Dalla Piazza di San Marco delle Due Colonne di Porfido. Il Leone lagunare galleggiante. La celebre profezia di Nostradamus censurata. VENUS-VENYS-VENEZIA sotto le marine acque o chi in ombra?

Sono passati alcuni anni dal quel giorno in cui fui ospite alla Biennale di Venezia , all’Arsenale per presenziare con le autorità di allora alle opere di famosi artisti di cui stilati dei testi. Ero di fatto in casa mia, e una quartina tutta veneziana del celebre matematico  e astronomo oltre che ingegnere della Serenissima ed Architetto e anche anticipatore da sfidare ogni moderno Cosmologo(astrofilo) ci risulta essere per nozioni astronomiche di varie quartine il dotto  Sigismondo Fanti, il ferrarese autore dello plus – illustratissimo e celebre testo enciclopedico di astri, eclissi  solari e lunari,costellazioni e animali fantastici che ornano la sua singolare ultra milliade con più di 1626 Quadranti e singolari Rispettivi Scenari di eventi futuri . Sono quadranti tutti arricchiti ad ogni quartina di uno specifico disegno o fumetto, che bene comprova anzitutto l’invenzione della stampa mobile, essendo (il Manuzio)da allora Venezia la capitale della precoce Presse imitatissima rinascimentale che da autore dal suo der stelle navale e da orizzonte veneziano-italico scritto il tutto -che Raffaello  nelle stanze Vaticane – lo pone  alla sua spalla come grande Zoroastro astronomo e che la storia confonde con altro veneziano cardinale Bembo – che mai ha scritto sulle stelle.!TUTTO bene secondo la leggiadria lingua d’Adria(Il Trionfo di Fortuna del nominato testo allora edito-stampato a Vinegia nel 1526) che ha così composto oltre che incredibilmente ci sono persino nomee che portano dritto ai personaggi della storia. Poi Venezia primeggia  a tal punto che non potevano  fingere o scordare le sue lungimiranze a proposito. Perchè è stato un vento del passato che ha acceso grande coincidenza lagunare dall’ARSENALE a 360° la visione del mondo come fossi un Galileo con uno strumento rivoluzionario a passi lenti o silenti così è stato !!!.Da allora maggiormente ho sommato lungimiranza e profezia – perchè abbiamo quindi dato spazio all’evento sotto la bandiera dell’Arte o Teknica detto alla greca..iconografi. precursori sotto l’ombra di Sam Marco il Leone è diventato il mio MISTERION o enigma da svelare !

In quanto è davvero sofisticato e sapiente  tuffarci tra le onde concentriche del mare o del caleidoscopio galileliano antelitteram in cui tutto e di più viene a galla con la lettura del Fanti . che ha lasciato ai posteri , purtroppo amareggiato – che si tarda a riconoscere per colpa di quanti hanno fatto rivivere l’Inquisizione – Bandito il suo rivoluzionario pensiero che invece occorre collocare giustamente secondo la sua epoca e la sua lungimiranza storica senza pendere dalle antitesi o ossimori che molti amano stare alla catena schiavi a priori…da imbelli e ignavi.

Quanto e tanto come si è fatto con Leonardo da Vinci, eclettico sapiente che ha i suoi estremi maravigliosi e disegni, macchine, anatomie, quadri e panorami tanto fecondi et lampante genialità che ci affascinano…

Ma non è il solo di quel tempo, se ancora si ignora la sua prossimità con Sigismondo Fanti,il Ferrao,il ferrarese meccano o fabbro o ingegnere di sue varie citazioni e compagnie volanti progetti ben oltre Simon Mago.

Detto questo per quanti ancora sono astemi senza colpa di tanto SOUPE rinascimentale che abbiamo portato alla Luce e ricondotto al Sole quale centro del nostro sistema Copernicano di cui il Fanti è stato il suo maestro pitagorico all’Università di Ferrara !

 

Brutto scherzo hanno fatto i topi da biblioteca o professori di matematica impertinenti a liquidare il testo del Fanti come una invenzione su cui hanno sbattuto il Naso !Vedi il Proemio del Tesauro degli Scrittori che lo celebra senza ambiguità, basta sapere leggere l’italiano del rinascimento.

Ordunque dopo ani ecco che la quartina su Venezia VENUS. VENYS. VENIGIA o altra denominazione si voglia dare alla Serenissima Regina del Mare Adriatico !

