Vivere alla giornata o alla Bonaccia – bensì alla caccia VENATIONIS !

Dobbiamo consolarci davvero se non ci sono nuove voci che possano infondere nuova scintilla al nostro motore ingrippato da tanta pandemia.Altro che la scintilla di candela Bosch è necessaria per rinfiammare la nostra macchina umana in lungo e largo, regione per regione. Legione per legione per armarci di tanta speranza così tanto decantata ed eufemismo sanatoriale che detta le regole dei nostri comportamento sociali. E’ duro capire come assimilare si possa il senso dello scritto con questa vaticinazione :

Il profeta pone questo tempo al centro della nostra osservazione quale inizio non del risveglio delle forze ma quale principio di uno sconvolgimento che ha fatto più volte vaticinare Pasqua in Quaresima. L’inizio di una carestia di una penuria alimentare (gente ala fame) a generale di mezzi, di grade incertezza per le prospettive inevitabili nell’economia e nella politica.Vista il cronico ripetersi di crisi di governo ,,,(pag.69 – Nostradamus Ultimi Presagi 1980)

Parliamo chiaro – siamo davvero invece entrati nel grande tempo dell’INTERDIZIONE.E ogni suo senso in ogni glossa planetaria iniziando da Turing tour et circuito.

Nessuno può censurare la facoltà umana del suo raro et puro naif istinto di immaginare cieli e terre, mondi e dimensioni.

Pietrificati da una Medusa che ci riporta alle peggiori ansie e paure sul nostro Domani (CRAXI DIES). Poiché permane lo stato di Confusione e di Conflitto nelle scelte da fare o di come potremo disporre del pane quotidiano, mancando l’argento per le spese. Il dare ed avere così alterato senza l’Ora et Labora pragmatico ritmo naturale – oggi alterato in tutte le coscienze perse , smarrite che si sentono private delle più naturali espressioni e osservazioni e della parola spenta , distorta sovrapposta semmai ci sono dei paragoni con altri momenti storici( 1918-2018……ed ulteriori futuri).

E fare solo richiamo alla voce del silenzio che dentro ogni anima in ognuno di Noi – tra sordi o muti , c’è oggi CHI GRIDA peste e corna per questo scandalo che neppure l’insegna della Croce e di ogni altro martirio o testimonianza passata bene riaccende paure e terrori e minacce di squilibri sociali ben più amari e maledetti che si possono addensare sui popoli.

Preferiscono le strombazzate di falsi profeti e non si curano di chi ha da secoli lasciato il monitore esemplare – nero su bianco- pure sui Piatti della Bilancia e del Giudizio Umano del Tempo. Perchè nessuno sappia leggere i responsi della sibilla o del Peygamber se non Chi è stato Frappée dal cielo,e non si possa andare oltre plus avant savant sapiente, mentre tutti ci marciano sottosopra e sopraffanno e sia i sensi tritano d’ogni parola del Verbo Divino. In Ogni Epoca inanzi a orizzonti che si tingono di rosso fosco. Insegna il Vangelo -Vedete il Cielo Rosseggiare….al tramonto…allora correte al riparo per la notte. Chi corre al riparo oggi se al lupo, al lupo (Lupei lupei – in greco afflizione, tristezza) non è il solo allarme et larmé lacrima che spaventi più alcuno. Ma è ben vero che tanta falsa pace precede sempre la sordida formazione della Tempesta!

Forse è inutile tutto quanto è stato scritto(MAKTUB)ma non per chi segue filo per segno gli antichi quadranti e quartine che anticipano come francobolli vergini, in attesa del marchio al locatore finale. Ecco the Puzzle MOSAICO Tessera dopo Tesserakonta(40) composto da una mano e una mente pilotata da una Forza che non siamo in grado di inchiodare.Ma solo concepire questo CARREFOUR , incrocio di scenari man mano con altri quadranti che tracciano così e compongono la visione della HYSTORIA, così somma composta con Secoli(Centurys)et Millennia.

