Il XXIII° capitolo dal TAO THE CING – di LAOTSE

La filosofia cinese illumini gli Spiriti e non le tasche dei TYKONS/ALI BABA’. DEGLI STORES/Supermarket

Tutte le volte che abbiamo chiamato in causa le fonti cinesi millenari,sopratutto quelle che indicano anno dopo anno il Ciclo XII° degli Animali, lo Zoo abbinato al nostro ZODIACO come abbiamo postato da ben cinquantanni. Ora entranti nell’anno del Coniglio o Leprence…Hare o in ogni Harnav o Harnash linguistico incluso quello tibetano (Rakon)a quello Egizio Unas( L’Una s della quarta dinastia)che ha il geroglifico il Coniglio !O Lagos dei Lagidi Tolomei faraoni della storia.

Cosa questo anno del Coniglio o Koniglich(Rey) ancora portare sulle nostre tavole quotidiane ?Ruggisce il Leone persiano e la solita routine dei tiranni Hayatollah che ripetono il ruolo infame di soffocare la libertà del popolo.Ma lo scenario venturo ha le sue rivoluzioni alle Porte…Persepoli ? O Le Giubilari e quella della Giubilazione a chi tosto penderà la Spada di Damocle ancora. All’erta quindi per cogliere ogni lampo semantico che conduca all’Omens inimmaginabile.

Dunque passato il 22 capitolo con le sue sentenze :

Images del 22 al 23 ° capitolo.

Ecco la farfalla Atropos – e nome della Parca papale di tante citaziopni e files qui posta verificare l’ORA precisa in cui il file è stato editato

Davvero il destino del mondo svolta pagina ?Una pagina bianca su cui il calamo ancor più nero su bianco aggiunte le finali escatologiche profezie per il COMPIMENTO(KRAINOS in greco).

Ma tutto dipenderà dal messaggero posto tra cielo e terra e mare che i tempi non saranno più dilatata.Ma la rota dei Tempi inesorabile brucerà le finali tappe che nessuno oserebbe immaginare possibili.Nessun maligno ha mutato rotta e il Grande Gioco sulla Grande Scacchiera mette a nudo lo SCHAMAT inesorabile di questa partita tra EST ed OVEST.Allora meditiamo quanto ancora capitolo dopo capitolo cosa verrà dall’ASIA, il grande Atteso che giammai verrà in Europa.

Sarà la storia a ribaltarsi se la vena dei giusti si gonfierà di amore e fratellanza per tutte le genti e non solo per le tante disgrazie e stragi e carestie che si consumano per l’odio e il fanatismo che anch’esso dovrà essere troncato alla radice del male.Non una nazione o un popolo solo, ma un solo moto universale deve come tsunami diventare un Diluvio, purificatore dei malvagi che depredano i popoli e mistificano pace e guerra,libertà e schiavitù della donna. Attendiamo la Donna della Genesi e avvolta dal Sole – che schiacci la testa del Serpente-Dragone, ma quanto avverrà o peggio avverrà non senza la guerra (Porte di Giano spalancate simbologia latina per la Guerra)e tutto quanto sarà la composta dalle lungimiranze dedotte da tanti file che svelano coloro che vogliono annientare o bruciare il Ramo d’Ulivo e la carca della pietra sullo stomaco , fagocitata da millenni dal Grande Male o malattia o del Cancro che ha anche malnutrito ed avvelenato le coscienze da troppo tropos modello del Consumismo.

Bocca della Verità o che sia altra è la Fame che è come un duro pugno sul plesso solare , sullo stomaco del pianeta affamato ,sprecando cibo e aiuti al terzo mondo . Paradosso da farci vomitare tutte queste mele marce , poisons d’inquinamenti, corruzioni, abominazioni e il marciume da cui siano stati allevati dalle false stereotipate ideologie ,sia dai pulpiti o dagli schermi lattiginosi- da cui abbiamo visto ogni genere di colori..

E’ la visione del mondo che deve essere mutata, rivoluzionata, sradicata per lasciare campo anche alla più semplice richiesta di carità, + empatia che ormai si è oscurata anche sotto l’arco delle chiese che hanno abbandonato il gregge agli Ennemy Lupi.