Predice così la quartina: XVII-LXXIX

Venere in Leone (a causa)per la Chiuse porte(Paratie) veggio che già d’alti regni(vertici)

il signal (al)danno fuori (esternano)

Con l’andare in longa(ritardo lungaggini)

il Dono per darti (arti- engin)affanni

Pur nella fine l’havrai del certo

(Sicurezzattuata) creggio – reggio.

Ogni commento è superfluo, quanto dire che tutti hanno scordato , quanto scrissi subito dopo tornato dall’ARSENALE (ARSENON ..) di Venezia, in merito al MOSE ed allo scandalo ad esso svelato e che ha ritardato alla longa…questo ritardo del progetto.

Ma se a questo si aggiunga altra quartina che parla chiaro senza peli sulla lingua come dice benissimo il Fanti.

(ORA ) Dissonnati Venethia a nON DO*rmire

Donando fine ai tuoi commessi(commissari)Errori

Fortificando Te dentro e a fuori

Chi (JOVE-CHIOGGIO)IOVeggio

Una grande macchi(n)a discoprire !

Il MOSE per GIOVE e CHIOGGIA !!!!

XII-LXXXII: Ondo- Le onde marea Lagunare !

Nulla di più naturale per chi così scopra il Fanti cosa che è una grande macchia da levare dopo l’incuranza che sinora si è lasciata ammorbare e che richiede davvero che VENEZIA lo riscopra e lo ONORI !

Cosa invece doverosamente compiuta contro ogni silenzio e indifferenza  da Chi ò nato su tale riva della Laguna “Lagunaion del Leone”Leontas di San Marco o VENETHIA che allora qui diventa lampante quanto è così Vaticinato. E chi oserebbe smentire tanta chiarezza lampante o inficiare quanto il Sigismondo Fanti ha a noi lasciato- Dopo passati i secoli e che mia nonna novelli farnese amava recitare l’enigma che ha dall’ infanzia soffiato da vento anemos veneto le mie vele – prima con Nostradamus e poi molto tardi del Fanti da essere Una sola cosa per Chi è nel Giorno di San Marco nato sotto Leo Ombres e nella giornata notturna...che di certo non dormo- invece da molte albe(ri cerchie) opero per destare il popolo d’Adria sotto l’egida di San Marco! Dunque basta credere o meglio avere Fede, quella FE (R)Rara che lega il Fanti a Venezia e Ferrara per leggere il Libro dei Destini !

43 pensieri su “Dalla Piazza di San Marco delle Due Colonne di Porfido. Il Leone lagunare galleggiante. La celebre profezia di Nostradamus censurata. VENUS-VENYS-VENEZIA sotto le marine acque o chi in ombra?

  1. PROF. BOSCOLO, NOSTRADAMUS -ultimi presagi – COME SEMPRE è un libro molto interessante e avvincente, avere in biblioteca tutti i libri che Lei ha scritto è come avere un tesoro, sono libri illuminati, sono libri che meriterebbero un giorno lontano rimanere in un Museo. Sono libri che spiegano il passato, i presente, il futuro, che ci accompagnano lungo il percorso della vita. Lei Professore è un prescelto del destino scritto forse già più di 500 anni fa.
    Una quartina tutta Veneziana scritta e anticipata dal grande genio Sigismondo FANTI, grande matematico, grande ingegnere, che predisse quanto oggi purtroppo seguiamo e vediamo, La bella e meravigliosa VENEZIA che è il punto più alto della civiltà artistica italiana, essendo l’Italia il primo Paese per l’arte, è il primo posto nel mondo, la vediamo per 80% sott’acqua, gravemente alluvionata, un disastro che benissimo si poteva attenuare se solo si fosse usato al massimo ciò la tecnologia ci ha messo a disposizione, in questo caso il MOSE, la barriera artificiale per arginare le maree. La politica con i suoi malaffari, ha intralciato l’ultimazione di questo mostro miliardario. Nella sostanza la storia del MOSE non è diversa da quella delle grandi opere e delle grandi industrie, viste come il male assoluto. Il miraggio del MOSE, 30 anni in attesa per salvare VENEZIA.
    Un quarto del TERRITORIO OLANDESE, è sotto il livello del mare e non si allaga mai,come mai?
    Sarà per opera di Padre Pio o dell’intelletto umano? o merito di un governo capace ed efficiente, lì le porte blindate non esistono, ma semplici porte a vetri, vorrà dire pur qualcosa, di cui noi tanto ne avremmo bisogno –

    • Dice la quartina che
      Al Bisogno tardi verrà l’Atteso (L’ATTENDU)!…quindi siamo in attesa in grande attesa logo che nel greco offre oggi un senso incredibile che ci insegna che bisogna imparare anche dal principe di Danne-Marc o dell’Olanda i Paesi bassi…sottomarini essendo sotto under il livello del mare !E qui ancor più della realtà ci tocca altro che sotto le profondità dell’anima e del cuore quanto affanno incombe su Venezia – la Serenissima ora sotto questa eclisse di errori ed incompetenze, sperando che venga a galla l’ATTESO.Solo dopo leggeremo altra pagina di avvenire più fonte di Grande Gioia per i comuni e i grandi e sia le Grande Meraviglia.

