IL DUROSSIMORO della PACE & GUERRA:che contagia tutti gli spiriti in polemica e discordia civile.

La maggioranza dei viventi non ha tentennamenti a scegliere il clima in cui il sereno e l’Arcobaleno multicolore è di fatto il simbolo universale della Pace tra l’umanità e la madre natura (il divino)o quanto nei Cieli poniamo ogni Divinità.

Sommersi o emersi sulle onde di un diluvio che ha visto precipitare gli eventi ed annegare dalla distruzione grande parte del globo ?Il profetico ritornello che avverrà come ai tempi di Sodoma e Gomorra o di Noè e che solo un segno sarà dato alla generazione di quell’estremo finale dei Tempi, il Segno di Giona,il profeta non creduto è buttato fuori nave tra le onde tempestose per annegarlo e toglierselo d’impiccio. Ma Pronoia- la provvidenza- ecco la Balena che lo ingoia e lo preserva- daitriboli o tribolazione questo dicono gli scritti remoti – proprio per TRE Giorni nel ventre della Balena – sinché lo ributta, lo vomita sulle sponde della riva …sano e salvo.Così eccolo continuare a profetare e convincere persino gli abitanti di Ninive, che erano i più ottusi e increduli…di una possibile salvazione. Parabola di una similitudine che si configurerà alla Fine dei Tempi. Perchè dopo tanta Tribolazione-Afflizione micidiale distruzione e diminuzione dell’umanità – invece “ ritornerà il Sereno e la Pace sulla Terra muterà perchè poi riapparirà ammantata di splendori…” Ma sono queste profetiche speranze così da tempo composte per i fedeli sino alla Fine…per mai perdere la Speranza, ma vedere la Gloria !I segni nei Cieli ….che ogni Occhio vedrà.

Versi che vanno passati al vaglio dell’esegesi,non certo alla portata dei tanti profani digiuni di un briciolo di memorie dettate dal Bibliarion,il piccolo libro dei presagi.

Infatti sono proprio questi presagi nell’ordine di più di mille se non entrambi gemelli di un’Arte Sacra come due Colle,Pilastri Portanti della Porta, la Janua Coeli con la sua escalation poetica che solo i sapienti , quali amanti di Sophia, la Sapienza accedono e investigano.

In questi testi primeggia piuttosto che la pace tanto sospirata dell’umanità raccolta ai piedi del Monte delle Beatitudini- che sono anch’esse una PROMESSA del Maestro Profeta mansueto e non del profeta guerriero della Luna. La Guerra primeggia sin dalle origini celesti. Sta così scritto chiaro e lampante che vi fu una GUERRA nei Cieli. L’arcangelo Michele capo della milizia celeste sconfisse allora l’angelo della Luce, Lucifero che cadde sulla Terra….( e con le sue conseguenze pandemiche).

D’altronde il Dio degli ESERCITI ha una sua nomea SABAHOT così decantata in ogni circostanza dal popolo del deserto,migrante in cerca della Terra Promessa, La tribù che affrontò questo girone di peregrinazioni,estreme privazioni…non dissimile ad ogni altro popolo che trasmigrava in cerca di terre feconde ed insediamenti idonei alla sopravvivenza.Alla conquista con ogni strategia concepibile feroce e disumana.

Guai ai vinti-E così nuovi Re si installavano sulle macerie dei conquistati.

(K)NULLA di nouveau & εννέα νέαcioé Ennesimo Nuovo- Novità (in greco)Kainos Omicide fratricide – sotto il Sole.

Ma il Verbo e le parole non sono pesate come faceva un tempo Daniele, e troppi si sono dati alle Gabbale pindariche.

La Guerra è stata e lo sarà sempre il motore di accelerazione di questa corsa- curse to rush stramaledetta (The Curse – Ara in greco. Alanat…o in arabo)

Ripetiamo che il logo d’Ennea Nea – Enatos (in greco 9)incluso colui o chi sia quell’ennesimo protagonista che batte il banco di tanta deviante Devjat–Nona peregrina migrante fuga dell’infame guerra fratricida.

(Aggiungo che Enio è la dea della guerra latina)

Poi anche l’Ideogramma giapponese SENSŌ = 戦争- la Guerra !

Fatti i conti di questo rosario della Perla o Bellis Perennis margherita…questo come fiore coi suoi petali + avrà SENSO alla prova del Nove. Nouă (in romeno) NOE’ OO Chiaro come l’Oro =ZAR allora Chi sia in tale enumerazione associato che poi è l’ideogramma cinese, che oltre che comporre il senso di Ennemy NEMICO + anche il glifo-tratto per Saturno il falcifero simbolo della Morte :九 = Jiǔ . Più giù di così in basso- non c’è che l’Inferno.Fuoco e Fiamme…del FIRE = GUERRA!

Qui ripetiamo la quartina del Sigismondo Fanti la LIX-IV in relazione ai TEMPI, Le ETA’ , le Epoche…cicliche dell’epanalessi.

L’Età del Scabro(Orba x)di Ferro(guerre) ogni hora più che GEMINA

(nei Gemelli Yama, doppia 2 guerra globale duplicazione ?)

Condannato il Vero Giusto che non si Nomina(mai)

Inganno e tradimento(giuda) al Mondo(Mir)Domina

Suol Tanto Male con cAREStia si ESTermina(tion opera all’EST).

Images d’ARMAD bellica per Car ARES bellici !

Sappiamo quindi che agli estremi nella terra dell’estremo all’ESt Russo Slavo e Mar Nero – ove si è palesato il tragico testa a testa dei confronti umani –L’ ETA’ del FERRO ORBACE ORBo e BLINDATO che mostra come maturano e si compiono(Compimento Kraino in greco) inaudite VENDICAZIONI che dopo la civiltà orbata così doppiamente gemente ,i fatti contrastano con l’universale dottrina del Mansueto Comandamento di Amare il Prossimo Tuo…e come ora quanto cozza contro la morte tombale della reciprocità stessa – per altro ossimoro: AMORE- ODIO che impazza, se per ben altro logos di isola felice o di Cipride,Venere la dea sorta dalla spuma dei Mari. La Dea mitica a cui si attribuisce nel linguaggio il fascino calamitante dell’EROS fisico. Ma in core dell’Amore spirituale e platonico. Marchio dell’Armonia di tutte le forme et soma per nell’ includere l’estetica o cosmesi. Che è l’Agallasis gloriosa della Visione o del Kosmo et Kosmoi(dei Mondi) quale immenso disseminato Ordine e considerata così Bellezza Celeste.

L’Uomo ha messo a dimora nei cieli stessi tanta Gloria(KAVOD/MERCABAH) con VENERE e poi l’antitesi ovvero Marte chiaro modo del linguaggio di includere ogni contrapposizione come emanazioni celesti divinizzate. Oggi la nostra concezione non trascura questi simbolismi nella nostra espressione quotidiana, sopratutto per chi è infatuato di astrologie.

Tagliata la testa al Toro, oggi almeno ci siamo dati agli angeli e arcangeli ed ai santi, per cui buono avere un santi protettore o san Pancrazio che ci liberi dallo strazio. Ma di fatto l’Incubo della guerra che queste generazioni hanno sfiorato dai Balcani al Medio Oriente non senza quelle stragi dovuti al fanatismo islamico. DI fatto dice il mito latino che all’aprirsi della PORTA JANUA ( della Chiesa) o di Giano tempio, perchè Ecco che la Guerra incalza.

Le porte di Giano signore dei TEMPI TEMPORUN vanno sempre tenute chiuse, come il Vaso di Pandora, che invece l’incauta curiosità o malefica azione dello spiare ha contaminato l’umanità. La Fede e la religione antica si é aperta o scavata da sola la fossa letale o ATROPA ad ogni GIUBILEO enumerato dalle 605 Lunazioni (49-50 anni)tradisce e chi o cosa ha il comportare il fiorire e l’armonia tra i popoli Venere la Bella entrerà a FLORA- Primavera- Inclusa Firenze ed i suoi cosa di Fatto tanta Bellezza del FIORE anche dato ideogramma Cinese oltre la BEAUTY- FORMOSA ha invece soffiante dei nuovi venti di guerra. FLORA La Bella Venuta da chiamarsi ed essere LA SFIDA risolutiva al tirar aria di primavera .Da tempo – primi sono stati i cinesi ha preannunciare l’approssimarsi di un Terzo HARMAD Conflitto Mondiale (vedi-Ultimi Presagi del 1980)

Proseguendo le news come lo stesso annuncio vaticinatore per Bocca del Papa argentino. Siamo in Guerra ! Ignorando tutti quanto era già scritto nel nostro BLOG. Dopo la raggelante epocale guerra fredda , altra guerra dovuta alle spite dello ieri ad oggi dopo il voltafaccia Soviet-URSS-RUSSO- bene anticipato e dettagliato nei tempi vista la conferma della fase escalation krainara di questa sfida.Le quartine sin dal 1972 erano lampanti “! Ma la gente non sa leggere o ricordare.

