SHANGRI-LA- Il Mito dell’UTOPIA IMMORTALE mai archiviata: scrinium bussa alla Porta del Cuore !

C’era un luogo immaginario in cui molti credevano di ritrovare il Paradiso perduto , questo dagli Anni Trenta (1933)per i lettori imbevuti dal romanzo Orizzonte perduto (Lost Horizon) e dopo per quanto scritto dal britannico James Hilton che ebbe un vasto successo popolare che utilizzò il genere del mondo perduto come base di partenza per un’Arcadia, così di moda nella filosofia popolare e critica sociale.Fu l’invenzione che introdusse il nome di Shangrilà, frutto ipnotico dell’immaginazione di Lawrence Osborne, in cui furono accomunate le leggende asiatiche, Tanti lettori così rapiti dalla trama dei misteri tibetani e dei monasteri collocati come dimore di santi monaci autori di miracoli…

Così che fu il ricavare dal libro la suggestione nel 1937 – Frank Capra trasse il suo celebre film, che giunse in Italia …Shangri-La è il monastero tibetano che narra ed ospita della antichissima e segreta città ormai scrinium, archiviata – benissimo nelle pieghe del tempo tanto da non essere più localizzata o svanita e così rintracciabile sul globo della terra. Solo con la bussola immaginaria che cerca il polo impalpabile o impazzisce per indicare ancora i luoghi misteriosi. I Villaggi e città e monasteri che sono solo bei sogni o raffigurazioni dei mandala di tante arcaiche architetture di lamanserie o cineserie stratificate. Rotoli consunti con le memorie su pagine dell’ Archivio scrinium inscritto in caratteri astrusi , quelli che alimentano la storia remota e sia l’idea sovrana che sarà ripresa da Guenon sul Re del Mondo. Colui che troneggia su tutte quante le leggende e le molte teosofiche invenzioni e la falsificazione di tanta imitazione che prende cervello con il Piede o come lo Stivale delle Sette Leghe o Mille Leghe perchè è così radicato il racconto e mito Universale. Detto e fatto questo è il mito del secolo passato ha ormai preso posto nell’archivio scrinium della nostra teoria fantastica che nessuno si sogna di deleted…obliare!

Metà della nostra vita la passiamo a sognare, quindi felici sogni anche quelli ad occhi aperti. Come SOGNARE di andare alla ricerca di SHANGRI-LA come montare da innocenti bimbi sulla Giostra o girare la Rota del Sampò nordico. Il mitico Girmi o Mulinello distributore della Sorte o della Fortuna e Ricchezza per armarsi a scoprire o scalare la nuova MACHU PICCHU sulle cime della Cordigliera delle Ande. Meglio in Oriente verso le Vette e Pinnacoli inesplorati dell’immensa regione asiatica chiamata il Tetto del Mondo…non avara di pericoli e di tragedie. Come coloro che hanno indossato la veste di Indiana Jones ala scoperta di Troia o dal tempo dei nazisti che aspiravano alla scoperta archeologica per impossessarsi di una Reliquia Divina sia del Budda o di Cristo o altro Avatar .

Umani o Angeli o Demoni o Esseri antropomorfi alla cerca dell’Eden Perduto.

Chi cerca trova ? Non sempre in questo immenso labirinto ! La dimensione del divino e del fantastico o del segreto del tempo è dietro l’angolo. Oggi ci armiamo con ogni mezzo possibile, dotati ormai di satelliti che fotografano l’arca di Noè o possono scovare in ogni angolo e piega del nostro grande pianeta azzurro…cose insolite.

Ottima la tecnologia e l’inventiva che potrà dare corda all’immaginazione per scoprire una nuova terra cava…anche andando sulla Luna su Marte e più lontano .

Molte sono le ipotesi che i mondi celano, lo sarà per il prossimo lontano tempo, il pozzo di sorprese inimmaginabili. Poi rizzata la Scala di Giacobbe che dovrebbe salire alle stelle , così la scienza sogna e va lontano anche con i futuri esploratori alla cerca di altra Shangrilà – Lo insegna la storia che con i suoi infaticabili David Livingstone, missionari e missioni lanciate verso i mari e i continenti che già mappiamo per quelli che discenderanno sui nuovi ed antichissimi mondi. Ci sono mete che hanno l’infinito come percorso, altre hanno il TAO ma sono quelle che solo la mente di ogni intelligenza umana concepisce. Mistero dei sogni e di Morfeo.  Quale sia il Motore di tanto slancio che ha tali Ali di Pindaro , o cosa nutre ed infiamma la Passione o Amore motore che sospinge oltre i limiti del conosciuto, sia anche con una nuova Rosa dei Venti Cosmica – che su tridimensionali mappe e con computers adeguati si potranno compiere i Grandi Step by Steps – Passi verso l’ignoto….Ma prima siamo stati bimbi ingenui cultori di favole e di miti – scoprendo che invece c’è molto spazio su cosa sia teorizzato e celato, nascosto in Terra.

