LUKASHENKO = LICABUS : Lupus in fabula ?

Scenari Occidentale dall’Epistola fumante Farnese:

(Pag. XIII)

Per la futura memoria per quanti rifletteranno queste lungimiranze all’angolo della nostra Eurosia & Eurasia !  :

Qu’Aprés (Serpa-Falce = Scythe ingl. Sciita Sarmatia = la RUSSIA)

Aqu’ils avront beaucoup travaillé a mesdire

& Aqu’ils auront consumé les Est-ranges voithures

Aqu’ils se mengeront (gero)eux mesmes, hors mis la a corde

dequoy ils l’estreangleront, comme les fillets de LICABUS.

Et pour la conclusion de telles effects que leur significations

seront amplestat p les forts Marciaux que p pa les effects

Jovialist p les sacristes esmeus mais certé beaucoup plus par la controversie de quelque grade satrapie,ou mieux d’une anarchie qu’ansi par moyen de l’ estreme esauction et tyrannie les uns fuiront le rivage avare (?) et les cruautez des inhumains, qui’ n’ont leur horoscope en signe ….humain – au fait de l’Election-ecclesiastique.tant pour les personnes que pour leurs biens dependas de la temporalitè ne passeront sans qu’ils alent beaucoup des affaires,tellement que tous ceux du Soleil Occident seront grandement oppressez de ceux….

…Da quando al mondo qu’ils n’este possibile estre pl’prejudicables ne si soudaines 6 la plus part qui procedera par moyen des morts et mortuaires decadedéces,,, …tout a cause de grandement Pandemie !

Sequenze queste che oggi alla luce degli avvenimenti collimano perfettamente con il tempo di Anubis, dell’arcaicismo pantheon egizio,il dio dei Defunti dalla Testa di CaneLupo(Sciacallo).

Ma ben altri sono in scena   quelli denominati essere i Lupi travestiti anche mascherati come diventata la moda sanitaria d’oggi -come fossero agnelli questo vene vale per il riferimento che si combina investe la POTENZA mondiale  che Domina il pianeta(passo specifico della Rivelazione (nell’Apocalisse).

Sono i despoti tiranni Lupi Mannari che dissanguano i popoli ovvero il loro gregge o peggio sono pronti ad assalire i confinanti, i lupi della Steppa ? Esatto essendo in greco quel Licajos. Ovvero O υκαωνες ..Lycaones da cui deriva dei liceali: i lupacchiotti della palestra capienza che alimenta la Sapienza sotto tiro o alle corde !Quanto alluda a chi alle corde vive questa drammatica popolare richiesta di libertà e fine della tirannia.Perchè questo ? Ci sono infatti + quartine che citano i soqquadri che tale Lupo e quello altro della Steppa che sarà fonte di EST-Estremi guai per l’Occidente.

Oggi abbiamo modo di riflettere su tale denominazione che focalizza uno dei tanti lupi all’EST. Il Testo qui citato della Lettera Farnese Francese al suo Nuncio, ed evitando di fare ripetizioni a chi sia riferito oggi che svela queste pagine del futuro.

Quanto segue ci illumina sullo scenario ai confini tra il continente Europeo, messo alla corda (the Rope, l’Europa)

Allora dopo il Post Comunismo:

(Dopo la Falce = scythe russa = Russia leggi Scytia Sarmatia , specificata traslazione da tempo)

Quelli che avranno molto travagliato(tribolato)a maledire

Quelli che avranno consumato all’Est rango (Estrages-)Stages /Stragi-massacri per Carri(Tank s-vettori)

Quelli che si auto divoreranno(fagociteranno)da se stessi

Messi fuori (gioco)a la Corda (agli estremi)

Dei quali quelli che si strozzerranno (strangoleranno)

come le figlie di LIKABUS (LUKASHENKO?)

E per la conclusione di tali effetti(ripercussioni) che le loro (l’Eur /Euro ?) significazioni saranno ampliate (ingigantite)

per i forti Marxisti sia per gli effetti(ripercussioni) dei Giovialisti saCRISTI (Fedeli-gli Unti,gliEletti)commossi e certamente molto più

per la Controversia di qualche grande(grado militare)Satrapia(orientale)

O meglio di una anarchia e così per mezzo dell’estrema ex-azione e tirannia

Che gli UNI fuggiranno dalla riva avara(Danubio)

e dalla crudeltà (atrocità)umana quanto non sia nel loro destino(oroscopo)segno(designato)di umano.