Documenti di segretati americani rivelano che tale volontà di guerra è sempre stata alimentata contro ogni volontà di Pace umanitaria. Non ci siano allusi da molto tempo che questa resa dei conti serpeggiava all’EST come all’OVEST. L’albero si giudica dai suoi Frutti. Karpos o carpire queste cose non sono più campo d’occulti segreti. Tutti possono accedere a questi documenti. Ma troppi fanno gli struzzi.Uccelli di cattivo augurio che in cinese erano il logo dell’ideogramma per corvi volanti, i primi missili inventati in Cina. Nonostante poi il volo dei sinistri corvi e Koronis e cornacchie e coroner letali. Viste le morti a catena che si sono celebrate in ogni parte e costa del mondo….per la Peste. Csi’ di fatto ecco come sia stato passato l’Anno della Peste pestilente all’EXIT DAMA (MERKEL) DI BOON ! E QUI NESSUNO PREFIGURAVA nefasto senso anche per corvo Koronis, et QUEEN.

E quanto preannunciava il Grande Assalito + il Grande Abbandonato = USA….equanto al 23° puzza sordidamente un ritorno ?

Troppi sono gli animi discordi che lacerano le nazioni e i popoli.

Il Male è che in ognuno di noi c’è spuria inquinata é l’aria di mascherati agnelli che sono invece lupi o Kaino fautori della cieca corsa per ingrossare le file di chi cammina incosciente sul bordo dell’Abisso mortale . Salvo chi invece taglia la corda, sarà forse la strategia del Nordo Gordiano perchè c’è chi non condivide simile cadute sleali e illegali cioè il callo dilagante cone l’Olio Nero che fa desrto e paventa lke orde Barbariche o Barbares disuguaglianze tra barba diaboliche e tombe ad opera di ARES- MARTE, dio della Guerra. Campi di grano verdeggiante mutati in fosse mortuarie !Cattiva semina – e Chi semina zizzania e divisione tra i leaders pompa il Grande Karpos MELLON MALE o MALING( Des MAUX …MAUSKOU?) che si approssima come ben lo sotto intende la quartina, nonostante la nostra convinta e nota FEDE Solare,in attesa di chi ci riconvertirà da tante vanità, odi e polemiche patrie. Pagine disilluse scritte da annate della lotta contro la sinistra e avvento della Destra. Ecco le pagine che vanno ben esaminate e che hanno VENEZIA alla fine dare vita ad uno scenario che bene si addice al Grande d’ADRIA!Il Leone di san Marco solleverà le sue ali con grande Forza d’Armi HARMAD…..( cose da bene memorizzare se tale sarà domani l’avventura adriatica contro arabi o altra genia nemica kaina dell’Occidente Cristiano- La Nuova Lepanto vaticinata da Don Bosco, scritti per quanto basta ed avanza ).

Abbiamo scritto sin troppo e ci adeguiamo al passo silente che richiede meditare e riflettere bene lettere dopo lettere altrimenti parole al Vento ?

Pubblicità

73 pensieri su “IL DUROSSIMORO della PACE & GUERRA:che contagia tutti gli spiriti in polemica e discordia civile.

  1. In questo articolo c’è molto. Ed è tutto stato interpretato e scritto in questi anni dal Boscolo!
    Non possiamo far finta di non vedere, o fare gli struzzi…ORA CHE SIAMO NELL’ORA E NEL TEMPO GIUSTO.
    Condivido ciò che ha scritto in base alle mie conoscenze , intuizioni e molto altro..che non si può rivelare ai sordi… di questo mondo…

  2. Anticamente il Giubileo ricorreva ogni 50 anni.La porta si spalancava ai fedeli che accedendovi avevano l’indulgenza plenaria del Papa.Ora il Giubileo viene ripetuto fuori da quelli che furono i dettami secolari,e ricorda la quartina del Nostro che dava nella successione Papale quello che non sarebbe stato conforme alla regola.

  3. I cicli del tempo e della storia

    “””Qui ripetiamo la quartina del Sigismondo Fanti la LIX-IV in relazione ai TEMPI, Le ETA’ , le Epoche…cicliche dell’epanalessi.””””

    “”L’Età del Scabro(Orba x)di Ferro(guerre) ogni hora più che GEMINA””””

    al ciclo dei quattro yuga, dall’iniziale perfezione del Kṛtayuga all’attuale violenta, immorale e convulsa età del Kaliyuga. Da tempo, gli studiosi hanno messo in parallelo lo schema indù con quello classico delle «cinque stirpi». Anche Hēsíodos descrive un declino fisico e morale dell’uomo, sebbene non con la precisione matematica che caratterizza la speculazione indiana. Hēsíodos non misura con regolo e compasso il suo schema storico: vuole solo conferire una veste poetica alle proprie tradizioni mitiche.

    La storia cosmica del poema esiodeo non segna infatti una discesa lineare, ma presenta cadute seguite da parziali inversioni di tendenza. L’epoca della stirpe aurea è l’unica che possa vantare una qualche perfezione; quella della stirpe argentea si situa assai più in basso della prima. E così, alla brutale violenza della stirpe bronzea, segue il parziale ravvedimento della stirpe eroica, incui umanità associa la propria natura irruenta e bellicosa a un nobile senso di giustizia, prima della decadenza definitiva con la stirpe del ferro.

    Vedere anche Il sogno di Nabucodonosor spiegato dal profeta Daniele
    ° La testa di questa statua era di oro fine; (età oro)
    ° il suo petto e le sue braccia eran d’argento;
    ° il suo ventre e le sue cosce di rame;
    °le sue gambe di ferro; ( periodo attuale)
    °i suoi piedi in parte di ferro e in parte di argilla.

    Ho preso immagine da questo sito per chi è interessato

    https://www.evangelici.info/files/styles/large/public/immagini/sogno_di_nebucadnetsar.jpg?itok=b2PB-lht

    • Occhio dello spirito : traslare invece – Orbax et Gorbasc + Orbace quale culinaria dei tempi da piatto forte della gastronomia ideologica che si cela . Da Inconfutabile PUTANJA che verrà a galla per chi sa compilare questa escalation magistrale. Chi cerca Trova !Mettete in campo i vostri neuroni scintillanti d’argento vivo mercuriale messaggero del DNA semantico.

      • Diciamo ferro…allora sidereo altro siderus equivalente scabroso di questa ETA’,tempi del ferro bellico evidente ai nostri occhi di comuni mortali.Ed i Sidereo cieli che segni ulteriori ci Paracheverà ?

  4. Ciao Giano, quello della Porta, forse Giubilare è ancora un grande dilemma, perché la quartina in questione dice che “poi sarà l’uno eletto in medesimo tempo, chi (che essere in greco X CHI 600) dei Romani ne sarà troppo conforme”. Straordinaria la chiave di lettura del Prof che su questa questione ha speso fiumi d’inchiostro, ma Nostradamus di CHI parla? È stato eletto prima Benedetto e poi Francesco e allora CHI “non sarà troppo conforme”, “l’uno che è stato eletto nello stesso momento” (cosa che potrebbe valere per entrambi i papi) altrimenti la grammatica francese non segue la riga. È una matassa semantica complicatissima, ma è Benedetto il DECIMO-X papa e quindi potrebbe essere anche lui sospetto CHI! Ed è un intrigo quanto rilevato da Boscolo circa la PORTA-ATROP che essere ATROPO che recide il filo della vita. Come se la Porta “ferA TROP”, letta al contrario PORTA, diventasse un elemento determinante nel fine vita, parola che viene ripetuta anche nel Presagio 9.

    >

    • Qui si scava la quartina e non le altre fuori focus…per non essere troppo conformi al dettato cosa qui si rischia di azzardare che nulla sta in linea all’attesa di scoprire significazioni . Ed ancora altre equali quelle trascurate sul’ORBACE NERO! ORBO NERO CIECO PESTO….Aveugles ?
      Invece – Chi ha aperto la Porta del Giubileo non Conforme ai cicli degli anni(605)è Papa Bergoglio! Così Quanto scrissi sull’epoca(1994)da PARADOXO ” piccolo o megalo paradosso” dei DEUX/DUE PAPI VI…Venti(XX)nello stesso TEMPO .

