? Enigma di tale(CH)Erra Escolle-colle- et maison soffocata ed impiccata dalle scelte ultime ?

      • Certo! Ad ogni cosa va dato il giusto valore, ma non si possono chiedere compensi migliori a fronte di nessuna preparazione. Questo è stato il gioco dei sindacati che per anni hanno difeso l’indifendibile (insegnanti che correggono zebra mettendo 2b !!!) per proteggere posti di lavoro elargiti in maniera assistenziale e non cjiedendo il giusto riconoscimento di un MERITO mai esistito. Qui in Italia tutti rivendicano diritti e nessuno si ricorda dei propri doveri; ed è una delle ragioni per cui questo stato è allo sfascio infatti.

  5. Ciao Popy, ti rispondo sulle ore. Un docente di scuola dell’infanzia fa 25 ore di lavoro settimanali, quello di scuola primaria 24 e quello di scuola secondaria 18. La differenza, se la moltiplichi per le settimane di un mese, fa tanto. A questo bisogna aggiungere una differenza di stipendio e contributiva abbastanza marcata tra i diversi ordini scolastici. Chi fa meno ore prende più soldi: è come l’algoritmo, più punti hai, più lontano vai. Spero che non accada uguale per la nomina del premier. Se per caso questo è dovuto al fatto che i docenti di infanzia e primaria prima non erano laureati, allora sono d’accordo con te: che abbiano la laurea!!!, ma anche lo stesso stipendio!!!!, altrimenti abbiamo la SCALA del prof e dell’antico Scrivente. É meglio non andare oltre. Un altro ciao

    > WordPress.com

    • Ciao, adesso mi risulta che molte abbiano la laurea in ogni caso, perché da qualche anno è l’unico canale di ingresso per i nuovi e quindi bene che abbiano lo stesso stipendio, anche perché i prof dalle medie in poi mi sembra di competenza didattiche, non disciplinari, ne hanno poche o niente, se non quelle che si fanno sul campo e quindi all’infanzia mi sembra ne capiscano anche di più, per certi aspetti.

  6. sembra ormai esaurito il ruolo del fiorentino sui destini d italia,e tutto sembra converger verso li mese di MAJO GIUGNO ANCHE PER IL CLERO I ROMANO

  7. Prof, in queste ore concitate e concentrate sulle SCELTE delle figure istituzionali c’è un altro idioma, tra i tanti, che insospettisce: il rumeno, che alla voce “scelta”, suggerisce ALES, indicato esattamente come “scelto”. E allora: “…cherrA L’EScolle…”, cade chi viene scelto e con lui anche l’artefice della scelta? Purtroppo prime scintille a destra, preamboli del presagio 123? Speriamo bene

    > WordPress.com
    .UPDATES- non dimenticare che con il comunismo…tutti sono uguali e così che siamo macinati dal pseudosocialismo dalla barbarie. Invece il genio dove lo mettiamo ? Ecco perchè innanzi a tante ingiustizie la gente si ribella, a ragione di tante inclinazioni che sono il ventaglio delle opportunità che ha la società, la comunità quale ricchezza e vena o pepita che mediante l’apprendimento, la scuola + diploma – questo deve diventare d’ogni alunno-classe – Progetto un onere dello stato sociale uguale per tutti, ma siamo molto lontani da tale idea del Padre Eterno che l’ha impartita e rimasta l’etera teorie morta e che ancora nessuno applica come regola aura di un dovere- I’istruzione. E’ lo Stato che deve sostenete l’individuo da scolaro in poi sino al rango opportuno: Nessuno deve essere abbandonato a se stesso…ma giusto così guidato sino al lavoro-occupazione-esercizio(nessuno deve restare con le mani in mano). Sogno o utopia che sia…possa l’opportunità essere il seme futuribile di una società ottimale.

  8. Prof, condivido estremamente quanto da lei scritto. Cade ALES, perché cadono gli “scudi” a difesa di una RES PUBLICA fondata sul nulla. Ed ecco la didascalia che parte dalla scuola e finisce sul Colle. Una repubblica bruciata dalla “fiamma a tre colori”, veicolo semantico perfetto (MIS) di un qualcosa che Nostradamus ha visto nella sua “palla di vetro”. Complimenti a lei ed all’antico scrivente.

    > WordPress.com
    UPDATES- Ovvero specchio ardente lattiginoso…o meglio uno superschermo piatto ? in chi scorrevano le images delle avventures et abominazioni umane lSeduto sullo scranno di metallo e il led si illumina e così tutto vibrava dalla testa limbo ai piedi! Anticipazione fantascientifica di quanto oggi presto in parte condividiamo senza viaggiare nel tempo. Ma lui di certo sì! Lasciamo stare la REPUBBLICA…(2-39)ben altro deve ancora maturare per arrivare a tale FRAPPE’ !

  9. Prof, il problema del tempo glielo sempre prospettato in passato come basilare: come faceva? o forse è meglio dire: come facevano? “…seul, reposè sur la selLE D’airain…” Guardava la TV. Difficile spiegarlo a qualcuno!!!

    > WordPress.com

Rispondi a Popy Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...