..(incluso)all’Evento dell’ELEZIONE ecclesiastica

(Comunitaria/Ecclesia = Comunità in greco).

Tanto per le persone che per i loro beni (averi)dipendenti dalla temporalità ne passeranno senza che essi(quelli) rallentino molti affari,

talmente che tutti costoro ,del Sole Occidentale (OWEST)) saranno grandemente (? Grande mente, the Brain ) OPPRESSI (PRESS) da Coloro….. che saranno costituiti all ‘EURO loro Sole innanzi -fronte (?)

Ma la grande città(metropoli )di suddetto popolo per le ingiustizia et Esilio (EXILES )sarà assalita.

Il Secondo Alessandro Phere (Faraone) nascerà he farà orribile ex ORBITACTION…..!(Lo scenario che focalizza chi sarà il nuovo IKSANDER tra l’Eurosia e l’Occidente il nuovo Sole ? )

**********

Quanto complessa sia questa pagina e che non potrà essere disgiunta dal tempo originale , che tempo debito intendiamo editare integralmente a discapito di tutti quanti hanno usurpato il mio endorsement mantico. Queste sono le righe di una trama , che così svela e traccia il soqquadro che ancora lungo la storia ci attende . Eventi che sono paragonabili a ripetizioni jadis del passato (Ungheria …Cecoslovacchia l’Afganistan ).

Così’ come abbiamo già esposto ed anticipato nella file visivo(youtube prossimo),che detta chiaro . Onde si dimostra l’atavica inclinazione del Lupo della Steppa che ha già JADIS in passato fagocitato popoli e culture sotto il suo Barbaro Impero di Attila ( così la Russia Sarmatia è denominata dal Nostro) che posta di fronte – davanti all’occidente(vedi latino significazione)

Dunque cosa si credeva p meglio Chi Morto e Tramontato, vuole rinascere dalle ceneri della fenice rossa russa o dalla memoria del marxismo tiranno non ancora morto e sepolto che come un Lazzaro per mano dell’Anticristo…risorge ?.

Ecco un ottimo testo per esercitarsi a comprendere queste pagine da un manuale che purtroppo è giusto che non sia perla o pasto gratuito agli sprovveduti o peggio a chi legge superficialmente il Libro Bibliaron del Destino, ma a cui parole e sentenze restano sempre oscure perchè …non accendono la luce e illuminazione , quella che oltrepassa i confini abitudinali dell’esistenza e costoro poi, giammai si sono preoccupati dell’avvenire della propria progenie. Vergini Folli gaudenti ora alle prime prove di una tribolazione mortuaria Epidemica ,sfiorati o toccati infine e che per insana curiosità ora vanno cercano di capire cosa ci aspetta dietro l’Angolo(vedi in magiaro l’angolo)essendo troppe le quartine che hanno da secoli avvertito l’ìOccidente del GRANDE ESTRANGLES che cova all’EST dato che lìOriente ha infine portato il Malum il Male contro cui si deve combattere . Non è il solo MALUM o FRUTTO Avvelenato sulle nostre tavole giunto come un dono ignari che la temporalità del Cane -Aquario (Saturno in AQUARIO)segna e significa semanticamente giusto il TEMPO – la Temporalità di questo Biennio del Cave Canem per ogni popolo della Terra.!

    Il Lupo russo perde il Pelo ma non il VIZIO !

22 pensieri su “LUKASHENKO = LICABUS : Lupus in fabula ?

  1. PROF. BOSCOLO, BEN TORNATO !!! comincio dalla fine: Il lupo russo perde il Pelo, ma non il vizio, esatto, è proprio lui, il lupo della steppa che mangia tutte le pecore !!
    Il 10 agosto 2020 alle presidenziali in Bielorussia, il trionfo di LUKASHENKO con 82% di preferenze, viziate da arresti, persino i 30 osservatori internazionali, fermi, intimidazioni e carri armati schierati per le strade di Minsk. Tale leader in carica dal 1994, al potere da 26 anni il padre padrone della Bielorussia, definito in passato dal Dipartimento di Stato americano: l’ultimo dittatore d’Europa, ma che deve fare i conti con una gravissima situazione economica. Gli elettori delle aree rurali del Paese, non gli hanno perdonato la pessima gestione dell’epidemia del Covid-19, da lui bollata come “una psicosi” Nelle ore successive alla proclamazione, Lukashenko ha ordinato arresti di massa, arrivando persino a dispiegare l’esercito per le strade di Minsk e Brest.
    Tale situazione preoccupa e spaventa l’occidente così come la presidente della Commissione europea, URSULA VON DER LEYEN che ha condannato la violenta repressione delle migliaia di persone scese in piazza. I manifestanti sono stati dispersi dalla polizia in assetto antisommossa, che ha usato camion con idranti, gas lacrimogeni, proiettili di gomma e manganelli. Il bilancio è stato di 300 feriti e di 4000 arresti. Da Minsk il Presidente già comandante ha definito i manifestanti in piazza: “pecore telecomandate dall’estero, soprattutto da Londra, Praga e Varsavia.
    Dopo la pubblicazione dei dati ufficiali dell’elezione, si sono subito congratulati con lui il Presidente Putin e quello cinese Jinping –
    L’Unione europea deve continuare a mobilitarsi al fianco delle centinaia di migliaia di Bielorussi che manifestano pacificamente, per il rispetto dei loro diritti, della loro libertà e della loro sovranità –