      Infame censura generalizzata avvenuta per smentire il profeta..oltre la chiara lampante anticipazione su BERGOGLIO( dovuta al Fanti quartina nel 2004).
      Ecco lampante ++++++ Cosa che si scorda sempre ! COMBIEN – Sebbene man mano spiamo la fessura dalla PORTA DALETH che ancora si spalancherà sulla Pace o sulla Guerra… sulla Vita o sulla MORTE = ATROPO ?E il nuovo che salirà sopra il Monte.

      • Prof. notato Daleth che è la quarta lettera ebraica, con appunto, il significato di porta. Presso i Pitagorici però era anche la Tetrade con il nome Armonia! Ma è una lettera che nelle diverse culture veniva anche utilizzata per indicare gli dei. Mentre nelle culture Anglosassoni e Tedesche i RE! Prof. le devo fare questa domanda, ha a che vedere anche con quella porta del Sole dibattuta alcuni file fa?

        OCCHIO WARDA BENE – Consiglio consultare il Rocci per identifIcare il QUATTRO secondo i dettami pitagorici- che ben altro sentenzia DALL’UNO AL DIECI OGNI ATTRIBUZIONE E DIVINITA’.

      • A fra poco, la SEDE DI MISERICORDIA, quasi risolta…IMPRESSIONANTE e forse anche da me, per certi versi, inaspettata!!!!????

        >

      • A fra poco, la SEDE DI MISERICORDIA, quasi risolta…IMPRESSIONANTE e forse anche da me, per certi versi inaspettata!!!!????

        >

  5. Perché Nostradamus allora numera il presagio dell’ATTENZIONE con il numero 9 che essere, secondo le indicazioni del Prof, Presagio della Sapienza, cosa confermata anche dai contenuti simbolici del numero? “eNATOs” in greco essere “nono”. Ma chi nasce un Cristo o un Anticristo? La Saggezza di chi ha competenza del NOVE può essere anche indicante della nascita di un Maligno. Ho detto, ad esempio, del Tartaro a riguardo del Vino Salino. Ma anche in questo caso è sempre TROP, la PORTA che nasconde il mistero, come se il suo ATTRAVERSAMENTO fosse scatenante della SAPIENZA, derivante dal greco POROS, PASSAGGIO; è “trop” scrisse Nostradamus, volendo dire che la CONOSCENZA oltre le Colonne e l’Arco aumenta a dismisura!! Una Buona Notte dalla Porta di Elino, lungo quella particolare linea della Sophia ebraica, dove le boscoliane parole sono state nascoste dal tempo e cadute nell’Oblio e anche purtroppo dalla negligenza di chi in questa città, di Elino la nomea della Porta ha mutato e…a presto.

    >

  6. Mattone pesantissimo per i posteri, perché riassume quanto il Prof. scrive da decenni! Scrollandosi di dosso anche chi in passato diceva che nel suo scrivere era tutto interpretabile a seconda del uso che voleva farne il Prof. … Poveri coloro che le perle le han gettate ai porci. Non è mai stata ascolta dal vangelo figurarsi da chi come Giano era stato posto come ultimo avviso! Qui habet aures audiendi, audiat. Bisognava scriverlo anche se era inutile ai tanti sordi e ciechi!

    Ma venendo al file si nota un gioco di parole che già si è trattato in passato, sia in file che trattano la guerra, appunto, sia in file che la guerra non l’hanno trattata direttamente. Mi rendo conto che può sembrare un azzardo, ma scrivo di sentimento, da ciò che avverto e provo leggendo le righe del Fanti. Nomina l’età dello scabro (ruvidezza?) ferro, rievocandomi oltre al ferro da guerra al ferro citato al braccio nel proseguo della lettura dove richiama l’ora GEMINA (doppia 2x2x). Continua dicendo che il vero giusto non si nomina mai! Ma viene condannato! Uno leggendo si chiede cos’altro vuol riferire che sia accaduto nell’ora GEMINA che non si è ancora visto? Subito sottolinea ed incalza con, Inganno e tradimento al mondo domina! Qui mi rievoca l’insieme dei tanti file, appunto, di guerre e speculazioni fatte dall’uomo su i suoi simili. Dalla fame di soldi delle case farmaceutiche a chi più ne ha, più ne metta, fino a quel segreto militare posto ai vaccini, legando proprio al militare il discorso! Ma se così fosse, oltre che mostrarci l’imminenza evidente dei fatti bellici, ci stia mettendo a vista meglio di quanto ancora non si sia visto nei contenuti, i vecchi file rimarca con SUOL (suo? o su suolo terrestre?) TANTO MALE CON cAREStia (che si nel termine evidenziato con ARES simboleggia la guerra, ma anche la carestia e la sua stretta sorella pestilenza?) concludendo il rigo col termine ESTERMINA (EST e anche stermina=sterminio), non aggiungo congetture, che ormai si dovrebbero conoscere anche grazie a dei file di recente commentati sul discorso proprio dei vaccini, prima divinizzati e poi divenuti pericolosi. Dove nell’ultimo rigo palesa la conclusione con l’immagine dell’armata bellica. Come se volesse dirci a conclusione del tutto detto sopra, si aggiunge la guerra! Ora non posso dire che ci sia realmente scritto questo, ma questo è ciò che ho provato leggendolo, nonostante le mille e più spiegazioni nel testo ben delineato e scritto dal nostro Professore. Io ovviamente e scontatamente non posso che rimettere a lui il mio scritto, fatto solamente da emozioni provate e rigettate con naturalezza e ingenuità quasi fanciullesca, libera dalla ragione e logica che mi avrebbe fatto ragionare sui termini e forse non scrivere quanto ho scritto.

  7. STRAORDINARIO FANTI, ma STRAORDINARIO ANCHE BOSCOLO. Qui la semantica è complessa e ben intrecciata. Sigismondo parla dello “Scabro”, che letto al contrario diventa ORBACS, non poteva mettere “x” neanche nel 1526, ORBAX significante “ubriacone che beve Vodka”, UOMO RUVIDO, l’aveva capito pure lui!! Ma il “giusto” che non si nomina è MICHAIL Gorbaciov, il “veRO GIUsto”, chi purtroppo essere stato ROGIU, ROSSO in idioma corso. Ma c’è un altro Michele Innominato “De Nostre Dame” o Nostradamus, un complimento da Fanti a Nostradamus??! Cita Marte-Ares nei Gemelli, un segno umano e sarà guerra, purtroppo e forse tanto male non avevo letto! Per l’ORBACE, caro Prof, deve chiedere agli ex camerati, loro l’hanno indossata la divisa del Partito Nazionale Fascista!! SENTIERO-PUTANJA in croato che ormai è diventato LA STRADA!!?

    >

  8. E per gli scettici circa le eclissi, lo posso dire nessun morto meno male, trema mezza Italia e il Mare Adriatico, numero interminabile di scosse ancora in atto, non è passato neanche un giorno, o no!? Eclissi in un segno di Terra con Urano visibile, nel Toro accade ogni 19 anni e quant’altro c’era che non ho detto, la Terra si ribella, energie cosmiche impressionanti! Speriamo finisca così!

    Francesco sempre sotto l’AUGE e la Porta, ho poco tempo e stamattina ho letto il post del Prof mentre stavo nell’Antica Baronia e non potevo rispondere! Mi avevano prescritto riposo assoluto e per lungo tempo, non lo vedo, vedo solo pazzi e quanti, troppi. Ultima puntata della fiction di Rai1 da capire e da capire sempre la Nona Porta e l’Angelo Michele e il suo Vicolo mostrati entrambi, Porte della Città tutte intestate all’Angelo a guardia di esse. Adesso gioca la Salernitana, ma…a presto!

    >

  9. Da Gorbaciov a Viktor Mihály Orbán (IPA: [ˈviktor ˈmihaːj ˈorbaːn]; Székesfehérvár, 31 maggio 1963) politico ungherese, Primo ministro dell’Ungheria dal 2010 che pacificherà l’Armata Russia con l’Europa (non unita)??? più avanti….?

    s. m. [dal sardo orbaci, che è dall’arabo al-bazz «tela, stoffa», come l’ital. ant. albagio]. –
    Nuova Alba???