Tutto potrà essere compiuto, ma deve bene lasciare un segno indelebile per tutte le future generazioni. Da semantico segno lampante affinché mai si scordi di tanta Maledizione = Kateromai come Spada di Damocles sulle nostre teste, cieli, e paesi…che solo il Cielo e chi in esso dimora potrà portare Rescue. E non fate gli struzzi se l’anima batte il suo soggettivo mea culpa così schiacciati e carcati tutti piccoli e grandi dai fatti prossimi forieri amarissimi.Siate Leoni e non Conigli !

Pubblicità

7 pensieri su “Il XXIII° capitolo dal TAO THE CING – di LAOTSE

  1. PROF. BOSCOLO, in questo fine 2022 emergono dal più profondo del male dell’animo umano, in quanto colpiscono con ferocia i più deboli e indifesi, gli anziani, donne e 400 bambini morti sotto i bombardamenti. L’illustrazione delle conseguenze di una bomba, la devastazione di case,chiese e terre di contadini sono il segno di una crudeltà che non ha limiti perchè chi decide di aggredire con le armi è consapevole di portale la morte. Se poi questa riguarda persone inermi che non possono nemmeno reagire o tentare la fuga e vengono uccise nel sonno o mentre vanno a scuola, allora la guerra, già di per se maledetta, diventa un evento disumano che nulla ha a che fare con la dignità delle nostre esistenze. Penso che i capi di Stato e di regime che scelgono questa soluzione, dovrebbero partecipare in prima persona, sul campo, alle operazioni belliche, per rendersi conto delle atrocità che loro stessi hanno firmato.
    La fotografia di questo periodo è quella di un uomo, come Vladimir Putin, che da lontano, nella reggia che fu degli zar, si sta comportando come qualunque assassino. –

  2. PROF. BOSCOLO, il massimo del’orrore viene raggiunto in IRAN, dove le donne e i giovani stanno lottando contro una repressione ordinata dal regime che ha già causato 700 morti. Ciò che fa più orrore sono le torture: la polizia è dotata di aerei che sparano cartucce particolari che non uccidono, ma bruciano la pelle e non si possono estrarre. Gli obbiettivi raccomandati sono il volto e gli organi genitali delle ragazze. Per non parlare degli stupri, l’ultimo di una giovane di 14 anni morta per una emorragia causata da profonde ferite vaginali. Dopo cento giorni di manifestazioni di protesta contro l’ayatollah KNAMENEI (manifestazioni iniziate con l’assassinio di Mahsa Amini) sono più di 500 i manifestanti uccisi in IRAN, tra i quali 70 bambini: pochi giorni fa addirittura la vittima è stata una dodicenne Saha Etebaru. Cento giorni di manifestazioni contro l’applicazione della sharia e contro la sottomissione delle donne basata sulle REGOLE DISUMANE. –

  3. Negli scritti dei due capitoli 22 e 23 non posso che ritrovare quello che abbiamo vissuto direttamente, con il poco, con l’accontentarsi, resistendo e rinunciando, privandosi anche di ciò che era dovuto (il diritto al lavoro). Così come dice l’incompleto, che è di evitare la sfortuna pur di conservare il proprio corpo dalla sventura! Accontentandosi, appunto del poco guadagnato, perché chi è nella luce vive di luce anche fioca, perché sa essere parsimonioso, formichina e non cicala (il molto che fa smarrire). Anche nella respirazione, calma e pacata, lenta e con i battiti cardiaci non accelerati (di chi è in agitazione, ansia, stress, ecc.), per aiutare il corpo (mens sana in corpore sano). Così come nel 23 che non interpreto, lascio che sia il tempo e il nostro Prof. con i file, passo per passo a guidarci nelle pieghe del tempo e dei percorsi che ci aspettano da qui in avanti, con popoli sempre più riottosi verso chi li vessa per bramosa avarizia. S’intuisce che così come nulla dura in natura per sempre, tantomeno l’uomo può far durare le cose (chissà che non sia l’inganno svelato). Ma qui mi scontro subito dopo aver letto i due capitoli, con quella che è l’immagine della falena che vidi in sogno nel 2017 (Acherontia atropos) nel Cocito, dove come ultima parola sentita dentro, non con parole, ma dentro senza parole vere o scritte o suoni, qualcosa che arriva e la mente traduce in termini. Dopo averne viste alcune morte sulle sponde dell’acqua in questo Cocito mentre ero nel mezzo di quattro che erano chinati su un ginocchio (mi scortavano???) formando un quadrato con me in mezzo e questa “voce” (guida) che mi diceva di fare attenzione tutto si sarebbe compiuto nella Luna piena (prossima luna piena che ho notato su calendario San Luciano di Antiochia 07/01/2023 Luna piena) riportando la domanda che il nostro Prof. ha fatto nel file;