C’è chi lavora in proprio e ha scritto i grandi sogni . Da quando Prometeo ha acceso il fuoco dobbiamo solo mettere le lenti per focalizzare anche con gli occhi fuori delle orbite . Forse alla cieca alla Cerca – siamo tutti in lizza in questa dispiegata umana volontà di volare verso Orizzonti ignoti :Ecco perchè esiste tale vocazione a tutta birra :

 

The RESEARCH fantastica immaginaria o senza tempo …….

 di SHANGRI- LA ?

Quale sarà il mito vero IN DI VINO VERITAS? Da quello Falso. Quale sarà la Verace ALETHEJA , la Promessa finale di un mondo migliore che racchiude anche il mito cristiano, islamico, ebraico,tibetano buddista,shintoista ed ogni altra fede o variegato settarismo che lascia tutti in bilico. Troppa è l’aspettazione celeste.

Bene inclusa quella dei madonnari che menano il can per l’aia , tutti in bilico a pesare il tutto e capire finalmente se tutto è vero o grandemente falso !

Ci sono segni nei cieli se gli astrofici osservano l’asteroide insolito gironzolare strano e velocissimo nel sistema solare e poi uscirne tanto da suscitare ipotesi d’extrasolare origine. Un corpo affusolato che viaggia senza una targa di riconoscimento. Già perchè nello spazio degli abissi non vige ancora un codice del Diotheus per ogni viaggiatore !.  Bando al der stelle planetare e alla necessità di volare nello spazio e come sapere esattamente dove un corpo si trova. Inconfutabile esigenza astronomica di localizzazione per ogni futura missione ed esplorazione umana, altrimenti addio = farewell se ci si perderà nello spazio lontano(far)del pozzo(well)profondo.

Qui ricordo allora che il pericolo di salire nello spazio non sarà privo di quel pericolo che accomuna così Sangland o SENGLAND o SANGRILAND o SANGLIER ?Inoltrarsi nel selvaggio abisso , dimensione del Cinghiale nero (il maligno oscuro)o il Cinghiale Bianco( Avatar della Luce)...altro mito poco conosciuto che ha persino la noma giapponese di USA-HACHIMAN = il Nemico- SATANA !

Ecco perchè non si devono gettare le perle ai cani ed ai porci !Occhio quindi al Shangrilà o Sangliers nero che avrà un suo senso in questa ruota dell’esistenza di segni orientali (Cinghiale- Maiale)e della planetare babilonia di mitologie. Troppe sono le vaticinazioni millenarie che vanno alle calende greche. Ma ci sono dei solitari che non demordano e rush out – corrono verso la cerca di della destinazione ignota. La Mascherata Cerca del Paradiso Perso-Perduto ?

Il mito che racchiude una verità sinora indecifrata – nonostante che si dice che l’accesso al Paradiso è custodito da un Angelo con la Spada Fiammeggiante.

Ecco un celebre esempio esposto da decenni :

( da pagina 31 di Ultimi Presagi- 1980. Piemonte in Bancarella )

I miti pagani non sono diversi dal racconto della Genesi .Vi è in questo pianeta,in un luogo serbato gelosamente segreto.Un tempio Solare dei primordi, la cittadella solare già ricercata in ogni angolo della terra. Un’idea dell’Olimpo, dell’Eden ,di una Montagna Sacra da cui la nostra civiltà una volta raggiunta supererà il traguardo di un ambito progresso spirituale Questo luogo idealmente ove gli uomini realizzeranno i maggiori progressi mentali e tecnici è visto dai profeti irraggiungibile sinché il tempo “ giusto”non sia alle Porte.

Questo luogo dice il Zolla è il mito di Vagadù(o Bagadu, Bacnadu,il Dio del Ritorno) <in greco Nosto – Maran Hata> .

Quattro volte Vagadù è apparsa alla luce del Sole

ma per quattro volte è scomparsa,

Celata all’OCCHIO dei Mortali.