  10. Prof, Buonasera e complimenti per l’indicazione. Inizia a farsi seriamente strada l’ipotesi di forte riferimento all’ebraismo da parte di Nostradamus. La lettera dell’alfabeto ebraico DALET ha la forma di una PORTA ed essa significante, ma trattasi di una Porta aperta!!? Ma è il Pellegrino che bussa a quella Porta in GINOCCHIO!!?? Viene coinvolto anche quest’altro termine da lei tanto prospettato. La lettera rappresenta un gesto di rinuncia, quindi fortissimo riferimento a Francesco! RICCHEZZA ESTREMA DELLE CONOSCENZE E DELLA CULTURA EBRAICA DEL DIVINO!!! Simbolismo ebraico complesso, arriviamo alla lettera TAU, cresce ancora il riferimento a Bergoglio!! LA PORTA E’NAPERTA VERSO L’ALTO!!!!???? L a logica ebraica impone che la Porta diventa sempre più stretta, capisce che allora penso subito all’altra demolita Porta Catena, dove il disegnatore infila una Porta nell’altra e per entrare nella Chiesa dell’Annuncio il PASSAGGIO si STRINGE, uso il termine di Boscolo!! Non basta inchinarsi, per entrare nella DALET, bisogna INGINOCCHIARSI, capisce ESATTAMENTE!!!? HA A CHE FARE CON IL SECCHIO, IL VASO, IL SEGNO DELL’ACQUARIO!!!!!!? Ho l’impressione che c’è un TRADITORE-GIUDA, la lettera riguarda IL PENZOLARE! Matassa semantica affascinante e complicata…da Largo Campo, da 33 fiate…a presto!

    >

  11. Porta e non POrta occhio alla concierge e portinaia o portinanio della Janua semmai possa essere avvisaglia possibole l’altro flos florem inatteso o fiore che l’ape succhia dalla corolla “affamato” per farnesmiele., ma questo richiede altro carrefour semantico che non si concepiamo salvo….invece che sia già tutto escript o MAKTUB, ma siamo ciechi vista l’oscurità di quanti non hanno la Cierge,il Led spia alla Porta.

  12. Porta o non porta ci sono Quattro croci….quindi si passa solo attraverso una posizione

    https://www.augusta-framacamo.net/inserti-framacamo/insert37.asp

    Posizionare intorno all’Italia in questo periodo quattro croci potrebbe essere un deterrente, fare cose eccezionali …. che colpiscano l’orbo umano, o psiche

    ORBO (aggettivo)
    1.
    Privo della vista, cieco; di persona, anche s.m. (f. -a ): Lo mento a guisa d’orbo in su levava (Dante); in Toscana, spec. in espressioni iperboliche, talvolta risentite, del linguaggio familiare.
    “sei o., che non lo vedi?”
    Botte da orbi, vedi botta.
    fig.
    Privo di senno, di giudizio, di discernimento.
    “Ahi! orbo mondo ingrato!”
    2.
    lett.
    Privo, spesso con un senso di fatalità luttuosa, che può alludere direttamente alla condizione propria o figurata della vedova o dell’orfano, del genitore cui la morte ha strappato il figlio, ecc.; estens., solo, abbandonato.
    “Orbo rimasi allor”

  13. Diciamo che rileggendo e ragionando il file Prof., partiamo dal ricordare Giano e la prossima speranza di Gloria e dei segni nei Cieli! Ma non manca, appunto, sempre il riferimento del file della porta, che come accade per tutti i file fino ad ora visti, abbia diversi significati. L’attuale per mostrarci come una “mappa” a che punto siamo e dove ci dirigiamo. come una sapiente bussola che ci indica la via, la strada! Ma senza lume (lei Prof.) chiunque si perderebbe nel labirinto semantico. Trovo anche non casuale nella descrizione l’esempio, dopo aver accennato della Gloria e la Pace sospirata da sempre dall’umanità, su la guerra! Ricordandoci che primeggia dalle origini celesti (proprio come sto constatando sempre dal famoso libro che sto rileggendo suo su Lucifero). Facendomi così persino ricercare il significato del nome Michele (derivazione ebraica e significa ‘Chi è come Dio’). Quindi tenendo a mente Saturno retrogrado fino a Marzo 2023 (il 7 per la precisione) e tenuto a mente anche Marte in Gemelli (anche lui fino a Marzo in Pesci). Viene sottolineato anche dal fiorire con l’esempio di Venere e della primavera (sempre proprio a Marzo dal 21 in poi è primavera come stagione). Sembra si stili un percorso, dove ci illustra che gli animi ormai coperti dall’essere dei Kaino o come abbiamo già detto sovvertiti nelle apparenze di agnelli che nascondono lupi, ci conducano alla zizzania fra i leaders mondiali (forse più Europei in questo momento) con la sottolineatura del Mellon Male (Ci mettiamo Meloni nella semina) e quindi così partiranno le orde barbariche, l’odio, ecc. Ma non manca il riferimento, però al Grande D’Adria! Quindi posso dire ci siamo? Abbiamo identikit del percorso?

    PS: “Ricercherò il significato del quattro ma dal Rocci, quello che ho pubblicato trovato solo online e si sa, lì c’è contaminazione!”

  14. Bene chi cerca trova CERCA quella più ancienne del mito che ha il suo Galad fedele sino alla fine. Ogn scenario postato non si traduce subitamente a Carte quarantotto…ci vuol quanto il faut + tempo dopo + tempo, sia come dimostrano le quartine del passato ,della cui esegesi si dimostrano collimare poi lungamente dopo longtemps e solo dopo tale trascorso temporale ciclo che emergono le circostanze della verifica.
    LONGTEMP…guarda caso in tibetano ha la signifcazione di vaticinio! Quindi a piccoli passi ome opera la natura stessa quasi in modo impercettibile, ma così acadd che la terra ruora con i suoi cicli della Luce e Notte che così porta Consiglio…non conigliuo codardo che fugge ai primi intoppi.Gli ostracoli-ostracismi e ogni prova serve a affinar lo spirito
    per passar oltre la Cruna delL’AGO(fonetica greca per Coniglio-Lepre dei faraoni e del faraone UNAS suo geroglifico il CONIGLIO poi sommata alla coincidenza con i lagidi tolemaici e Cleopatra).La storia non ha confini e limiti temporali, tutto è Tempo illimitato da rivivere ed rievocando come giammai inner -dedans la nostra piccolissima microcosmica silver navicella del Cerebro Jargento umano.

  15. DA SAL PER BOSCOLO: non ho avuto troppo tempo a cercare quanto ritengo poter essere preoccupante per Francesco, perché letteralmente imprigionato, in gran segreto ho aperto i file di Realmengynius e della Porta (?!). Capire la Porta dove si recherà il Papa, luogo e toponimo legato a nome di GENS dei ROMANI, nomea mutata svariate volte (non succede solo qui), che essere anticamente CURTIS significante PORTA! Gens non presente più nel latino elenco sterminato delle GENTI e quindi difficile ripercorrere la sua esatta semantica, non lo sanno loro e allora come faccio io. Ma la parola letta attentamente in tutte le sue mutazioni (ci vuole solo Antico Dizionario Latino) lascia ben intendere qualcosa di cui lei in passato ha parlato, una possibilità. Io devo mantenere FEDE a quanto scrissi, ma non vorrei far sembrare la mia, una cattiveria, che potrebbe essere percepita da lei o da qualunque lettore del blog. Nel passato le ho citato più volte i vari livelli semantici di Fanti: ma chi dà notizia della futura morte di qualcuno e a chi la dà? “Correre in senso metaforico? IADE e AVVISO per qualcuno che se va ad un CONVIVIO (??????!!!!!!), essa morte è messa in “ordinanza” (?!). Ci vuole logica aristotelica! Giusto o sbagliato che possa essere, non ho segreti e ne parleremo nei dettagli a ridosso dell’evento, se ci sarà, per ora non c’è annullo! Le lascio solo una traccia: LA TRISTA SORTA?! È stato lei a parlare di una uscita sfortunata, come se fosse legata ad un numero che in un certo modo porta male! Eventuali commenti per chiunque sono ben accetti prima, perché rischia sempre Borges, dopo non li considererò, sarebbe facile per chiunque. Sigismondo è umano intelligentissimo, il suo è un vero archibugio semantico; ma Nostradamus forse fa altrettanto, nome della GENS ROMANA non più conforme. Ma “se rALUMANt” e la morte sono l’unica possibilità di un RIACCENDERSI di Benedetto? O esiste altra condizione fisica??! Capire la “SALive” che porta a “SALvie”. Le dico per ora che il peso della Quartina sta nel termine TRISTA; troppi punti corrispondono. Nomea della PORTA che potrebbe lasciar intendere condizione fisica particolare. Spero sempre di sbagliare…a presto!