Chi legge questo testamento- documento senza il lume e la lampada ad olio che come FEDE alimenta la Luce di ogni cerebro che proceda secondo questo SACRO RITO. Sacrale prassi o altrimenti tutti gli altri sono fuori, senza testa e ancora alcuna nel buio più fitto dell’abisso. Pochi , la natura seleziona geni rari nel secoli che sono i Fari o i Prometei che strappano al cielo il Fuoco divino, ma sovente sono capri espiatori.I martiri su cui si innalzano pinnacoli templi.

Dobbiamo davvero e memorizzare in Verità (ALETHEJA- A(privativa in greco)senza LETHE – OBLIO – OBLIARE OBLIOVION mai nulla) cos’ come Sigismondo Fanti detta e sentenza.

Se viver “sempre” Voi in gran bonaccia

Non(c)ti Fidar di cui Fede non Tiene

Un argo essere sempre non(c)ti conviene

Si che tal gente a più puoter via caccia

Questo italiano della leggiadria lingua d’Adria non può continuare ad essere lettera morta.Chi sono i dinosauri che ancora mano tenere sotto terra il passato, e impediscono come bene il sommo Dante esiliato dai Fiorentini… reagì architettando coi versi la

D I V I N A C O M M E D I A.

Anche senza la vista ci sono occhi due dos oculos stanno miranti fuori della testa hanno visioni.(D. M. iscrizione)

Perchè mai altra grande OPERA come il TRIONFO di FORTUNA del Fanti così ricco di pictures stellari et le sue quartine o quadranti d’ispirazioni – deve restare ignorato ?Perchè mai la Città di FERRARA – la città della Fede Rara…dice il Fanti non riscopre questa nuova biblioteca o Tesauro ben allora d’essere degno ed immortale.

Manca davvero la FEDE a capire che NUNCIO o annunciatore , araldo o Kerusso ci sian lavoro per ogni dotto o Sgarbi ferrarese che lo ignora così che molto nella nostra storia rinascimentale deve giustamente venire alla Grande LUCE, al grande Chiaro del SOLE “SOLAIRE”e di tutte le altre stelle…per mirare ora certi al PARADISO, dopo tanto Inferno e Purgatorio.

Ecco perchè c’è bisogno di contatti umani e non isolamenti o BOIS en cage- NEMO/Nessuno deve rimanere in gabbia dov’è la LIBERTA’ ?Dentro questo spazio vuoto tra le nuvole cosa apparirà cosa vorremmo che si manifesti ?

45 pensieri su “Vivere alla giornata o alla Bonaccia – bensì alla caccia VENATIONIS !

  1. PROF. BOSCOLO, la Pasqua del 2020 è stata un’agguato del destino, il primo momento in cui, dopo un mese da incubo che avevamo affrontato con disciplina, ci rendemmo conto di cosa volesse dire non poter fare quello che facciamo sempre il giorno di Pasqua, e la gita di Pasquetta, fu il fermo immagine delle nostre vite. Chi c’era c’era, e se eri solo, come la sottoscritta, dovevi fartene una ragione. Fu importante quel giorno, perchè ci mise di fronte davvero a una vita nuova, imprevista, insopportabile. Ricordo che quel giorno ci furono meno morti, e si pensava che il peggio stava passando, ma non lo sapevamo, così come non sapevamo che il meglio non sarebbe stato tanto meglio. Arriviamo alla Pasqua 2021, e siamo ancora lì sulla nostra croce. I casi di infezione, 5 volte più di 1 anno fa, con quasi 400 morti. Quindi dopo un anno di sgomento e paura siamo ancora qui a vivere delle feste senza gioia, come poveri cristi che vivono la passione ma non la resurrezione, quella è rimandata a data da destinarsi, dipende da un piano vaccinale, dal clima, dal rispetto delle norme e dalla sperabile cortesia che le multinazionali decidano di rispettare i loro piani di rifornimento dei vaccini. Dobbiamo poi sperare che le dosi, laddove arrivano, vengano inoculate alle persone giuste, che vuol dire bisognose, e non a opinionisti senza opinioni se non di sè o a professori senza studenti, o a giardinieri che curano le aiuole di un ospedale –