La prima volta per vanità.

La seconda volta per mancamento alla Parola data.

La terza volta per avarizia ed infine per la Discordia.

Quattro volte ha mutato orientamento geografico e polare: una volta ha guardato verso Settentrione ,poi a Occidente, successivamente a Oriente, e infine a Mezzogiorno. Solo in alcune Ere la cittadella diventa accessibili agli uomini, ai predestinati che scorgono le Quattro Porte orientate nei quattro punti cardinali. Da tali direzioni provengono le Forze con cui la città è edificata con pietra e con legna o con terra, che viva soltanto come un miraggio, come un’ombra nell’animo e nella nostalgia dei suoi figli.

Quattro volte Vagadù ha cambiato nome: s’è chiamata Dierra, Agarda, Ganna, Sila Vagadù non è di pietra, né di legno, né di terra, ma è forza che vive nel cuore dell’uomo, ora è manifesta per ché solo agli occhi di quanti sono puri. In sua prossimità o vicinanza, le orecchie odono il clamore di mille scudi ma non si vedono campi di battaglia.

Ora è invisibile perchè stanca e oppressa dalla indomabilità degli uomini.

Ci vuole amore e il desiderio immenso di un nuovo Eroe solare perchè Essa-Ella possa nuovamente rivivere e non assopirsi come la FEDE dei popoli quando diventa sterile liturgia senza Dio.

Se Vagadù sarà ritrovata allora sarà una Forza tale nel cuore dell’uomo che non potrà mai più smarrire la Verità e la insana Discordia non la potrà scalfire.

L’Umanità sarà quindi salva soltanto quando un nuovo Ercole avrà oltrepassato le Porte invisibili di Agarta . L’uomo che è alla ricerca della città celeste o del centro dl mondo rispecchia l’ansia umana di raggiungere la meta finale della Conoscenza e del Potere sul Mondo e sulla Materia.Questa è la Chiave per i cieli e ogni sfera. Il domino centrale,l’essenza delle cose,il cuore delle cose,il centro esatto del cielo della nostra madre terra.

COR CORDIS – KER COEUR, KER , la Sorte,cuore destino in greco.

<Costui – Costi quello che costi Lui sia il mediatore che sarà il RE …WANG(Cina)>

Dove lo saprà solo calcando e vagando nel “ sito giusto “. Nella strada solstiziale che meraviglierà e allora permetterà alla Luce del Sole individuale di penetrare nel cuore del mondo,nel cuore dell’uomo stesso. Là dentro scoprire la leggi occulte da non più smarrire. Vagadù o Agada Agarthi, Acarty, la città bianca. La Pura Polis che diverrà il centro di irraggiamento di una Nuova Parola, di una nuova lingua e Rivelazione. Solo allora con maggior spirito poetico ascolteremo il saggio filosofo insegnare:

Non la vita, non la materia,non l’energia;

senza Intelligenza.Tutta la Materia.

Tutta l’Energia.Tutto il vuoto sono cose prive di conseguenza.

Solo l’Intelligenza è Luce.

Non esiste cosa in cui pulsi la Vita,

comunque, creata, nata ,concepita, costruita,

che proceda solitaria nel cammino.

NOI NON SIAMO SOLI !

NESSUNO È MAI SOLO < the Aloner >

Vi do questa assicurazione. Mai da quando il primo debole palpito della Vita, sul primo pianeta della galassia acquistò la facoltà di percezione. Mai è esistita una sola creature vivente che abbia camminato o strisciato da sola lungo il Sentiero dell’Evoluzione della Vita bene contando ed elencando i milioni di anni che dalla Vita ha segnato tante tappe alle spalle .

(qui sino a pagina 53 del testo Ultimi Presagi- 1980- Piemonte in Bancarella).