    >

  16. Il Numero che rappresenta la Daleth è il quattro, il simbolo della terra e della spazialità terrestre, dei confini esterni naturali, della totalità minima e dell’organizzazione razionale. L’uno si fa due, dal due nasce il tre, dal tre nasce l’uno che dà origine così al quattro. E’ un numero che rappresenta un ciclo perfetto che riporta all’unità iniziale difatti l’unità è completa sia in forma lineare che spaziale.

    Il quattro è un numero sacro per i mistici di qualsiasi religione o razza.Quattro sono i punti cardinali fondamentali per l’orientamento e danno ordine e fermezza al mondo. Quattro sono gli elementi della materia: aria, fuoco, terra ed acqua.
    Quattro gli stati della materia: solido, igneo, liquido e gassoso.
    QWattro sono gli stati a livello psicologico: sensibile, emotivo, razionale ed intuitivo.
    Quattro sono i semi delle carte: cuori, quadri, fiori e picche oppure coppe, denari, spade e bastoni.

    Quattro sono gli evangelisti: Marco, Matteo, Luca e Giovanni.Quattro le virtù cardinali: forza, giustizia temperanza e prudenza. Quattro sono gli arti del corpo. In filosofia le quattro operazioni fondamentali dello Spirito umano sono: affermazione, negazione, discussione e soluzione.
    La discussione concilia la negazione con l’affermazione e le rende necessarie l’una all’altra.
    Così il ternario filosofico nascendo dal binario antagonistico, si completa con il quaternario che è la base d’ogni verità.

    Il quaternario rappresenta l’ordine regolare di 4 elementi.

    Vi sono in Natura due forze che producono un equilibrio e le tre non sono che una Legge sola ossia la Trinità. Aggiungendo al ternario l’idea di unità si ottiene il quaternario, primo numero quadrato e perfetto, fonte di tutte le combinazioni numeriche e principio di tutte le forme.

    Platone affermava: il ternario è il numero dell’idea ed il quaternario il numero della realizzazione dell’idea. I Pitagorici chiamavano questo numero “ custode delle chiavi della Natura” e quando formava la croce , grazie a due linee perpendicolari fra loro, lo indicavano come il maschio nella forma femminile. Secondo Jung il modello ternario rappresenta l’attività ed il dinamismo ( o lo spirituale puro) mentre il modello quaternario è collegato più decisamente al materiale o all’intellettuale razionalistico. Per Jung infatti quest’ultimo ha un carattere statico e severo ed osservandolo dalla psicologia della forma se ne spiega l’utilizzo frequente in quanto significa organizzazione e costruzione. Anche secondo gli Indù l’idea di completezza e stabilità è collegata al numero quattro: tutto ciò che è completo e stabile ha 4 angoli e poggia su 4 piedi.

    Pensiamo ai quattro fiumi del paradiso che nascono ai piedi dell’albero della vita ( od asse del mondo). E che dire della tecnica infallibile di guerra, il quadrato di fanteria, ampiamente utilizzata dai greci e poi dai romani?

    Da questa tecnica antica grazie a cui gli eserciti risultavano praticamente invincibili è nata la famosa locuzione “fare quadrato” ossia guardarsi a vicenda le spalle, in modo da essere inviolabili.

    “Farsi in quattro” è un’altra espressione popolare ad indicare il massimo delle possibilità per realizzare una determinata cosa. Quindi che la funzione di solidità espressa dal numero quattro rappresenta il mondo che ci circonda soggetto al potere temporale e dell’uomo.

    E’ il mondo dell’uomo ed è l’uomo stesso, la divinità che si manifesta in forma concreta ed oggettiva seppure limitata. L’albero più rappresentativo della Dalet è la quercia: è infatti simbolo di forza e durata nel tempo. Secondo la leggenda la clava di Ercole era di legno di quercia(FARNIA ERCOLE FARNESE). In ebraico, queste quattro lettere sono in realtà tre, in quanto la H si ripete due volte ( Y-H-V-H). La H infatti, esprime il Verbo e la creazione del Verbo. Tutto ciò che esiste sia nella Luce che nell’Ombra si rivela per mezzo del quaternario. Il ternario perfetto rientrerebbe continuamente in se stesso, in modo improduttivo, come in un circolo vizioso, senza l’affermazione dell’unità ossia del quaternario. Per gli Ermetisti non vi è che una sola sostanza prima, un solo elemento materiale che si manifesta sempre nelle sue forme, con il quaternario. Ermete Trismegisto, parlava della sostanza prima, il magnetismo e la definiva una misteriosa forza magica, invitando gli uomini alla sua ricerca. Diceva: “ Il sole è suo padre, la luna sua madre ed il vento l’ha portata nel suo ventre”( poiché l’atmosfera è il recipiente ed il crogiolo dei raggi solari).

    Il magnetismo, diceva Ermete ,viene reso possibile grazie all’azione di due forze contrarie, una di attrazione e una di proiezione, in movimento di ascesa e discesa. A causa di questa doppia forza tutto è creato e sussiste, è un movimento uguale a quello del sole che attrae e respinge contemporaneamente i pianeti che vi orbitano attorno. Conoscere il magnetismo significa diventare creatori nel mondo poiché nella conoscenza vi è la possibilità di dirigere queste forze.

    Nel sistema geroglifico egizio la Daleth rappresenta il quadrato ossia la realizzazione, la spirale quadrata, l’energia costruttiva e materializzata. L’Olimpo aveva per base il quaternario, come pareti il ternario e sulla sommità l’unità – Le piramidi seguono la stessa struttura: forma a quattro lati per base, triangoli che ascendono unendosi nella sommità. L’uomo perfetto KAMIL secondo le scienze esoteriche è rappresentato dal quaternario ( i quattro elementi materiali) e dal ternario( i tre elementi immateriali). Il quaternario si riferisce ad una perfezione in Terra che è tuttavia una perfezione secondaria essendo quella primaria contenuta nel ternario. Rappresenta l’Atanor dei filosofi ossia la fornace, il fuoco continuo( il suo lavoro) per ottenere alla fine, la pietra filosofale, la pietra perfetta in Terra. Per i cabalisti la Daleth indica il tetragramma Y-H-V-H , come già detto ossia il nome di Dio.
    Il tetragramma esprime Dio nell’umanità e l’umanità in Dio. Per la scienza cabalistica rappresenta il primo solido vivente in sé, quale manifestazione dell’essenza divina e quindi simbolo dell’uomo che di essa è veicolo perfetto. Nella cabala la Daleth rappresenta le dimensioni e le relazioni, è la funzione che permette di costruire, di rendere solido e materiale l’ideale, è la manifestazione fisica dell’idea. La particolare forma della Daleth, secondo i cabalisti, rappresenta una persona inchinata umilmente, nell’atto di ricevere ciò che la funzione precedente, la Ghimel, le fornisce.

    Esprime la capacità di piegarsi al momento giusto, la consapevolezza dei limiti e quindi, il giusto utilizzo delle risorse entro gli stessi.

    Nella Cabala si distinguono quattro universi: emanazione, creazione, formazione ed azione. Il quarto Sephirot, Chesed, rappresenta la bontà creatrice che chiama gli Esseri all’esistenza. Infatti Daleth significa “porta”, l’entrata e l’uscita dal mondo materiale. Nei tarocchi la Daleth è rappresentata dalla lama dell’Imperatore: è un Plutone, un Dio degli inferi imprigionato al centro delle cose. E’ seduto su un cubo d’oro ad indicare il pieno possesso del suo dominio nel regno inferiore. l suo trono cubico, forma fra le più stabili non può venir rovesciato in alcun modo. La posizione stessa dell’Imperatore, esprime stabilità ordine, padronanza. ‘aquila nera dipinta sul cubo, rappresenta l’Anima oscurata dall’incarnazione ed imprigionata nella materia. L’Imperatore viene anche chiamato il “principe di questo mondo” : regna su questo mondo, su ciò che è corporizzato, in contrapposizione al dominio celeste rappresentato dall’Imperatrice. Rappresenta lo Spirito individuale che è Uno nella sua origine ma molteplice nella sua manifestazione oggettiva. L’Imperatore regge nella mano sinistra il globo terrestre e nella destra lo scettro: chiari simboli di dominio del mondo. La mezzaluna inserita nell’impugnatura dello scettro promette una dominazione di tutto ciò che è instabile, lunare, capriccioso. Ciò che è fisso ed immutabile, come la funzione Dalet, esercita un’azione determinante su ciò che è disorganizzato. ando ordine alle cose materiali ne permette l’esistenza.

    Egli è in Terra l’ideatore dell’idea divina, è l’uomo la cui Luce divina viene celata dalla materia stessa.