  2. PROF. BOSCOLO per il secondo anno, PAPA FRANCESCO è stato costretto alla tradizionale Via Crucis al Colosseo, ha celebrato la liturgia in Vaticano, nonostante la sciatalgia. Il Santo Padre ha dedicato la Via Crucis ai bambini che vedono la loro vita sconvolta dalla pandemia: non poter dire addio alla nonna, non poter andare a scuola, non poter incontrare gli amici. Per carità, si tratta senz’altro di realtà tristi che rimarranno nella memoria dei bambini per tutta la loro vita, ma purtroppo ci sono altre realtà tragiche, che segnano la vita di milioni di bambini : piccoli ridotti in schiavitù che non hanno potuto dire addio ai loro genitori perchè gli hanno tagliato la testa sotto i loro occhi, bambini che vengono infilati tutti i giorni in cunicoli sotterranei per estrarre minerali utili alla green economy, bambini che dall’Africa all’Asia vengono sfruttati in modo disumano per il tornaconto delle multinazionali.
    Spero vivamente, che Papa Francesco dedichi a loro la prossima Via Crucis –

  3. E’ sempre stato necessario spiegare all’umanità il messaggio che i profeti vogliono dare.
    E’ sempre stato indispensabile far pervenire ai gruppi umani la visione con la più grande chiarezza possibile, affinché l’essere umano vi possa accedere e possa trovare, di conseguenza, il suo sentiero . E’ urgente che l’umanità conosca in profondità il senso reale della terminologia espressa nei testi di Nostradamus, Sigismondo Fanti, Dante. L’ANNUNCIATORE Notaio, Renucio Boscolo usa una semplicità di stile che lo rende accessibile a ogni comprensione umana, ma nonostante ciò, vi si trovano dei termini che appartengono alla lingua sanscrita, al latino o al greco e che sono a volte difficili da comprendere per tutti coloro che vogliono approfondire le tematiche .
    Visto che i messaggi provengono dai Mondi Interni e che per la comprensione esatta delle linee di lavoro intelligentemente tracciate nella didattica e la dialettica di Nostradamus, Fanti, Dante .
    Non si capisce e non si capirà mai come un porta-parola della conoscenza, aspiri tuttavia a vivere il cammino a lui destinato e a farvi partecipare altri esseri umani. (Amore verso il cosmo)
    Un grand’uomo, liberatore e stratega ha detto: ”Un popolo ignorante è lo strumento cieco della propria distruzione.” E’ indiscutibile che la frase citata contenga una verità di una portata incalcolabile. In effetti, in questi tempi di crisi mondiale e di caduta di ogni valore umano, quando si tratta di guidare questa povera umanità sofferente per la via della Conoscenza, è necessario che l’istruttore sia profondamente informato sul significato preciso di ogni termine. (così è)!
    Le Centurie, Triompho di Fotuna, Divina Commedia compiono una gran bella missione in tutti gli angoli del nostro mondo, ovunque si riuniscano gruppi di persone desiderose di bere alla fonte eterna di dolce ambrosia che è la Conoscenza di tutti i tempi.
    (però abbiano un filo diretto con l’Unico interprete , se no andranno sicuramente fuori strada)

    E’ necessario camminare in equilibrio sul sentiero a doppio taglio. Per questo è importante equilibrare in noi l’ESSERE e il SAPERE affinché il messaggio trascendentale della Conoscenza sia espresso in modo chiaro alle moltitudini.
    Se non equilibriamo l’ESSERE e il SAPERE, ci trasformeremo in “Santi di cioccolato” o in furfanti dell’intelletto. Ciò è messo in evidenza nelle trasmissioni televisive di tutto il mondo allorché vediamo la pessima stampa che tante sette pseudo esoteriche ne fanno delle verità spirituali. Volendo fare del proselitismo, esse si coprono di ridicolo utilizzando una terminologia che non comprendono nemmeno loro nel significato più profondo. Di conseguenza finiscono col deformare la verità e snaturare tutto ciò che appartiene realmente al Divino puro.