  2. Prof, Buonasera, parola complessa il LIKABUS-LUKASENKO. Le facce del termine sono tante e tanti sono gli innesti semantici: LUKA in bielorusso significa PORTA, ma se così fosse, capire cosa c’è oltre l’uscio, anche a memoria delle Persiane Porte Alessandrine!! SENKO, stesso idioma essere OMBRA. Ma il latino, con luka, suggerisce PORTUM e PRODIGIUM!!!! Però SENKO in giapponese diventa MIGLIAIA. E ancora “luka” in indonesiano è la RANA leonardesca. Qualcosa sfugge in queste preoccupanti terminologie, come preoccupante è la ormai prossima terribile retrogradazione di Marte in Ariete con doppio 9 NOVE, avviene il 9 settembre, 9/9. Lunghissimo l’elenco di parole riconducibile a SENKO ed alla PORTA-LUKA, basta citare che il bielorusso SENKO, in bosniaco diventa SJENA, facile arrivare a MURO a MUS o anche a MUSumeci, CATENA e GIOSTRA di parole lunghissima.

    >

  3. PROF. BOSCOLO, la contesa sul futuro della Bielorussia, la Repubblica post sovietica il cui popolo si è clamorosamente ribellato al suo dittatore Aleksandr Lukashenko si sposa sul piano diplomatico. Confronto Occidente-Russia che richiama temi da guerra fredda con Europa e Stati Uniti, che si ergono a difensori dei diritti dei popoli dell’Europa orientale, mentre Mosca, perfettamente indifferente a quei diritti, si schiera con il dittatore filorusso di turno a difesa dei propri interessi geopolitici. Al vertice straordinario del Consiglio Europeo chiesto da Parigi per affrontare la questione bielorussa, sia il presidente francese Emmanuel Macron sia la cancelliera tedesca Angela Merkel hanno telefonato a Vladimir Putin. Entrambi gli hanno manifestato il loro rifiuto di accettare il risultato palesemente falsificato delle elezioni, che hanno attribuito a Lukashenko, ma sopratutto le sconvolgenti violenze e torture inflitte agli oppositori del dittatore e perfino ai loro familiari, in perfetto stile staliniano.
    Putin a entrambi ha replicato, facendo intendere di voler sostenere Lukashenko e definendo inaccettabili quelle che ha definito “ingerenze negli affari interni della Bielorussia” –
    Il presidente del Consiglio Europeo Charles Michel nel corso del summit in videoconferenza, potrebbero essere decise sanzioni contro Minsk e ancora ribadisce che il popolo bielorusso ha diritto di autodeterminarsi attraverso elezioni oneste e non subire nè violenze poliziesche, nè indebite ingerenze russe. Posizioni identiche a quelle espresse anche dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Intanto il testardo Lukashenko continua e minaccia di adire le vie legali contro la vicina Lituania, insiste per vedersi riconosciuto il diritto di rappresentare il popolo bielorusso.
    Questo è l’effetto del sostegno di Putin, che permette a un despota criminale di appellarsi in tutta serietà al rispetto della legge: la sua –