(Ora sognate senza remore e dogmi e senza cadere nelle trappole di chi vi fa promesse, non senza battere cassa nel futuro…)

Annunci

Informazioni su Renucio Boscolo

Renucio Boscolo nato a Sottomarina (Venezia) il 25-04-1945 quasi allo scoccare della mezzanotte alla coincidenza del Giorno di san Marco ( 25 Aprile 1945)e ricorrenza festiva del Leone della Serenissima e anche storica Giornata della Liberazione così alla Fine della II° Guerra mondiale, che sulla spinta degli eventi, poi è trasferito coatto a Torino e a Aosta. L’inizio scolastico bilingue (italiano francese)quasi voluto dalla sua Grand Mere, della famiglia Novelli Farnese, che scelse il nome di Renucio (degli antenati Farnese) e che avrà peso quel patois-francese per tutti i suoi futuri studi sommati alle reminescenze dalla viva voce della Nonna che gli recitava singolari presagi del libro precocemente inculcato che anticipava il Futuro. Una premessa singolare che è la predestinazione dall’infanzia a tuffarsi in letture storiche e sino dal quattordicesimo anno aveva già in tasca la tessera della Biblioteca Civica(Torino) divenuto Topo da biblioteca con il divorare i testi più inerenti alla sua passione così istillata da far emergere la vena interiore e come un verde pollone crescere sino ad albero (Bois-Bosco), che lo ha portato diventare da illustre conosciuto a studioso, poi emerso prepotente sulla scena dell’editoria e della carta stampa alla fine degli anni Sessanta ,principio Settanta (Seventy). Torino allora il cuore della del gruppo CLYPEUS e Giornale in cui si affrontavano le tematiche dell’INSOLITO , spazio, tempo, astrofisica, astrologia, archeologia archeostoria, di tutte le civiltà e culture e i loro enigmi che fanno scattare nella mente umana i più grandi interrogativi sulla vita e sul destino dell’Uomo. Prodromi di quel filone d’incontri e conferenze librarie che hanno dato il via a Torino Città Magica lungo le sponde dell’Eridano padano ad opera di svariati scrittori e fantaesoterici dell’una all’altra sponda, credenti o bastian countrari. Dagli inizi degli anni Settanta galoppa il filone editoriale con la MEB(Torino) che ha pubblicato Kolosimo e il primo libro di Renucio Boscolo: Nostradamus –Centurie e Presagi - (1972). Tempi magici all’ombra della Mole ed indovinate stelle che da allora la fama di Nostradamus ha navigato anche con una pletora di emulatori e facili simulatori, alla ricerca del segreto per anticipare il domani. Nessun editore ha mancato in questa sfida , che si è rivelata mondiale chi a favore e chi contro. Ma solo in Torino che la storia consta dell’elemento unico ed inequivocabile dell’Epigrafe secolare (1556)che anticipava che ICI - Qui Chi avrebbe onorato Nostradamus e chi qui chi lo avrebbe denigrato. Ad ognuno la sua mercè. A chi Gloria e Vittoria ed agli altri la Rovina Totale. La Sentenza sibillina che da secoli pesa come una Spada di Nostradamocle ….sul capo dei suoi detrattori. Perchè così è scritto nell’epigrafe : Nostra damus aloge ici & Ici EGO(la) SUM d’ART(e)SON ! L’indizio telegrafico che porterà Boscolo a concepire l’Arte –tecnica del suono, così sommato con le supputazioni fonetiche o Anfibologia che ha in ogni lingua e verbo-suono la parola reca come Semantica, Significazione ulteriore che porterà alla Cronosemantica applicata così a tutti gli scritti del Nostro. Il Messaggio ha con Boscolo una decifrazione e analisi che porta ad altre scoperte , sino a toccare con mano e vedere la pietra di marmo su cui fu incisa la sentenza originale collocata non a caso in Torino dal 1556 e custodita da una antica famiglia sino a giunger a Boscolo che ha fatto i primi passi e lungo i decenni le ulteriori scoperte e composto nuovi testi per diffondere e far conoscere il Verbo di Nostradamus secondo eventi mondiali clamorosi che confermano le anticipazioni delle quartine. E’stato negli ani Settanta, invitato a Salon (Provenza dall’allora sindaco della città, dimora di Nostradamus)ove anticipa lo scenario della Rosa in Pugno, presagio lieto dell’Avvento dei Socialisti di Mitterrand sin dal 1972-1976, questo Scenario è inconfutabilmente esposto nel suo: NOSTRADAMUS - Gli anni Futuri (1976) che gli editori francese hanno gabbato o dissentito da Boscolo preferendo chi l’ha emulato e plagiato. Invece la storia clamorosamente assiste alla Vittoria della Rosa ,al fiorire della Rosa. Al nome della Rosa(Eco)al Guns of Rosis. …e quanto di più violento ad esso nome Rosa (sanscrito = violenza)si abbatte sino contro il