    Nelle Rune la funzione soldità è rappresentato dalla DAGAZ. Viene paragonata alla farfalla che si trasforma all’uscita dal bozzolo e si libera nel cielo e nella luce.
    Difatti la DAGAZ rappresenta la luce che splende dopo una notte oscura.Rappresenta l’alba, il giorno, il processo in cui avviene la realizzazione concreta di un concetto. Nonostante gli ostacoli rappresenta la forza di volontà dell’individuo di portare avanti i progetti e concluderli con successo.

    “ Il seme non può sapere cosa accadrà, il seme non ha mai conosciuto il fiore. Non può credere di avere le potenzialità per diventare un fiore meraviglioso. Il viaggio è lungo e nulla è garantito. I rischi sono infiniti. Il seme è al sicuro, protetto dal suo involucro. Ma il seme compie degli sforzi, fa dei tentativi, lascia cadere la sua sicurezza il suo guscio e comincia a muoversi. Subito comincia la sua lotta, la sua battaglia con il terreno, le pietre e le rocce. Il seme era duro ed il germoglio estremamente fragile ed i pericoli saranno immensi. Ma si lancia ugualmente verso l’ignoto, verso il sole, la fonte di luce, senza sapere dove andare senza sapere perchè. Pesante è la croce da portare ma un sogno possiede quel seme e va avanti. Il sentiero dell’uomo è simile: è arduo e richiede molto coraggio”

  17. Anche per il Despota del Mondo verrà l’Ora del suo Giudizio.Ma questo particolare attimo della Storia lo ritroviamo preannunciato nel Vangelo di San Giovanni,ma essendo escatologia estrema sconfina con l’AMARTIAS, l’errore , il fallo, il peccato o impostore, l’anticristo con Cose di altri mondi che fanno corto circuito con i tempi della nostra Terra.

  18. Prof, Buongiorno, in quello che ho scritto non vedo dietrologia alcuna, avvenimento francescano di prossimo accadimento e FRANCESCO PASSANTE SOTTO PORTA LA CUI NOMEA SI RIFÀ ALLA GENS MARIA-MARIUS-MARIO che essere nome di Bergoglio e capire quanto di ROMANO c’è in tale gens che potrebbe veicolare altro e Papa che si reca ad un CONVIVIO, se per caso è già accaduto, lei non ce lo ha mai comunicato!

    >

  19. Un certo riserbo da parte del Prof, credo che sia dovuto dal fatto che nel Blog ci sia qualcuno che viene puntualmente ad attingere ( per poi smentire ) e poi pubblicare su conosciute riviste che mensilmente escono in edicola.
    Ipotizzo solo il nome???…Adriano!!!

    • Credo non solo questo tipo di “occhio” stia guardando a questo blog. Non serve, credo, dargli peso, non starai a noi occuparcene e preoccuparcene, ma se si è capito quel che c’è da capire, bisogna solo continuare lentamente passo dopo passo sulla via.

      • Si è capito quel che c’è da capire….ma siccome noi facciamo quadrato dobbiamo occuparcene e preoccuparci…non è giusto, non è corretto attingere da fonti sicure per poi specularci sopra …passando il messaggio per idee e lavori propri…ricordo che in passato molti hanno attinto e mangiato dal piatto del prof….. facendo notevole danno all’immagine del profeta….e non solo

  20. Ciao Giano, capisco il Prof, l’ho sempre capito e continuerò a farlo. Condivido come l’hai scritta, così va meglio! L’evento non è ancora scritto nell’Agenda papale, nel senso che se tu leggi quanto è scritto sbagli data! Capire come la Segreteria Vaticana informa i blog che la seguono, c’è sempre stata estrema precisione, adesso no, perché?! Se non avessi letto passo a passo non me ne sarei accorto! Io non so se così sarà, spero di no, sai come la penso e forse non mi laverò neanche le mani perché potrebbe essere anche semplice accidenti. Io non ho scritto nulla di drammatico, ho solo detto che Francesco va ad un CONVIVIO, luogo particolare fuori protocollo. Sono prigioniero dei Baroni ed ho bisogno di tempo per capire e fra poco il Vaso Acquariano esplode. Ho scritto “trista sorta”, uscita legata ad un numero!!?? E TRISTA, l’ha scritto Fanti, porta il luogo scritto dentro. La mia è semplicissima segnalazione al Maestro, io, il dono profetico non ce l’ho! Sono stanco, ma sto molto meglio…e…a molto presto!

    >

  21. L’hanno fatto in passato con la Lapide D.M.(vedi Ramotti) quindi non ci si deve stupire se gli approfittatori traggono dal lavoro del Prof.argomenti utili al solo, unico interesse… “economico”.

  22. E poi c’è l’ultimo che beccato con le “Mani….” nella marmellata,dichiara che si interessa alle centurie del Nostro da anni + anni,ma non conosce il Blog e non ha mai letto nessun articolo dei nostri commenti e dal Boscolo.
    Come fargli a non credere???Salvo poi scoprire che ha passato alla rivista il pezzo ancora macchiato di marmellata.

  23. Prof, seguo la riga terza di Nostradamus: “…puis sera l’un esleu de mesme temps…”,perché dire “l’uno eletto” e non il contrario, la forza semantica e logica cade su “l’un” che letto al contrario fa NUL (aspetto giuridico di cui i vaticanisti parlano), che essere NULLO, perché non conforme all’elenco lunghissimo di cose da lei scritto, ma il Veggente sembra chiamarlo quasi per nome riferendosi alla Gens MARIA-MARIUS che secondo le diatribe secolari degli storici essere di origine non romana, ma dei vicini popoli a volte nemici e a volte amici dei Romani; a Roma si dice ancora :”sei ROMANO DE ROMA?!”. L’atropia e l’atropo straniero che lei ha ben descritto in passato che essere soprattutto ATROPO PARCA CHE RECIDE IL FILO DELLA VITA essere quasi AVVISO di Nostradamus a non avvicinarsi a quella ATROP-PORTA che nella sua nomea originaria porta il nome della GENS MARIUS e dove le mutazioni linguistiche degli indigeni del luogo hanno generato un “oblio-non ricordo”, perché lì potrebbe esserci nascosta la Parca per chi essere legato a quella nomea! Ci vogliono soprattutto un Maestro, un Dizionario di Latino Antico e un Dizionario dei Luoghi a capire le drammatiche mutazioni che MARIO nominano!?

    >

  24. Meglio non toccare Fanti, riflessione già fatta in passato: “le stelle avverse pER TAl segni corre…” ERTA, SALITA, ci troviamo in collina, sperando non essere CALVARIO. Scatto in piedi, impressionante, mentre scrivo, la tv parla di un luogo alla PORTA vicino. I SEGNI sono troppi e forse anche i numeri! Lo stesso dicono anche i simboli dei luoghi oltre la Porta, al di là di quella che può essere la suggestione personale, sempre da considerare, esserci anche la LETTERA ed il logo legato al MONTE. Perché Boscolo si è presentato a “La strada dei miracoli” con una buona dose di certezza che questa quartina potesse riguardare un papa, io “Papa o similare” non lo vedo scritto!? Eppure il Prof era certo! Sigismondo troppo intelligente, ma colui che corre, forse corre oltre che per ALS, per “tale segni”?? Ma qual è o quale potrebbe essere il SEGNO, difficile, difficilissimo, forse un ulteriore francescano segno che è presente in quel territorio insieme alla Lettera che costringerà Qualcuno a correre (uno o più di uno), UN SEGNO IN SALITA, UN SEGNO ALL’ERTA (!!!?), SULLA COLLINA CHE TANTO RICORDA LA CROCE!!!!???? Complicato assai, di fiate ce ne vogliono 34. Ho l’impressione che Sigismondo si riferisca al Trigramma di Cristo, SEGNO presente nello stemma di Francesco. Andiamo a Prato, dico subito che Prato non centra, è lì che è presente il segno, nella Chiesa di San Francesco, troppo lunga a dirsi, bisogna leggere la storia del Trigramma, recante l’aggiunta della Croce e spero che non ci sia CROCE per chi essere Mario, così come nel destino del simbolo francescano.

    >

  25. Prof, Buona Domenica da Largo Campo. Matassa semantica avvolta dalle suggestioni o forse sempre più complicata. Gradirei una sua indicazione in merito al Vaticinio XX di Gioacchino da Fiore. La lettera “B” che giace a terra, ha i due occhielli di differenti dimensioni; gli Antichi erano precisi, precisione che l’escolle di oggi ha completamente perduta. Non voglio trovare il pelo nell’uovo, ma mi appello a questa antica precisione. La “B” guarda a destra o a sinistra? Perché se lei la solleva come è poggiata, o mette l’occhiello grande sopra oppure e costretto a rigirarla per avere l’occhiello piccolo come predetto. Considerazione errata la mia, errore dell’abate o messaggio grafico veicolato. Copricapo che sa di orientale, non le sembra?