  4. PROF. BOSCOLO, Lukashenko è in guerra anche con la Chiesa, non ha importanza se è cattolico, ortodosso o musulmano, deve rispettare la legge. Il capo della chiesa cattolica in Bielorussia è l’ultima vittima della paranoia del presidente. Mentre la polizia del dittatore continua a dare il peggio di sè picchiando studenti e professori universitari che protestano contro la truffa elettorale che lo ha confermato alla presidenza. Qualche giorno fa, l’auto ufficiale con a bordo monsignor Tadeusz Kondrusiewicz, che stava rientrando in patria dopo una visita al santuario della Madonna di Czestokskaja: qui le guardie Bielorusse gli hanno impedito di proseguire verso la vicina città di Hrodno e successivamente verso la capitale Minsk, obbligandolo di ritornarsene in Polonia. La colpa del metropolita cattolico di Minsk è il sostegno da lui espresso ai manifestanti che chiedono democrazia ed elezioni oneste in Bielorussia. All’arcivescovo non è stata fornita alcuna motivazione per il rifiuto opposto al rimpatrio. Evidentemente la legge la fa personalmente Lukashenko, il quale ha messo la chiesa cattolica nella sua lista nera per il sostegno che dà alle manifestazioni contro di lui, contribuendo a indebolirne la posizione politica e mettendone a rischio il futuro. Il presidente bielorusso, la cui legittimità non è riconosciuta nè dalla Polonia, nè dagli altri Paesi dell’Unione europea, compresa la Lituania.
    Gli osservatori dell’Onu sui diritti umani affermano di aver ricevuto segnalazioni su 450 casi di tortura e abusi su persone arrestate nel Paese nelle ultime settimane, mentre 6 persone risultano scomparse –

  5. PROF. BOSCOLO, oppositori, personaggi scomodi, giornalisti, ex spie e nemici giurati del Cremlino fanno parte di una lunga lista di morti sospetta, spesso per avvelenamento. L’ultimo caso famoso, prima del ricovero d’urgenza dell’oppositore Aleksei Navalby, risale al 4 marzo 2018, quando l’ex agente russo, Sergei Skripal e sua figlia Yulia vengono trovati moribondi su una panchina a Salisbury, città inglese. I due sono stati avvelenati con un profumo contaminato dal novichok. Skripal è stato condannato in Russia per tradimento e liberato nel 2010 grazie a uno scambio di spie. Londra punta il dito contro tre agenti del Gru, il servizio segreto militare di Mosca, che si trovavano in Inghilterra al momento dell’avvelenamento. Mosca nega e scoppia una crisi diplomatica, che coinvolge la Nato. Prima di Skripal, che è miracolosamente sopravvissuto assieme alla figlia, muore nel 2006,dopo una lunga agonia, Alexander Liitvinenko per avvelenamento di polonio.Una sostanza radioattiva mescolata nel tè da un sospetto agente russo, come nel caso di Navalny. Litvinenko, disertore dell’Fsb, i servizi russi eredi del Kgb, era fuggito a Londra accusando i suoi superiori di strategia della tensione con attentati attribuiti ai ceceni e di averlo incaricato di eliminare l’oligarca Boris Berezovsky, nemico giurato di Putin. Berezovsky nel 2013 è stato trovato misteriosamente impiccato nella sua dimora in Inghilterra. Da New York a Londra sono morti strangolati o per dubbi infarti, tre esiliati russi, dopo aver denunciato maneggi e corruzione. Nel 2017 il giornalista Vladimir Kara Murza, 35 anni, del movimento dissidente Open Russia, viene ricoverato a Mosca in terapia intensiva, “improvvisamente tutti i miei organi principali si bloccano nel giro di 24 ore, uno dopo l’altro” racconta oggi, che vive all’estero.
    Vicino a Boris Nemtson, ex vice premier russo, è la seconda volta che veniva avvelenato.
    Nemsov, duramente anti Putin, è stato assassinato a Mosca a colpi di pistola un paio d’anni prima, non si è mai arrivati ai mandanti. Anna Polikovs Kaya, la giornalista spina nel fianco de Cremlino, assassinata nel 2006 sul pianerottolo di casa nella capitale russa , ha subito un’avvelenamento molto simili a quello di Navalny. E poi tanti, tanti altri casi simili – Non ci resta che riflettere !!

  6. PROF. BOSCOLO, Adesso è ufficiale, anche se al Cremlino, arrampicandosi sui vetri sempre più scivolosi e sfidando come d’abitudine il ridicolo, si ostinano a negare. Angela Merkel accusa Putin: “Navalny avvelenato, ha Novichok nel sangue” tossicologico positivo al gas nervino.
    Berlino: Mosca risponda, ma il Cremlino nega tutto. Furbo Putin, neghi pure, ma si tratta della stessa sostanza, disponibile negli arsenali militari russi. Berlino ha preso una posizione molto chiara e dura. Angela Merkel, ha rivolto un perentorio invito alla Russia a fornire risposte serie, sull’accaduto mentre il ministro degli Esteri ha convocato l’ambasciatore russo a Berlino per chiarimenti urgenti, pretendendo che i responsabili di questa azione ignobile siano chiamati a rispondere davanti alla legge. Il governo tedesco condanna perciò l’attacco con la massima fermezza possibile e ha deciso di coinvolgere i suoi partner internazionali – l’Unione europea e la Nato – per una reazione congiunta appropriata “perchè sono stati violati diritti e valori fondamentali”
    La presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen ha definito l’avvelenamento di Navalny “un atto codardo” – Immediata presa di posizione di tutti i Paesi Occidentali –
    La Borsa di Mosca e il rublo hanno intanto subito un forte contraccolpo negativo dalle notizie su Navalny.
    Come usava dire un tempo, il crimine non paga !!!