  4. Prof, buonasera; scritto enigmatico, molto, a cui lei una spiegazione ha pur dato. Inutile girarci intorno, perché troppo non si capisce! Praticamente chi vive in “bonaccia”, mare tranquillo senza ONDE, in greco MALAKOS!, non si deve fidare di chi non ha fede: “…non ti fiDAR DI cui fede non tiene, DARDI!!!!???? Attenzione a chi è senza fede? Complicate le ultime due righe: argo uccello orientale, già ne parlammo, ma: “…si che tal genTE A più poter via caccia.”??!! TEA rosa di origine cinese!

    >

  5. Ma capire se Fanti è costretto alla rima “bonaccia-caccia” oppure se dietro la rima si nasconde altro intrigo semantico, dato che forse rivolto al Prof dice “via caccia” invece che “caccia via”!! Quando scrive Sigismondo per qualunque lettore avviene confronto con mente geniale che dispone di un bagaglio linguistico estremamente erudito in chiave semantica: diciamo leggera “sgrammaticatura” tra il “voi” del primo rigo ed il “ti” del secondo rigo. Ma quasi a sfidare anche la logica sintattica scrive: “SE VIver”, SEVI, TE STESSO in lettone, un ulteriore livello, cioè apposito contrasto linguistico tra in due pronomi e non può essere sempre coincidenza!! Ma incita Boscolo ad essere un ARGOnauta ed andare alla conquista del “vello d’oro”, “…un arGO ESsere sempre…” GOES, VA in inglese, forse auspicio per arrivare a quanto di più elevato possa esserci!! Ma senza esagerare ci vedo un anagramma “un arGO ESSere” GOSSE anagramma, in francese RAGAZZO, vuole dire come se fosse ancora giovane!! Penso che sia impossibile che tal maestria di parole sia presente ogni volta!!

    >

    • Ma ARGO era il nome dell’animale fedele…di un remoto navigatore ? O quanto altro piacerà suggerire ottimo come Argonauta sotto le buone bibenie stelle vedrà il N…OSTO-il Ritorno dell’Odisseo alla sua terra natia (Itaca)alle sue origini – non senza la lacrima per l’amico fedele.Cosa cela questa quartina ancora di misterion riflesso alla leggenda di NEMO -NESSUNO ?

  6. Prof, Buona Domenica da Largo Campo. Penso che Boscolo abbia sicuramente pensato al NAUTA che potrebbe essere un Argo e che nel destino dovrà condurre la Nave Italia. Diciamo per ora ciò di cui già parlai, ARGO o ARGON, in greco ARGOS elemento chimico con simbolo AR e peso atomico 39!! Ma altra coincidenza semantica: Costui scrive: “…un argo ESSEre…”, cioè un “argo”+ESSE-S, ARGOS, cioè rimanda alla lingua greca che traslata in zulu diventa KANCANE!!!!???? Semanticamente qualcosa di “lento” e “splenDENTE”!! Il famoso “ritardo”?! Ma qui abbiamo un altro cane: in xhosa KANCINCI, il cane della novella di Pirandello!? Ma il giavanese ed altri idiomi suggeriscono ALON-ALON! L'”alone”, parola complessa, cerchio intorno alla Luna o al Sole, ma rimanda sempre ad AR, al grano, all’estate, quando potrebbe farsi vivo questo “atteso” personaggio.

    >

  7. Il “tardo-ritardo” di Nostradamus è semanticamente accostato al “lento-lento” di Fanti!! Come se il supposto scaligero avesse comunanza con queste due terminologie. E allora andiamo a Verona! Il fiume Adige ed il Canale dell’Acqua Morta, dove l’eracliteo “tutto scorre” tende a fermarsi, l’acqua è là che diventa “lenta-lenta”. Adige, etimologia difficile, ma i suoni del Fiume in latino e greco fanno pensare molto ad “atesis-atteso”, da cercare forse lungo quel fiume?! Da capire il passato e la storia del Canale dell’Acqua Morta, prima era parte principale del fiume! Lunga da capire, ci vuole tempo! Anticamente in quel posto esatto del Fiume si trovava il busto del Cansignorio della Scala!!