  2. Prof, lei a riguardo della “meraviglia” nel file precedente ha risposto PENDE, è equivoco perché somiglia un po’ a PENTA e ricorda tanto “…l’Esperia e l’Insubria…”, termine ultimo da leggere al contrario!! e la magistratura ed altri che indagano sull’Airforce Renzi. Per caso questo “Penta-evento” si “ENCLINica in un una Villa di Mare, “merveille”. Da capire sempre lo stemma della citata Insubria e Buona Giornata.

    >

  3. Speriamo che L’Atteso porti il grande aiuto di cui ha bisogno il nostro martoriato Paese,e se dovesse arrivare da uno di questi Paesi Bassi (Olanda – Danimarca) la cronosemantica acquisterebbe l’onore e il rispetto che merita,,,,dopo il Dan -non la beffa! ma il concreto aiuto che riporta la quartina!

  4. Prof, queste due storielline all’italiana ho l’impressione che hanno le stesse modalità, come ha ipotizzato anche Giano. Ma andiamo a dare uno sguardo più attento alla 10-65 tenendo in considerazione strettamente quanto lei in passato scrive e traduce: le righe 3 e 4 sono un’alchimia di parole, rispecchiamo i due fatti che “sono in ombra”: lei ha scritto tanto sull’ASPRO DI LETTERE, cercando di farlo venire fuori più di una volta nei destini d’Italia; ma costui essere uno solo? Nella storia dell’ex Ilva è quasi tutto perfetto giuridicamente, ma lo scopo del signor Mittal non era forse quello di disfarsi dell’unico concorrente mondiale competitivo dell’acciaio e cioè l’Italia??! E allora da controllare la gara d’appalto e tutti i pupari che si sono succeduti al tavolo delle trattative. Da lontano è difficile comunicare l’esatto senso, ma come sempre ci provo con un SA-TO: bisogna “ascoltare” attentamente!! la parola MANCHE dell’ultimo rigo, MANICO, lei ha scritto tanto, ma qui è complicato, ma questo (Nostradamus) che ha visto? “Manico” è anche chi è utile a far raggiungere uno scopo, ma forse viene travolto anche lui. Infatti la parola “manche” ricorda tanto “mancia”!!! e se la ritraduciamo in francese diventa “pointe”, capisce la mancia è come un ponte, ma somiglia alla parola della quartina: POINCTU e guarda un po’ c’è una “c” in più, altrimenti nel giusto avrebbe dovuto scrivere “pointu”, ma altra coincidenza, l’antico scienziato delle parole scrive “IUSques, il DIRITTO dell’Antica Roma, quasi a voler dire che è una “bella porcata giuridica” e non si potrà fare nulla. Chiudo pensando che lei ci ha azzeccato un’altra volta: perché l’asse portante della quartina essere la COCHE, il cocchio, il carro a quattro ruote, la vettura e questa lei l’ha chiaramente definita senza essere un chiromante con decenni d’anticipo LA C….Ma quante ombre, Mattei, grilli canterini che sollevano le auto, e strane nomee di CASAte stanno dietro questa storia che ci porterà alla rovina e purTROPPo a presto e Buona serata da Largo Campo.

    >

    • Il FUTURO possiamo vederlo, se mettiamo dell’acqua in un recipiente di rame con uno specchio sul fondo; lo faceva Nostradamus. Alcuni aggiungono del mercurio.
      Possiamo anche vederlo, in maniera più o meno simbolica nei sogni premonitori.

      • Ma é solo una leggenda….in merito si é già scritto ampliamente !Nessun bacile o acide o bacinella ma le miroir lattiginose..lo specchio ardente lo schermo biancastro etc..anticipando una specie di cronovisione !