  7. navalny è arrivato con una tempistica perfetta da orologio svizzero come il cacio sui maccheroni della vicenda bielorussa. però proprio in quel momento sarebbe stato colpito… da putin (uno sconclusionato dilettante, direi)… e colpendo proprio un tipo che da un anno era scomparso dai media, negletto da tutti, non rappresentativo se non di pochissimi esaltati, e condannato dal tribunale civile a pagare 1 milione di euro di debiti per “appropriazione indebita” legata ai traffici delle sue società… in occidente si è sempre alla ricerca, fra Bonolis e Amadeus, di qualcosa che entusiasmi annoiati e stanchi.
    Oltre tutto… sti servizi russi sono proprio pasticcioni: ormai non riescono più a uccidere nessuno, nemmeno una gallina nel cortile per l’arrosto della domenica.
    Ha ragione Miranda: il crimine degli occidentali non paga. ossia non li avvantaggia, anzi, più sceneggiate teatrali organizzano più dimostrano la inattualità dell’impero americano al collasso e alla implosione.. L’esito della vicenda sarà solo una: inevitabile e ovvia riunificazione di Bielorussia alla Russia, un unico stato da Vladivostok a Brest.

    (UPDATES Boscoliana) Che pace sia tra i popoli russi-slavi….almeno che piantino grane con l’OCCIDENTE già sul filo dell’AZZARDO.Ora la storia cammina verso il peggiore/worse orse vento AQUILONAIRE da BOREA di fatto inconfutabile e sia minacciosa fonte di tempeste e procelle + ancora sotto la terra ed i cieli i mari perchè lo predicono alcune quartine. Ma è da bene oggi analizzare se dimostriamo quanto si possa squarciare il velo dell’Odeon Avvenire.

  8. E’ però possibile un’altra lettura del complesso profetico e articolato generale.
    I Russi interverranno in Europa non per ostile attacco di guerra, ma per salvarla riportando l’ordine e la legalità e ripristinando la autorità degli Stati nazionali in un’Europa che vivrà, per diverse ragioni concomitanti interne ed esterne, una infernale guerra, – (islam punicum) ma (anche) civile interna ai singoli paesi.
    In questo caso, scrivere con secoli di anticipo: “vedo i cosacchi in europa” è una oggettività… ma siamo poi noi della nostra attualità storica che “moralizziamo” la fotografia che vide chi visse secoli indietro, come “Male”, intendendo che qualsiasi intervento straniero sia di “attacco ostile invasivoa fin di dominazione”.
    Già De Gaulle negli anni ’60 rideva di coloro che credevano che USA si sarebbero sacrificati per salvare Europa… e ora nel XXI sec. questi USA moribondi farebbero morire 600.000 soldati americani contro il Punicum invasore degli europei?
    Su su! guardate su! Ci sono gli asini che volano usando le orecchie come ali!
    Stesso discorso per Gerusalemme. Noi giudichiamo la fotografia proposta dai veggenti secoli indietro della presenza di eserciti stranieri a Gerusalemme e concludiamo: Orrore ed Abominio! …ma se invece fossero lì proprio per liberarla dal Male?

    La filastrocca quanto bene si snodi del tempo futuro il ventaglio così focalizzando le quartine . Perchè alcune sono gravemente ” sinistrali- minacciosissime per l’Europa – ” questo aiuterà di certo come sia bene esporre pure dietro la mascherina dell’anonimato …che qui si recita benissimo. La bonarietà non chiude a nessuno le orecchie, perchè suggerimenti possono piovere dal cielo o dal vento da ogni direzione, quindi l’uscio è sempre aperto.