Papato secondo la quartina nota in tutto il mondo ( 2.97). Boscolo dimostra e prova la sua priorità interpretativa ed l’esegesi corretta. Pubblica altri titoli e sbarca in USA per pubblicare il suo Key to the Future(Abbot Press, California). Pubblica nel 1984 ritornato dagli USA per Musumeci (Aosta) Nostradamus la Chiave di Lettura persino mensili scientifici pubblicano i versi della quartina di Nostradamus optando la decifrazione con il Computer mediante i primi programmi di traduzione plurilinguistica suggeriti da Boscolo con la Cronosemantica che vede allora battezzare il sistema Try of Wood , la prova del Bosco ! La Chiave per decodificare i versi che svelano sensi inquietanti nonostante i solo cinquanta milioni di memorie e non miliardi necessari al Sistema Cronosemantico, che riesce a fare l’an plein, compreso solo molto tempo dopo , traducendo il fiorire della rosa con Goulistan = il Giardino delle Rose(in persiano)che nessuno si capaciterà di intuire poi il luogo geografico ove nel futuro: “Quando fiorirà la Violenza- la Rosa “ …Goulistan = l’Afganistan ! Ma tutto questo è già esposto nel testo del 1984 Key to the Future in relazione alle cronosemantica ed ai sirti del globo in cui si manifesterà il fiorire della Violenza specificatamente indicato il logo latino di Gedrosia (Afganistan)e Battriana dei greci ! Ma come sempre del senno di poi sono piene le fosse a causa della violenza che fiorisce in luogo come i bastian countrari che negano tutto e chiudono gli occhi per non vedere la luce del Sole. Sono pubblicati negli Oscar Mondadori dal 1979 con il titolo di : Centurie e Centurie e Presagi, a cui segue : Nostradamus L’Enigma Risolto - 1988.(Il manuale di interpretazione di un secolo di storia 1900-2000) e il successivo Così Parlò Nostradamus (1998) libro attualissimo perché è il più vasto scenario della storia passata,presente futura sino al 4000 Millennio contenente prepotenti scenari e datazioni inconfutabili confermate dagli eventi planetari. Ed a cui sono seguiti titoli più che emulatori ed millantatori. Ma Torino: famosa metropoli con il Museo Egizio, secondo al mondo, polo di un fascino che accomuna Nostradamus a Boscolo che dedica un’altra sua scoperta o Stargate , la porta sulle Stelle è del 1985 la prima stesura della traduzione del papiro e geroglifici di Unas (Quarta dinastia) che avvalora la teoria di Temple(il segreto di Orione) sull’ascesa nei Cieli del Faraone con la descrizione ricca di dettagli spaziali e busters spaziali antelitterram oltre al Varco Celeste ed al tuffo nell’abisso dei mondi stellari(Orione). La grande epopea della suggestione poi sugli schermi e movies e tv. Prosegue negli Oscar Mondadori con : Il fato, la fortuna, il futuro con le Rune (1990).Segue nel 1991 : LUCIFERO Incubo Terrestre. Dai miti egizi,ebraici,babilonesi,greci,latini, cristiani, arabi ecc…all’Anticristo. Poi con Gribaudo Editore (1990)NOSTRADAMUS. La chiave e la spada del profeta. Il successivo : I Destini d’’Italia (1991) Scenario sulla politica italiana,dalla Lega ai Balcani. Sempre periodicamente,anno dopo anno,dal 1980 in poi esce nelle edicole italiane L’Almanacco Nostradamus che fa il punto della situazione italiana e sia la mondiale sotto le allegorie astrali,occidentali e del celeste impero(astrologia cinese). Il segreto di tante allegorie va rinvenuto grazie alla ricerca che prosegue secondo l’indicazione della celebre D.M. ovvero l’Epigrafe di Torino che nomina Par Ma Documenti in modo specifico nell’altro testo del Nostro nella sua pagina finale dei : I Geroglifici di Horapollos, testo del cinquecento in cui molti vogliono decifrare seguendo una fonte greca, i geroglifici egiziani. Epopea di scoperte e bufale per arrivare a dare un significato ai molti papiri scritti ritrovati nelle tombe , che è un testo sin troppo ignorato di Nostradamus che vi dedica l’attenzione come per altri testi greci di Medicina(Galeno)e così amplifica e indica la via maestra anticipando Champollion nella questione egizia ,bene specificando che nelle Cartouches-Cerchio sono racchiusi i nomi dei Faraoni oltre alle altre fonetiche di geroglifici e informazioni astronomiche sino alla stella Sothis (Sirio!)ed al mistero di Orione , informazioni presenti nel testo. E questo testo curato dal Boscolo è stato rifiutato da una fondazione bancaria che finanziava il museo egizio di Torino. Le informazioni che dopo millenni e secoli sono corrispondenti al vero oltre a svariati temi e chiavi inerenti alle enigmatiche allegorie delle Centurie. Una Intuizione condivisa anche da altri studiosi impegnati anch’essi alla ricerca della misteriosa D. M.