  5. Prof, spero di non disturbarla, ma un pensiero mi assilla: la parola ATTENDU è durata TROPpo. L'”atteso” è una persona che nella vita quotidiana ben conosciamo, ma una persona che lei attende è altra rispetto alla mia e allora per forza il Greco suggerisce “anamenomeni” e cioè senza nome, perché in questo caso è atteso da tutti ma non si sa chi è. E allora la cosa è complicata, ci vuole “un granello di sale”, ma resta difficile comunque. Ma l’antico scrivente l’ha visto, strano che per quanto preciso sia sempre stato non cerchi di nominarlo, dire chi è. E allora giudizio ancora più crino e stringiamo forte (serre) queste righe: senza presunzione scardiniamole! Ma Vanvitelli ha fatto ruotare la fontanella stando vicino al gettito d’acqua o ha preso la mira dalle architetture circostanti o entrambi??! Ho l’impressione che lei questa storia l’ha capita da lungo tempo, non vorrei stare al suo posto, però si metta al mio! E allora veniamo al terzo rigo, oltre quanto lei ha già scritto!! Lei in questa storia avrà la bocca chiusa per quanto le hanno già arrecato (censure varie) o sarà costretto a farlo in questo caso per ovvie ragioni?! Qua ci metto l’anima e mi gioco pure un po’ di faccia ma nel caso ci avrò provato anche se dovrò fermarmi anch’io per altro “bisogno”. Una volta tanto le etimologie non troppo coincidono, ma le facciamo collimare: la parola “atteso” deriva da ATTENdere, ha le prime 5 lettere uguali ad ATTENtato, la quartina 5-96 parla della ROSA e scoppia anche sulla CAPUT MUNDI, “caput”, capisce. Forse anche Nostradamus non ne poteva più. E allora cosa avrebbe potuto scrivere al posto di “cherra” e qua è inutile che allargo il rigo, ma Nostradamus ha messo la virgola è scritto MAISON e allora cosa possa aggiungere, per non rischiare, se non una domanda: in quale circostanza delle persone “vengono estratte soffocate e morte”???!!! Spero vivamente di avere sbagliato, non ho bisogno di gloria, anche perché tante difficoltà hanno già attentato!! il mio mondo. La saluto da questo punto preciso dell’Antico Borgo, all’ingresso esatto di Via Porta Catena, le ho già detto che è rimasta solo una cartolina e qualche vetusto SEDIMEnto ben nascosto e non sia mai ricordare Fanti :”se SEDI di MIsericordia seguirai…” e penso che dirà: “che manca solo lo Spirito Santo” e Buona Notte.

    >

    • Lo ripeto e ripeterò che ogni aggiunta o parola tolta o come dice la Rivelazione…Evitiamo onde e l’acqua aggiunta annacquante : il Di..vino ! O peggio le forzature che sono la rovina della semplicità del gusto unico e solo del sapore.Quindi evitiamo tanti contorcimenti che ai più nulla fanno capire.Qui si osserva l’esempio magistrale del Fanti. E su questo che si voglia meditare…parola dopo parola- Vedi ” DIssonnati ” che vale anche per altra città di ferro…o Fe rara – ovvero da quanto dissonnate e stonate come le sirene stesse lugubremente sono segnale- segnal… che avverte la Città antica di mare.

  6. Prof, tra le tante le volevo solo segnalare la “sortita” di Francesco, oggi 17 novembre (giorno e mese non troppo fausti) al Convivio che avrà con i poveri, prima di partire per Thailandia e Giappone martedì 19 c.m. Inutile sottolineare qualche “riga”, affidiamolo allo Spirito Santo nella speranza che la “corsa” di Boscolo al “bisogno tarderà il più possibile” e Buona Domenica.

    >

  7. Prof, c’è un altro “Leone”, LEONE XIII che viene alla LUCE: le immagini attribuite ai fratelli Lumiere (luce) non sono state girate da loro. Altra bufala dei francesi come si evince dagli Archivi Vaticani!

    >

  8. Come simbologia…. il LEONE simboleggia la Legge, il rigore della legge oggettiva. E’ anche associato a san Marco l’evangelista. Gli artigli del Leone della Sfinge simboleggiano l’elemento fuoco e il coraggio.

    per similitudine fonetica VENUS -Venaus (alla ribalta da 30 anni, per il cantiere TAV in piemonte)

  9. imperscrutabile…
    mi ricordi il mio vecchio prof. ginnasiale che commentando l’Ariosto in merito alla plurimillenaria leggenda della resistenza della salamandra al fuoco… sì vabbè ma a nessuno venne in mente di prendere una salamandra e di gettarla nel fuoco del caminetto… per vedere l’effetto che fa! …vengo anch’io! No tu no! Tu prima di scrivere qualcosa di “magicoso” e “sintomatico misterio”… hai provato con la bacinella? no non hai provato… e allora perchè scrivi con assionmatica certezza? …che po..i. “post festum” che senso ha ritrovare conferme al fu detto… “ipse dixit”.