    Davvero il destino del mondo svolta pagina? Una pagina bianca su cui il calamo ancora più nero su bianco aggiunte le finali escatologiche profezie per il COMPIMENTO (Krainos in greo).

    Ecco non so se significherà questo, il compimento quella data che è balzata sola, senza voluta ricerca, ai miei occhi. Le domande che percorrono la mia mente mortale e fragile da essere umano, sono tante e non mi aiutano a vedere correttamente prima del tempo. Ma poi ho la risposta dentro, silente e placida; così come per decenni ho osservato in questo ed altri blog il Prof. senza scrivere, ho poi scritto così, senza un apparente motivo, rompendo l’indugio (al momento opportuno?) unendomi ad una famiglia virtuale di portatori di luce, di guerrieri dall’animo gentile e desiderosi della sola cosa che muove l’intero creato. La luce sulle tenebre, col nome semplice e quasi banale, la verità!

  4. PROF. BOSCOLO, continuano a circolare voci sulla presunta malattia del leader russo Vladimir Putin, malgrado finora non abbiamo trovato alcuna conferma. Stavolta è stato lo storico e analista politico russo Valery Solovei a sollevare il tema con i media ucraini, affermando che lo zar settantenne starebbe assumendo farmaci antitumorali occidentali, gli unici in grado di rallentare la diffusione del cancro e di tenerlo in vita. “Posso dire che senza questa terapia estera” Putin non ci sarebbe più,ha detto Solovei. “Usa i trattamenti più avanzati e una terapia mirata che la Russia non è in grado di fornirgli” ha sostenuto ancora l’analista. Ma anche con l’aiuto della medicina occidentale, Solovei ha affermato che “la fine è vicina, anche secondo i medici che lo stanno curando, perchè nessun farmaco può avere successo per un tempo infinito”.
    Sin dall’inizio dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, si sono moltiplicate le supposizioni sullo stato di salute del presidente russo. Nei mesi scorsi anche i servizi segreti ucraini dissero che Putin stava combattendo con un cancro al pancreas e con il morbo di Parkinson. –

  5. Il, Grande Male Grosse Rosse RedNer Kankreit nell’anno del Cancro Coniglio Lunare 2023 occhio al Colpo all’EST OMAKOS (in greco- militare-guerriero, belligerante)
    Perché sarà il mondo che subirà tale Strike al plesso solare ?Alla peggio allora vedremo la grande fuga di conigli ?Ma non è così che gra la Ruota della storia sinistrale . Marcia così la sequenza di tale impatto del grande au milieu de la press – sopressione, calca, lo schiacciamento carcamento è alle porte poi secodo il ciclo XXIII° essere Dirompente sgretolamento fragmentazione FRANCUMAZIONE, con tumulto e tumulo tumulazione . Ovvero la catena e da rosario dei logos qui postati da pesardavvero in cui tutti crepa (peygamber)per allora va a pezzi anche LO STATUS QUO a tempo allora quando di tante nostre sicurezze e disperazioni come la massa di conigli.
    All’oposto essere coraggiosi perchè più lontano è il targhet del nostro caleidoscopio con grandi sorprese, rivelazioni e rivoluzioni ….altrimenti tutto sarebbe prevedibile..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...