(in Torino)Diis Manibus …Anubis ! Logos eclatante con il nome del dio dell’Oltretomba o Infero come è spiegato nel testo dei Geroglifici del Nostro con tre geroglifici una Faccia + Due occhi fuori della testa. Segni eloquenti con una traduzione secondo i geroglifici e che gli esperti invece snobbano per non accreditare Nostradamus che così bene dimostra l’altro campo di esplorazione e ricerca che ci riporta al fascino ed alla passione che accomuna molti per l’antico Egitto ovvero il paese dell’Ape del Giunco (Alto e Basso Egitto)la terra dei Faraoni. Altro scibile che vede Boscolo impegnato a illustrare un filone che diverrà ridondante ad opera di celebri scrittori francesi. Pubblica sulla civiltà Maya Aztechi per il Torchio Edizioni (Milano 1996) Gli Dei,l’acqua,il vento,il fuoco Gli animali del più fantastico oroscopo Maya Azteco. Indicando il ciclo del 2012 come poi altri testi ampliamente ne faranno scoop e argomento editoriale. La profezia Maya che come uno Tzumani editoriale si diffonderà nel mondo mentre resterà questa fonte invece ignorata sebbene diffusa via WEB con i dettagli in parte ora bene riscontrati. La dimensione dell’Internet spalanca la nuova finestra ma non è la sola con cui Boscolo comunica perché si inaugura o meglio nasce la Babele in Internet con tante ripetute inaudite …bufale. E poco servono le raccomandazioni fatte da decenni in svariate presenze televisive RAI o Mediaset e soprattutto al Costanzo Show, ma questo è visibile a tutti per chi sa ciattare o su WW. EDICOLA.WEB.IT…… Le Prove delle anticipazioni sono sempre corredate dai testi pubblicati nei libri e le pagine diffuse via WEB. oltre ad varie interviste tv su argomenti specifici e sempre datati. Quanto è stato ripetutamente pubblicato sugli Almanacchi di Nostradamus che così informava, anno dopo anno le scoperte e le suggestioni di scenari incombenti(Vedi 1998 descritto l’attacco dal cielo con un 747 su New York da parte Islamica) e soprattutto alla fine del Millennio la scoperta della Lettera Farnese (Parma )diretta al capo della Curia Romana, Cardinale Alessandro Farnese, una comprova dei suoi intrecci con la Chiesa e dei carteggi che ancora non sono stati svelati. La Lettera Farnese ( o Parma documenti) si inserisce perfettamente nel percorso della ricerca perché comporta indicazioni astronomiche esatte degli anni in cui si verificano eventi clamorosi per la Chiesa (1605 anno dei tre papi) e ogni ripetizione e scenario dettagliato. Il testo fu consultato da Pio IX . Descrive una grande Eclisse sull’Europa e sui Balcani e lo scenario di un conflitto che oltre Belgrado, riguarda Pristina e Pale (Kossovo) e la minaccia piramidale delle ali dal cielo con operazioni belliche…. sino alla peste bovina e a luoghi esposti a radiazioni nocive,mortali. E una rovina per il mese di settembre “ più USA(Usama)Amaro America che del Fiele e dell’Aloes (Sheol in ebraico l’inferno) ! Questo testo è stato purtroppo censurato nonostante le tante conferenze e relazioni ai Lyons, Rotary,Kivanis, oltre a scuole, istituti ecc… incluse le interviste a cui sono stato invitato o ho rilasciato allora alle maggiori testate. A dire il vero ho avuto la bocca chiusa! E quanto scoperto è tutt’ora censurato ed il testo stesso in attesa di un editore contro corrente che abbia coraggio di pubblicare l’intero testo della Lettera che riguarda i prossimi XX anni del XXI ° secolo. Ma i contenuti di tale Lettera sono appunto persino sin troppo singolari e personali se indica nel nome l’interprete o il Nuncio che deve svolgere tale compito con tutto quanto di ingrato e poi accaduto nei dettagli che sono elementi determinanti per arrivare ad un’altra scoperta o grand soupe o scoop ? Circostanze davvero inquietanti se un raro testo del Rinascimento Italiano stampato proprio a Venezia ,ove sono nato, composto da 1628 quartina astrologiche come quelle di Nostradamus ma invece, scritte e stampate 29 anni prima delle famose Centurie, a Lione come all’ombra del leone di san Marco. Dopo 500 Anni …come la Fenice che rinasce dalle ceneri (pure la Fenice di Venezia)evocando il mito Egizio che consta della analogia dei Cinquecento anni tutte accavallate giusto nel 2003! Annata che vede più pubblicazioni celebrare questi Cinquecento anni 1503-2003 dalla nascita del Nostro ed il conio di una moneta d’oro e francobolli con la sua l’effige. Una Giostra