  10. buonasera dott. Boscolo,
    non vorrei risultare stantio, ma quando si parla di due colonne non posso non rimandare il pensieto a don Bosco e la famosa profezia, legata poi alla “nuova Lepanto”. Da qui mi viene una riflessione sulla necessità di un avanzamento tecnologico importante per il nostro paese (se ricordo bene il grande d’Adria sarà anche il teknauta); potrà partire da Venezia questo salto?

    grazie

  11. PROF. BOSCOLO, acqua alta a Venezia, come nel 1966 e le cause non cambiano.
    I catastrofisti che vedono ogni disastro dovuto al mutamento climatico, quali analogie vi siano tra il livello di acqua alta record del 1966 uguagliato oggi 2019. Sono passati 43 anni e nulla è cambiato sulle cause e nulla cambierà perchè il clima, al contrario dell’inquinamento, non lo gestisce l’uomo. Sempre riguardo l’acqua alta a Venezia, il mio pensiero va ancora ai Paesi Bassi che, con tecnologie d’avanguardia sono da sempre al sicuro dalle inondazioni. E quanti altri problemi abbiamo che non si riesce a risolvere, eppure siamo i primi nel mondo per inventiva, creatività, intelligenza, problemi che altri hanno risolto da tempo, mi riferisco alle acciaierie, alle raffinerie, ai termovalorizzatori presenti in tutta Europa e che non creano inquinamento dell’ambiente. Per non dimenticare infine, la mancata costruzione delle centrali nucleari, e pensare che solo in Francia se ne trovano 56 e molte altre sono sparse in tutto il Continente. Il colmo è che i nostri tecnici le costruiscono all’estero, ma non lo possono fare in Italia. Quindi quelli che si proclamano progressisti, in realtà sono solo retrogradi –

    • Allora è tempo che ci sia un Leonardo + capace di salvare Venezia, ma anche Lui allora rimase inascoltato come il Fanti. Qui è questione di ottusità a tal punto che gli altri alesi ci superano con tecnologie e costi ben inferiori.Tutti quei miliardi allora chi li ha fagocitati?Ed ancora i prossimi se tale male è cronico da sempre Venezia è stat minacciar dall’Aqua Alta.Orbene dopo quanto scritto nessun giornale veneziano ha ricordato il Fanti. Questa non è amnesia, è puro disprezzo del pensiero altrui come se fosse cosa di altro mondo o peggio del terzo mondo !
      Oggi così viviamo da Quarantanni = TESSERAKONTA ( in greco 40) oltre quella cifra enumerale sviscerata e preannunciata Padania UNDAQUADRAGINTA = in latino XXXIX= in cifre arabe 39…40 E sia citazione di altra sestina che ha la finale del papale papale ” Al Fuoco e all’Acqua è soggetto il TRENTANOVE) del Calendario ebraico 5739-40 et 1439-144O islamico) Una Data così pragmatica e cruda che paghiamo sin dal primo verso di quella quartina di Nostradamus che predice: Venys e il Sol…lungamente non saranno intesi- Ne l’Uno ne l’altro…. sinché…) Ecco allora che Cambia registro con la Speranza che è tutta posta nel Futuro per gli altri versi finali che considero essere così la fonte di cambio di rotta generale!

    • Ottimo per documentare che la ricerca di chi cerca trova...ha trovato “invenietis “!!!-Abbiamo la copia del testo e altre informazioni che aumentano i dettagli del grande genio Ferrarese contemporaneo di Luca Pacioli (La Divina Proporzione con i disegni di Leonardo- anch’essa abbiamo l’anastatica). L’ultimo intervento in Rai con Roberto Giacobbo – appunto le riprese sono state fatte proprio a Ferrara e sia così nella Chiesa di San Francesco ove riposano i FANTI casata.

    • Molto bene! nel lontano 2003 quando il prof.Boscolo ha rintracciato il Triompho di Fortuna,e ha capito l’importanza del capolavoro profetico (e culturale) del SIgismondo Fanti,se si provava a fare una qualsiasi ricerca in rete,risultava un personaggio sconosciuto,ora c’è chi si dedica addirittura a fare un trattato universitario! ….Piergiorgio ODI???