  9. PROF. BOSCOLO, Il grande problema irrisolvibile adesso per PUTIN, sono le sanzioni !!
    Il giorno dopo la dura presa di posizione della Germania, e in attesa delle riunioni di Ue e vertice speciale Nato, che si riunirà oggi, dedicate alla risposta da dare alla Russia sull’avvelenamento di Aleksei Navalny con l’agente nervino Novichok, il Cremlino è sulla difensiva. La moglie del nemico numero uno di Putin punta il dito contro “il terrorismo di Stato”, l’Unione Europea denuncia l’impiego di un veleno di tipo militare per colpire Navalny, l’Organizzazione mondiale contro le armi chimiche esprime massima preoccupazione per l’accaduto. Il portavoce di Putin, Dmitry Peshkov afferma che la Russia non ha niente da nascondere, ma la Germania adesso dispone di informazioni migliori sul caso Navalny, riconosce Peshkov facendo un passo avanti verso Angela Merkel rispetto alla precedente negazione assoluta di ogni responsabilità da parte russa. Ma insiste il portavoce di Putin, “non si vedono ragioni perchè la Germania o l’Europa dovrebbero decidere di applicare sanzioni contro la Russia. Qualche ragione in tal senso le ha però fornite il ministro della Difesa tedesco Annegret Kramp-Karrenbauer, la quale ha paragonato Putin al dittatore siriano Bashar el-Assa, famigerato utilizzatore di armi chimiche contro il suo stesso popolo.
    “Noi vogliamo buoni rapporti con il popolo russo – ha detto Kramp-Karenbauer – ma dobbiamo descrivere il sistema Putin per quello che realmente è, e il fatto che il suo regime elimini i suoi critici in patria e all’estero è ben noto. Mi aspetto che Ue e Nato mostrino unità nel convincere Mosca a indagare a fondo sul crimine e a punire i responsabili” –
    Del resto, la pretesa del Cremlino di non avere interesse a colpire il più temuto avversario politico di Putin non è fondata. Personaggi assai vicini a Putin come il capo della Guardia Nazionale Viktor Zlotov e il noto imprenditore e creatore delle “milizie Wagner” Evgeny Ptigoozhin hanno pesantemente minacciato Navalny in pubblico negli ultimi tempi senza che Putin muovesse un dito.
    Inoltre, è noto che Putin è preoccupatissimo degli sviluppi della rivolta in Bielorussia, che ha preso il via grazie a YouTube, lo stesso strumento che Navalny utilizza con successo per denunziare la corruzione di Putin e del suo entourage. Liberarsi adesso di Navalny come già è stato fatto in passato con Litvinenko, Nemtsov, Berezovsky o la giornalista Politkovskaja converrebbe eccome a Putin, il cui unico timore è che, a causa della sua popolarità, uccidendolo o facendolo condannare a una lunga pena detentiva lo trasformerebbe in un martire. Cosa che Putin cerca con cura di evitare, non pronunciando mai il suo nome.

  10. Lupus in Fabula e Lupus allevato in casa
    Quello che veniva descritto come ultimo dittatore d’Europa ha una lunga storia di parecchi anni!
    Il suo volersi imporre al suo popolo ha avuto sulla sua strada un certo numero di oppositori di cui man mano è riuscito a far fuori…Gli altri Paesi Europei con le poche e inefficaci risoluzioni non sono riusciti a cambiare le cose;I risultati li abbiamo sotto il naso!
    Prova ne è che l’articolo sotto riportato porta la data di 10 anni fa (sembra scritto un mese fa) e per una certa superficialità o sottovalutazione,l’ex Premier ha aiutato il dittatore.
    https://www.ilpost.it/2010/12/22/berlusconi-lukashenko/

  11. Nessuna Superpotenza (da Est a Ovest) oggi come oggi sacrificherebbe 600.000 soldati per aiutare un qualsiasi paese.Oggi per raggiungere certi risultati ci sono strategie più tecnologiche e raffinate!

    • Allora si vuole tutto con il contrario di tutto.
      Ma tornando al file: parlare di risurrezione del marxismo… mi sembra un poco fantastico.
      Piuttosto, Boscolo è persona colta e dimostra sensibilità critica recettiva, e su questo confido per tornare sulla “eticità” dei veggenti. Un veggente ebreo vedrà con terrore truppe “gentili” attiorno alla città, ma… e se fossero invece lì per porre fine al Male?
      Tucidide insegna la differenza fra le “aitìai” (cause visibili) e la causa più vera, “alethestate prophasis “.
      E così, un veggente del XVIII sec che avesse scritto:
      “vedo l’Inghilterra che copre di bombe le città tedesche”… si potrebbe pensare: ma allora l’Inghilterra porterà il terrore e la guerra sino al cuore della germania e dell’Europa.e tutto conquisterà al suo Impero? … (in effetti dal 1943 al 1945 le città tedesche furono coperte dai bombardamenti) …ma occorrerebbe poi “vedere” e “giudicare” che però la guerra la iniziarono i tedeschi che dunque piangevano il male causati da loro stessi su di sé avendo pre anni bombardato inermi città inglesi con le V1 e le V2… insomma, la profezia non è una fotografia, ma anche se lo fosse andrebbe cmq interpretata.
      Lo stimolo che da anni offre Boscolo è un costante suggerimento ad indagare di continuo una problematica tanto articolata.