    >

  26. Prof, lettera “B” diciamo almeno equivoca; lettera che non esisteva (!?) per gli Etruschi che era il popolo che l’ha disegnata al contrario, in quel VERSO. Ma il Da Fiore perché l’ha disegnata così?! Mario, secondo molti studiosi è sospetto nome etrusco che chiamasi “Maru”, forse ad arrivare al “Mare” non c’è troppa distanza. Penso che anche lui come se volesse dire alla Persona a cui Fanti dà il “tu”, che non conta perché elezione non conforme, ASSENZA DELLA LETTERA! La stessa lettera “rivoltata” è il simbolo dell’italica terra, dove è presente la Porta di Atropo, la Porta di Mario o Maria che sia. Terra legata ad un passato storico vincolato all’Impero Romano D’Oriente. Ma orientale sembra essere anche il copricapo del Sacerdote o Papa disegnato dall’abate. Lei non ha mai risposto quando le ho chiesto svariate volte “chi corre?” nella Quartina, ma io l’ho sempre capito. Tempo addietro mostrò l’ideogramma cinese o SEGNO che corre con il cane. Però non corre “chi” sta “in file” e cammina normale perché è in tempo per prendere il treno. Ma corre “chi” ha fatto tardi per lo stesso treno e per qualunque ragione accidentale e per questo è costretto ad accelerare il passo ed andare “fuori file”. Troppe coincidenze, proprio tante, senza considerare il non detto da me. Correggo “trista sortE”, che nulla cambia, sempre TRISTA è! Da Borges…a presto.

    >

    • Ci risiamo…tutto questo hale suole consumate da tanto peregrinare…..arriere.
      L’abete Gioachino della Rosa in PUGNO e Falce Grandissima era lo scenario degli anni SETTANTA- Ottanta! Allorea ” B ! CADUTA A TERRA OVVERO come Benedetto o Bergoglio di poi- ..semmai ma non tante congetture che altrimenti sono un BLACK HOLE e non un Pozzo di San Patrizio.
      L’ICONOGRAFIA assoluta che è stata la Chiave del Panorama visione TOtale dei tempi miei – sulla Rosa in pugno e sul Fiorire della Rosa (Francia- Roma).
      Il tempo allora postato che mai disgiunte sia dall’altra iconografia e testo ,ovvero dello stesso Vaticinio con il Papa con il Saio Francescano!!!!
      Iscrizione del testo era su tale tematica scritta in latino come dal testo passato volutamente indice per i colti..VS un opposizione al Volgo ignorante…invece Sub Rosa quesro segreto svelato – poi ha fatto fiorire solo SPINE e fatto sputare sangue e polemica e detrazioni. Tale + per i posteri questa vergognosa constatazione anche dopo giubilati Cinquantanni ????

  27. Le premetto che quanto scrivo non è frutto di suggestioni, ma riscontri, ovviamente nella realtà: possibilità possibile, aggiungo, nel caso, paga sempre Borges, a chi legge forse rimane fascino incredibile, ma non mi spaventa, spero che lei da lontano capisca e commenti, graditissimi, ma prima, altrimenti fingerò di non aver scritto nulla! Geniale da parte sua rovistare negli scritti dell’Abate e geniale l’osservazione della B e la ROSA a cinque petali, voglio capire sempre chi l’avrebbe mai pensata al suo posto. Geniale anche la riflessione sulla gamba. Se giusto quanto lei rilevò tempo addietro, Gioacchino avrebbe vaticinato qualcosa molto più avanti del suo tempo. Ma “B” significante per forza Bergoglio??! O forse è meglio dire solo Bergoglio? Anche quella ROSA rappresenta lo stesso territorio! Ma, giusto o sbagliato che possa essere, a lei non ricorda proprio nulla!!?? E la gamba? Geniale quest’altra sua osservazione: cammino interrotto! Ma la GAMBA che cammina sulla ROSA, neanche le ricorda nulla??????!!!!!! Anche questa è coincidenza, ma pure se fosse non può essere sbagliato. Lei è un predestinato, oltre non posso andare, ma forse intuisco che qualcosa ha capito. Descrizione dello stemma sbagliata! Senza presunzione, ma fino a cinque sanno contare!!? La lascio con un grande punto interrogativo, cioè onestamente ed in FEDE non lo so, ma il tempo sta per scadere, spero di non essere andato oltre, stavolta ci ho messo l’anima, abbiamo iniziato dal contrario era difficilissimo, da Sal…a presto.

    >

  28. Prof, Buonasera da Largo Campo, capisco quanto lei scrive, ma vale fino al momento che l’ha scritto, in questo momento c’è da andare oltre! Evito una filippica, perché solo con quello che ho intuito oggi c’è da preoccuparsi!!!!!! Cerco di essere breve, cercando e interpretando Giano, cioè di non lasciarlo intendere a nessuno e questo è altro punto delicatissimo di cui forse nessuno si è accorto!? Lei ha dimenticato una 3^ B, che non essere classe dell’escolle, ma semplice lettera iniziale del cognome della persona, esempio: se io dico “Dottor Rossi”, chiunque, me compreso, potrebbe pensare alla “D” (????!!!!) e non alla “R” come prima lettera che essere il cognome della persona. Bisogna CAMMINARE SULLE ROSE PER CAPIRLO!!!??? Ma è proprio LA ROSA il problema, in passato le ho fatto i complimenti perché la ritengo l’intuizione più geniale che lei abbia mai avuto. Andiamo a Fanti: “la tristA SORte”, letto al contrario essere ROSA, In “trista” c’è il nome del luogo, legato ad “una uscita-sortita” numerica di Francesco e qui le garantisco che è così. Allora qui inizia ad essere grave il ragionamento, perché Sigismondo, nel numero (??!!), infila anche la ROSA-VIOLENZA! Le segnalo che da qualche giorno il suo blog subisce “interdizione”, perché non c’è libertà di parola causa furto semantico (me compreso che l’ho fatto per altre ragioni)? Le ricordo che “Un poco prima che il monarca verrà trucidato…” e lei la conosce a memoria e potrebbe non conoscerne il senso chi ruba il suo pensiero. Devo dire STRAORDINARIO NOSTRADAMUS, perché mancava solo PISA e mentre tornavo a casa ho capito quale era il “pisano” luogo e appena ho aperto il file ho visto che avevo pensato giusto: ai tempi di Nostradamus era facente parte del pisano, l’ha scritta come era al suo tempo! Sono giusto quattro i luoghi di cui non si può parlare. Non troppo lontano dalla Porta esserci luogo, come già ho scritto, derivante dalla nomea del Fiore, nomea perfettamente identica a quella anticamente pisana, come se il Veggente volesse dare la prova del NOVE. Stesso fiore dell’abate. Sto cercando di capire la numerazione recante, non semplice, ci vuole tempo, ma oggi, purtroppo, tolgo il punto interrogativo…a presto.

    >

  29. Prof, ancora peggio (significazione boscoliana di Pisa), ormai è un vortice impressionante, PRIMO NUMERO: le scrivo passo a passo quanto leggo. “Se sedi di MISERICORDIA seguiRAI…”, scrisse Fanti”, purtroppo aggregato alla Rosa, anticamente c’era il luogo della MISERICORDIA!

    >

  30. Siamo ancora al numero 1: Rosa e Misericordia stavano insieme, ma l’Ordine dei Frati Minori, i francescani reca il simbolo della CONFORMITÀ (!!!???), il destino del braccio del francescano potrebbe essere lo stesso del braccio di Gesù!

    >

    • Qui penso che siano nuvole o fumetti di una pagina oscurante dalle macchie pure sul SOL- SOLE ..semmai la VERITA’ viene eclissata per Mercurio(la parola, la comunicazione) –
      Sopportiamo amaramente questa giostra a ruota libera che non gira o sboccia o fiorisce con semplici parole, ma entra nella dimensione di Plutone, quella degli INFERI e così che ci si scotta la lingua e come Scevola pure la mano.Dopoi la nuvolaglia…si troverà o meglio verrà il SERENO SELENO a rischiarare con la GRANDE CLARTE’ !