  12. Prof, difficile starle dietro come il Sole a Venere. Cerchiamo di capire cosa ha “letto”: penso che si riferisca alla enigmatica quartina 5-53. Spero di andare nel “diritto”: dando uno sguardo alle stelle, sto notando che il Sole sta rincorrendo Venere senza riuscire a prenderla, a congiungersi. Guardando le stelle in avanti e se dico bene, non so come ha fatto lui nel 1555, l’Astro che ci illumina raggiungerà il Pianeta dell’Amore il 4 giugno 2020, cioè il 4-6 dell’anno venturo. Ma incredibilmente la quartina 4-6 è quella che le ho citato qualche file indietro e che recita: “…couleur Venise insidiation”. Quella del Premier o Primario?! Ma “…al fuoco e all’acqua è soggetto il trentanove.” L’acqua è arrivata. E il fuoco? Lei con numeri e lettere sta facendo ruotare…la Fontana del Campo e per ora buona serata.

    >

  13. Prof, nella quartina 5-53 si dovrebbe evincere che le sarà contestato quanto scrive sul Sole (pontefice?) e su Venere (Venezia e Fanti?), “…né l’uno né l’altra(o) non saranno intesi…”. L’ultimo rigo però esprime una conferma di ciò che accadrà “…per il Sol(o) terrà la legge del grande Messia”. Il suo riferimento al 5739 riguarda il 1978, anno dei due papi. Questa essere profezia nella profezia, veramente drammatico e Buona Serata.

    >

      • Precisazione: il VENUTO (verbo fr.) Venus o VENYS(fonetica inglese per Venice) idem equivalente al SOLO, UNICO, SINGLE traslazione già da tempo sviscerata Vienīgais(VINEGIA in lingue nordiche !!!)Basta ed avanza scoprire lat,. Invenietes o Venietis -oltre ancora altro logos la cui fonetica anfibologia marca la geografia “Vienintelis “Ma appunto di Veneti sono Due= il Sigismondo Fanti(vedi il file postato ultimamente sula sua opera di calligrafica – editoriale degli alfabeti tipografici)…e in seconda messo sotto(marino)scritto.

      • Mentre l’attuale ormai decorso 2019= 5779…2020= 5780 il quattro venti = 80! Tanto l’ebraico come l’islamico iniziano dall’incirca settembre ottobre ora siamo nei mesi dell’inizio del 1440 islamico ora già entrato in corso.Analogia tra i quarantennio e e la quaresima e quarantena arma che ormai tutti viviamo a livello globale crisi GLOBALE-CLIMATERICA ANGOSCIOSA TRIBOLAZIONE di questi TEMPI.

  14. Ciao Andrea, mi ero già accorto della cosa, ma penso che era chiaro il riferimento ai due papi successivi a quello defunto e quindi tre. Marcus , devo rispettare sempre il prof, se chiedi a me: il 2 ottobre 1978, inizia l’anno ebraico 5739. Ma, a parer mio, bisogna capire cosa si nasconde dietro la numerazione 39 che abbraccia altre quartine, perché il veggente ha avuto molta considerazione della cosa, cioè l’ha posta in modo estremamente enigmatico, ovviamente. Non basta trovare un numero apparentemente sbagliato per risolvere un accadimento che forse è imminente, ma ora vanno capiti anche il Sole e Venere e il Fuoco e l’Acqua e speriamo bene.

    >

  15. Prof, nella speranza che non sia già interdetto ho fatto delle riflessioni: il Sole e Venere??!! Ma Venere si è capito dalla derivazione semantica che essere Venezia, ma chi essere il Sole???!!! Forse stavolta il suo silenzio, per meglio dire il non rispondere l’ha tradito, nel senso che non l’ha voluto dire perché forse non ha potuto o perché aspettava una eventuale correzione. I Soli sono almeno due. E allora abbiamo spremuto queste Porte nella terra del Sole!!! Capisce…”questo stupido dove vuole arrivare”?! Ecco perché mancava il Fuoco, la mia precedente osservazione era giusta. È la datazione 39 che è soggetta ai “due elementi”. Da capire tutti i sensi esoterici ed alchemici della Carta 19, tra cui lo zolfo!! e l’Astro che piange su Castore e Polluce e quindi le ONDE che ormai stanno per far crollare il paese e il Giardino del Mondo e ONDA. Carta contrapposta alla Luna, il Sole e la Luna, come scrisse Boschius con Francesco che visiterà il Sole Imperatore nel paese del Sol Levante con l’eclissi Gemina e le Nuvole Rosa. Sicuramente complicato ed ermetico. La saluto da Largo Campo con prossima Mostra: “Immaginare Leonardo” e Convegno: “Leonardo Infinito” che tanto ricordano :”…LE Opere ti veggio…” e Buona Notte.