      • BUFFONI o MASCHERONI che impazzano da matti in tutte mode – a Venezia le mascherine erano di moda sfarzosa e routine per altre cause così da secoli, il Carnevale di Venezia anche se quest’anno è saltato – rimane sempre di moda perchè onde ricorrenti partorisce la storia e noi siamo attori e spettatori di questo grande teatro che perdurerà per millenni ad oltranza.Per cui fare da sentinella sull’alto della migdala-torre è un ruolo che va svolto senza paraocchi e con occhi d’aquila per vedere il più lontano possibile l’Orizzonte.!

  12. la non cultura delle battutine uniforma il popolino che proprio non riesce ad andar oltre le battutine. Uniformarsi alla mediocrità consente il comodissimo agio della rinuncia all’esercizio molto faticoso del proprio giudizio critico sugli eventi.
    La cultura uniforma gli acculturati.
    Penso che Boscolo sia così umanista e di ampia acculturazione da meritare un blog di acculturati, non di sorridenti lacchè che aspettano solo soddisfatti di rubacchiare una mezza aletta arrostita di pollo dai rimasugli della cucina padronale.
    Lo leggo, ma consapevole che non è la “bibbia”, dalla metà degli anni 70, non disistimandolo.
    ma la esegesi deve essere “storicizzata”, altrimenti rimane sterile ma carina fantasia.
    Dico a Boscolo che è acculturato e garbato umanista di portare prova reale, fattuale e attuale, del carattere disastroso della Russia (Russia, non Unione Sovietica) altrimenti ci si limita a riproporre testi che sembrano piuttosto riferirsi al ‘900 e al vero pericolo che fu il delirio leninista della Rivoluzione Mondiale.
    Scrivere sulla catastrofe “Sarmata”… poi però si è costretii ad ammettre di dover chiamare Europa solo come Rope! Ma allora la catastrofe è ad Ovest, non ad Est.
    Ma chi sta costruendo la Catastrofe della attualità?
    Quale è la fonte sorgiva dell’inquinamento morale delle società occidentali sull’orlo dell’autoannientamento felice e nichilistico?
    L’Americanismo individualistico antisociale sfrenato e scatenato liberale chiamato anche Europeismo o il “Russismo” (che non esiste)?
    Chi rende malsano l’ambiente internazionale con dominio sfacciato imperiale e violentissimo di libertà di bombardamenti, guerre giuste, violazioni della tradizione diplomatica, sanzioni a destra e a manca? lammerica e l’occidente europoide privato della propria identità e indipendenza critica, o larussia? Chi dove arriva porta il ritorno alla normalità civile e umana e chi dove arriva porta solo bombe, sangue, sfruttamento economico?
    Poi non manca il solito cretinetti che tira fuori Berlusconi… oggi è così facile apparire fichetti e intelligentini, basta parlar male di Berlusconi o di Putin o di Salvini o della Meloni. Si cavalca la tigre della propria mediocrità per far quadriglia con il pari popolino del bar dello sport…. iniziare la giornata con la vecchia romagna doppia alle 7,30, continuare con il caffè corretto all’anice alle 8,30, aspettare le 10 per la terza birretta, poi col campagnuccio di trivialità finire con amari e digestivi fino a sera. Domani mattina si ricomincia… sì berlusconi… quel salvini, i carambi, le mascherine, il virus… etc!
    Ecco allora che non basta scrivere: dalla Scizia vien la Catastrofe.
    … Si vabbè ma da 30 anni a questa parte (ossia dalla fine del Comunismo) è vero proprio il contrario.
    Occorre fare riferimento alla fattualità storica per riferirsi ad una interpretazione esegetica.
    Il tema dell’etica della veggenza è problematica incomprensibile per chi è fermo alla brillante ed entusiasmante “genialità” sorprendente e champagnosa dei cruciverba.
    I cruciverba…marònn’, ma quand’immensa è la meeeende umana!