    >

  8. PROF. BOSCOLO, questo mese di aprile deve e sarà decisivo perchè in questo Paese, qualcosa cambi, perchè la maggioranza degli italiani non ce la fa più. E’ passato più di un anno, il peso economico della pandemia cade su chi non ha un reddito da lavoro statale o dipendente. Non ci sono i soldi e non è facile convivere con la paura, con l’attesa, con l’incertezza di non sapere quando questo clima cambierà.
    Il nervosismo si respira a pelle, lo senti, lo percepisci e si mostra ancora di più in questa primavera senza orizzonti. Tutto questo è chiaro, chiarissimo al presidente Mario Draghi, gli si chiedeva cosa accadrà dopo Pasqua, la risposta è stata: non si potrà ancora aprire ogni cosa, bisogna convivere con i divieti, con i limiti, con i coprifuochi e le giornate in “zona rossa” –
    Il governo però non può restare fermo, in questo mese cruciale bisogna recuperare tutto quello che non è stato fatto. Velocità nelle vaccinazioni di massa. Dare i soldi a chi li ha persi e riaprire le scuole:
    E’ il tempo di progettare l’Italia dei prossimi vent’anni, facendo diventare reali i miliardi dei fondi europei, rendere efficiente la pubblica amministrazione. Tutto questo va costruito adesso ad aprile. Bisogna creare adesso le condizioni affinchè l’economia italiana torni a correre come non fa dà decenni.
    L’Italia deve ripartire con lo stesso slancio della Germania, serve un miracolo economico, salute e lavoro devono camminare insieme, per recuperare il tempo perduto e guadagnare quello futuro –

  9. Argo era anche un mostro da i cento e più occhi che mai chiedeva tutti insieme la notte per dormire. Come a dire chi dorme non piglia pesci? Poi Venationis o anche i cani venatici da caccia o dal latino Venatio-caccia o meglio quel genere di cacce finte create nei circhi da mostrare negli spettacoli??? Cioè qualcosa viene messo in vista come un circo? Sto deragliando Prof? O qualcuno metterà in bella vista tutto questo circo che non riusciamo a vedere (avere fede)?

  10. Messaggio da Sal per Giano e non solo: strano che hai notato la Fede di Emilio Fede e non hai notato che “chi Fede non Tiene” essere “FEDIgrafo”. Da capire anche Tiene, tiene o non tiene la “h”, THIENE, perché se il prof ha ben copiato la maiuscola non si comprende, se non in provincia di Vicenza!!!???

    >

  11. Presagio ricco di spunti per quello che penso io tra cui la parola Affaillir vicino al Marius che divisa mostra diversi significati tra cui, malato, affare e perdono. Qualcosa ancora sfugge o volutamente celato.

  12. Prof, “Nostradamus alloggia anche qui!!!!!?????” Qua si sono arresi, hanno alzato le mani oggi o OGE. Primo rigo da ben capire, Macine di Largo Campo a passi lenti, lentissimi, silenti parola a parola, con passo di formica a disporre delle lettere della targa!? e anche oltre e oltre non vado non fa parte della mia etica. Veggente da brividi e Piazza antichissima non si sa quanto che “macina” un grano antico che mai nessuno ha capito perché in quel posto. E OGE da traslare, catena impressionante di parole attaccate a Catena e Luna Nuova in Ariete in compagnia di Mercurio, Sole e Venere, ottimo stellium per l’inizio del Nuovo Anno Astrologico, notizia che giro a Sigismondo, sicuramente a guardare il blog, dove le parole produrranno in positivo, grazie all’intelligenza mercuriale, per scoprire chi essere il Gran Cane, ma Astro d’argento che subito passa in Toro, su Urano e Acquario di nuovo alle corde e da Sal ci aggiorniamo con le righe dei Veggenti in mezzo al Grano del Campus…

    >

    • Distinguere grano da gramigna,,,,che senza pietà alcuna la Falce saturnia fenerà senza scampo.Ritorniamo a più semplici ispirazioni senza litanie astrali che non nutrono solco o piatto alcuno alla terra.Nostradamus aloge ICI…qui ? Spazio e tempo e Luogo comportano ben altra teoria.