    >

    • Caleidoscopio senza una messa a fuoco neppure sul pelo dell’acqua con tali riflessi di una Notte cupa e pesta —-se continuano queste elucubrazioni infinite ? Meglio dire cose semplicissime …altrimenti qui devo ripetere che troppe parole sono altri echi stonati o altri Vel —Veli che non portano affatto ala grande CHIAREZZA…che deve venire da uno SOLO ! Fingere di non apprendere quanto semanticamente è stato esposto il Solo che non viene appunto….così inteso !!!!Occhi per verde,orecchie per sentire intelletto per capire e salvo contro la stessa profezia ribaltarne i Sensi e le Significazioni ? Impossibile a priori secondo il giudizio umano fallace , ma nessun dubbio su QUANTUM è scritto in ogni quartina che – ha il suo tempo per venire alla Luce senza tante astrologie che nulla sono servite in tanti anni di esegesi, Solo e unicamente il VERBO IL verbo AR..CANO ovvio + quello DIVINO porta alla CLARTE’ et ARTE SEMANTICA. Mistero che san Paolo cita e che nessun credente immagina quanto mistero ancora obliato persista nella comunità dei cristiani ottusi sul Verbo DIMISSUM DIMESSO che deve essere recuperato, dopo perso, trovato e nascosto!

  16. Prof ,straordinaria scoperta questa del VERBUM che è stato “dimesso” e che verrà ritrovato, da capire bene San Paolo dove lo dice. Ma se questo è il Destino degli uomini, ci sarà un’ATTESA illuminante ed emozionante. Inutile parlare del Verbo e del Logos, dato che filosofi, teologi ed intellettuali vari hanno fatto dei veri trattati. Penso che il Prologo di San Giovanni sia la pagina più bella di Filosofia che sia stata mai scritta, il verso 14 recita che: “E il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi;”. Complicato per tutti i pensatori cosa essere esattamente Verbo che per me assomiglia molto alla Parola semanticamente intesa. Si provi a pensare qualcosa senza dirla. Mettiamo un attimo la penna in mano a Borges, non finirò mai di ringraziarla per il consiglio: in latino diventa “VERBUM CARO FACTUM EST”, scritto dappertutto come un Protocollo, PROT (trop-port-prot); cosa mi risponde Boscolo in quel file straordinario del 10 maggio 2017? Lo stesso Protocollo. Le ricordo solo che Dante al verso 14 (III,V) del Convivio parla della declinazione del Sole. Borges nota in uno dei suoi deliri che c’è una strana coincidenza sulla Porta di quella Chiesina di cui le parlai tempo addietro: lì il PROT è alterato, vi è scritto “Verbum caro facit est”, è sbagliato? No, forse è l’unico luogo al mondo dove è scritto al presente, sicuramente coincidenza, l’artigiano ha voluto alterare il Prot, come se riguardasse il tempo odierno. La saluto, come da Prot e complimenti per la storia di San Paolo e andiamo alla ricerca del Verbo Perduto.

    >

  17. Prof, ad ulteriore chiarimento di quanto le ho postato: ho cercato di capire cosa nella mia precedente avrebbe potuto rendere la notte così buia e pesta. E allora per “due soli” non intendevo due interpreti, ma un ulteriore Sole aggiunto al Primario Papale solare di cui avevo scritto e cioè Sole Naples. Acqua per Venere e Fuoco per il secondo. Aggiungo ancora di rilassarsi il più possibile e sempre, che la “inclinino” solo le italiane cronache, perché neanche il più pazzo e folle Borges del pianeta le potrà mai togliere lo scettro di SOLO-UNICO ESEGETA-INTERPRETE. La saluto dalla Terra del Sole e dal Prot della terribile Port in Sal.