  13. Prof, Buona Domenica. Riflessione sulla parola che scrive Nostradamus, LICABUS, al di là di tutte le maschere e di tutti i “compagni” che si sono rivelati sempre grandi benefattori per l’umanità!!!! Se il “licabus” è riferito a Lukashenko, forse semanticamente non promette assolutamente niente di buono! “Lica” in bosniaco essere FACCE e nello stesso idioma “lika” significa CARATTERE che in svedese assume il significato di PARI-UGUALE. Ma uguale a chi ? E con quale faccia? Il suffisso BUS essere derivante dal latino “omnibus”, per tutti. Ma la derivanza latina di SUPER-BUS insospettisce e non poco e dove “bus” indica FORZA e VIOLENZA!! Ma con il termine LYKOS, che lei spesso ha citato, arriviamo al preoccupante LICAntropo!! Le etimologie conducono a LUPO MANNARO, dove “mannaro”, tra le tante indica “mania-pazzia”, ma anche persona tinta di “minio”, CAMUFFATO-MASCHERATO!!!! Spero che non arriviamo ad altro ROSSO DELIRIO MANIACALE!!

    >

  14. PROF. BOSCOLO, oggi il mondo si chiede, come finiscono i nemici dello zar ??? Uccisi da sicari, avvelenati, incarcerati, privati di tutte le loro ricchezze e costretti all’esilio: gli oppositori di Vladimir Putin sono accomunati da vicende misteriose e destini sfortunati. L’ultimo caso è quello di Navalny. Guai a chi ha tentato di opporsi al regime del presidente russo. Il quale, grazie a una recente riforma costituzionale, si è garantito la poltrona fino al 2036.
    L’avvelenamento di Alexei Navalny ci ha ricordato che per gli oppositori alla spietata dittatura di Vladimir Putin esistono solo due opzioni: l’esilio o il cimitero (e a volte tutt’e due). Sfidare lo zar del Cremlino non porta bene: anche perchè per farlo è inutile percorrere i canali della politica tradizionale, tanto lui ha costruito un sistema di potere nel quale il controllo sulla vita pubblica è assoluto. Il Parlamento è finto, i partiti sono specchietti per le allodole, i media sono casse di risonanza: per mettere in questione il regime bisogna rischiare in prima persona. E pagarne le conseguenze.
    Sul caso di Navalny, Nato, Europa e Italia non hanno indugiato. La Nato venerdì ha condannato l’avvelenamento del dissidente russo. L’Europa ha minacciato nuove sanzioni. E la Farnesina ha espresso “inquietudine e indignazione” –
    Putin si è blindato alla presidenza fino al 2036: sa bene che la sua uscita di scena non sarebbe indolore, significherebbe la distruzione di tutto il suo sistema di potere, con inimmaginabili conseguenze personali per sè e per la sua cerchia. Ma la sua popolarità è in calo, le pressioni interne crescono: reggerà la gabbia o la storia russa conoscerà nuove, violente convulsioni ?????

  15. Qui la porta essendo stata aperta e non sbarrata con all’uscio il sangue caccia morte delle famose come nelle famose piaghe d’Egitto..rimane da congierge o portineria. Il Portale che ha mitica e biblica affinità al Giubileo e alla Giubilazione,per cui alla fine certi sproloqui che bussano anonimi + a tutta birra, svolazzano spesso così tanto soggettivi. Questi così nulla hanno o portano nutrizione anche che se alimentare l’ESEGESI fantastica o saccente da non mescolare con la CANOSCENZA di casa nostra- che qui costantemente e tenacemente portiamo a galla o alla luce con gli Occhi cornuti del Bous che di norma sono grandi . Sarà perciò + che WELL Bene avere la Vista OBSERVATION OSSERVAZIONE(XX Esagramma in AUGE-OCCHIO)senza intoppi,intralci. Alcuna pagliuzza o Trave sull’Occhio.I ciechi mascherati che sputano sentenze non aiutano un centimetro ad avanzare sulla strada – da cui diffidiamo totalmente anche da chi ci insapona o cerca di far fumo e niente arrosto . Le ombre offuscano e così frena – la clarté tanto auspicata CHIAREZZA con la bussola e l’ago che guida ogni legno in ogni mare ad ogni procella o temPESTE.
    Occhio-Auge-TEMPO quindi a quanto scrivete perchè da ora in poi : Tout au REBOURSE qui le BOIS Fendroit-Endroit-droit !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...