incredibile di opinioni sulla figura storica di Nostradamus per cui dedico su due testate, un vasto compendio Intanto prende spazio la scoperta prepotente dell’insolito libro che porta nella mia vita di colpo concetti e teorie sul tempo e la storia, la cui portata non è stata ancora considerata efficacemente per il mondo intero. Qui gioco forza avviene la comparazione tra Sigismondo Fanti e Nostradamus sino a comporre il Testo della SUMMA PROPHETICA ( Editore Priuli Verlucca 2006) per portare alla luce la scoperta e l’esegesi rivoluzionaria che offriva un panorama diverso sulla Scienza, la Matematica, l’Architettura,l’Astronomia, la Tecnologia qui mascherata e quanto più di un venale Gioco giocoso della Sorte,il libro TRIONFO di FORTUNA racchiudeva da ben cinque secoli. La lingua (linguaggio) leggiadria d’Adria (Venezia)del Rinascimento,capitale editoriale di allora, ha tenuto così molti distanti dal nocciolo di questa opera per cui non sono mancati i Soloni che hanno sparato dei giudizi inetti,ignari che la lingua di questo libro è quella mia di nascita. La scoperta di questo libro del Rinascimento contenente implicazioni che coinvolgono i grandi geni dell’epoca diventando l’ulteriore campo di indagine che meticolosamente ora possiamo mostrarne gli esiti nel nuovo libro scrupolosamente quartina dopo quartina l’architettura di nozioni nell’opera abilmente sparsa tra abili ingenuità erotiche o cavalleresche appetibili nei Giochi di Corte di allora. Dopo la scoperta con interviste(CHI)e pubblicazioni sia sul WEB sono apparsi quindi ulteriori elementi,soprattutto quelli a carattere economico politico e nomee di Leaders (Barak,Mubarak) con quartine specifiche su tali protagonisti e contrapposti destini di nazioni e popoli . Una scoperta che apre l’Orizzonte umano così dall’Alba del Terzo Millennio che di fatto assetato di indizi per il Futuro ha con questa rivelazione ben Tremila quartine,che proiettano dal passato al presente ed nel Futuro ulteriore, il testo con la più vasta gamma di protagonisti e scenari riferenti ad ogni tematica prossima date le Crisi dell’economia, del lavoro, dell’agricoltura(FAME) Sanità, Pandemie e le carestie cicliche. Tzunami, siccità e piogge, sismi ed quanto altro di natura caleidoscopica ed enciclopedica si rivelano oggi essere informazioni dalla vastità globale che è ancora impossibile elencare il tutto così nominato futuro salvo comporre un index o sinossi totale. Nessuna mente umana è idonea contenere tale fonte-oceano di dati da essere man mano assimilati e spiegati opportunamente memorizzati ed evidenziati da chi ha sia esegeta da oltre 40 anni. Per questo conferenze, meetings, lezioni universitarie e pubblicazioni seguiranno allo scopo finale di conoscere il più vasto panorama delle probabilità che possono essere anche circoscritte in alcuni specifici grandi transiti astronomici & astrologici. Teoria che deve trovare conferma più volte per essere determinata come bussola per tutti gli altri eventi futuri. Nel 1984 in California si è giunti alla Fondazione o Key Fondation per esaminare tutto quanto Nostradamus aveva lasciato ai posteri. Queste promesse sono risultate un impegno solo fumoso. Ma oggi nel Terzo Millennio fare i passi opportuni dopo il binomio Fanti & Nostradamus dopo adeguate pubblicazioni lavorare per una Fondazione o Accademia o scelta Museale in un specifico luogo ove tutto si incontri nel tempo presente e nel futuro per fare frutto delle conoscenze che man mano saranno rivelate e fatta raccolta di tutto quanto sia inerente alla Storia e al corso lungimirante contenuto nelle quartine astrologiche del Fanti e nelle Centurie del Nostradamus, oggi così si confermano gli scenari orientale quelli occidentali con datazioni e collimazioni sorprendenti,a cui i posteri dovranno rispondere come la lungimiranza umana abbia visto e anticipato singolari eventi documentati da files e sia da articoli su quotidiani inconfutabili che alcuni amano censurare per non contraddire le por teorie scientifiche,quanto dimostra che l'intelligenza umana possa davvero squarciare il velo del futuro, così come qui si è dimostrato e si persevera a metterà fuoco altri scenari delle decadi future della nostra civiltà quanto mai mirata ad allargarsi su altri mondi e stelle.. ********************************************************************************
Questa voce è stata pubblicata in LEONARDO, NOMEROLOCIPHER, NOSTRADAMUS, RENUCIO BOSCOLO, SIGISMONDO FANTI. Contrassegna il permalink.