    >

  18. Prof, lei con questo post, qua ha fatto la storia. Ha incuriosito praticamente tutti e le fanno tutti i complimenti e le domande sono TROPpe, la Fontana di queste piazza caccia, causa sue parole il diVINO dalle bocche di Bacco, invece che acqua. Un amicale anatema contro la mia persona che è diventato una sorta di pietra miliare. Trasformo brevissimamente quanto mi dicono: è ciò che più o meno sostenevano i filosofi greci, ad esempio Eraclito ed il concetto di Aletheia, ripreso nel XX secolo dal grandissimo maestro Heidegger, la verità ha una sorta di velo, quindi necessita il dis-velamento, VELO che assomiglia parecchio al suo Verbum nascosto. Da capire anche il velo di Maya delle dottrine orientali menzionato da Schopenhauer. Praticamente, con un linguaggio semplice (mi stanno dicendo che lei però parla in modo estremamente enigmatico), c’è sempre qualcosa di VELATO, NASCOSTO o PERDUTO. Qua sperano tutti che ci faccia capire il Santo Paolo e sono già pronti a cercare la Porta Perduta, perché LUI scrisse “trop” e nella antica città di Sem ci deve essere per forza il “seme” dell’Arte Semantica nascosto da qualche parte. Spero in una nottata per lei “illuminata” questa volta ( quel “pesta” ha scatenato una risata generale), ma purTROPpo è impossibile non citare il terrificante Presagio 9: la parola “serre” tradotta dà “serra”, capisce, nella serra le piante crescono bene, ma sono coperte da un velo di nylon o quant’altro, non vedono la luce diretta del Sole, ricorda un po’ il Mito della Caverna di Platone. Da capire il vino Salino (che nella Scuola Medica si distillava con il sale) e l’ebreo Elino, uno dei quattro saggi, ma da una nostra “serrata” ricerca semantica molto altro ancora sulla “fonte di illegalità”. La saluto, in fede e nella speranza di risolvere l’ARCA…no della CHIAREZZA e della VERITÀ chiuso forse in un’antica Barca della SALvezza e Buona notte da Salerno.

    >

  19. Prof, tutti d’accordissimo, me compreso, con quanto lei scrive. Il vincastro si ricava dalla pianta di SALice, capisce. Torniamo allo stesso punto di partenza: il SALICE rientra tra le 18 piante semplici della Scuola Medica, è situato nel Giardino della Minerva nel Centro Storico di SALerno, il nome è scritto nell’opera “Flos medicinae Salerni”. Il presagio 9 tocca quelle tre lettere terribili S-A-L, allora capisce perché tempo addietro le parlai della pianta della lunga vita, la SALvia. Capire cosa si nasconde sotto l’ultima riga del Presagio, ma forse il problema inizia dalla prima riga, non voglio ripetermi, il problema (punto di vista mio personale) sono le Porte, ma chi era ELINO??!!, il saggio-dottore ebreo, il rappresentante della cultura latina era SALERNUS. La saluto, quel bastone le ha sempre portato saggezza e le auguro ancora per lungo tempo.

    >

    • Michel Nostradamus era un medico all’avanguardia anzi dalla corteccia del salice avrebbe per primo fatto fare medicamento come aspirina(vedi i Nel testo delle ricettes et fardements). Viaggiò in lungo e largo in Francia e così in Italia,,non crede che non sia approdato anche a Napoli e Salerno università di grande fama ? Le Vie del Signore sono En Soph…e complessivamente sofisticatissime..dottrine perché tanto Verbo ed ivresse o nomee oggi ricordiamo e si macera ogni fonetica in mente,il mulino che macina la farina ,il pane da sfornare e così alla Cena (Lastt SUPPER) congiunga al di Vino . Quanto si ricava dallo spremere gli acini,,,per poi al mosco realizzare la bevanda divina ! Così è la parola nella vigna del Signore dai cui grappo o graspi…si distilla il Succo Salvifico propriamente nella terra di Jacco o d’Enotria il cui primato di vino ha sempre avuto emulatori e detrattori, da allegoria + lampante non c’è.! Al prossimo file …. cibo per lo spirito

  20. Prof, ho fretta, e finalmente!! Mi auguro che in giornata riuscirò a scriverle quanto da me tratto dal Presagio 9 e dalle sue terribili e particolari nomee che si perdono dentro e fuori queste Porte nella notte dei tempi. A presto

    >

    • Nessuna fretta del diavolo il presagio NOVE deviatje o devianti(in russo) della nona casa dei cieli o sagittariali + magistrali peregrinatori di chiese o pagode o stupa Ora l’orizzonte è fuori legge e norma + ancora troppo bisambiguo e scabroso fatalissimo che è meglio attendere altri segnali più umanamente decifrabili !i Saper attendere la Strada e i segnali stradali del prossimo file sempre del Fanti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...