  31. Mi sposto lievemente alle elezioni USA, dove parrebbe aver vinto ancora una volta per un voto quel Biden, con diminutivo DEM (DEM=ONI? mio pensiero) che è stato anche immortalato nella stretta di mano con Xin Ping dove hanno parlato di tutto ma dicono gelo assoluto su Taiwan! Ormai siamo davvero prossimi al CONIGLIO o 23 esimo esagramma la rottura, che non credo non passi anche da queste due super potenze appena citate, visti anche i corsi e ricorsi storici trattati di recente in quel del 1963 e quel Kennedy.

  32. Bene…consiglio restare nel tema del file…se no mi metto a raccontare la rama e la fava… così da tediare, uscire file solo se ci sono elementi concatenanti con situazioni o altre quartine… fare interessi costruttivi del blog… a buon intenditore poche parole. Non monopolizzare far entrare nella discussione anche altri…anche se di altri pareri..tutto è costruttivo!

  33. C’ è bisogno di un codice della STRADA della Nostra STRADA ? Ovvero Legge, TORAH.Canone inscindibile di una strada-laura che ha i suoi incroci,carrefour, apposta per imparare a stare sempre in careggiata! Allora GO ALL RIGHT WAY !

  34. Ritorno sul quattro invece, in attesa di verificare su un ritrovato Rocci. Girando per il web ho ricordato di vedere anche secondo le credenze orientali. Ho potuto costatare che da che c’è memoria per loro non è un numero fortunato, bensì sfortunato e legato alla morte. Soprattutto in Giappone dove la pronuncia del numero quattro (shi se corretto) risulterebbe identica al termine usato per la morte. Forse da qui anche in Italia in certe culture popolari il 4 viene legato alla morte ma per la più specifica bara, quindi da lì la morte come conseguenza logica. Ovviamente nel fine settimana potrò visionare direttamente sul dizionario del Rocci altri significati e vedere se ha a che fare con quelli trovati sul web, come dal greco Tesseras.

  35. TEsserakonta…la Quarantena, la Quaresima….e l’UNDAQUADRAGINTA latina (per 39)ovvero contiamo i tesserati dei partiti ? Di IERI semmai oggi non sono + di moda ! Ancora il logos racchiude il nome di ARES, Marte + in arabo due fonetiche di cui una è GUERRA e l’altra fonetica Lavoro ! Memorizzare i sensi (senso = guerra in giapponese)che così ad ogni occasione temporale, numero e logos portano alla PORTA della GUERRA(in latino- GIANO quando il suo tempio PORTE apertE…Chiuso= La PACE!) MOlte sono le complicate associazioni tra Guerra aperta di GIANO (GIOVANNI IN POLACCO)debitamente postata già nel 1980…in relazione a Giovanni Paolo! Mai memoria umana saprà raccogliere i tanti indizi svelati con le mie anticipazioni semantiche sotto le SETTE STELLE delle IADIS TAURINE nella città del TUR – TURIN ..la città della la Porta.TORANA et PORTALE del REALMENGYNIUS PLANETARE seguito da oltre 150 nazioni

  36. Prof, Buonasera, ma qui chi è il “Vero Giusto” oltre quelli già menzionati, che veramente potrebbe essere condannato se non si fa qualcosa. Costui ormai NON SI NOMINA, è scesa la notte della parola su FERRARA-FANTI, TORINO-NOSTRADAMUS e BOSCOLO e le altre che lei conosce e che non posso dire perché se ne dico una delle due è come se citassi anche l’altra, perché entrambe portano LA ROSA che ha lo stesso nome; Rosa che non è la Porta e Porta che non essere tale e per questo A TROP CONFORME, ma essere “curtis” e altra parola che non posso dire perché peculiare di quella regione ed i suoi abitanti capirebbero subito. Mondo intero ORBO che non riesce a leggere quanto scritto dai Veggenti!? Inutile dirle “…monarQUE TRUcidè…” QUETRU, QUATTRO in corso, in ebraico DALETH, LA PORTA che non c’è!! Penso che si sia reso conto dei “non posso dire” e capire se alla PORTA non arriva la ROSA che da essa troppo lontano non essere!?

    >

  37. Mi insinuo nel dire la mia, ovviamente derivante da pura e mera logica, sempre per deformazione professionale mi riesce con una naturalezza sconfinata. Non penso si possa salvare qualcuno, seppur ci sia sempre un quesito alla base del tutto che andrebbe fatto. Perché se con tutti i messaggi dei vari profeti, veggenti e persino dell’Apocalisse, non si è modificata una semplice virgola del percorso degli Omen. Ed ora arriva anche il quesito, se quindi siamo meri e impotenti testimoni di tutto questo, a cosa e per chi serviranno tutte queste testimonianze??? Ovvio che non cerco la risposta ora e qui e andrebbe di certo dibattuta non sul freddo web, ma con scambi di pensieri per cercare di confutarne le risposte. Ma da questo quesito personale che mi porto da praticamente sempre, ve ne è un altro non da meno che è rivolto in particolar modo. E nella precisione parlo di questo passo che segue proprio quello discusso in precedenti file, sull’Apocalisse:

    9E un altro angelo, il terzo, li seguì dicendo a gran voce: «Chiunque adora la bestia e la sua statua, e ne riceve il marchio sulla fronte o sulla mano, 10anch’egli berrà il vino dell’ira di Dio, che è versato puro nella coppa della sua ira, e sarà torturato con fuoco e zolfo al cospetto degli angeli santi e dell’Agnello. 11Il fumo del loro tormento salirà per i secoli dei secoli, e non avranno riposo né giorno né notte quanti adorano la bestia e la sua statua e chiunque riceve il marchio del suo nome».

    Come lo dovremmo interpretare alla luce di quello che stiamo cercando di capire noi oggi? Mi scuso anticipatamente se è “fuori file” ma credo di aver capito che le 605 sono tutte in argomento collegabili a quello che noi escatologicamente e religiosamente chiamiamo Apocalisse. Come sempre mi rimetto a chi ha più sapienza di me e chi ha più dimestichezza anche nei file già trattati.

  38. Prof, “…LE Opere ti vedo certo aprire/capire (scritto da lei) le porte…”, LEO, LEONARDO, è lui che disegna il quadro dell’ANNUNCIAZIONE senza la PORTA, con l’Angelo davanti alla DIMORA di Maria, “…a quel grande Pietro nel punto DI MORte…”. PORTA che non c’è più anche in questa Città, aggrappata alla stessa Madonna dell’Annuncio. Le Macine girano da parecchio intorno alla Chiesa di Napoli a caccia del quadro di Michelangelo Merisi, Caravaggio, il quadro della MISERICORDIA: “se sedi di MISERIcordia seguirai…”, anagramma MERISI. Difficile, tanto…a presto.

    >

  39. Prof, capisce allora il Quadro di Leonardo, capisce IL PUNTO DI MORTE, LA CASA DI MARIA, LA CASA DELLA GENS MARIA, è troppo preciso, dove sbaglio!!! Se così fosse e lei lo sa se è così, faccia qualcosa, cambi la storia, fosse pure un cane, cerchi almeno di non farlo accadere, io non so più come dirlo!! E se pure non dovesse succedere stavolta, perché le righe dei due veggenti sono un labirinto semantico, si è capito che accadrà. A lei il SALE non manca, ci metta un altro GRANELLO DI SALE. Io capisco che è il suo compito, ma allora aveva ragione Lutero. Dopo dica tutto, ma non dica che ha fatto qualcosa. Stiamo intorno a Caravaggio, quadro letteralmente inespugnabile, fosse o non fosse, ci metterò tutta l’anima di questo mondo. Uno sciagurato AHIMÈ…da Piazza Sedile Del Campo.

    >

  40. Difficile dirlo, cerco in poche parole. Ma l’arcano semantico l’avevo già capito tempo addietro, quando al Prof chiesi CHIAREZZA sulla quartina di Fanti della sede di Misericordia. Lo stesso etimo della parola lascia già trapelare qualcosa! E allora perché Boscolo pubblica questa Quartina proprio ora, difficile capire chi essere un altro VERO e GIUSTO??????!!!!!! CHI NON SI NOMINA MAI!? Capire il rapporto tra la MISERICORDIA e lo SPIRITO SANTO. È Torino la sede di Misericordia (??????!!!!!!) ed ecco che “se sedi di misericordia seguirai ecc…”, il resto senza che lo scrivo. Conferma all’ultimo rigo, scritto già da me più volte, ho sempre detto dei due livelli, “chi” innanzi a “chi”?, a chi si rivolge Fanti? “…E INANti a quel…”, EINAN in islandese “UNO SOLO”. IMPRESSIONANTE, ho l’impressione che non c’è niente da fare…a presto.

    >

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...