  13. Secondo rigo della Fantiana quartina dalla semantica sterminata, inutile dire che bisogna quasi pescare il jolly. Il dubbio è Thiene e allora torniamo nella provincia Vincente che implica la nascita del “Grande”; “Le grand naistra de Veronne et Vincence…” Il “censo” cognome, scrisse il prof! Comune giusto al centro della Provincia, manco avessero preso la misura. Città legata nella sua storica nomea alla città belga di TIENEN o TIRLEMONT, in francese. E allora un granello di Sale, per forza; Rabbino scuote la testa, vorrebbe quasi mischiare le lettere…ma è inutile. Stemma della città, l’agnello pasquale sacrificale. Ma la parola Tirlemont non convince, purtroppo! TIRLEmont o tirleMONT!!!??? Mont non merita ulteriori commenti, ma “tirle” in spagnolo, per il traduttore è “sparagli”, cioè TIR LE MONT, “tira al monte??!!” Sempre in spagnolo “tie” è cravatta e abbiamo TIENEN, T en-N e idem, cioè T-N-N o T NN?! Un “soprannome indegno”, ma manca “ben” ossimoro, già dicemmo. Essere ovviamente ipotesi semantica che mi auguro non scateni polemiche.

    >

  14. E allora andiamo al quarto rigo della quartina dove non si capisce un’ACCA, perché sospetto forte è proprio l’h. E allora a caccia o a cacciar l’acca! “…si che tal gente a più poter viA CACcia, ACCA anagramma. Strana accostamento tra questa lettere che NULLA significante, il NESSUNO, di Argo e l’anamenomenos boscoliano. Se così fosse, Fanti mente trop intelligente. Questa lettera all’auSONico, non suona!! Ma altra coincidenza vuole che la “h” minuscola nell’alfabeto cirillico dicesi EN!!? Tienen e cioè THH, c’è una chiara “h” di troppo, ci vuole solo un Prof! Ma potrebbe voler dire un Nome che ha due”h”!? Ma qua dentro si vede anche il Paradiso di Sigismondo: “…non ti fidar di cui fEDE Non tiene…”, EDEN, giostra semantica sempre più complicata, ma ad intuito e con solo un granello di semantica dà l’impressione di un nome dalla forte dizione veneta!!? Una nomea portata giù dal fiume ADIGE-ATTESO!

    >

    • Obbligati a Stare sulla riva del fiume…la corrente porterà al mare ogni carcassa o ostacolo che qui imbroglia lo scorrere di tanti pensieri nelle acque- torbide, che preferiremmo essere limpide chiare onde lavare i panni senza soda o liscivia o varichina !

  15. Senza fare nessuna anatomia del presagio,ma riportato così dal testo del “CENTURIE E PRESAGI” Oscar Mondadori 1979.

    Per morte morte mordere. consiglio,volo pestifero
    La gente non oserà Mar-jus ( Marius ) assalire
    Deucalione un ultimo ( diluvio ) fare cadere
    Poco di Gente giovane.Metà morti per il grande assalire

    • Rimane però da capire se questo presagio è inerente all’attuale. Perché se non c’entra, come dice il Prof. andiamo solo fuori strada. Credo che fra proteste in piazza (per i ristori che non ci stanno ad altre chiusure) e l’andamento lento e molto confuso delle vaccinazioni, sembra essere a quei cani che si interpongono fra i buoi?

    • Scenario che non è possibile mettere a fuoco adhora. Ovvero non bisogna oltrepassare spazio e tempi fuori portata,quali ancora sono. Ci sono lezioni semantiche che sfuggono a tutti.Imparare non è facile a qual regole attenersi impartite e che vengono sempre violate…a fare i papaveri o pappagalli.