4 risposte a SHANGRI-LA- Il Mito dell’UTOPIA IMMORTALE mai archiviata: scrinium bussa alla Porta del Cuore !

  1. Robby Martinero ha detto:

    Buongiorno
    ci sono state almeno quattro distruzioni e rinascite degli esseri umani al mondo quelle più recenti , ed ogni volta Agharti ha serbato la memoria ….la memoria che è dentro di noi , nel DNA , Agharti non morirà mai , è dentro ognuno di noi .

    • Roberto ha detto:

      si esatto Robby, poi nei tempi si vive la quinta (korady), ma poi ci sarà una sesta e poi una settima, ma Agharti è per gli immortali,non morirà mai…una volta ristabilito il contatto, non bisogna mollare la MAESTRIA…conservare la Pietra, cioè sapere cosa si fà….

  2. Roberto ha detto:

    In questo articolo c’è SAPIENZA, CONOSCENZA, fa riflettere molto chi lo medita,e chi è sul SUO percorso interiore.
    Ci sono avvisi a non cadere in trappola,ma anche consigli che non si è soli, se si è cercatori seri, puri!
    Infatti l’Angelo con la spada fiammeggiante (fa passare solo chi merità con prove e pesature)
    Ci sono avvisi a risvegliarsi….è ora!!! (chi può).
    Come la famosa canzone di Battiato (l’era del cinghiale bianco…). Prima che ci sia, i due cinghiali devono scontrarsi Bianco contro Nero, Vittorioso sarà il Bianco!!!
    Sarà la progenie dell’UOMO SOLARE nel vero senso della parola, ma il tempo ci fa vivere il nostro tempo e tutti tempi in un tempo….
    Lavorare in proprio porta sempre i buoni frutti, ascoltare se stessi, stare alla lontana da sette e religioni, poichè la connessione con il Divino è dentro di noi, è l’unica chiave possibile che abbiamo, lavorare immaginazione non porta lontano ,ma porta lontano lavorare in maniera pratica su se stessi…Ma queste cose o ci sono o non ci sono, o le senti e fanno parte di te o non le senti (in questo caso uno si illude, e si prende in giro da solo)…
    Mai e poi mai dare le Perle ai porci…..! Farebbero cattivo uso della perla..offerta…
    Otima la Lamaseria Tibetana che è una preghiera allo Spirito Santo, con intercessione della Madre Divina Kundalini, svolta nella pratica con 10 esercizi fisici , (posizioni). Come pratica funziona dipende sempre da soggetto a soggetto. Voglio dire ognuno deve cercare la sua strada e percorrerla, sicuramente se è sulla stada giusta trovera gli aiuti del caso, e non si troverà mai solo….
    GRAZIE per l’articolo che trovo sia “Una Perla di Saggezza”

  3. Roberto ha detto:

    Per quanto riguarda il regno di Agharti consiglio di leggere…
    “Il Dio fumoso” (The Smokey God or a voyager to te inner world) 1908
    Questo marinaio Visse ad Agharti per due anni, trovò il passaggio con al nave al polo Nord… (cioè lo lasciarono passare ). Racconto autobiografico.
    UPDATES- Chi ha letto questo resoconto ? Ci sono anticipazioni o meglio lungimiranze tecnologiche oltre a dettami etici ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...