    • Già Gaeta, mentre in USA sospendono anche il Johnson & Johnson, Astrazeneca idem, lo Sputnik ancora sotto esame mentre in Germania ancora non vanno a tappeto con lo Pfitzer… Praticamente se non si endemizza da solo sarebbe da dire: Lasciate ogni speranza… Eppure c’era quel: Veggio che era così incoraggiante del Fanti. Ora, come dice il file, vivere alla giornata. Sembra non ci sia altra via.

    • ciao Gaeta, intanto in europa, Italia compresa il gelo di aprile ha già fatto danni enormi all’agricoltura ed altri ne sono attesi; sarà questa la causa della fame?

      • MEMORIA- BENEDETTA MEMORIA dov’è Sta MAI ?(presagio 61 MAY)
        Il Presagio sulla Dama di BONN (MERKEL) non ricorda Nulla, l’ultima riga prennunciante la pestilenza + esattamente tale GELATA e frutti non raccolti- perso RACCOLTO! Che danno dannato che non una banalità se aggiunta alla crisi alimentare ed carestia e fame senza misura. Ecco perchè bisogna essere menti +memori al tempo per vedere collimare ..come lo sia ormai alla fine la Cancelliera tedesca(campi Elisi)come tanti altri esponenti della nostra matrigna Europa.

  16. Prof, Buonasera, notizia importante sulla Scuola-Escolle. Strano tentativo di suicidio di Giovanna Boda legata alla Buona Scuola di Renzi e fino ai giorni nostri al MIUR. Indagine scottante, da capire se si trova la Porta-OPEN aperta!!! Vero concentrato di tresche e tosco veleno e fiumi di soldi del Popolo scomparsi in una marea di rivoli!

    >

  17. Continuano gli stati ad aumentare con il rifiuto verso Astra Zeneca e Johnson & Johnson, dopo la Danimarca che lo ha completamente bandito, il Belgio sospende definitivamente tutto chi ha preso la prima dose di Astra non farà la seconda. Di pochi minuti fa la notizia che le due rischiano di essere ritirate completamente dal mercato farmaceutico. In contemporanea sta per uscire quello Italiano (ReiThera) frenato solo dalla burocrazie (forse da chi si è venduto ancora una volta ai poteri e al vil denaro). Il freddo quest’anno durerà più a lungo del solito (finché il freddo dura era ma era come a voler dire anche che sarebbe durato tanto?). Piano piano però i pezzi vanno a loro posto diradando le nebbie di chi, come me, sovente rischia di uscir di binario, o retta via.

    • Si vero Prof. non da escludere lo scenario della nuova guerra fredda e nemmeno lo smacco di Draghi ad Erdogan e lui alla Von Der Leyen! Alcuni si mettono nel loro posto “naturale”, altri iniziano a dar forma o a farsi avanti per iniziare a dare un senso che all’inizio non era nemmeno apparente. Mi riferisco anche agli spioni visitatori.

    • buonasera dott. Boscolo, infatti la tensione continua a salire tra oriente e occidente, anche Merkel e Macron si schierano contro Putin… restiamo seduti sulla riva del fiume

  18. PROF. BOSCOLO, quando ero bambina, la mia mamma mi raccontava sempre il valore degli Alpini, e quindi all’annuncio della nomina del generale FRANCESCO PAOLO FIGLIUOLO a capo dell’emergenza Covid, ho lanciato un grido di gioia. Durante la guerra, i giovani che partivano per il fronte (anche il fratello più piccolo di mia madre, si chiamava Celestino e aveva solo 23 anni partì ma non tornò più) i parenti dignitosamente impietriti dal dolore, il V° Alpini significava, padri, zii, cugini: in pochi tornarono, e da loro si conobbe l’eroismo di chi non torno più, la capacità e l’inventiva per superare avversità terribili.
    Nel 1963 fu devastante la disgrazia del Vajont, nel 1976 il terremoto del Friuli, furono sempre presenti i nostri Alpini e anche i nostri militari già congedati, accorsero per organizzare i soccorsi.
    Mai dimenticare il valore dei tanti che con la loro divisa operarono per l’Italia, la nostra Patria.
    Tanto onore e gratitudine al CORPO DEGLI ALPINI –

  19. PROF. BOSCOLO, In Ucraina truppe e navi NATO, due navi da guerra americane, i cacciatorpedinieri Donald Cook e Roosevelt, già nel Mar Nero. Tutto questo a causa della più grande mobilitazione di uomini al confine dall’annessione illegale della Crimea nel 2014, l’ha definita il segretario della Nato. Negli ultimi giorni si è raggiunto un nuovo apice di tensione tra Ucraina e Russia, con i vertici dell’Alleanza Atlantica e gli Stati Uniti che alzano la voce preoccupati a favore di Kiev. Il presidente americano Joe Biden chiama al telefono Vladimir Putin, per la prima volta da quando lo aveva definito “assassino” in una intervista a marzo e chiede di allentare le tensioni, avvisando che agirà “con fermezza” in difesa di Kiev e ricordando “l’incrollabile impegno americano per la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina” .
    Si alza un’aria da conflitto tra i due blocchi e si fa più concreto il rischio che da queste parti si possa materializzare il primo atto di una Guerra Fredda, già parecchio surriscaldata dal massiccio dispiegamento di forze militari deciso da Mosca e dall’uccisione di diversi soldati ucraini nel Donbass, l’area controllata dai separatisti filorussi nell’Est dell’Ucraina –

  20. PROF. BOSCOLO, Alexey Navalny sta morendo, lo dice la portavoce del dissidente russo, detenuto nel carcere della regione di Vladimir, una delle strutture più tristemente note del Paese. Nelle sue condizioni, è questioni di giorni, dice la sua portavoce, supportata dal parere di quattro medici. Alexey in cella da febbraio e sciopero della fame da fine marzo, rischia un arresto cardiaco, in qualunque momento, a causa di livelli critici di potassio nel sangue che hanno compromesso le funzioni renali, inoltre ci sono problemi di ritmo cardiaco, che potrebbero avvenire in qualunque momento.
    L’arresto di Navalny ha scatenato proteste di massa nel Paese, e più importanti da quando Putin è al potere, e anche una sollevazione da parte dell’opinione pubblica internazionale.
    Intanto la Repubblica Ceca ha annunciato l’espulsione di 18 diplomatici russi identificati come spie in un caso legato a una rovinosa esplosione di un deposito di munizioni ne 2014 –

  21. PROF. BOSCOLO, il presidente del Consiglio Prof. MARIO DRAGHI, ha detto di aprire, senza esagerare, con cautela, aggrappandosi al buonsenso, un passo alla volta, disobbedendo alle raccomandazioni dei tecnici, di chi ancora dice: è un azzardo. La Germania e la Francia si muovono in direzione contraria. Allora da dove viene il suo “rischio ragionato” ? Da quello che vede fuori dal Palazzo, perchè non si muore solo di Covid, Si continua a morire dei soliti mali, quelli che adesso non c’è tempo di alleviare e curare. Poi si muore perchè non vivi. Si muore di paura, di rabbia, di sfiducia, di disperazione. E’ come muore un Paese e chi ci sta dentro, perchè anche la chiusura a oltranza ha un costo e non è detto che sia inferiore. E’ che non si può vivere a rischio zero. Non si può stare sempre rintanati in attesa di un segno o di un miracolo che ti libera da tutte le paure e responsabilità. Non è umano. Arriva il momento di agire, La strada che ha scelto Draghi è faticosa e passa per i vaccini. Non basta quello che si sta facendo. Bisogna vaccinare come non si è fatto mai, come se non ci fosse domani
    Il vaccino abbassa i costi, il vaccino in questo momento è l’unica cosa che conta, il vaccino non significa solo prendersi cura di se stessi, proteggersi, ma è un atto di generosità nei confronti degli altri. Non è un antidoto alla morte, ma è al momento l’unica via di fuga dalla lunga stagione del contagio. E’ in questi due o tre mesi che ci giochiamo tutto, con la speranza che il virus non sia più veloce e furbo dell’antivirus –

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...